L'ingerenza dei pm a digiuno

Nei tribunali di Milano e Monza invece i magistrati digiunano per lo ius soli. Ma così vogliono solo sostituirsi al legislatore

Mahatma Gandhi digiunava contro l'imperialismo inglese e la segregazione degli intoccabili. Marco Pannella si asteneva dal cibo contro la partitocrazia e chi voleva censurarlo su democrazia, amnistia, detenuti. Sul diritto alla vita e la vita del diritto. Nei tribunali di Milano e Monza invece i magistrati digiunano per lo ius soli. La formula è quella che va per la maggiore: si procede a staffetta, digiuno di 24 ore, effetto depurante, come consigliato dai nutrizionisti. L'idea, promossa dal senatore Luigi Manconi e diffusa in oltre 900 scuole italiane (dove mandate i vostri figli, per intenderci), mira all'approvazione della legge per la cittadinanza italiana ai figli degli immigrati.

Al di là del merito dell'iniziativa sulla quale si fronteggiano opinioni opposte gli entusiasti della cittadinanza per tutti e quanti invece ritengono che un ciclo di studi quinquennale non sia condizione sufficiente -, non si capisce a che titolo taluni magistrati abbiano deciso di schierarsi apertamente in una vicenda squisitamente politica. L'iniziativa di un senatore della Repubblica è legittima e sacrosanta, desta invece perplessità l'astensione dal cibo che ha già unito decine di magistrati e avvocati. L'intento sarebbe quello di «dare visibilità e sostegno all'allargamento del diritto di cittadinanza, in linea con il diritto alla pari dignità sociale sancito dalla nostra Costituzione», così si legge in una nota firmata dal giudice Ilio Mannucci Pacini e dall'avvocato Valentina Alberta. Si dà il caso che il primo presieda la terza sezione penale del tribunale di Milano, e interrogato sull'opportunità della propria esposizione egli ha replicato: «Pensiamo che queste siano questioni di parte, invece coinvolgono tutti i cittadini. Quella del magistrato che deve stare fuori della società è una visione antica». Eppure il vintage si porta eccome. Un tempo i magistrati si appellavano alla «resistenza costituzionale» per condurre battaglie extragiudiziarie, oggi invece la parolina magica, che ha animato pure l'ultimo congresso dell'Anm, è «supplenza»: in tribunale si affermano i cosiddetti «nuovi diritti» che i parlamenti nazionali non regolano. Nel caso di specie, però, la supplenza, che fa pendant con l'inerzia del legislatore, c'entra ben poco. L'impegno militante di alcune toghe sullo ius soli, o su quello che sarebbe più appropriato definire ius culturae, somiglia piuttosto a un'indebita ingerenza in un procedimento legislativo tuttora in corso. Chiamatela pure «giuristocrazia». Non servono più le «sentenze creative» per stiracchiare le norme esistenti e inventarne di sana pianta.

Il magistrato sembra volersi sostituire al legislatore sottraendogli, alla luce del sole, la prerogativa esclusiva del legem dicere. Montesquieu non si sente bene, e neanche noi che vorremmo poter contare sul profilo di imparzialità che si conviene a una toga. Forse siamo una sparuta truppa di romantici idealisti dal momento che nessuno si scompone né spende una parola sul palese cortocircuito. Come se fosse normale. Perché in fondo è divenuta la norma.

Commenti

MOSTARDELLIS

Mar, 31/10/2017 - 08:13

Questa non è democrazia. Questa è ribellione alle leggi dello Stato italiano. Questi magistrati andrebbero processati e messi in galera. E la cosa peggiore è che il Presidente Mattarella, in quanto Presidente del CSM, tace su una cosa cosi grave che investe la credibilità delle istituzioni. E' una cosa gravissima, peggio della marcia su Roma.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 31/10/2017 - 08:13

questi parassiti, lavorano già poco, se poi fanno (per finta) lo sciopero della fame, faranno ancora meno!!! COMINCINO A LASCIARE LA META DEL LORO STIPENDIO PER INTEGRARE QUESTI MIGRANTI, POI SI POTRÀ TRATTARE SULLO JUS SOLI!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 31/10/2017 - 08:13

ma questi non dicevano che applicano le leggi? ora vogliono pure condizionare il parlamento perché facciano leggi che piace a loro? :-) improvvisamente, e chissà perché, alle elezioni il 51% metterà una crocetta su chiunque, tranne che la sinistra e i suoi alleati! :-)

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Mar, 31/10/2017 - 08:30

Ormai non esistono più freni e tutto ciò che abbiamo sempre sostenuto, ossia che la magistratura fosse un'arma di una certa politica - malgrado gli organi debbano essere ben distinti - si palesa con questa pagliacciata. I sinistri, che ci hanno bollati come complottisti, visionari, ora continueranno a negare, ma la verità è sotto gli occhi di tutti.

honhil

Mar, 31/10/2017 - 08:33

Fra non molto i pm digiuneranno pure per l’ancora mancata condanna di Berlusconi. Ad ogni modo il digiuno dei pm è anticostituzionale, interferendo con il parlamento. Ed ha un solo responsabile: il presidente della Repubblica. Mattarella non se ne può stare ancora a guardare il tempo che fa. Ha travalicato anche lui la costituzione.

leopard73

Mar, 31/10/2017 - 08:34

POI MI VENGONO A DIRE CHE LA GIUSTIZIA E UGUALE PER TUTTI!!!! SONO KATTOKOMUNISTI CHE VANNO RADIATI DAL MOMENTO CHE FANNO POLITICA... BUFFONI

Beaufou

Mar, 31/10/2017 - 08:38

Se gli impuniti vestiti da pagliacci facessero bene il loro lavoro, anziché imbastire sceneggiate folcloristiche, andremmo meglio tutti. Se poi sparissero dalla faccia della terra, sarebbe ancora meglio: continuano a far danni a chi, al contrario di loro, lavora.

Reip

Mar, 31/10/2017 - 08:51

In Italia tri paesi piu’corrotti e mafiosi al mondo il potere appartiene a tutti ma non al popolo! La magistratura, le toghe rosse da sempre fanno politica! Eppure il nostro articolo uno recita chiaramente « L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. » Quindi perché non si fa un referendum? Un referendum pro o contro lo ius soli, un referendum pro o contro l'ingresso dei finti profughi clandestini anche, o se siete di sinistra chiamateli migranti! Lasciamo decidere al popolo! Il popolo italiano sfida apertamente politici e toghe rosse, amministratori pubblici e coop rosse, ong e mafie, e tutti quei faccendieri pubblici e privati che speculano sul disastro del business del traffico dei migranti clandestini e sulla loro permanenza illegale sul nostro territorio. Vox populi vox Dei...

giovanni PERINCIOLO

Mar, 31/10/2017 - 09:20

Rimettere i magistrati al loro posto é sempre più urgente. Qualcuno ricordi a lorsignori che la magistratura non é un potere bensi un ordine e come tale deve rispettare i poteri costituiti! La riforma e la separazione delle carriere diventano ogni giorno più indispensabili. Basta interferenze e invasioni di campo!

macommmestiamo

Mar, 31/10/2017 - 09:34

pazzesco... veramente un paese di deficienti cronici. governati da farabutti governativi

Alessio2012

Mar, 31/10/2017 - 09:40

Ne' ius soli ne' cittadinanza. Ricordiamoci che ogni immigrato che entra sarà sempre un nemico dell'Italia e degli italiani. Tra di loro si aiutano. Viceversa se riescono a placcare un italiano che sta facendo qualcosa di strano, lo fanno senza pensarci un attimo.

Giorgio Colomba

Mar, 31/10/2017 - 09:46

Con il marasma di problemi che affliggono il paese - gran parte dei quali dovuti proprio allo strabismo 'sinistro' dell'"Ultracasta" nipotina di Togliatti - che le toghe digiunino per influenzare il processo legislativo è un'ingerenza, anzi un'interferenza, di più, un atto eversivo teso a sovvertire l'ordine costituito dello Stato.

antipifferaio

Mar, 31/10/2017 - 09:49

Chiaramente i magistrati, nel complesso, si sono dichiarati apertamente come un partito politico di sinistra.

Luigi Farinelli

Mar, 31/10/2017 - 09:52

Dovesse affermarsi un Governo di centro-destra, questi "super partes" difensori della Legge, questi "paladini dell'equidistanza di giudizio", questi "imparziali" distributori di sentenze, riuniranno la loro congrega (in qualche loggia della penisola) per ripartire con l'attacco a chi osa mettersi di traverso al Pensiero Unico che ESIGE la costituzione della "Repubblica Universale" (oggi si chiama Nuovo Ordine Mondiale) abbattendo le sovranità nazionali, cosa che l'approvazione dello ius soli favorirebbe grandemente, soddisfacendo al "Grande Sogno Europeo" che una massa di "populisti antropologicamente inferiori" vorrebbe cancellare.

nopolcorrect

Mar, 31/10/2017 - 09:52

Un'altra dimostrazione, caso mai qualcuno ne dubitasse, della politicizzazione dei magistrati. Ormai giocano allo scoperto. E' un'ottima ragione per non approvare lo ius soli, affinché il digiuno sia seguito dal mal di fegato per Luigi Manconi in Berlinguer e magistrati suoi amici.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 31/10/2017 - 10:04

AZZERARE LA MAGISTRATURA !!!!! Questi non sono giudici, sono schifosi politicanti da strapazzo !!!!!

Fjr

Mar, 31/10/2017 - 10:05

Se la dieta li può aiutare a levarsi le fette di salame dagli occhi che impediscono a questi personaggi di vedere in quale stato hanno ridotto la giustizia e insieme al governo tutto il paese,allora teneteli alla fame per un anno poi vediamo se non cambiano idea

steacanessa

Mar, 31/10/2017 - 10:10

Ben 24 ore di digiuno. Pagliacciata immane. E questi hanno in mano le nostre vite!

steacanessa

Mar, 31/10/2017 - 10:13

Ben un giorno di digiuno, pagliacciata infame ed infamante. In che orride mani sono le nostre vite!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 31/10/2017 - 10:21

Ieri mdame kyenge manifestava "Che piacere obbligare Alfano a votare lo ius soli". Sapesse quale piacere proverebbe la stragrande maggioranza degli italiani se un giorno fosse possibile rimandare madame al mittentea, nel suo mamato Congo tra le braccia del suo prolifico paparino!

Luigi Farinelli

Mar, 31/10/2017 - 10:28

Se il centro-destra andrà al governo la prospettiva è quella del riproporsi di una situazione già vissuta, ossia del boicottaggio di qualsiasi proposta legislativa, magari al termine di un rimpallo di emendamenti fra Camera e Senato implicanti mesi e mesi di deliberazioni faticose. Dopodiché, una volta varata una legge del tenore ben diverso dall'originario ecco Magistratura Rossa che l'affossa come fosse il Decisore di ultima istanza, così che, in futuro, si possa leggere su Repubblica, sul Corsera, sull'Espresso e su LaStampa: "Visto, gli antropologicamente inferiori non sono stati capaci di emanare alcunché".

titina

Mar, 31/10/2017 - 10:29

E chi se ne frega se scioperano, forse lo fanno perchè il digiuno allunga la vita

jaguar

Mar, 31/10/2017 - 10:32

Sicuramente nessuno di loro schiatterà di fame. Semplicemente ridicoli.

Tarantasio

Mar, 31/10/2017 - 10:39

modesta proposta: la giornata nazionale del panino al salame per la deislamizzazione dell'Italia

giovanni PERINCIOLO

Mar, 31/10/2017 - 10:47

Nel mio post delle 10.21 ho dimenticato di aggiungere che per non far sentire troppo sola madame kyenge suggerisco di farla accompagnare dai magistrati e sinistrati pro jus soli, con biglietto di sola andata va da sé!

gneo58

Mar, 31/10/2017 - 11:13

digiuno ? - non ci credo neppure se li vedo.

Ritratto di the_wanderer

the_wanderer

Mar, 31/10/2017 - 11:40

io li farei digiunare per davvero, che schifo

27Adriano

Mar, 31/10/2017 - 11:53

..Ma il Vostro presidente Mattarella cosa vi dice? Magari tace? Ha paura? Indagherete anche lui?

GioZ

Mar, 31/10/2017 - 11:55

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali." Questo è l'articolo 3 della Costituzione Italiana. Forse ai signori magistrati è sfuggita la parola "cittadini". Cittadini, appunto, non "tutti" e basta.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 31/10/2017 - 11:55

Il prossimo governo, chiunque sia, dovrebbe assumersi l'incarico di dare una bella regolata alla "Magistratura e ai PM in particolare" che esternano appartenenze politiche o addirittura sostengono apertamente "correnti politiche".

VittorioMar

Mar, 31/10/2017 - 12:07

..CI SONO DIPENDENTI STATALI CHE ,COME I CARCERATI,EVADONO DAL RECINTO COSTITUZIONALE..E ANCHE QUANDO NON LAVORANO,PERCEPISCONO UNO STIPENDIO CONSISTENTE !!!...

gianfran41

Mar, 31/10/2017 - 12:16

Lasciamoli digiunare...il più a lungo possibile!

agosvac

Mar, 31/10/2017 - 12:26

Ma che cosa c'è da capire? , i magistrati non digiunano per lo ius soli, digiunano perché con i loro più che lauti stipendi mangiano troppo e dato che neanche si sforzano nel lavoro stanno tutti ingrassando!!!

Alessio2012

Mar, 31/10/2017 - 12:30

La sovranità appartiene al popolo? Si, come no!!! Appartiene alle toghe rosse!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 31/10/2017 - 13:01

lo sciopero della fame è la conferma di quanto sono ignoranti le toghe rosse.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 31/10/2017 - 13:07

Questo é l´italia dove magistrati proteggono clandestini e delinquenti stranieri e vogliono regalare la cittadinanza senza rendiconto minimo. allevare i futuri terroristi con passaporto italico.