L'incubo del canone Rai: in bolletta pure gli arretrati

L'ipotesi mai smentita dal governo: riscossione delle quote non pagate negli ultimi 10 anni A luglio sarà un salasso. E viale Mazzini vuole incassare anche per le tv esposte nei negozi

Un incubo all'orizzonte: la superbolletta Rai. A luglio, al riparo da conseguenze elettorali perché le amministrative saranno già passate, arriverà la prima bolletta caricata con l'odiato canone Rai. Molti sono ancora i dubbi e il numero verde di Viale Mazzini è perennemente occupato. L'unica cosa certa è che sarà una bolletta da salasso. I 100 euro della tassa Rai sono divisi infatti in dieci rate di 10 euro, ma il primo semestre verrà addebitato tutto in un colpo nella bolletta di luglio, dunque 70 euro oltre ai costi dell'elettricità. Ma c'è di più, uno scenario inquietante finora non smentito dalla Rai, che potrebbe trasformare le prossime bollette in una stangata clamorosa. La Rai punterebbe a far pagare anche gli arretrati di canone non riscosso, fino a dieci anni. Lo riporta il giornale online Qui Finanza, che scrive: «Con l'introduzione, a partire dal 1° gennaio 2016, del pagamento del canone Rai insieme alla bolletta della luce e le contestuali dichiarazioni del governo che ciò non costituirà una sanatoria per le evasioni degli anni precedenti, si è diffuso il timore che questa potrebbe anche essere l'occasione per pretendere la riscossione degli anni arretrati. Infatti il pagamento della bolletta della luce, con la maggiorazione per il canone, sarà una sorta di autodenuncia e di ammissione del debito». La prescrizione del mancato pagamento del canone Rai scatta dopo dieci anni, ciò significa in linea teorica che la Rai potrebbe infilare nella bolletta fino a dieci canoni arretrati, «maggiorato degli interessi al tasso legale», mentre su accertamento della Guardia di Finanza «può inoltre essere comminata una sanzione amministrativa di importo compreso tra 103,29 e 516,45 euro». Calcolato tutto, un salasso terrificante. Che avrebbe dubbia legittimità, visto che così facendo la Rai presume che chi dichiara implicitamente di avere un televisore accettando di pagare il canone in bolletta, abbia avuto un televisore anche nei dieci anni precedenti. Questa finora è l'ipotesi, non ancora smentita dalla Rai né dal governo.Ma Viale Mazzini sta battendo altre strade per recuperare più soldi possibile. Negli ultimi giorni i telefonisti Rai stanno chiamando a raffica rivenditori e riparatori tv per chiedere il pagamento del «canone speciale», anche se nelle specifiche della stessa Rai i negozi che vendono televisori sono esentati dal pagamento. Eppure in queste ore i telefoni dei più importanti negozi di elettrodomestici italiani squillano, e dall'altra parte c'è l'addetto che chiede di pagare il canone, e anche in fretta. I commercianti hanno chiesto aiuto all'Aires, l'associazione di Confcomercio che li rappresenta. La quale ha scritto una lettera a Viale Mazzini, già spedita tre volte, direttamente all'attenzione del dg, ma senza alcuna risposta. «È la stessa Rai a chiarire esplicitamente che le nostre aziende sono escluse dal pagamento del canone - spiega Davide Rossi, direttore generale di Aires-Confcommercio - I nostri associati ci segnalano invece numerose chiamate che invitano a ottemperare al pagamento del canone. Speravamo che con la riforma del canone e gli annunci sulla semplificazione della normativa, si sarebbero evitate queste situazioni». Si vede che la Rai ha fretta di incassare. «Sembra emergere ancora una volta l'unica filosofia che anima l'attività delle 300 persone che operano nella struttura Rai Canone - attacca il deputato Michele Anzaldi, segretario Pd in Vigilanza Rai -: non quella di aiutare i cittadini ma tormentare e vessare i contribuenti, creando ansia spesso ingiustificata e arrivando, come sembra in questo caso, ai limiti della truffa».

Annunci
Commenti

umberto nordio

Mar, 02/02/2016 - 08:19

E chi si è messo il fotovoltaico distaccandosi dalla rete?

Walter68

Mar, 02/02/2016 - 08:41

L'unica cosa buona che ha fatto questo governo, non eletto dal popolo, è il pagamento del canone inserito nella bolletta dell'energia elettrica. Se riuscissero a far pagare anche gli arretrati a chi non ha pagato, sarebbe il massimo ma non ci credo. A nessuno fa piacere pagare questo balzello, ma ricordo a chi non ha pagato che si tratta di un evasore senza se e senza ma.

soldellavvenire

Mar, 02/02/2016 - 08:45

paaaaaauuuuuuuuuuraaaaaaaa, eh? ahahahahahahaha

vilo55

Mar, 02/02/2016 - 08:59

Scusate, perchè continuate a parlare di salasso in bolletta? fino al 2014 il canone era di 103 euro e si pagava in unica soluzione a gennaio, ora è di 100 euro e si paga dilazionato ( a parte la prima rata che dovrebbe essere di 70 euro a luglio ) , mi spiegate dove sta il s a l a s s o ; si può discutere se è una tassa giusta o meno , ma per quelli che hanno sempre pagato non è un aumento ( anzi ) , giustamente colpisce i furbetti che hanno evaso nel tempo. Come al solito dubito che sarà pubblicato

Ritratto di .sandrinoI£Mazzolatore

.sandrinoI£Mazz...

Mar, 02/02/2016 - 09:39

con mammasantissima rai non si sgarra, un PIZZOcanone è PER SEMPRE

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 02/02/2016 - 09:54

@vilo55 ...parla per te ..."onorevole onestuomo" ..i furbetti che tu dici sarebbero quelli che effettivamente la tv non l'hanno mai avuta e ora si ritrovano a dover pagare per integrare un deficit prodotto da una massa di ladroni nullafacenti e servi del politicante di turno. Quei personaggi che hai sistematicamente foraggiato, felice di mangiare quotidianamente quanto ti propinavano ( ovvero me.rda).

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 02/02/2016 - 10:11

Anche con il "Canone" soni riuscite a fare una grande "porcata" e questo la dice lunga sulle capacità di questo governo.Hanno perso una grande occasione di "equità". Persone che hanno più appartamenti e magare cinque o sei televisori pagheranno quanto un pensionato al minimo e con un vecchio televisore. Era cosi difficile applicare una aliquota di uno 0,0X% su tutte le utenze elettriche senza distinzioni fino al raggiungimento dell'introito previsto.Poi ci sono quelli che dichiarano di non avere il televisore per non pagare "100" euro ma hanno abbonamenti a Sky e Mediaset per centinaia di euro.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 02/02/2016 - 10:23

Attenzione! Se da luglio in poi lo Stato e l’attuale governo verificheranno che l’idea di infilare il canone Rai nelle bollette della luce avrà funzionato, chi li fermerà più dal ripetere la stessa operazione per altri tipi di tasse o tributi che attualmente vengono da molti evase? Si pensi al bollo auto, alle multe per violazione del Codice della Strada, alle varie tasse sulle imprese tipo irpef, iva, ecc., tutto questo tenendo presente i nomi dei titolari delle aziende o dei loro parenti stretti in quanto riferimenti precisi su cui puntare. Si pensi anche alle tasse locali tipo quelle sulla casa, sui rifiuti, ecc.. C’è il rischio che possano essere coinvolte, nella riscossione, anche le imprese dell’acqua, del gas e dei telefoni le quali sono tutte accomunate dalla stessa reazione quando si trovano di fronte a eventuali morosi: (1)

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 02/02/2016 - 10:24

(riprende-2) non perdono tempo a sospendere, anche bruscamente, l’erogazione del servizio. E’ evidente che senza luce, gas, acqua e telefoni non si può stare. A meno che non si possa pagare le bollette ma detraendo, in questo caso, il canone Rai e le eventuali tasse future. Insomma potremmo, un giorno, ritrovarci a dover fronteggiare bollette di luce, gas, acqua e telefono gonfiate a dismisura. Ovviamente non bisogna meravigliarsi se la Rai si predispone ‘bene’ (eufemismo) nei confronti dell’attuale governo: un favore simile – un classico ‘do ut des’ - si può verificare solo laddove esiste una televisione di regime.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mar, 02/02/2016 - 10:26

Sarà piuttosto oneroso per mammarai accertare il periodo di effettiva morosità per ciascun utente tibbù moroso. Per venire incontro alla insaziabile voracità di danaro pubblico si potrebbe tuttavia "presumere" che, anche in considerazione della ereditarietà familiare, ogni famigla possegga una tibbù dal 1954, data di inizio del servizio. Auguri...

Rossana Rossi

Mar, 02/02/2016 - 10:32

Siamo nel 2016 ma è come essere nel Medio Evo ai tempi della gabella sul sale. Stessa cosa, questo è il nostro progresso? Pagare una tassa estorta solo per devolvere stipendi di superlusso ai signorotti di turno? E voi servi della gleba succubi pagate...pagate....pagate........

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 02/02/2016 - 10:32

Ci risiamo! Io non sono preoccupato per gli arretrati (che non ho), ma per il fatto che possano richiedermeli su ogni utenza, nella presunzione errata che ad ognuna corrisponda un televisore. Per capirci: ho un ascensore (ragioni di mobilità, non esaltazione della ricchezza), che ha una linea autonoma, a causa del suo assorbimento di potenza. Spero che nessuno presuma che abbia un televisore ivi installato! Il fatto è che dovrò compilare non ho ancora capito quali moduli per dire che lì, televisori proprio non ce ne sono! Il bello è che dovrò farlo ogni anno, altrimenti qualche fine burocrate potrebbe credere che nel frattempo lo abbia invece installato, il televisore nell'ascensore. Se me lo dimentico, giù la botta. Capito cosa temo? Capito perché si parla di salasso? Sekhmet.

paolo1944

Mar, 02/02/2016 - 10:46

Niente da fare, prevale sempre, in quasi tutti gli interventi, la logica perversa che ci hanno inculcato in anni di regime. Non si discerne sulla equità della tassa, sul modo vile di riscuoterla, sule entrate abnormi di un super carrozzone in mano al partito di maggioranza (??!). Si pensa che così la pagheranno anche gli "altri", (non solo io!!!). Si pensa che chi guadagna di più dovrebbe pagare in base al numero di televisori, con l'ennesima progressione di imposta (tra un po' anche sulla carta igienica). Che tra un po' ci stamperanno il codice a barre fiscale in fronte sembra non freghi niente a nessuno. Ecco perché si va a rotoli.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 02/02/2016 - 10:54

Flex, come mai ci sono persone che sono disposte a spendere 600€ l'anno per SKY (calcolo fatto su un abbonamento medio di 50€/mese) e mai e poi mai spenderebbero tale cifra per la RAI? Ogni tanto qualche domanda ce la poniamo o no?

cameo44

Mar, 02/02/2016 - 10:56

Chi ha abbonamenti a Sky e a Mediaset fa una libera scelta e non è ves sato come fa la RAI che pretende un canone per elargire milioni ai so liti amici la RAI fa publicità tanto quanto e forse più delle TV commer li perchè pagare il canone? si criptano i programmi così paga solo chi vuole vedere certo servono ingenti somme per pagare i tanti mega diret tori Presidenti segretari ecc.ecc

polonio210

Mar, 02/02/2016 - 11:09

Sarò io che faccio fatica a capire,ma spiegatemi alcune cose.Il pagamento in bolletta non si riferisce al possesso di un televisore?La RAI cosa centra con il possesso di un televisore?Perchè la RAI chiede soldi ai cittadini con minacce telefoniche che ricordano molto da vicino quelle mafiose?C'è l'obbligo di pagare il possesso di una tv,in bolletta elettrica,NON la visione di alcuni canali che trasmettono programmi.NON si può configurare,il futuro pagamento in bolletta elettrica,come una autodenuncia in quanto è,infatti,UN OBBLIGO e non un atto volontario.Se si seguisse il ragionamento che pagando in bolletta si ammette di non avere mai pagato il possesso di una tv,tutti gli italiani,che hanno un contratto elettrico,sarebbero da considerare evasori.

polonio210

Mar, 02/02/2016 - 11:25

Vorrei aggiungere:da alcuni anni,da parte della pubblica amministrazione(minuscolo doverosissimo)c'è l'uso di uno strumento totalmente anticostituzionale:quello dell'INVERSIONE DELL'ONERE DELLA PROVA.Utilizanndolo,la p.a. taccia tutti,a priori,di evasione fiscale o di un qualunque altro reato,stà poi,al cittadino,dimostrare di non averli commessi,operazione quasi sempre sovrumana.Stante all'articolo,se hai una connessione elettrica sei,automaticamente,un evasore e sei tu a dovere dimostrare,per i 10 anni trascorsi, alla p.a.che non avevi un televisore:qualcuno mi dimostri come!Esempio:se la tassa tv la pagava mia moglie o mia suocera(che abita con noi)ed io la bolletta elettrica,ora sono un evasore?E poi,da oggi ogni volta che cambio fornitore elettrico ricomincierebbe la solfa di pagare nuovamente tutto e magari venire pure considerato evasore?Se per la casa di mio figlio io pago la sua bolletta elettrica,oltre che quella per la mia residenza,lui è un evasore?

dijon

Mar, 02/02/2016 - 11:48

Porterebbe a ulteriore intasamento e blocco dell'attività pubblica. La nuova legge supone una tv, non può essere retroattiva, per cui parte dal 2016. A meno che non fosse palese, per esempio avesse intestato un abbonamento a sky o cose del genere un ricorso a conseguente richiesta di arretrati verrebbe facilmente accolta.

antonmessina

Mar, 02/02/2016 - 13:07

potrei sapere come intendono addebitare le bollette a rom e a chi si attacca alla corrente elettrica abusivamente?

Ritratto di Michimaus

Michimaus

Mar, 02/02/2016 - 14:34

La prossima tassa la infilierà nella bolletta del GAS... Stanno inserendo tasse ignobili su bollette di vitale importanza per il cittadino. Non si può rinuciare a luce/acqua/gas ... per cui la furbata del governo ci mette tutti a 90

giottin

Mar, 02/02/2016 - 18:54

Ieri ho ricevuto una telefonata da enelgas nella quale l'operatore di turno mi disse che la mia ultima bolletta era stata superiore a 40 euro e quindi avevo diritto ad uno sconto. Io rispondo: bene grazie fatemi lo sconto. No, prima ci deve dare gli estremi dell'ultima fattura. Io rispondo: ma se sapete che l'importo dell' ultima mia bolletta è stato superiore ai 40 euro, dovreste anche sapere gli estremi, o no. Ha interrotto la telefonata!

Walter68

Mar, 02/02/2016 - 20:19

Almeno la metà dei lettori che hanno postato qui sono evasori.