A Lione difende la pasta al dente: licenziato

La sua "colpa"? Voler insegnare (invano) come si mangiano i veri spaghetti

Si può essere dei patrioti in molti modi. Sulle trincee o nella piscina di un mondiale. Maurizio Landi ha scelto di esserlo in cucina. Finendo fucilato davanti a un plotone di esecuzione (metaforico, tranquilli) per aver difeso una delle colonne della nostra identità di italiani: la pasta. Una difesa ardente. E al dente. Perché Maurizio, chef bolognese di 56 anni, pur di non cucinare gli spaghetti scotti ci ha rimesso il posto di lavoro. E ora ci attendiamo che qualcuno lo insignisca della medaglia d'oro al valor alimentare. A rendere più eroico il gesto di Maurizio il fatto che sia avvenuto in terra di Francia, nostra tradizionale rivale lungo il Piave enogastronomico. Ogni battaglia con i detestati cugini che vantano qualche decina di formaggi meno di noi, diventa leggendaria. L'inizio della vicenda dell'Enrico Toti con la parannanza, raccontata dal Corriere di Bologna, è in verità piuttosto banale. Landi chiude il suo storico locale bolognese, il Divinis, e si trasferisce in Francia, terra di cui ama soprattutto i vini. Trova posto nella cucina di un bistrot del Beaujolais, regione famosa per i vini, appunto, e lì inizia a spignattare. Tutto bene fin quando non gli viene chiesto di cimentarsi con una pasta. Maurizio cucina per dei clienti una Carbonara perfettamente ortodossa e quindi al dente. Gli avventori si guardano perplessi e mandano indietro i piatti. Che cos'è mai quella roba callosa e masticabile? La pasta non è mica quell'affare là bensì una palla collosa che Bruno Barbieri definirebbe un «mappazzone». Quindi si lamentano con il proprietario del bistrot, che li rabbonisce: Ah, les Italiens!. Ma la cosa si ripete, Maurizio non fa un passo indietro, sono i francesi a dover capire la pasta e non gli italiani ad accontentare i loro gusti gallici. Poi accade un altro incidente. A Landi viene chiesto di preparare uno spaghetto alla bolognese. Ma per lui, che bolognese lo è davvero, il ragù si serve esclusivamente con le tagliatelle. Quindi escogita questa scappatoia: prepara un ragù comme-il-faut e poi lo lascia in frigo. Nel giorno di riposo, quando quel rompipalle del cuoco italiano si riposa, i suoi collaboratori lo scaldano e lo propinano ai clienti con la pasta secca, opportunamente scotta. Così non si può andare avanti. Così Landi qualche giorno prima dello scadere dei quattro mesi di prova, quando il suo contratto sarebbe diventato indeterminato, viene licenziato. «Togliti il grembiule», gli dice il patron. Chef Landi se ne va, senza lavoro ma pieno di orgoglio nazionalistico. Ha già trovato un altro posto. Fornelli d'Italia, l'Italia s'è desta.

Commenti
Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 28/07/2017 - 08:35

Ne so qualcosa avendo moglie francese, é una battaglia continua. Sono romano ma bolognese d'adozione avendo alle spalle ben trentanni di bologna ( giocavo con la VIRO Bologna Rugby ) ; Smpre li a cercar di far capire che il ragu' va con le tagliatelle , che non esistono gli spaghetti al ragù, e che la pasta va servita al dente. Brava gente i francesi ma certe volte proprio non la vogliono capire. Basti guardare un loro piatto, amburger e spaghetti....scotti!

giovanni PERINCIOLO

Ven, 28/07/2017 - 08:50

Tipica arroganza francese! Quanto alla loro tanto esaltata "cucina" andrebbe rilevato che in primis non é salutare, é farcita di una infinità di salse che alterano il sapore dei cibi di qualità e, sono una malalingua, forse servono proprio a mascherare la cattiva qualità del prodotto!

ceppo

Ven, 28/07/2017 - 09:24

pasta al dente cultura italiana e basta! lo chef in questione ha ragione in parte perchè se è vero che la pasta dev'essere al dente (ci mancherebbe) è anche vero che ci sono personaggi i quali pagano e si sentono traditi perchè la pasta la conoscono e la mangiano solo scotta ( diretta esperienza in ogni città europea da dublino a teneriffe) sono pochi i ristoranti che servono al dente! secondo me dovrebbero mettere sul menu i due tipi di cottura al dente e stracotta hehehe

jenab

Ven, 28/07/2017 - 09:26

i francesi sono ridicoli, in qualsiasi parte del mondo quando cerchi un ristorante italiano ne trovi a decine (magari non proprio tutti veramente italiani), se cerchi un ristorante francese è possibile , forse, trovarne qualcuno, ma solo in gradi città...più facile trovare un cinese!!

Trinky

Ven, 28/07/2017 - 10:11

proprio i francesi che sanno cucinare solo la zuppa di cipolle.....

Fjr

Ven, 28/07/2017 - 10:32

La solita guerra fra chi sa far da mangiare e chi guarda

seccatissimo

Ven, 28/07/2017 - 10:54

x siredicorinto Ven, 28/07/2017 - 08:35 Non sono assolutamente un esperto di cucina, tuttavia sto a precisare che anche in Italia non mi risulta che nei ristoranti (italiani) valga la regola "ferrea" per cui il ragù va solo con le tagliatelle. Quando ero ancora attivo e viaggiavo per tutta l'Italia, ricordo benissimo che nei tantissimi ristoranti che ho frequentato venivano offerti normalmente, nel menu, gli spaghetti al ragù che, tra l'altro, a me piacciono pure come le tagliatelle al ragù. Vengo solo ora a sapere di questa regola "indiscutibile" che il ragù va servito solo con le tagliatelle !

seccatissimo

Ven, 28/07/2017 - 11:01

Secondo me il Landi ha torto in quanto se il cliente chiede la pasta scotta o meno, il cuoco la deve preparare come la desidera il cliente e non imporgli le sue idee !

steorru

Ven, 28/07/2017 - 11:16

Andare a lavorare in Francia è "volersi male" inoltre cucinare bene è dare "zafferano agli asini" io detesto la cucina francese, non capisco la sua fama e la ritengo inferiore anche a quella Inglese. Tutte le volte che devo transitare per la francia non vedo l'ora di trovarmi dall'altra parte del confine sperando di non sentire il loro grachiante vociare.

buri

Ven, 28/07/2017 - 11:35

è una battaglia persa in partenza, all'estero non sanno mangiare la pasta, si giunge al pubto di vedere la pasta servita come contorno alla carne, figuriamoci se accettano di mangiare la pasta al dente

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 28/07/2017 - 11:37

@seccatissimo: la tagliatella, avvolta sui rebbi della forchetta, incorpora nelle sue spire i pezzetti di carne del ragù, cosa che avviene in misura enormemente minore con lo spaghetto, proprio per una questione di forma della pasta. Difatti, mangiando gli spaghetti al ragù, quanto condimento trova in fondo al piatto, una volta mangiata tutta la pasta? Tantissimo!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 28/07/2017 - 11:53

preambolo , chi ha inventato il ragù (quello vero storico lo fanno a napoli) non lo mette sui spaghetti , ma tanto meco sulle tagliatelle , il ragu va messo sui "ziti" , "paccheri" , "rigatoni" dentro e sopra i cannelloni comunque su pasta tonda e doppia . i francesi , lo fanno apposta a cucinare e far cucinare da schifo la pasta e i sughi italiani , è anche vero che chi va in francia ,patria delle "cacchette" e della zuppa di cipolle ,prtenda di mangiare portate italiane , se mangerà la pizza , gli sarà servita una grande schifezza , lo fanno apposta per cercare di vendere il loro menù

cgf

Ven, 28/07/2017 - 12:08

@seccatissimo chieda ad un toscano una bistecca [alla fiorentina] ben cotta, così come ad un francese chiedere del foie gras impanato e fritto con contorno di patatine. Sa cosa importa loro che lei PAGA? Chi SPRECA materie prime PREGIATE per soddisfarla non la sta servendo, si sta prostituendo, se invece le materie prime non sono pregiate, pensa... chissenefrega

ceppo

Ven, 28/07/2017 - 12:14

piccola precisazione sulla pizza: a parigi era piu buona che a napoli! in quella pizzeria di napoli sono stato accompagnato da un mio amico che ci abita e anche lui da buon "napoletano" non l'ha mangiata... giovinap nunt'allargà

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 28/07/2017 - 13:03

ceppo , con me vai sempre sotto , io mi voglio giocare la testa che tu napoli non sai neanche dove si trova,e uno come te non puo avere un amico napoletano , tu sei abituato a mangiare granaglie giallastra macinate e cotte nel paiolo di rame sulla legna ,il tuo menù non va oltre , e poi tu da erede di qualche siciliano, calabrese o pugliese dovresti conoscere il vero cibo , si vede che qualche tuo avo si è imparentato con i manciatori di caciucco , ascolta un mio consiglio : purgati che ti passa .

rokko

Ven, 28/07/2017 - 14:00

Anche a me piace la pasta al dente ed il ragu solo sulla pasta grossa, ma secondo me occorre adoperarai per soddisfare il cliente. Se a costui garbano le vongole bollite e la pasta scotta, mi spiace per lui ma occorre accontentarlo.

ziobeppe1951

Ven, 28/07/2017 - 14:01

ciucciariello... nun t'allargà.. ho amici a Positano -Praiano...sai che dicono?...meglio un morto in casa che un napuletano sull'uscio

il sorpasso

Ven, 28/07/2017 - 14:13

La pasta italiana va mangiata al dente perchè è anche più digeribile. I francesi possono in alternativa mangiare le loco lumache!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 28/07/2017 - 14:22

casertano tu al massimo conoscerai lo sterrato del tuo villaggio , su wikipedia hai consultato i luoghi alla lettera P e ti è uscitp posillipo e praiano ; non fai altro che copiarmi ? secondo me sei cinese , è megli il morto in... l'ho scritto alcuni giorni fa l'hai letto e l'hai riciclato ah ! ah ! ah !

petra

Ven, 28/07/2017 - 14:27

Quel pizzico di orgoglio che basterebbe al nostro Gentiloni per evitare il ridicolo giornaliero.

ceppo

Ven, 28/07/2017 - 14:47

giovinappe sei frustrato hehehe il sottoscritto è stato a napoli su dai ponti rossi e non con google maps intendiamoci, poi capri, sorrento, pompei! europa: dublino, londra, parigi, vienna, zurigo, ginevra, montecarlo, nizza,malaga, alicante, barcellona, valencia, budapest, monaco, berlino e l'italia quasi tutta.....ti basta? tu invece solo quartieri spagnoli ....salutamme babbà

ceppo

Ven, 28/07/2017 - 14:59

mi cooreggo, tu neanche i quartieri spagnoli perchè la dentro la paura fa 90 anche per i residenti....e giocatelo gia che ci sei cosi vinci un po di soldini e vai un po fuori napule

bimbo

Ven, 28/07/2017 - 15:06

Caro cuoco avresti dovuto cuocere molto la pasta, tipo colla come piace ai vecchi, certa cucina conviene farla solo privatamente. HAHAHAHAHA

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 28/07/2017 - 15:08

Francia = branco di arroganti e incivili. Il colmo è che il loro presidente si chiama Maccherone.......

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 28/07/2017 - 15:27

ceppo , non credo che tu sai usare google maps ,sei uno senza patria e senza storia,sei sicuramente figlio di immigrati dal profondo sud , dove ti trovi al nord ? i patani ti prendono in giro per non essene ne del sud e neanche del nord,sei un ibrido e più frustrato di te è difficile trovarne .a proposito delle tue locuzioni in napoletano sbagliato , dove le hai prese da wikipedia ah ! ah ! ah !

ziobeppe1951

Ven, 28/07/2017 - 15:51

'O ciucciariello parla 4 lingue ..si..il beneventano, l'avellinese, il pompese e il secondiglianese...viva la giuventus

herman48

Ven, 28/07/2017 - 15:54

Quando lavori fai quello che il datore di lavoro ti dice di fare. Gli italiani si lamentano che gli immigrati non vogliono adeguarsi alle usanze e regole italiane, ma quando vanno loro all'estero fanno esattamente come gli immigrati, esigendo che il paese che li ospita si adegui a loro. I francesi amano la pasta scotta? E dagliela scotta. Se la vuoi cucinare al dente stattene in Italia.

ceppo

Ven, 28/07/2017 - 16:45

hahahaha ziopeppe, compare giovinappiello sarà gasato delle 4 lingue

cir

Ven, 28/07/2017 - 17:00

i francesi sono dei maestri nelle cucina . la pasta e' un prodotto di massa che ha invasato l' italia e parte della america latina. per loro non e' un piatto da tenere in considerazione . Se la fanno cosi ' e' perche' a loro piace gia' poco cosi. E gli italiani devono smetterla di andare in Francia cercando ristoranti italiani per poter dire come si mangia male in francia !!Hanno una cucina che noi ci sognamo. oppure state a casa a mangiare spaghetti tutti i giorni !!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 28/07/2017 - 18:08

cir , ma parla di polenta , e forse neanche di quella , la cucina francese è tutta montatura , come te .

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 28/07/2017 - 18:09

cari censori grazie della fattiva collaborazione e buona notte .

bremen600

Ven, 28/07/2017 - 19:40

Una nazione senza bidet,non può apprezzare gli spaghetti ITALIANI.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 28/07/2017 - 19:53

all'estero mangiano gli spaghetti stracotti col ketchup e la simmenthal!

ziobeppe1951

Ven, 28/07/2017 - 20:29

guaglio' ...ma dove vai, sono le 18.09 e vai già a dormì, resta con noi che ci divertiamo

ceppo

Ven, 28/07/2017 - 20:52

az sto giovinap ne ha per tutti indistintamente....frustrazione maniacale la sua! si faccia curare prima che la sua scatola cranica tiri definitivamente la catenella.... fatti condrollà guagliò!!! e fallo al cardarelli sempre che i medici non siano a fare shopping o a mergellina ngoppa a spiaggia uhè

giovanni951

Ven, 28/07/2017 - 21:18

che coraggio.....avessimo dei politici con questo piglio. Invece per un piatto di lenticchie svendono la loro dignitá. Ed il benessere degli italiani che sono sempre piú poveri.

cir

Ven, 28/07/2017 - 21:55

giovinap . noi in piemonte davamo i carrubi ai cavalli , e gli scarti di questi li mandavamo a napoli per nutrire quelli come te.

cir

Ven, 28/07/2017 - 22:16

giovinap . in fondo sei sempre terrone anche da come ti esprimi...

TonyGiampy

Ven, 28/07/2017 - 22:51

Purtoppo la nostra cucina,in tutto il mondo,viene adattata al palato dei nativi.Qui in Giappone in molti ristoranti vengono serviti gli spaghetti con le alghe sbriciolate sopra o con un bell'uovo crudo in bella vista.La cosa grave e' che fuori dai ristoranti c'e' scritto cucina italiana ma di italiano non c'e' nulla nemmeno la pasta che spesso e' giapponese.In alcuni ristoranti al posto degli spaghetti che costano di piu' servono la pasta per il ramen con il ragu' sopra.Meglio non parlare della pizza sopra la quale troverete di tutto farcito di maionese.Un'amica giapponese tornata dall'Italia mi ha chiesto il perche' sugli spaghetti non ci sono le alghe sbriciolate.Provate pero' a modificare la loro cucina e poi vedrete la loro reazione!Girando il mondo ho capito che i gusti culinari fanno veramente rabbrividire!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 29/07/2017 - 05:26

Caterina De Medici, ha portato la cultura culinaria in francia, il rinascimento ha aiutato i francesi ad espandere i loro saperi culinari, ma dagli Italiani, NON VOGLIONO AVERE ALCUNA CRITICA. QUESTA È PURA ARROGANZA DI UN`ORMA DI BARBARI.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 29/07/2017 - 08:05

giovinap,non te la prendere si scherza,io sono stato in Giappone e devo dire che ho mangiato spaghetti aglio olio e p. di ottima fattura,e mi sembra che importino pasta e mozzarella in quantità. Io che giro il mondo da 30 anni ti posso dire che trovi roba buona o schifezze da tutte le parti anche in itaglia. Mia moglie che e'asiatica,se gli porti la pasta scotta te la tira in schiena.

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 29/07/2017 - 11:39

thunder , io non me la prendo assolutamente ,nel mio primo post ho scritto alcune verità(note a tutti) sulla pasta e il ragù , e se noti, arriva l'ixxxxxxxe di turno(ce ne sono tanti su questo giornale)e sproloquia per negare,non quello che dico io , ma la realtà dei fatti,e io gli rispondo con le stesse note "musicali" se mi leggi bene il mio scritto è sarcastico e canzonatorio , mai cattivo , come alcuni cialtroni .

ceppo

Sab, 29/07/2017 - 15:19

giovinap di colpo sei tornato sulla terra e ragioni come avresti dovuto fare sin dall'inizio e non offendere chi ha scelto di vivere ( come me stufo dei mafiosi e di certi meridionali rompiballe) altrove invece che nelle terre senza speranze e senza futuro! ribadisco il concetto del mio pensiero per il quale tu mi hai attaccato con frasi e aggettivi offensivi, cambiate mentalità e ne sarete avvantaggiati! che bisogno c'era di darmi del piccolo uomo? ti sembra normale? cmq vada ti garantisco che altrove se ti comporti in maniera civile nessun settentrionale o europeo ti denigra, mettitelo bene in testa e non fare tutta un' erba un fascio, chiusa polemica

cir

Sab, 29/07/2017 - 18:21

e bravo giovinap, metti giudizio.. poi se vieni in Piemonte a far vedere ai napoletani come si fa la pizza non dico super , ma almeno mangiabile e che non sia di gomma mi diventeresti pure simpatico.