L'incontro e l'intesa segreta: è il nuovo "patto Gentiloni"

Un mese fa il summit riservato tra Papa e premier: assist incrociati su Ong e cittadinanza. Alleanza utile alle urne

Ius soli subito contro la politica dei muri e della paura. L'affondo di Papa Francesco a favore dello ius soli traccia una linea di continuità con quanto detto - con molta prudenza - poche ore prima da Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini con quel riferimento al «non aver paura di riconoscere i diritti e i doveri per chi nasce e studia in Italia».

Il messaggio è simile, ma se il premier utilizza colori sfumati, il Pontefice sceglie le tinte forti, spiega che al momento della nascita «va riconosciuta e certificata» la nazionalità e condanna «le espulsioni collettive e arbitrarie di migranti e rifugiati». Inevitabile che il pensiero di molti vada alla correzione di rotta effettuata dalla Cei sui migranti. Una sorta di doppio binario con il via libera alla stretta del governo su Ong e scafisti, voluta da Marco Minniti, e la piena benedizione della legge sulla cittadinanza facile. Una sintonia che lascia immaginare una «concertazione» su questi temi, forse avvenuta in occasione di quell'incontro di un mese fa tra il premier Gentiloni e il Papa - raccontato dal Corriere della Sera - in casa dell'arcivescovo Angelo Becciu, numero due della Segreteria di Stato. Una sorta di nuovo «Patto Gentiloni» che certifica una consolidata sintonia tra le massime gerarchie vaticane e il laicissimo premier.

È chiaro che per il governo e il Pd incassare il sostegno del Pontefice a una legge che, sondaggi alla mano, è invisa alla maggioranza degli italiani è un ottimo colpo. Così come certo all'esecutivo non è dispiaciuta la posizione assunta da Papa Francesco nello scorso marzo quando riconobbe che l'impegno all'accoglienza va inteso come dovere di «accogliere tutti coloro che si possono accogliere», perché «non c'è posto per tutti». Una concessione al realismo che ha aperto la strada alla svolta sul codice sulle Ong (alla cui redazione ha contribuito in maniera decisiva il centrodestra).

Al di là delle parole ufficiali, tra applausi della sinistra e accuse di ingerenze dal fronte leghista, gli umori delle forze politiche e le letture che circolano nel Palazzo. «Gentiloni sa usare i media e dosare le parole tra accelerazioni e frenate», spiega un dirigente Pd. Detto questo, «bisogna considerare che dall'autunno il Parlamento avrà due priorità: sfornare una legge di bilancio accettabile e capire cosa fare della legge elettorale». Insomma le possibilità che il Pd voglia forzare la mano e affrontare il voto delle Camere sullo ius soli a poche settimane dalle elezioni restano ridotte. Circolano, poi, anche altre letture. C'è chi, come Fabio Torriero, direttore di Intelligonews, ricorda che Giovanni Paolo II nel libro «Memoria e identità», sosteneva che il patriottismo era come il quarto comandamento «onora il padre e la madre» e come non ci fosse contraddizione tra il patriottismo terrestre e patriottismo celeste.

Altra linea di pensiero, diffusa nel centrodestra, è quella che giudica questa sintonia come una sorta di trappola mediatica nella quale è consigliabile non cadere. «Papa Francesco di mestiere fa il Papa, noi siamo chiamati più modestamente a mediare tra la città di Dio e la ragioni mondane e contingenti. Non dobbiamo cadere in un trappolone che, attraverso la grande stampa, rischia di rianimare un Pd in evidenti difficoltà», dice un cattolico come Gianfranco Rotondi. Sotto traccia, però, c'è chi ricorda, con una nota di amarezza, una frase pronunciata dal Pontefice lo scorso anno: «Nella prima riunione che ho avuto con i vescovi nel maggio 2013 ho detto loro: col governo italiano arrangiatevi voi». Linea ribadita sulle unioni civili, smentita sullo ius soli.

Commenti

INGVDI

Mar, 22/08/2017 - 23:23

Tra comunisti ci si intende.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 22/08/2017 - 23:42

Non c'è bisogno di intesa. Ragionano male alla stessa maniera, da comunisti.

filder

Mer, 23/08/2017 - 00:02

hanno fatto il conto senza l'oste, lo presenteremo alle elezioni con buona pace dei quaqquaraqquà

angelovf

Mer, 23/08/2017 - 00:13

Impostore vuoi dire al nostro popolo come devono vivere e cosa devono tollerare, ti chiederei il passaporto tutt'e le volte che esci dal vaticano, sei diventato poco gradito stai mescolando la religione con la politica.

bispina

Mer, 23/08/2017 - 06:37

ABBATTIAMO LE MURA VATICANE E SCACCIAMO DALLA NOSTRA PATRIA IL PAPA E I SUOI SCHERANI.

27Adriano

Mer, 23/08/2017 - 07:30

....Anni fa, quando il clero era alleato della ..DC durante una omelia domenicale in concomitanza delle elezioni, il parroco disse:< Nel segreto più profondo dell'urna siate ..democratici e cristiani. Dio vi vede!>. Che slogan potranno usare il papa e i komunisti questa volta?

Iacobellig

Mer, 23/08/2017 - 07:39

ASSOLUTAMENTE NO! LA SINISTRA HA GIÀ ROVINATO ABBASTANZA IL PAESE ORA DEVE SOLO ANDARSENE. UN GOVERNO DI NOMINATI E DI INCAPACI NON PUÒ ASSUMERE DECISIONI IMPORTANTI PER IL PAESE.

INGVDI

Mer, 23/08/2017 - 08:36

E' il trionfo del cattocomunismo. Del resto tra comunisti ci si intende. Da una parte il PD riceve una specie di legittimazione per il governo del paese e per le leggi porcheria che emana, dall'altra la rinuncia del messaggio spirituale di Cristo porta la chiesa più vicina alle tesi marxiste. Entrambi con l'obiettivo finale di un Nuovo Ordine Mondiale.

leo48

Mer, 23/08/2017 - 08:41

Io consiglierei di andare a fare il missionario. Lì in Argentina operava bene in quanto missionario. Missionario ha il pieno significato di "Convertire al Cristianesimo" e non svenderlo come desidererebbe fare col suo modo di predicare e pensare accomunando la religione Cattolica con l'Islaismo. Senza poi parlare dello 'Ius s'oli: ancora peggio!

honhil

Mer, 23/08/2017 - 08:49

Un papa che così apertamente si schiera con il governo in carica, non si era mai visto. Ma così facendo finisce di essere un papa per diventare un sagrestano della politica. Quella più degenerata.

Fjr

Mer, 23/08/2017 - 08:50

Adesso i conti tornano ,prima la visita del grande burattinaio speculatore Soros,poi quella del pampero a suggellare l'accordo ,e come al solito gli italiani zitti e muti ,segniamoci pure questa quando presenteremo il conto

eko99

Mer, 23/08/2017 - 08:52

Non bastavano i pdioti abusivi e dittatori a fare danni, ci voleva anche il papa comunista adesso! che schifo! ma mi domando noi popolo quand'è che cominciamo a tirare fuori gli attributi?!

lento

Mer, 23/08/2017 - 08:54

Questi due piacciano ai clandestini islamici ,zingari e comunisti !

nordest

Mer, 23/08/2017 - 08:56

Questi due non hanno imparato nulla dalla storia.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 23/08/2017 - 09:07

Di segreto non c'è nulla. Tutti sanno che queste due parti lavorano per distruggere l'Italia, lavorando contro gli interessi degli italiani.

geronimo1

Mer, 23/08/2017 - 09:14

Vergognatevi!!!! Ma non ce la farete a metterlo in quel posto al popolo...!!!! Questa volta i kompagni saranno travolti nell'urna..!!!! E che sia la volta buona che riusciremo a ricacciare quello di bianco vestito ad Avignone..????????????????? Sarebbe l' en plein degli obiettivi raggiunto al 100%...!!!!!!

donald2017

Mer, 23/08/2017 - 09:18

Tra cialtroni intesa perfetta al 100%

Ritratto di gangelini

gangelini

Mer, 23/08/2017 - 09:20

Adesso ci tocca sopportare anche il comunista Napolitano 2.0, non eletto dal popolo ma dai cardinali.

Marcello.508

Mer, 23/08/2017 - 09:24

Fra compagni non può che essere così.

Trinky

Mer, 23/08/2017 - 10:37

Continua pure a leggere repubblica, struzzo vestito di bianco...e speriamo che succeda presto che san pietro diventi una bella moschea (dimentichi santa sofia?). Verremo (col cavolo) ad ascoltarti quando predicherai dall'alto di un bel minareto......

Ritratto di senior60

senior60

Mer, 23/08/2017 - 11:04

PERSONE PERICOLOSE ENTRAMBE... e complici (se non ancora materiali) almeno morale dei trafficanti di uomini (ONG e lager di accoglienza),di terroristi islamici(jus soli richiesto a gran voce,così da non poter più espellere nessuno) e speculatori finanziari (Soros). povera Italia, non ha mai avuto tanti nemici e traditori dei suoi valori in casa come in questo periodo.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 23/08/2017 - 11:23

Due abusivi che trafficano sul futuro della Nazione. Vanno spazzati via.

Emilia65

Mer, 23/08/2017 - 11:25

Che brutto lavoro i comunisti al potere...