L'ira dei vicini (marocchini): "Già denunciati, inutilmente"

Nella palazzina dove vivevano i due fratelli arrestati «Furti, minacce, violenze: forse ora avremo giustizia»

Una macchina sfreccia sula strada e dalla finestra aperta entra un urlo terrificante: «Andate via». Donia fa una faccia feroce: «L'Italia è un paese di m perché più processi hai, più guai combini, più ti tengono qua». Anna, la sua amica, un velo colorato in testa, conferma con un cenno. Qualcuno punta una telecamera e comincia a riprendere. Allora le due donne, rabbiose, gridano a loro volta: «Noi non c'entriamo». Ma ormai quella palazzina bianca che si affaccia sul fiume è l' edificio più fotografato d'Italia e i vicini di Donia e Anna sono sulla bocca di tutti: i loro figli di 15 e 17 anni sono in carcere dopo aver confessato le violenze di Rimini.

Una manciata di gradini e un piccolo corridoio separano gli inquilini, ma Donia vorrebbe che in mezzo ci fosse il Mar Rosso. Non è per la vergogna di quello che è successo. Anzi: «Forse è la volta buona che ottengo giustizia». Donia è minuta. Ha 37 anni e lo sguardo di chi non si rassegna: «Quei due fratelli, oggi in carcere, me ne hanno fatte di tutti i colori. È anni che subisco le loro angherie e quella della madre. Lei mi ha minacciato con il coltello, loro mi hanno rubato, mi hanno spinto per terra, mi hanno fatto finire all'ospedale con un trauma cranico».

Donia ha origini marocchine, è nata in Francia ma ha la cittadinanza italiana. Come Anna. Le due riprendono: «Abbiamo testimoniato in tribunale contro la madre e i due figli, ma non è servito a niente, almeno finora». Donia è inarrestabile: «È tre anni che vivo nel terrore, è tre anni che questi rubano e spadroneggiano, è tre anni che chiamo i carabinieri e sporgo denunce. È tre anni che i militari ripetono che, fosse per loro, avrebbero risolto il problema da un pezzo, ma che più di tanto non possono fare, le leggi sono queste, tocca andare avanti cosi».

Fuori diluvia e dal bosco sale un assaggio di inverno. Gelido e desolato. Le case intorno si contano sulle dita di una mano: Ponte Vecchio è una frazione lillipuziana di Vallefoglia. Qui le Marche sono una cartolina da sogno: il Montefeltro carico di storia; Urbino e i tesori del Rinascimento e poi Tavullia che è sinonimo di Valentino Rossi. Invece, Donia vive il suo piccolo inferno: «Ogni giorno ho paura che mi facciano del male, anzi che mi ammazzino».

C'è da stropicciarsi gli occhi: la famiglia dei fratelli che hanno terrorizzato Rimini è nell'occhio della giustizia da tempo.

Piano piano saltano fuori le carte che documentano quella situazione grottesca: la mamma dei due, e di un altro fanciullo più piccolo e di una sorellina di quattro anni, è stata raggiunta da un ammonimento per stalking e nei suoi confronti è aperto un procedimento per atti persecutori. «Non può avvicinarsi a casa mia - riprende Donia - ma qui siamo tutti stretti in pochi metri». Insomma, il provvedimento è un pezzo di carta all'italiana: vale per quello che vale. «Io ho fatto l'errore di aiutarli all'inizio, poi loro non mi hanno più mollato. Furti. Botte. Ingiurie. Ma sono sempre qui, nessuno li butta fuori, nessuno li rimanda in Marocco. E non hanno rubato solo a me, no qua tutti sanno chi sono».

Ma le sorprese non sono finite. Saliamo i gradini e bussiamo. Una tenda copre la porta: un mano la sposta e dall'oscurità emerge, solo in parte, il volto di un uomo sulla cinquantina. La suggestione è fortissima: sembra di stare dentro un dipinto di Caravaggio. «Sono distrutto, non voglio dire più nulla, almeno per oggi, ho già spiegato che i miei figli devono pagare».

Solo che pure lui sta pagando: è blindato, in detenzione domiciliare, in quella casa popolare dal canone bassissimo. La situazione è quasi incredibile: la famiglia, in Italia dagli anni Novanta, ha messo radici ma è irregolare che più irregolare non si può. Una sanatoria nel 95, poi la revoca del permesso di soggiorno per i troppi inciampi penali, poi equilibrismi e i tanti misteri della legge italiana. Il grappolo dei figlioletti a fare da scudo. Il nucleo resiste a dispetto di tutto e tutti. Donia riassume la propria frustrazione: «Io ora sono italiana, io pago le tasse e pretendo giustizia, invece devo adeguarmi ai ritmi del tribunale e del tribunale per i minori». Si avvicina il figlioletto di Anna: «Mi ricordo quando a scuola il secondogenito, quello che oggi ha 15 anni, ha tirato un bidone in faccia alla maestra». A quanto pare, il primo di una lunga serie di episodi di bullismo. Ma nessuno è riuscito a fermarlo.

Commenti

esulenellamiaPatria

Lun, 04/09/2017 - 21:50

Faccio parte della generazione degli sceneggiati televisivi.Jean Valjean dei "Miserabili" con Tino Carraro "Javert" !GRANDI!Che la terra ti sia lieve.Saluti.

esulenellamiaPatria

Lun, 04/09/2017 - 21:53

Commento riservato a Gastone Moschin.Chiedo scusa ai Lettori.Parlare di questa gentaglia è come sparare alla Croce Rossa.Saluti

zibby

Lun, 04/09/2017 - 22:01

la richiesta di estradizione avanzata dalla Polonia è l'assicurazione più forte che la Magistratura italiana questa volta farà giustizia ...

Rolant

Lun, 04/09/2017 - 22:02

Se Se... un'altra allegra famigliola perfettamente integrata con le Italiche permissive (per loro) leggi. Bene continuiamo cosi...i signori immigrati già sanno per passaparola che qua è più terzomondo del loro riguardo alla giustizia...ovvero l'opposto, da loro li lanciano dalle torri o li lapidano, qua possono delinquere a piacimento tanto dietro ci sta tutta la "congrega del porgi l'altra guancia" che li difende. Niente paura, tra qualche annetto anche da noi ci sarà la legge del taglione, appena prenderanno piede i loro partiti e andranno a governarci. Abbiate fiducia...

g.ringo

Lun, 04/09/2017 - 22:04

Che non si illudano troppo. Vuoi che un/una giudice compassionevole non li rimandi a casina dalla mamma? E meno male che le vicine hanno più o meno la stessa origine. Quel che c'è da chiedersi è come mai partono dal Marocco, paese dove non c'è nessuna guerra e dove ci sono opportunità di lavoro maggiori che da noi. Non vuoi che per caso sentendo che qua ti danno varie prebende e ti pagano l'affitto e ti pagano le bollette, e ti vai a fare le analisi gratis, e ti danno il telefonino e ti danno vitto ed extra e che guai se dici che agli autoctoni non viene dato nulla ti prendi del razzista e del fascista. Sono certo che di questo passo tra pochi anni qui saremo tutti ultrarazzisti e ultrafascisti.

Frank90

Lun, 04/09/2017 - 22:06

Piena solidarietà a queste due donne.

ted

Lun, 04/09/2017 - 22:06

Piccole risorse crescono....

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 04/09/2017 - 22:09

Quando il nodo e` gordiano, la soluzione e` la SPADA. Tolleranza zero e 9 x 21 al bisogno.

Juniovalerio

Lun, 04/09/2017 - 22:13

non aggiungete commenti perche se accadesse andremmo in galera io e voi del giornale!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 04/09/2017 - 22:14

Boldriniiiiiii.....cosa sta succedendo ? ??''Il loro modo di vivere sarà(VERAMENTE) il nostro ''?? boldriniiiiiii.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 04/09/2017 - 22:16

Sono proprio due bravi ragazzi, come li volevano dipingere i genitori, anche loro poco raccomandabili, e molti comunsiti che qui sparavano i loro distinguo. Questi sono quelli che fanno entrare, li difendono dando del razzista agli altri. Votateli ancora. Neppure quando i fatti (e la gente) sono chiari, non la smettono con la loro patetica difesa d'ufficio, quasi a coprire la politica miserabile che ha consentito tutto questo.

ceppo

Lun, 04/09/2017 - 22:22

ma come? non siamo piu un paese mafioso? siciliani calabresi e pugliesi rimboccatevi le maniche, ritornate ai vecchi fasti, fate vedere chi comanda in italy...salvate gli italici indifesi da 4 morti di fame albanesi, ex jugo, rom e feccia di ogni tipo

edo1969

Lun, 04/09/2017 - 22:34

Solo la Fallaci aveva capito tutto in anticipo. Stiamo assistendo alla morte di un Paese.

edo1969

Lun, 04/09/2017 - 22:36

In Italia più o meno irregolare dagli anni 90, questo rifiuto umano ha attraversato indenne governi di sx e anche di dx... fate un po' voi. Sallusti taci per favore. Io voto CasaPound.

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 04/09/2017 - 22:46

Con lo ius soli sarebbe tutto diverso ............

Una-mattina-mi-...

Lun, 04/09/2017 - 22:58

SE E' PER QUESTO I MIEI VICINI MULTIETNICI PREGIUDICATI, SPACCIATORI, STRUTTATORI DELLA PROSTITUZIONE E LADRI IN PIU'NON PAGANO NULLA, SPESE O BOLLETTE, SCARICANO L'IMMONDIZIA IN STRADA, GUIDANO SENZA PATENTE... E NESSUNO FA NIENTE, CARABINIERI INCLUSI CHE BEN CONOSCONO LA SITUAZIONE. BELLO NO?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 04/09/2017 - 23:05

E' evidente, da questa narrazione, che siamo in presenza di un nucleo familiare critico. E' evidente che le istituzioni sono assenti. Questo è il problema. Anzichè pagare fior di quattrini per milioni di nullafacenti impiegati nei ministeri, lo Stato dovrebbe costituire delle squadre di assistenti che si dedicassero al soccorso di questi casi. Casi terribilmente penosi. E' possibilissimo farlo. -23,05 - 4.9.2017

billyjane

Lun, 04/09/2017 - 23:10

Si, tante risorse che danno lavoro agli "addetti alla giustizia": Povera Italia stuprata, vilipesa, TRADITA.

GiovannixGiornale

Lun, 04/09/2017 - 23:10

La magistratura è diventata democratica, la sinistra, ovvero il bene assoluto, domina l'Italia da 50 anni, e la legge della jungla è diventata la vera costituzione di questo stato.

billyjane

Lun, 04/09/2017 - 23:12

Già quelle belle risorse datori di lavoro degli "addetti" alla giustizia, tanto buonista e dannosa per gli Italiani.

federik

Lun, 04/09/2017 - 23:18

In un Paese civile chi protegge i delinquenti viene processato. In Italia la BOLDRINI deve essere processata.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 04/09/2017 - 23:35

non fate arrabbiare Librandi.

uberalles

Lun, 04/09/2017 - 23:46

Genìa di delinquenti, a prescindere; se fossero stati Italiani, a quest'ora se ne sarebbero perse le tracce; invece, per i magrebini i magistrati sono disposti a chiudere un occhio e 1/2, meglio due.

Royfree

Lun, 04/09/2017 - 23:47

Popolo. E' ora di muoversi. La giustizia, i magistrati e le leggi sono aria fresca per questa gente. TERRA BRUCIATA!!!!!!!!!!! Non acquistate da stranieri, non dategli case in fitto, non dategli elemosina, nessuna solidarietà, isolamento assoluto. Devono andarsene o muoiono di fame. Questa è feccia allo stato puro, trogloditi, parassiti, delinquenti e immondizia varia. Se fate come me in poco tempo saranno costretti ad andarsene. Pensate ai vostri figli o aspettatevi prima o poi una tragedia anche in casa vostra.

DIAPASON

Mar, 05/09/2017 - 00:06

abbattete quel palazzo

pastello

Mar, 05/09/2017 - 00:35

Chissà se i vicini di casa di questa bella famigliola voteranno PD. Chissà

DIAPASON

Mar, 05/09/2017 - 00:35

sindaco di vallefoglia e' un certo palmiro ucchielli comunista, si vanta di portare il nome di togliatti, e di avere il profilo di lenin. il degrado e la pericolosita' di questo comune e dei comuni limitrofi e' conosciuto in tutta la provincia

pastello

Mar, 05/09/2017 - 00:35

boldrini ? Non pervenuta

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 05/09/2017 - 01:20

@ una mattina...: E cercare qualche amico fidato col quale poi aprire le danze? Una, in particolare... la TOTENTANZ!

seccatissimo

Mar, 05/09/2017 - 02:52

Purtroppo, in merito alla attuale storia, il fatto che questi delinquenti non siano ancora stati cacciati a pedate dall'Italia nonostante le loro intense attività da delinquenti abituali che durano ormai da decenni, è la prova provata che i nostri legislatori, i nostri governi, i nostri magistrati sono per lo più imbecilli, vigliacchi, scalda poltrone, parassiti fancazzisti ! Via TUTTI e rinnoviamo TUTTO, ma non per non cambiare niente, come disse il noto Gattopardo, principe Fabrizio Salina del romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 05/09/2017 - 03:27

Rassegnatevi care amiche. Tra qualche giorno un ghini dalla camicia rossa, interpreterá la legge, li rimmetterá in libertá e torneranno a tormentarvi. Questa é l'Italia bellezze !!! Con la piú bella costituzione del mondo. Quella che viene intepretata dal vari ghini ad usum delphini. Quella che protegge i delinquenti e tartassa gli onesti come voi.

portuense

Mar, 05/09/2017 - 06:43

io li darei alla polonia, tutta la famiglia, poi facciano quello che vogliono, solo cosi saranno puniti perchè se restano in italia........

adgarliveri

Mar, 05/09/2017 - 07:04

Laura non ce è andata via.... Cantava Nek

Ritratto di orailgo38383838

orailgo38383838

Mar, 05/09/2017 - 07:11

Siamo solo agli inizi

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mar, 05/09/2017 - 08:05

Capito sinistri ? Sono gli stessi nativi di alrei mondi che chiedono che i delinquenti siano rispediti ai loro paesi d'origine. Sono moooolto piu' avanti di voi, zecche rosse.

mstntn

Mar, 05/09/2017 - 08:16

Ma ci chiediamo perché succede e perché perdura? Perché abbiamo i politici tantissimi e i generali tantissimi più strapagati al mondo che se ne fottono! Anzi più problemi ci sono per noi più sguazzano loro. E allora se non c'è una sollevazione popolare che cacci prima questi è poi gli altri non ne usciamo più.

robby82

Mar, 05/09/2017 - 08:30

Come sempre qui non funziona mai niente!! a chi si aspettava a sbattere questi bastardi vigliacchi in carcere a vita?? dopo tutti gli atti di criminalità fatti.. e dopo tutte le denunce dei vicini!!!!! SENZA PAROLE.

i-taglianibravagente

Mar, 05/09/2017 - 08:35

Le 2 donne, straniere, musulmane e marocchine dicono ne' piu' ne' meno quello che italiani nelle stesse condizioni dicono da anni. Piu' che italiani sarebbe meglio dire populo-fascio-leghisti intolleranti e "comodamente fascisti" volendo stare alle tendenze verbali piu' alla moda nei salotti radical delle ultime settimane. Non servira' a far girare qualche rotella in piu' nel cervello del sinistro, perche' a sinistra lo sanno bene e per la MALAFEDE ci vuole ben altro...esempi e spiegazioni supplementari servono solo per le persone che cercano la verita' e il bene.

i-taglianibravagente

Mar, 05/09/2017 - 08:40

...potremmo assistere a qualcosa di sorprendente ed epocale...potremmo cominciare a vedere italiani che da nord, emigrano al sud PER ESIGENZE DI SICUREZZA, perche' GIU' grazie a mafia, camorra e 'ndrangheta questi fatterelli non avvengono mai e un certo ORDINE sociale e' garantito. MEDITIAMO SU COME SIAMO COMBINATI.

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Mar, 05/09/2017 - 08:42

zibby e secondo lei l'Italia concederà l'estradizione ? quale giudice ha poi voglia di subire l'ira funesta di madame boldrinoski ?

@ollel63

Mar, 05/09/2017 - 08:57

speriamo arrivi al potere un nuovo MUSSOLINI con le palle che cacci via boldriniee compagnia nefasta e se ne infischi di bergogli e bergoglini! Povera Italia come sei ridotta con questi boldrini, sinistrati e bergoglini!

Ritratto di pulicit

pulicit

Mar, 05/09/2017 - 09:07

Una vergogna solo italiana. Le vittime sempre torto sempre il delincuente ha la meglio.Se le leggi sono cosi siamo messi malissimo oppure va a interpretazione di giudici? Regards

Fossil

Mar, 05/09/2017 - 09:21

C'è proprio una volontà sistematica di non aver mai voluto affrontare i problemi che questa famiglia dava al circondario. È poi sarebbe bello sapere chi è il genio della prefettura che ha concesso quel tipo di permesso a quel vitellone che ora nega spudoratamente i fatti. Boldrinova e Kienge, mi raccomando, zitte e mute!

i-taglianibravagente

Mar, 05/09/2017 - 09:35

Maggiulli Lei da che pianeta/sistema solare arriva? Avete internet sul vostro pianeta?

Gion49

Mar, 05/09/2017 - 09:38

Ma a questi non gliene frega niente del loro comportamento perché qualsiasi reato commettano, sanno di essere tutelati dai giudici, dalla Boldrini, dal governo PD, dalle ipocrite associazioni pro-migranti ecc. ecc.

Lucky52

Mar, 05/09/2017 - 09:50

Dario Maggiulli questa non è una famiglia critica da aiutare, questa è una famiglia di delinquenti da rispedire di corsa in Marocco tanto lì più o meno sono tutti come loro.

maxfan74

Mar, 05/09/2017 - 09:58

Certo che se anche gli stranieri onesti si lamentano della giustizia italiana siamo davvero al collasso totale. Bisognerebbe in modo pacifico cominciare a riempire tutta Roma di manifestazioni per mettere pressione al Governo, facendo capire che le cose che loro pensano vadano bene non funzionano affatto.

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 05/09/2017 - 11:07

Non sono loro i colpevoli, LA COLPEVOLE E' LA "giustizia" italiana perché NON C'E', NON ESISTE (per loro) . Esiste solo per gli Italiani ,popolazione e chi fa rispettare la legge mettendo a repentaglio la vita, lì si! che si accanisce . Per gli "altri" ... sembra quasi un ORDINE .. massima clemenza . Leggiamo: tutti con "piccoli " reati NON UN REATO ma CON PICCOLI, PLURALE. E allora ... cosa vole farci credere questa giustizia "che gli asini volano"?QUESTA GIUSTIZIA E' UNA MANGIASOLDI A TRADIMENTO DEL POPOLO ITALIANO.

lawless

Mar, 05/09/2017 - 11:10

evviva i cattocomunisti e i buonissimi a prescindere, vero cancro italiano. Che in italia la giustizia non esiste e a chi dovrebbe applicarla meglio sarebbe dargli un badile in mano ora è confermato anche da chi italiano non è. Renzi, zanda, del rio, boldrini orlando e compagnia cantando se ne sbattono altamente, la realtà non li tocca minimamente sono sordi ciechi e muti, mi auguro che siano al capolinea per dar modo ai successori di raccogliere almeno i cocci.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 05/09/2017 - 11:17

Dario Maggiulli... il prossimo esecutivo si dovrà occupare di bonificare le migliaia di "famiglie critiche" come le definisce poeticamente lei, rispedendo tutti al loro paese di origine, e dovrà occuparsi anche di rendere la vita impossibile a gente come voi che avete creato tutte le condizioni per trasformare questo paese nella cloaca che è visibile a chiunque non sia in malafede e sia una persona perbene.

handy13

Mar, 05/09/2017 - 11:23

...CAMBIATE LE LEGGI.!!!!...lo dico ai politici che andranno al governo,...NON lasciate troppa interpretazione ai magistrati,....ho sentito anch'io dei carabinieri dire "...NON possiamo fare niente..." ed è la cosa più spaventosa sentire da un cittadino che li chiama x aiutarli.

Jimisong007

Mar, 05/09/2017 - 11:33

Perfettamente integrati in una nazione famosa per la mafia

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 05/09/2017 - 15:07

@ dario maggiulli : "lo Stato dovrebbe costituire delle squadre di assistenti che si dedicassero al soccorso di questi casi" - cioè che tutti i contribuenti italiani, che già non sono abbastanza vessati da TASSE e IMPOSTE dello Stato, dovrebbero sostenere un organizzazione pubblica che lavori per questi casi ? complimenti : proposta totalmente FOLLE. Queste sono quelle prese di posizione che mi fanno considerare l'opzione di ABBANDONARE QUESTO PAESE ORMAI quasi senza più speranza. Però tutto sommato la sua è una proposta che uno si può aspettare, visto che l'Italia, ormai, è il paese dove tutto può accadere, purtroppo per chi ci deve vivere, intendo quelli che ci vogliono vivere SEGUENDO REGOLE di ORDINE COSTITUITO. Lei evidentemente intende altro. La soluzione più pratica e fattibile, nell'interesse DEGLI ITALIANI, era QUELLA DI NON FARE ENTRARE questa gente.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 05/09/2017 - 15:22

siano I CITTADINI A RIPRENDERSI IL CONTROLLO DEL LORO TERRITORIO. Possibilmente con la forza e senza fare prigionieri. Nel giro di sei mesi la situazione sarebbe cambiata dalla notte al giorno. Con buona pace dei sinistri, giudici e politici, che potrebbero a loro volta vedersi riservare qualche attenzione.

Idrissecondo

Mar, 05/09/2017 - 17:16

Umanità e legalità non possono coesistere. O quegli inetti di governanti che abbiamo si mettono in testa di ristabilire la legalità o dicano chiaramente che l'italia deve trasformarsi in una specie di convento dove tutti possono stabilirsi. Ma anche nei conventi, mi risulta, non è che si possa fare come ci pare. Anche l+ ci sono regole e legalità da rispettare

enzolitti

Mar, 05/09/2017 - 17:45

Invano? Quest avevano un'alta protettrice, la Boldrini!

giudanchi

Mar, 05/09/2017 - 18:02

Questo è diventato un caso internazionale, se sarà fatta giustizia, quella vera, sarà solo per salvarci la faccia davanti alla Polonia. Inoltre Rimini che vive di turismo non può macchiarsi di crimini così gravi, chi verrà più a fare le vacanze qui se girano certe bestie impunite?