L'olio tunisino ci invade La rivolta degli agricoltori

L'Ue ha votato il via libera all'aumento delle importazioni. I produttori insorgono: "Un colpo al made in Italy"

Non si ferma l'invasione dell'olio tunisino. Anzi, raddopopia. Il parlamento Europeo ha dato il via libera all'aumento delle importazioni di olio d'oliva tunisino, senza dazi, in Unione Europea. Una quota aggiuntiva di 35mila tonnellate in più all'anno da qui al 2017, un colpo duro agli agricoltori italiani che già faticano a far rispettare il marchio Made in Italy in tutto il mondo. I produttori, giustamente, temono un abbassamento dei prezzi eccessivo, causato dall'arrivo massiccio di altro olio a basso costo.

"Dopo che nel 2015 in Italia sono aumentate del 481% le importazioni dell'olio di oliva della Tunisia per un totale di oltre 90 milioni di chili, è un errore l'accesso temporaneo supplementare sul mercato dell'Unione di 35mila tonnellate di olio d'oliva tunisino a dazio zero, per il 2016 e 2017", ha detto il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo. Oggi gli agricoltori del Sud si sono mobilitati a Catania per protestare contro il via libera dell'Ue all'aumento di importazione di olio tunisino. "Il rischio concreto - aggiunge Molcavo - in un anno importante per la ripresa dell'olivicoltura nazionale è il moltiplicarsi di frodi, con gli oli di oliva importati che vengono spesso mescolati con quelli nazionali per acquisire, con le immagini in etichetta e sotto la copertura di marchi storici, magari ceduti all'estero, una parvenza di italianità da sfruttare sui mercati nazionali ed esteri, a danno dei produttori italiani e dei consumatori.

Il nuovo olio tunisino "agevolato va ad aggiungersi alle attuali 56.700 tonnellate a dazio zero già previste dall'accordo di associazione Ue-Tunisia, portando il totale degli arrivi annuale oltre quota 90mila tonnellate, praticamente tutto l'import in Italia dal Paese africano". Insomma, l'Europa importerà 90mila tonnellate dalla Tunisia. Che guarda caso, sono proprio le tonnellate di importazione che fa l'Italia. "Tutto questo proprio nell'anno in cui - ha aggiunto Moncalvo - c'è stato un record di aumento delle importazioni dalla Tunisia. Questa norma non aiuta i produttori tunisini, fa male a quelli italiani e rischia di aumentare le frodi e i danni per i consumatori".

Non bastano le promesse del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti: "La battaglia sull'olio è in corso - ha detto - A livello europeo manterremo alta l'attenzione. A fronte di questo ricordo che per la prima volta dopo tanti anni abbiamo rifinanziato il piano dell'olio 2014-2020 con 30 milioni di euro. Una grande spinta interna". Ha ribadito il concetto anche il ministro Martina: "Rimango fermamente contrario a qualsiasi aumento permanente del contingente di olio tunisino. Come Ministero delle politiche agricole abbiamo posto delle condizioni chiare sull'attuazione e sulle quote mensili dei contingenti e su questi punti non intendiamo cedere. Se non avremo garanzie continueremo a opporci all'adozione del regolamento da parte della commissione". Ma sono parole vuote. Nel suo partito, infatti, sono a favore della mossa dell'Ue. Cécile Kyenge, infatti, spiegando la mossa degli eurodeputati ha detto che "serve per aiutare un alleato strategico contro la Turchia".

Ma ormai siamo abituati così: prima si pensa agli altri. Poi agli italiani.

Annunci

Commenti

Una-mattina-mi-...

Gio, 10/03/2016 - 12:50

INOSMMA C'E' NULLA DI NULLA A NOSTRO FAVORE, IN NESSUN CAMPO

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 10/03/2016 - 12:53

Fa tutto parte del piano 'Azzerare l'Italia'. Il fatto stesso che una straniera come l'africana qui in questione abbia mano libera la dice lunga. Se non ci si ribella finiremo estinti.

milope.47

Gio, 10/03/2016 - 12:55

...Così mentre la Kyenge ride, io Kyango.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 10/03/2016 - 12:56

Maledetta ue e chi ci ha portato dentro, quando ce ne andiamo?

mala tempora currunt

Gio, 10/03/2016 - 12:56

Continuate a votare Renzi !!!! Cog.....!!!

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 10/03/2016 - 12:58

Olio extracomunitario Sì . Latte italiano No ...e multe da uccidere gli allevatori italiani. Via dall' euroReich subito !

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 10/03/2016 - 12:59

.....il mercato non è regolato dalla legge del prezzo---ma dalla legge della qualità---e questo vale a maggior ragione nel comparto alimentare---un tizio può comprare per esempio un oggetto o un capo di vestiario di bassa qualità ma non comprerà mai qualcosa da mangiare scadente----gli olivicoltori italiani hanno forse paura della qualità dell'olio tunisino? o temono che questa inaspettata concorrenza faccia luce sulle loro truffe ed alterazioni varie??? ---prosit

claudioarmc

Gio, 10/03/2016 - 13:02

GRAZIE KYENGE, TORNATENE AL TUO PAESE

manente

Gio, 10/03/2016 - 13:06

La dittatura europea della troika va annientata, prima che sia essa ad annientare l'Italia. Quanto alla Kyenge, è la prova provata che se il Pd potesse far eleggere nelle sue fila il califfo dell'Isis, non avrebbe esitazioni a farlo.

Gasbi1

Gio, 10/03/2016 - 13:06

la colpa è di chi compra questa mondezza spero chi gli italiani veri capiscano!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 10/03/2016 - 13:15

Hanno votato i pidioti e mandato a rappresentarli in ue la diversamente piggmentata???Adesso pedalino!!!Ciaparatt

nerinaneri

Gio, 10/03/2016 - 13:15

...ovviamente, qui nessuno ha mai guardato la puntata komunista di report dedicata all'olio d'oliva...

dementina1

Gio, 10/03/2016 - 13:16

continuate a votare pd e i suoi ministri avere voluto la bici ed ora pedalate

Luigi Farinelli

Gio, 10/03/2016 - 13:19

Purtroppo, la gente si deve rendere conto, senza neanche scomodare il "Praktischer Idealismus" di R.C. Kalergi, che tutto ciò rientra in una precisa politica di abbattimento dei costi (in questo caso per l'olio) e dei salari (vedi immigrazione selvaggia) già prevista e attuata dagli eurocrati europei, burattini mossi da chi ha interessi enormi a realizzare ciò, e un potere ormai smisurato che può controllare tutto: politici, magistrati, amministratori, manager e media di regime, preposti al rincoglionimento di massa, allo sbolognamento di ideologie e diktat che con l'interesse ed i veri bisogni dei cittadini hanno molto poco da spartire ma finalizzati a raggiungere lo stesso scopo. Ormai tutto sta ad indicare che stiamo raggiungendo un punto di non ritorno. I nostri figli e nipoti saranno ormai tanto condizionati da ritenere normale l'estinzione dello Stato nazione libero e indipendente.

Raoul Pontalti

Gio, 10/03/2016 - 13:20

Ma i frodatori sono italiani o tunisini? Italiani... Basta mandare i NAS negli stabilimenti di confezionamento.

jeanlage

Gio, 10/03/2016 - 13:21

Governo servo dei suoi finanziatori e degli organizzatori dei colpi di stato a suo favore. mentre i paesi dell'est ci mostrano come si difendono gli interessi nazionali, Renzi regala ai suoi padroni il mare, le coste, la nostra sicurezza ed i nostri interessi. Abbiamo finito i Gaetano Bresci o i Felice Orsini?

Lapecheronza

Gio, 10/03/2016 - 13:34

@Italia Nostra : le leggi sono l'arma più potente che l'uomo abbia inventato. Se uno ti punta un'arma in bocca hai diritto, per salvare la tua vita, a difenderti. Ma se vieni educato al rispetto delle norme, se uno ti punta una Legge in faccia tu non hai diritto a difenderti. Soccombi lentamente.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 10/03/2016 - 13:35

via dai nostri scaffali questa mxxxa di olio clandestino!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Malacappa

Gio, 10/03/2016 - 13:37

Chiedo,ma e' obbligatorio comprarlo,italiani comprate l'olio italiano.

PietroSoave

Gio, 10/03/2016 - 13:42

Se l'unione europea vuole aiutare un altro stato, lo faccia coi soldi di tutti gli stati membri inclusi quelli della kulona. Non a spese di due o tre stati gia' in condizioni non ottimali (Italia Spagna e soprattutto Grecia).

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Gio, 10/03/2016 - 13:48

sono 90.000 tonnellate ...una seghata.. Una petroliera post panamax per tutta l'europa. Intato meglio cosi, altrimenti per tener la Tunisia in vita, cosi'com.e' si dovrebbe sborsare come aiuto parecchi milioni di euro. All'Erdo-can sono costretti a sborsare tutto quello che chiede. Non succede niente per questo poco d ólio. Non e'che gli agricoltori nostrani temono la qualita'? Intanto poco olio 100% itliano ce in giro e vi posso garantire .Costa una enormita'e ( fino a25-26 euro al litro), ma di media qualta'...bello verde......spremuta di olive acerbe piene di clorofilla e acqua.Bisogna essere onesti con se stessi ma sopratutto trasparenti.

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Gio, 10/03/2016 - 13:50

bravo el Kid.

quapropter

Gio, 10/03/2016 - 13:51

Ancora i nostri governanti non l'hanno capito: l'UE vuole metterci a terra. Usciamone. Accanto alla grexit, alla brexit avremmo (sentite come suona be!) l'Italexit. I primi tempi sarebbero duri con ricatti, boicottaggi degli altri paesi, ma poi, riacquistata la nostra piena sovranità, potremmo davvero riconquistare quel benessere che un tempo avevamo. L'unica difficoltà, non di poco conto, è che non abbiamo politici che siano statisti!...

swiller

Gio, 10/03/2016 - 13:56

Siamo governati da criminali pagliacci incompetenti parassiti laddroni.

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 10/03/2016 - 13:56

Gasbi1 hai perfettamente ragione....Pero' credimi e' molto difficile trovare olio italiano nei principali supermercati (io abito a Genova e quindi sono tutti di matrice rossa - puoi immaginare quanto gli frega di favorire il nostro mercato), quindi io, che mi arrangio lo posso comprare presso un frantoio ligure (e grazie al cielo che me lo posso permettere visto che costa almeno il doppio), ma altre migliaia di persone vuoi per il prezzo, vuoi per pigrizia di "sbattersi" non lo fa, ed il gioco (sporco) è fatto!

arkkan

Gio, 10/03/2016 - 13:56

Scusate, ma qualcosa non quadra. La produzione italiana (circa 350 mila ton) copre si e no un terzo del fabbisogno nazionale, mi pare circa 1 milione di tonnellate. Mi volete spiegare dove sta il danno per il produttori, visto che comunque due terzi del fabbisogno provengono regolarmente dall'estero? Non è che sia l'ennesimo piagnisteo delle associazioni (coldiretti ed altri) per chiedere soldi?

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 10/03/2016 - 13:57

UE canaglia!

quapropter

Gio, 10/03/2016 - 13:57

Elkid egregio, ma lei come spiega l'affluenza ai discount? Non dica che eccellono per qualità dei prodotti. Molta gente prima di vedere la qualità vede se ci arriva col portafogli. La qualità se la possono permettere magari persone come lei (e le faccio di cuore le mie congratulazioni) che non hanno problemi di arrivare a fine mese. Mi stia bene.

Antonio43

Gio, 10/03/2016 - 14:02

Elkid, il fratello piccolo della kyenge! L'olio tunisino sarà venduto nel resto d'Europa, togliendo mercato a quello italiano.

Italianoinpanama

Gio, 10/03/2016 - 14:05

speriamo che l olio tunisino non sia artefatto come l itagliano

il sorpasso

Gio, 10/03/2016 - 14:06

Personalmente non acquisterò mai l'olio tunisino, se rimarrò senza quello italiano utilizzerò quello che metto nel mio camion!

maurizio50

Gio, 10/03/2016 - 14:08

Bè forse è il caso che la Federazione Nazionale dei Coltivatori Diretti ripensi al sostegno incondizionato che da anni sta fornendo al governo dei compagni;anche perchè i compagni si preoccupano per i selvaggi di tutto il mondo ma MAI per gli Italiani!!!!!!!!!

Rainulfo

Gio, 10/03/2016 - 14:09

Kienge ministro dell'agricoltura subito..... sono sicuro che a sinistra trovo consensi

GuidoReinachAstori

Gio, 10/03/2016 - 14:16

L'olio arabo che se lo bevano la Kyenge e tutti quelli della sua tribù. Buon appetito.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 10/03/2016 - 14:16

Ogni stato si tenga il proprio prodotto. Autarchia.

Rainulfo

Gio, 10/03/2016 - 14:19

Pontalti.... ma che cavolo c'hai nel cranio?!?!!

Libero1

Gio, 10/03/2016 - 14:21

Non capisco il perche' di tanto' baccano se l'olio extra di olive tunisino viene in italia.Come non si capisce il perche' l'italia ha il diritto di esportare i prodotti italiani in tutto il mondo, e tutto il mondo non ha il diritto di esportare i loro prodotti in italia.Poi spetta agli italiani comprarli o meno. Tutto sto' baccano mi fa' pensare ch'e' orchestrato per coprire che l'olio extra di ulive che l'italia esporta in tutto il mondo(in particolare in nord america) e' piu'' falsificato di quello tunisino.

antipifferaio

Gio, 10/03/2016 - 14:23

Dai sondaggi, sempre se sono veri, si direbbe che agli italiani l'olio di ricino (tunisino) del buffone fiorentino sta bene. Il centro-destra quasi non esite in quanto sta permettendo la distruzione su vasta scala della nostra economia. Ma cosa aspettano Berlusconi&Co a scendere in piazza e fare cortei di pretesta? Quasi quasi si direbbe che il Patto del Nazareno impone il silenzio...vero? Quindi ha ragione Salvini a staccarsi da F.I. perchè alla fine è tempo perso. Finirà come finirà..intanto i krukki ci stanno facento a bruschette, ma con l'olio tunisino. Vorrei sapere cosa diranno i frantoisti toscani al loro "beniamino"...Mah, alla fine mi sa che stavolta vinceranno davvero i 5stelle...

tsfulvio

Gio, 10/03/2016 - 14:33

Tanto vedrete che gli agricoltori italiani continueranno a votare PD, assieme ai truffati delle banche

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Gio, 10/03/2016 - 14:40

elkid COMPAGNO STATALE IN SEZIONE NON TI HANNO INFORMATO DELLA QUESTIONE IGIENICA RELATIVA LA PRODUZIONE ALIMENTARE DEGLI AFRO-MAOMETTANI ? A VOI COMUNISTI DELL'IGIENE VI FREGA POCO , OLTRE CHE PARASSITI SIETE PURE SOZZONI IN TUTTI I SENSI...

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 10/03/2016 - 14:43

Boicottare tutti e subito... anche se quell'oliaccio schifoso dovesse costare un quarto di quello italiano. BOICOTTARE ogni prodotto che arriva dalla Tunisia.

merripol

Gio, 10/03/2016 - 14:50

Non capisco la Coldiretti. Dov'era la Coldiretti e Roberto Moncalvo con la mobilitazione dei produttori italiani quando le frodi dei propri membri - che erano numericamente maggiori della nuova quota di importazione dalla Tunisia senza dazi - inficiavano davvero i consumatori e facevano guadagnare fraudolentemente i "produttori" italiani? Non si puo' gridare allo scandalo per queste quote di olio di oliva senza dazio dalla Tunisia quando ogni scandalo riguardante i "produttori truffatori" italiani veniva tenuto in sordina proprio dalla Coldiretti. A pensare male un olio senza dazio dalla Tunisia andra' a lucro di "produttori italiani disonesti" che lo acquisteranno a minor costo e lo misceleranno al "prodotto italiano", che spacciano come di ottima qualita'. Non ci si puo' lamentare quando i produttori onesti stessi (e spero che la Coldiretti rappresenti solo questi) non si sono mai ribellati in egual misura alle frodi dei loro "colleghi" italiani.

m.nanni

Gio, 10/03/2016 - 14:52

e Renzi cosa dice? si volta dall'altra parte? ma che altro debbono fare al nostro Paese per scerndere decisamente in piazza?

Giapeto

Gio, 10/03/2016 - 14:57

E' evidente che l'UE non persegue gli interesi dei cittadini europei.

Fossil

Gio, 10/03/2016 - 15:05

Dietro la UE c'è la massoneria e il piano Kalergi...inutile fare elucubrazioni e mandare i nas, come dice il tuttologo Pontalti che vive in un mondo tutto suo...qui non è roba dei nas e simili...c'è un disegno molto più grande per cui debba andare così, a meno che noi non ci ribelliamo fortemente...

curatola

Gio, 10/03/2016 - 15:08

non credo che i nostri produttori ci lascieranno scegliere liberamente qualità e prezzo,boicotteranno gli olii tunisini come pericolosi per la salute come fu per il mais transgenico. la solita furbizia dell'italietta...

egi

Gio, 10/03/2016 - 15:15

Troppo stupidi gli Italiani a quando reagire????

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Gio, 10/03/2016 - 15:18

Dobbiamo finalmente renderci conto che la Germania, col tramite dell'Europa, vuole distruggere l'Italia, sua storica ed invincibile antagonista da 2000 anni. Ribelliamoci tutti, scendiamo in piazza a fianco degli agricoltori in ogni città, blocchiamo l'aggressione tedesca. Boicottiamo la Germania ovunque

Raoul Pontalti

Gio, 10/03/2016 - 15:20

Un po' di numeri: il fabbisogno italiano si aggira sul milione di tonnellate di olio/anno e, quando va bene e la mosca olearia non infierisce, si produce in Italia meno di mezzo milione di tonnellate dei vari oli di oliva e in fino a due anni fa dalla sola Spagna importavamo quantitativi di oli superiori all'intera nostra produzione, poi si sono incrementate le importazioni da Grecia e Tunisia (la Spagna ha avuto anch'essa problemi con la mosca olearia). Se si tiene poi conto che l'olio italiano di qualità viene esportato, ben si può comprendere come oltre 600.000 tonnellate le dobbiamo importare: dove sta il danno per i produttori italiani se tra quello importato aumenta la quota di olio tunisino?

Rossana Rossi

Gio, 10/03/2016 - 15:27

Votae, votate pd.......se poi noi e la nostra economia andiamo a carte quarantotto lo prenderemo regolarmente in quel posto grazie a questo governicchio di presuntuosi usurpatori e impreparati che conta meno del 2 di picche in quell'altro bazar di imbroglioni che è la ue........in che mani siamo!......

Silvio B Parodi

Gio, 10/03/2016 - 15:29

nanni??? dovete mettervi con culo in aria 5 volte al giorno come allah comanda.

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 15:30

gli stupidi non reagiscono mai.

Boxster65

Gio, 10/03/2016 - 15:42

Tra un po' c'imporranno di mangiare solo cous cous!!

eloi

Gio, 10/03/2016 - 15:55

Per principio non sono favorevole all'olio estero. Me lo fa dore il mio diploma. Analizando però il mercato se in Italia predendessimo di consumare solo ed esclusivamente olio di oliva nazionale, visto il rapporto esistente tra richiesta e produzione lo dovremmo comperare aol mercato nero.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 10/03/2016 - 16:05

Che volete che sia? poi bisogan pur aiutare un paese "amico" da dove partono guerriglieri della libertà contro i neo crociati rei dei peggiori misfatti. Mi chiedo come possano giustificare una cosa del genere i parlamentari PD in Europa, si vede che proprio hanno un modo di pensare diverso, bisognerebbe analizzare i loro cervelli, ci deve essere per forza qualche diversità

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 10/03/2016 - 16:16

PARTE 1 di 2 "cito dall'articolo di Simone Savoia del 10/2/ca.che intervista Luigi Caricato, scrittore e giornalista, uno dei più importanti esperti di olio d’oliva in Italia: " I conbti non tornano. Abbiamo necessità di un milione di tonnellate, ne esportiamo 400 mila, ne consumiamo 600 mila. Tali dati sono ovviamente variabili, di anno in anno, ma sostanzialmente si possono così sintetizzare. Sa quanto ne produciamo? Appena 300, o al più 350 mila tonnellate. C’è qualcosa che non va nel nostro sistema. Un Paese normale pianterebbe nuovi olivi, noi preferiamo lamentarci delle importazioni dall’estero. E’ tutto così illogico"....è il solito pianto del vitello orfano della lobby dei produttori di altissima (come prezzo di vendita al "pollo" italico) gamma.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 10/03/2016 - 16:17

piuttosto di comprare olio tunisio frutto degli inciusi della congolese uso olio di semi.

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 10/03/2016 - 16:17

PARTE 2 di 2 Non ci raccontino che la raccolta costa un occhio, perché nelle regioni produttrici, si usa mano d'opera ultra low cost come per il pomodoro....., ma, il cliente finale, lo paga come se fosse stato raccolto in ginocchio con le pinzette da un manipolo di Laureati con Master di Harvard. Quindi olio di provenienza mediterranea vien consumato abitualmente in Italia senza che ci siano morie incontenibili. Se vogliono pagare 15-20 Euro per 1 litro facciano pure, senza di me, che pur son venuto grande a merende a base di pane ed evo del lago di Garda da quei 7 Ulivi del ns. giardino.....

Albius50

Gio, 10/03/2016 - 16:19

Forza italiani siamo una razza in estinzione i governi di SINISTRA ci stanno facendo scomparire quindi l'olio tunisino e gli altri prodotti NON SONO PER NOI MA PER GLI ALTRI.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 10/03/2016 - 16:21

Non capisco dove sia il problema. E' vero, l'olio tunisino ci invade. Ma ci invadono anche i tunisini. Quindi tutto a posto, tutto si pareggia, e votiamo PD.

cameo44

Gio, 10/03/2016 - 16:28

Ancora una prova che in europa non contiamo nulla contrariamente a quan to dice Renzi cosa ci stanno a fare nel parlamento europeo i nostri eu rodeputati? nessuno sa difendere gli interessi dell'Italia come la Mer kel difende quelli della sua Germania meno male che abbiamo la Mogheri ni anche questa imposta da Renzi

Fossil

Gio, 10/03/2016 - 16:28

Che palle con questi numeri!Qui non si tratta di fare addizioni e sottazioni a tavolino. C'è un piano immensamente più grande per cui le cose vanno così ed è talmente ben presentato da farlo passare per buono...apri gli occhi buon Pontalti perchè non è tutto oro ciò che luccica!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/03/2016 - 16:29

Anche io non capisco tutto questo "frastuono" sul tema!...L'olio d'oliva lo importiamo comunque anche da altri Paesi....Ho amici Italiani,che vivono e lavorano a Tunisi,che fra l'altro mi dicono che l'olio Tunisino,come qualità,è ottimo,per cui....Ci sono altri TEMI,di importazione,molto più SERI,di questo,che non vengono sfiorati dai media....!!

Ritratto di aresfin

aresfin

Gio, 10/03/2016 - 16:29

Effettivamente il bimbominkia col suo codazzo di giullari e saltimbanchi non perde occasione per vessare, stangare e prendere per il kulo gli Italiani. La semplice dimostrazione sta nel fatto che non si va a votare e le leggi le impongono loro a suon di "fiduce". Dove è finita la Democrazia? Komunisti, fate schifo!

cameo44

Gio, 10/03/2016 - 16:31

Oggi si parla dell'olio ma la UE ha tanto dannegiato l'agricoltura Ita liana dal latte agli agrumi al vino e tanti altri prodotti è una concor renza sleale visto quanto costa la manodopera nei paesi da dove impor tiamo e in Italia le nostre imprese agricole costrette a chiudere crean do ulteriore disoccupazione

unosolo

Gio, 10/03/2016 - 16:34

ci stiamo sottomettendo a tutti gli altri Stati.

unosolo

Gio, 10/03/2016 - 16:36

prima abbiamo ceduto parte di mare alla Francia ora accettiamo l'olio da altri Stati e non pagano dazio quindi i prezzi faranno concorrenza anche se il nostro è maggiormente controllato e sicuro, cosa dovremmo ancora aspettarci da un governo che gongola e comizia sempre.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 10/03/2016 - 16:39

Grazie EU! grazie Kyenge!

linoalo1

Gio, 10/03/2016 - 16:52

E' indubbiamente un colpo,ma si può combattere|||Come???Come fanno tanti altri!!!Vendendo al Giusto Costo od anche SottoCosto!!!Ormai,con la Globalizzazione,i tempi dei Grandi Guadagni ,sono finiti o stanno per finire!!!E,finalmente,tutto verrà ridimensionato!!!!E,in alcuni Settori,già si vede!!!Prendete,per esempio,le Automobili!!!Oggi,un'Auto che fino s pochi anni fa pagavi 30/40 mila €uro,oggi,la compri co 10/20 nila €uro!!!Cosa mai vorrà dire???A voi,l'ardua sentenza!!!!

ccappai

Gio, 10/03/2016 - 16:54

Deprimenti!!! Io credo che coi non vi rendiate beno conto del fatto che siamo dentro una economia globale... Ancora pensuiamo di fare affari con il protezionismo e la logica lobbista. Non funziona... Non funziona più!! L'UE ha stabilito che ci sono le condizioni di qualità per giustificare il commercio di Olio tunisino? bene!! Le aziende italiane dovrebbero lavorare per essere più competitive... tutto qui... Voi invece preferite prendervela con l'Unione, Renzi, ecc... siete patetici

Tarantasio.1111

Gio, 10/03/2016 - 16:55

Se avessimo un governo non di sinistra queste cose non succederebbero...ma, i pugliesi, hanno sempre votato le sinistre e, adesso se le godano!

ccappai

Gio, 10/03/2016 - 16:58

Io immagino con terrore il modno che voi prefigurate con le vostre idee... Un Paese dai confini sigillati, un Paese incapace di confrontarsi con gli altri Paesi, un Paese ancorato ad una cultura conservatrice, cattolica e moralista. Un Paese destinato ad accartocciarsi su stesso e morire di se stesso. Voi volete farci tornare indietro di secoli. Siete folli!

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 17:26

non avete capito che ci sono politici italiani che ci guadagnano sopra alle vostre spalle? Dite grazie PD

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 10/03/2016 - 17:27

E pensare che sarebbe sufficente "sigillare" le frontiere, ovvero NON andare a recuperare piu nessuno e far entrare di quelli che arriveranno da soli, SOLO chi ha veramente DIRITTO!!! Tutto il resto è NOOOIAAA!!! Se vedum. PS Per quelli che come il Prof di Trento continuano a scrivere che L'Italia non produce tutto l'olio che consuma un consiglio,andate a trovare quel produttore Pugliese che hanno intervistato quelli della RAI di LINEAVERDE domenica scorsa, che ha le cisterne PIENE di olio INVENDUTO!!!

giovanni951

Gio, 10/03/2016 - 17:37

e a questi, va aggiunta la beffa del riso che importiamo dalla birmania; uno...dico uno di questo governo che ragiona non lo si trova proprio. Per forza....non c'è. Uno è più ignorante dell'altro. Poveri noi.

Mannik

Gio, 10/03/2016 - 17:45

Cartaldo, ma allora insiste? L'importazione non raddoppia afatto come sostiene il doppio di 56.700 (la quantità già importata prima) non è 35.000, genio! E poi è per tutta la CE, non per l'Italia. E poi non c'è obbligo di acquistarlo. E poi quello prodotto in Italia non basta comunque a soddisfare il fabbisogno e già adesso si consuma olio spagnolo, greco ecc. Ce ne sarebbero di argomenti per tacciarla di ignoranza.

Giorgio Rubiu

Gio, 10/03/2016 - 17:52

Se i NAS ne controllano e ne garantiscono la qualità come fanno (o dovrebbero fare) con il prodotto nostrano e l'etichettatura indica la provenienza in maniera chiara, dipenderà solo da noi comprarlo oppure no. Mi aspetto che sorgeranno nuove ditte olearie italiane di gente che non ha nemmeno mai visto un ulivo. Compreranno olio Tunisino in autocisterne e lo imbottiglieranno in uno stabilimento Italiano con etichetta legalmente Italiana. Per sapere da dove provenga il prodotto originale si dovrà leggere la parte scritta in piccolo. Voi lo avete mai fatto con l'olio che comperate da sempre? Ne dubito.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

geronimo1

Gio, 10/03/2016 - 18:24

Vedo solo vantaggi per l' uscita dalla UE..... Grecia, Portogallo, Spagna, e Italia non avrebbero altro che da guadagnarci...... Cominciamo a non comprare piu' Volkswagen ed altre auto tedesche, e boicottare tutto quello che rappresenta il nuovo reich economico.... Abbiamo clima migliore, sbocco sul Mediterraneo.... Vediamo alla lunga chi la spuntera' tra noi e gli stolti mangia kartoffeln..!!!!!! L' importante e' eleggere i politici giusti (e non come i greci che in sei mesi hanno votato DUE VOLTE Tsipras...!!!!!!!!!!!)

Massimo.G

Gio, 10/03/2016 - 18:54

Il problema è che quando andiamo al supermercato,non troveremo mai scritto sull'etichetta Made in Tunisia , Quellolio viene mischiato con altri oli e spacciato per italiano,molte aziende italiane fanno così per incrementare i loro sporchi guadagni,nel frattempo dalla UE ci impongono di tagliare tutta la Puglia per quale motivo?pago un caffè a chi indovina.

lorenzovan

Gio, 10/03/2016 - 19:21

ah chiquitas...ma che deve fare sto povero pinocchio ???dichiarare guerra all'isis...alla libia..all'EU che ci obbliga a mangiare olio tunisiino..dare çavoro subito a milioni di disoccupati...alarre le pensioni...buttare fuori gli illegali...inire tutte le opere pubbliche ferme da 40 anni...mi ermo qua'????? certo che se c'era la mummia....lololol..o il tombin de ghisa...huiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

lorenzovan

Gio, 10/03/2016 - 19:23

geronimo...guarda che portoghesi e spagnoli di uscire dall'euro non ne vogliono proprio sentir parlare..he he..io qua' ci vivo da vent'anni....lo sapro ????

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 10/03/2016 - 19:46

La truffa della UE continua a fare danni.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 10/03/2016 - 20:59

@Lapecheronza - Il problema è che quest'Unione Europea fa acqua da tutte le parti. Abbiamo almeno 13 banche private con AD non eletti da nessuno che conducono il gioco. Abbiamo un debito pubblico in mano a creditori privati, ma se io e lei stampiamo banconote (due privati) finiamo in galera. Abbiamo dei contratti che i nostri parlamentari europei possono a malapena leggere, lasciando telefonini e tablet al di fuori della stanza con tempi e modalità limitate. Però, copie di questi contratti siedono tranquillamente nei cassetti delle scrivanie degli AD di società private statunitensi (e/o comunque non europee) ad uso e discrezione dei medesimi. La Disf-Un(z)ione Europea va rifatta - subito.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 10/03/2016 - 21:08

DECINE DI ANNI FA, QUANDO LA FRANCIA SPADRONEGGIAVA, VANTANDOSI DI AVERE I MIGLIORI VINI,"""MANDAVA NAVICISTERNE NEL MERIDIONE, IN ITALIA A PRENDERE VINO 'DI BUONA QUALITÀ PER TAGLIARE IL PROPRIO"!!! L`intelligenza, fà l`uomo saggio, perciò sabotare questo olio, vuol dire mettere nei problemi la Kyenge e questa donna """SE LO MERITA""", PERCHÈ È PERFIDA !!!

magnum357

Gio, 10/03/2016 - 21:47

Renxi e kyenge stanno spudoratamente lavorando per affossare sia la pesca italiana nel Mediterraneo sia l'agricoltura che produce ottimi prodotti !!!! Ricordatevene alle prox politiche

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 10/03/2016 - 21:49

Se il servizio andato in onda oggi dal TG1 delle 20, su quel produttore di olio Siciliano che ha i "silos" d'acciaio che hanno mostrato, PIENI DI OLIO ITALIANO INVENDUTO, non è uno scherzo, ditemi voi sostenitori della mancanza di produzione in Italia di cosa si stia parlando!!!! Se vedum.

pinosan

Gio, 10/03/2016 - 22:04

Io spero che l'olio tunisino sia etichettato con la zona,o nazione,di provenienza.Poi sta a noi italiani a non acquistarlo. L'antifrode deve vigilare poichè le truffe sull'olio sono all'ordine del giorno.Le etichetti spesso sono fasulle,come questa europa,nemica acerrima dei prodotti italiani.Se rimaniamo in europa,pochi anni, e saremo annientati.

sghelu

Gio, 10/03/2016 - 23:07

bastarda kjenge e tutte le persone che vogliono mandare a puttane l Italia beate le persone che come tutti noi teniamo alto l onore del nostro paese e daremo la vita per salvarlo ONOREEE ALLA PATRIA!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 10/03/2016 - 23:11

"bisogna aiutarli a casa loro". Una volta aiutati, con i nostri soldi, ci fanno concorrenza. hehe

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 23:45

centocinque cosa centra la UE, basterebbe un governo serio che dicesse non comperiamo dalla Tunisia poi mica è un membro della Comunità Europea peggio ancora.

pbartolini

Ven, 11/03/2016 - 00:13

Non facciamoci incantare, leggasi INCARTARE! gli italiani già importavano le olive dalla Tunisia e lo vendevano come olio italiano.. ora sono tutti incaz..ti perché la Tunisia puo farlo legalmente! Chi conosce la Tunisia sa che molti imprenditori agricoltori italiani sono presenti da tempo in Tunisia. In pratica gli hanno tolto il "sorcio" dalla bocca. Poi si parla di aiutare le democrazie laiche nei paesi del nord africa in via di sviluppo !! ci vuole coerenza ed onestà intellettuale!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 11/03/2016 - 08:16

Il problema più serio è che I parlamentari Italiani hanno l'obbiettivo primarion di conservare più a lungo possibile la propria poltrona.Se ne fottono degli interessi degli Italiani che devono solo pagare le tasse per mantenerli.Una casta odiosa ,inamovibile .