L'Italia esporta laureati e professionisti. Ma importa immigrati senza una qualifica

Nel nostro Paese solo l'11,8% degli stranieri possiede un titolo di studio

Roma - L'Italia esporta giovani brillanti. Laureati, ricercatori, professionisti qualificati che arricchiscono il paese che li accoglie. Nel 2016 si stima che oltre 285.000 italiani abbiano lasciato la loro casa, una cifra vicina all'emigrazione che si registrò nell'immediato dopoguerra. Anche se gli espatri registrati sono «soltanto» 104.000. E tra gli italiani emigrati si calcola siano 39.000 i diplomati e 34.000 i laureati. La loro formazione ha avuto un costo per l'Italia, che investe circa 130.000 euro pro capite per l'intero percorso di studi fino alla laurea.

Un patrimonio, che però andrà a vantaggio di altri: l'Inghilterra prima di tutto ma anche la Francia, La Germania, l'Australia. Intanto in Italia approdano migliaia di immigrati. La maggioranza però non ha alcuna qualifica, non parla la nostra lingua, non ha un mestiere, cerca soltanto di fuggire dalla disperazione. Dunque nel migliore dei casi rappresenta manodopera a basso costo per il lavoro nei campi o per l'assistenza domestica, colf e badanti. Nel peggiore manodopera per la criminalità. Certo si potrebbe investire nella loro formazione per qualificarli ma a questo punto il paradosso è evidente. Gli italiani formati a spese dell'Italia arricchiscono gli altri paesi mentre il nostro deve continuare ad investire se vuole che i migranti in arrivo da noi migliorino le loro condizioni. Sono pochi infatti rispetto alla media europea i giovani stranieri laureati. Solo l'11,8 per cento tra gli stranieri tra i 30 ed i 34 anni ha un titolo terziario. In Francia il divario fra stranieri e cittadini francesi è del 9 per cento mentre è praticamente assente in Germania e addirittura è più favorevole agli stranieri nel Regno Unito. La media dei laureati nella Ue tra i 30 ed i 34 anni, è del 39,9 per cento.

Eppure si continua a parlare molto di immigrazione e troppo poco di emigrazione. A denunciare il disinteresse per l'emorragia di giovani in continua crescita c'è tra gli altri anche Tuttoscuola la rivista specializzata attenta al mondo della formazione che si rivolge al governo giallo verde per chiedere se non ritenga la questione giovanile «una questione di straordinaria importanza, che dovrebbe trovarsi in cima all'impegno del Governo prima ancora di alcune decine di migliaia di migranti disperati che ogni anno premono sulle nostre coste».

I dati forniti dall'Aire, l'Anagrafe dei residenti all'estero, confermano la fuga degli italiani verso paesi che offrono loro prospettive migliori: nel 2006 erano poco più di 3 milioni nel 2017 sono saliti a 4 milioni 973.000. E da dove partono? Non più dal Sud. Nel 2016 in testa c'è la Lombardia con 22.981 registrazioni, seguita dal Veneto con oltre 11.000. Vista la mancanza di prospettive e anche di attenzione sembra poi che i giovani non credano neanche più nelle possibilità offerte dall'Università. E infatti i laureati in Italia diminuiscono. Siamo al penultimo posto in Europa prima della Romania: solo il 18,7 per cento degli italiani tra i 25 ed i 64 anni possiede un titolo di studio terziario. Quindi in pratica un laureato su tre non resta in Italia. Aumentano i Neet, ovvero i ragazzi tra i 15 ed i 29 anni che non studiano né lavorano. In Italia hanno raggiunto la cifra record di 2 milioni e 189.000 nel 2017. Rappresentano il 24,1 per cento contro la media Ue del 13,4.

Commenti
Ritratto di Laura51

Laura51

Gio, 19/07/2018 - 09:36

Grazie governi Monti, Letta, Renzi, Gentiloni.

Marzio00

Gio, 19/07/2018 - 09:38

Io mi domando come fanno i migranti economici a pagarmi la mia pensione visto che: 1° non sono qualificati e pertanto trovano lavoro poco retribuito (spesso irregolare) quindi versano poco, 2° spesso mettono su famiglia e sia loro che i loro cari gravano sul sistema sanitario italiano (quindi erodono tutto quello che hanno eventualmente versato), 3° lo stato italiano gli deve garantire (oltre la sanità) anche tutti gli altri servizi (scuola, asili, etc.). Mi chiedo perché non si faccia nulla per valorizzare i nostri giovani capaci invece di incentivarli a scappare!

Ritratto di italiota

italiota

Gio, 19/07/2018 - 09:40

ogni paese ha il destino che si merita. Evidentemente gli italiani ("Pizza-spagetti-mandolino-mafia-ndrangheta") si meritano questo

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Gio, 19/07/2018 - 09:44

Difatti i giovani preparati che vanno via pagheranno le pensioni di coloro che vivono nel paese in cui vanno. Da noi i migranti non qualificati ci insegneranno a spacciare togliendo definitivamente i contributi a chi si è fatto il cxxo per tutta la vita.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Gio, 19/07/2018 - 09:53

Cui prodest? (a parte il vaticano, naturalmente)

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 19/07/2018 - 10:02

Saremo sempre riconoscenti di ciò alla politica della sinistra.

jenab

Gio, 19/07/2018 - 10:12

ottimo torneremo ad essere un paese agricolo, con tutte queste bracia a costo quasi zero

rise

Gio, 19/07/2018 - 10:32

E una pericolosa deriva, poiché si immiserisce il tessuto produttivo italiano, restano solo laureati inseriti nel circuito burocratico, distributivo, asserviti ad aziende che guardano solo alla finanza e al contenimento dei costi. Gli interventi per legge sono inutili, in quanto la scienza, la tecnologia hanno loro regole che non possono essere asservite a dei politici, peraltro in gran parte non laureati e non sensibili a certe tematiche.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 19/07/2018 - 10:34

MA NOOOOOOOOOOOO!!I pdioti, sinistroidi nonché la ex venereabile presidenta hanno sempre detto che i clandest..le risorse sono preparatissimi ed "accolturati" e ci insegneranno a vivere oltre che a seguire le loro tradizioni! ACCHHH SOOOO!!!

Ritratto di Laura51

Laura51

Gio, 19/07/2018 - 10:36

@italiota-ota-ota. I GOVERNI sono! Non il destino. GOVERNI infami non eletti da nessuno!

Ritratto di pascariello

pascariello

Gio, 19/07/2018 - 10:43

Rimane la feccia della feccia !

avogadroran

Gio, 19/07/2018 - 11:08

notizia falsa, col tempo vanno tutti in francia, germania, inghilterra, svizzera, ecc. Quei simpaticoni che hanno distutto mezza lione e mezza parigi l'altro giorno appena vinto il mondiale di calcio secondo voi erano laureati??

Ritratto di Italopeo

Italopeo

Gio, 19/07/2018 - 11:19

Già! Inoltre questi Africani pisciano e defecano nei giardini pubblici, sui marciapiedi e negli angoli tra le case, per cui ci domandiamo quanti anni occorrerebbero per farli diventare dei bravi cittadini. Mandiamoli in Svizzera o in Inghilterra, dove le persone sono civilissime e vediamo cosa succede. Morale della favola: teniamoci i nostri figli e mandiamo questi altri nipoti a casa loro, dove, forse, potremo anche aiutarli economicamente. Oppure potremmo far trovare la soluzione al PD, che ha tanti geni (Vedi Saviano)

ginobernard

Gio, 19/07/2018 - 11:26

sono d'accordo con italiota il governo i partiti sono lo specchio del paese ne era spuntato uno che metteva al centro del programma la legalità letteralmente scomparso zero consensi

Una-mattina-mi-...

Gio, 19/07/2018 - 11:30

PER FORZA: CON LE LEGGI RIDICOLE CHE CI HANNO IMPOSTO ATTIRIAMO CRIMINALI E NULLAFACENTI DA MANTENERE PASCIUTI PER ANNI AD UFO. CAMBIATE LE LEGGI E CAMBIERA' LA MUSICA

antonio54

Gio, 19/07/2018 - 11:40

Questa si chiama sostituzione etnica. Vengono i clandestini e noi italiani ce ne andiamo. Meglio di così...

Giolo

Gio, 19/07/2018 - 11:45

sarò un fissato della matematica, ma i conti non tornano: disinformazione? "Nel 2016 si stima che oltre 285.000 italiani abbiano lasciato la loro casa" "nel 2017 sono saliti a 4 milioni 973.000" ????? Nel 2016 in testa c'è la Lombardia con 22.981 registrazioni: ammettendo che anche tutte le altre regioni (30) abbiano lo stesso numero di persone andate all'estero, la somma sarebbe di circa 660.000 persone in totale.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 19/07/2018 - 11:55

Non solo sono senza qualifica ma hanno una mentalità completamente diversa dalla nostra...sopratutto gli islamici.

FRATERRA

Gio, 19/07/2018 - 12:02

.....certo i nostri figli espatriano, con la benedizione della sx.....l'alternativa è essere mantenuti dai genitori, poiché lo stato è latitante essendo impegnato a mantenere i figli degli altri, ospiti non invitati....poi col ricongiungimento..spuntano dal nulla anziani che accalappiano pensioni di vecchiaia e; tornano al paesello nella savana.....e ancora con sta musica che; ci pagheranno loro a noi la pensione....ma a chi prendete in giro????....

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 19/07/2018 - 12:02

E' quello che predicava la Boldrini e il suo apostolo Kyenge: Questi ci doneranno la loro cultura e tale sarà quella del nostro futuro. Per fortuna i giovani se ne vanno e i vecchi, forse, avranno la fortuna di non vedere il capolavoro compiuto. Ma quelli cacio e pepe? quelli sulla mezza via, quelli cioè che non hanno la fortuna di poter espatriare o di morire, che fine faranno? Stranieri in casa propria. il regresso felice secondo il profeta grillo? Il livellamento verso il basso della cultura media? Un popolo di rassegnati dove la cacofonia del parlato e dei colori sostituirà la cristianità e la cultura italica. Questa rappresentazione è monca dei drogati, dei gay di ogni tipo e forma, di sfigati senza nessuna aspettativa se non quella di mendicare da uno stato sempre più accentrato e dittatoriale... proprio come quei governi o stati da cui fuggono codesti disgraziati griffati e muniti di smartphone ultimo grido.

Gianca59

Gio, 19/07/2018 - 12:09

E che ci stanno a fare i laureati qui ? Aspirerebbero a guadagnare di più creando problemi di competitività....meglio licenziarli !

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 19/07/2018 - 12:29

C'è una precisa volontà -non da parte dell'Italia ma da parte estera, precisamente da parte di paesi concorrenti in Europa che hanno interesse a realizzare ciò che si prefiggono- a trasformare il nostro paese deindustrializzandolo (processo in atto da tempo) con la conseguenza che i giovani laureati Italiani non trovano lavoro in ITA ma devono cercarlo all'estero (i laureati servono soprattutto alla grande industria, non alle pmi e a piccole aziende con 15 dipendenti o meno) ed abbassando il livello contrattuale del lavoro, e questo si può realizzare solo attraverso manodopera non qualificata, importandola da dove è più ricca numericamente (africa) obbligando poi gli italiani rimasti ad accettare lavoro su una base contrattuale che solo i neri extracomunitari accettano. Elementare, Watson. Se noi Italiani non abbiamo la forza di ribellarci a questo, tra 20anni l'Italia non sarà più una Repubblica Costituzionale ma un paese dell "io speriamo che me la cavo" quotidiano.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 19/07/2018 - 12:41

Formiamo le persone che sono qui, abbiamo ottime scuole, italiani si è non solo per nascita, ma per formazione e volontà di esserlo...la nostra scuola farà di loro degli ottimi italiani laureati, diplomati ecc molti di loro conoscono 2 o più lingue...e sarà grazie a loro che potremo stabilire buoni rapporti con i Paesi da cui provengono...una Terra una sola Umanità!

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 19/07/2018 - 12:44

Imprenditori Africani in Italia...Da Madi Sakande, 44 anni, del Burkina Faso, che in provincia di Bologna ha un’azienda che fattura 2 milioni di euro, a Ghapios Garas, egiziano di 47 anni che nel milanese ha fondato un’azienda informatica che commercializza oltre 16mila prodotti in più di 20 Paesi. Ecco le loro storie contro i luoghi comuni... Madi Sakande: originario del Burkina Fasu, 44 anni, da oltre 20 gestisce in Italia un’azienda specializzata nella refrigerazione e climatizzazione industriale che fattura 2 milioni di euro. È stato scelto come imprenditore migrante dell’anno nell’edizione 2016 del MoneyGram Award, premio appunto dedicato all’imprenditoria nata in italia su iniziativa di immigrati ecc ecc e guardatevi intorno...pizzerie, trattorie, bar ecc ecc che ormai danno lavoro agli italiani...una Terra una sola Umanità.

Giovaneingegnere

Gio, 19/07/2018 - 12:57

Laura51, purtroppo bisogna guardare molto indietro per trovare una giustificazione della situazione attuale. E' doveroso che i nonni e genitori di chi e' emigrato e chi faticando e' restato si facciano un esame di coscienza e pensino cos'hanno fatto per le generazioni che sarebbero venute: nella maggioranza dei casi (visto lo stato attuale delle cose) niente. Si sono goduti la ricchezza, hanno distrutto un territorio e adesso dall'alto della loro infinita saggezza additano qualcun'altro cercandone le colpe. Io punto il dito ai miei genitori e ai miei nonni, e ringrazio loro. Non le classi politiche. La mia famiglia si scusa con me, i miei fratelli e i miei cugini, giustamente. Rise: "Gli interventi per legge sono inutili, in quanto la scienza, la tecnologia hanno loro regole che non possono essere asservite a dei politici, peraltro in gran parte non laureati e non sensibili a certe tematiche". Niente di piu' vero purtroppo.

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 13:23

Perché, negli anni 60 70 gli Italiani che andavano a cercare il lavoro all’estero erano forse laureati...o analfabeti ???? Adesso avete l’effetto boomerang !!! Popolo di memoria corta...e visto come parlate male delle imprese straniere...nessuno verrà ad investire in un paese corrotto come l’Italia e i laureati potranno ancora per tanto tempo andare ha chiedere l’elemosina in Europa !!! ANCHE AL NORD QUELLI DEL SUD SONO ANCORA CHIAMATI MAROCCHINI !!!!

Reip

Gio, 19/07/2018 - 13:30

Non sono migrnti! Sono finti profughi clandestini....

Nick2

Gio, 19/07/2018 - 13:33

Sono genitore, conosco decine di ragazzi che si sono trasferiti all'estero. Mi duole scrivere certe cose, ma ritengo che dobbiamo essere onesti. La stragrande maggioranza dei giovani laureati (lauree umanistiche, giurisprudenza, scienze politiche e linguistiche) che se ne vanno all’estero (soprattutto in UK), svolgono lavori saltuari e sottopagati e pensano più a divertirsi e fare esperienze che non a faticare e guadagnare. Mediamente, dopo due-tre anni, quando i genitori si stufano di mantenerli, tornano in Italia. L’unico stato in cui potrebbero trasferirsi, sicuri di trovare un lavoro ben retribuito, è la Germania. Ma dovrebbero abbassarsi a fare gli OPERAI (a 2000 € al mese). Alle nostre risorse, purtroppo non piace sporcarsi le mani...

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 19/07/2018 - 13:43

2- Insomma, esportiamo cervelli italici e importiamo gonadi africane.

Ritratto di italiota

italiota

Gio, 19/07/2018 - 13:43

x Laura51: ,ma secondo te, quando gli italiani andavano a votare, fino all'altro ieri, a cosa pensavano ? che partiti votavano ? e chi da la fiducia ai governi ? i partiti o no ?

Malacappa

Gio, 19/07/2018 - 13:45

Invasori chiamiamoli col loro nome e poi quale qualifica la loro qualifica e' mantenetemi

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 19/07/2018 - 14:07

Caro Reip 13e30, non sono SOLO FINTIPROFUGHI sono anche FURBOPROFUGHI, che vengono in italia a farsi mantenere accampando solo DIRITTI e niente DOVERI!!! E chi li ha voluti sappiamo bene chi sia!!! Saludos dal Leghista Monzese in Nicaragua.

petra

Gio, 19/07/2018 - 14:08

Gi africani non hanno la cultura del lavoro. Sanno di atletica e, un tempo, di musica. Saranno per noi un enorme problema.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 19/07/2018 - 14:19

@ Demetra 12:44 "pizzerie, trattorie, bar ecc ecc" - Brava. Ha descritto in modo direi perfetto la prospettiva futura per l'Italia, per come la vogliono trasformare accelerando il processo di DEINDUSTRIALIZZAZIONE FEROCE in atto : un paese da pizzerie, da bar ed da bettole a basso costo. La realizzazione della "decrescita felice" che qualche autentico genio ha cercato di inculcare negli italiani, quale via di sviluppo migliore da auspicare per il nostro paese. Che tristezza.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 19/07/2018 - 14:37

Be...e dove'la news da sempre importiamo solo scarti,a partire dal periodo della indipendenza di alcuni stati sovietici,da noi arrivavano albanesi,la Germania andava a prendere gli ingegneri che lavoravano nelle fabbriche di razzi delle ex regioni sovietiche.

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 19/07/2018 - 15:16

i laureati nostrani non trovano lavoro figurati gli immigrati e poi da noi e' richiesta manovalanza per la criminalità' organizzata infatti arrivano delinquenti selezionati.

Ritratto di MariannaE

MariannaE

Gio, 19/07/2018 - 15:23

Sembra che tutto si svolge secondo i progetti....IMPOVERIRE ITALIA ! Avanti cosi, siete dei fenomeni !

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 19/07/2018 - 15:24

2nd tent - @ Demetra 12:44 "pizzerie, trattorie, bar ecc ecc" - Brava. Ha descritto in modo direi perfetto la prospettiva futura per l'Italia, per come la vogliono trasformare accelerando il processo di DEINDUSTRIALIZZAZIONE FEROCE in atto : un paese da pizzerie, da bar ed da bettole a basso costo, per soddisfare una maggioranza di esseri "da basso costo" che non richiede altro. La realizzazione della "decrescita felice" che qualche autentico genio [campione assoluto di stupidità cosmica] ha cercato di inculcare negli italiani, quale via di sviluppo migliore da auspicare per il nostro paese. Che tristezza. Auguri per chi rimane.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Gio, 19/07/2018 - 16:01

Sono quasi trent'anni che è questo l'andazzo. Non c'è da meravigliarsi. La politica ha distrutto il tessuto economico, finanziario, civile dell'italia.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 19/07/2018 - 16:05

Marguerite di corrotto c'e' la tua testa. In Germania la corruzione e' messa sotto al tappeto e in Francia anche, loro devono apparire belli al mondo pero' e poi fanno le guerre a Gheddafi per nascondere i fondi illegali . L'Italia aveva un tessuto industriale favoloso prima che i cessi dell'UE e gli idioti comunisti come te lo distruggessero.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 19/07/2018 - 16:51

Stavolta approvo in pieno il commento del Nick 13e33, con una piccola aggiunta. Carissimo non sono SOLO i nostri ragazzi che non si vogliono sporcare le mani, ma gli fanno "buona" compagnia quelle centinaia di migliaia di giovanottoni Africani che "ospitiamo" OBTORTO COLLO e che neanche si rifanno il letto dove dormono, perche ci vuole personale per RIFARGLIELO. Personale che viene denominato dai BUONISTI come te VOLONTARIO ma che VUOLE essere pagato!!!! Saludos.

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 16:56

Ma che vergogna dire che è colpa del PD, se gli Italiani sono stati sempre d gli immigrati !!!!! Già selle nave nel 1860 per l’America partivano scalzi e morti di fame !!! Qualche corso di storia vi ci vuole popolo di ignoranti...e ve li dice una Svizzera che ha sempre visto come imagine dell’emigrante IL MURATORE ITALIANO che non sapeva ne leggere e ne scrivere e che viveva nelle baracche come i ROM !!!! E questo non è il PD che llo ha fabbricato....ma bene l’Italia popolo di migranti !!!

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 19/07/2018 - 17:02

Già come le pensioni che si pagano i contributi per i pensionandi attuali e non per i futuri pensionati.

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 17:06

Cose Code, Prima di tutto non sono di sinistra ma liberale RPR Svizzera e ti posso dire che in Svizzera degli Italiani ne abbiamo più che troppi e l’italiano è sempre per noi l’emigrante analfabeti ! Sai tu quanti ne sono venuti negli anni 60 degli italiani come clandestini ? Te ne posso presentare... chiedi agli a Ticinesi cosa pensano degli Italiani che vanno a prendere il loro lavoro facendo scendere i stipendi ? Vi sta bene un po’ di migranti a Voi Italiani che Andate a cercare l’elemosina all'estero DA SEMPRE e io sono imprenditrice....ne so qualcosa...e non verrei MAI ad investire in un paese dove tutta è truffa....basta vedervi alla guida....

antonioarezzo

Gio, 19/07/2018 - 17:07

Marzio00 Gio, 19/07/2018 - 09:38 ma come....con uno stipendione da raccoglitore di pomodori a 2 € l'ora stai tranquillo,,,ha detto boeri che in 2/3.000 anni di lavoro una pensione per te la guadagna.

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 17:15

E voi tutti ingenui, pensate che con le politiche de DI Maio e Salvini....creeranno posti di lavoro ??? Ingenui che siete tutti ! Già per incominciare....la crescita sta scendendo perché le imprese non hanno fiducia in questo governo...Non capite che se date il rumore che non volete più comprare all’estero....i paesi esteri non sono cxxxxxi...loro non compreranno più italiano...e l’Italua senza esportazione MUORE diventerà come il Venezuela...e ancora, il Venezuela a tutte le materie prime. L’italia non ha niente !!!

Ritratto di bismark22

bismark22

Gio, 19/07/2018 - 17:20

Guardate che i due flussi sono strettamente collegati. Il bello è che il top della letteratura economica fighetta del Renzismo erano due libri uno di Enrico Moretti “ la nuova geografia del lavoro” e l’altro di Irene Tinagli lun futuro a colori” entrambi un inno alle magnifiche progressioni delle società a forte presenza di alta istruzione. Peccato che ci abbiano riempito di analfabeti, privi di ogni logica del lavoro come la intendiamo in occidente. Se meccanizzi la raccolta del pomodoro in Puglia, dove invece adorano gli schiavi che vivono con le caviglie immerse in fango e urine, fai lavorare i tuoi figli ingegneri e a discendere gli specializzati che non devono andarsene.

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 17:21

Nick2, Hai perfettamente ragione, io a Losanna ne conosco due Italiani laureati...uno fà il cameriere e l’altro consegna pizze....altro che cervelli in fuga... poi scusa ma l’Italuano per le lingue è una frana....poi pensa ingenuamente che l’inglese è una li bua straniera !!! Anzi ad un colloquio ti chiedono...e messo a parte l’inglese....cosa parla come lingue straniere ?

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 17:27

Dunque se capisco bene, dati forniti dall'Aire, l'Anagrafe dei residenti all'estero, confermano la fuga degli italiani verso paesi che offrono loro prospettive migliori: nel 2006 erano poco più di 3 milioni nel 2017 sono saliti a 4 milioni 973.000. dono quasi 5 milioni d’italiani morti di fame all’estero E Salvini rompe le palle all’Europa per qualche 100.000 clandestini ??? perché i paesi che accolgono gli iItaluani non rimandano a Salvini gli Italiani e che trovi del lavoro a quasi 5 milioni d’Italiani....

antonioarezzo

Gio, 19/07/2018 - 17:29

Marguerite Gio, 19/07/2018 - 16:56 il discorso dice. importiamo schifezze ed esportiamo laureati. forse l'export ha radici antecedenti ai compagnucci, ma per l'import dobbiamo ringraziare le zecche come te.

Marguerite

Gio, 19/07/2018 - 17:48

Se l’Italia non vuole vedere partire i giovani....CHE CxxxO ASPETTA PER DAR LORO UN LAVORO BEN PAGATO ? Di Maio, perché non dai la stesso stipendi ai laureati italiani....che hai dato alla tua segretaria ? Ma i a cosa è sicura con la politica anti Europea che c’è in giro....nessuna impresa verrà a stabilirsi in Italia ....sopratutto con la politica di De Maio....

antonioarezzo

Gio, 19/07/2018 - 17:54

Marguerite Gio, 19/07/2018 - 17:15 UNA COSA MI SORPRENDE DAVVERO......ma un genio dell'economia e dellafinanza come te...come mai non è un ministro ?? accidenti, fai un colloquio al ministero delle finanze e salva questo paese, genio.

antonioarezzo

Gio, 19/07/2018 - 17:56

Marguerite Gio, 19/07/2018 - 17:06 tu non sei un imprenditrice..sei un ridicolo patetico pagliaccio che al massimo può lavorare in un laboratorio ad aggiustare orologi, buffona.

Yossi0

Gio, 19/07/2018 - 18:10

dette anche risorse con la speranza dei sinistroidi di raccogliere i loro voti !!!

Ritratto di RedNet

RedNet

Gio, 19/07/2018 - 18:43

Un passo avanti e tre passi indietro. Siamo messi molto male, fra qualche ha il costo di lavoro in Europa sarà come in India. È l'inizio della fine della vera Europa. Salvini ha fatto quello che ha potuto e sono con lui. Ma certe teste invece del cervello hanno solo Acqua

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 19/07/2018 - 18:52

Marguerite 17:27,be forse perche'lavorano...lei cosa dice? oppure si fanno mantenere negli hotel?

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 19/07/2018 - 18:58

Margherita carissima che sei "FIORITA" oggi qui nel FORUM. Dimmi quanti Italiani ha mantenuto la Svizzera a 35€uroo al giorno senza far NULLA per almeno 3 anni, poi ne riparliamo SVIZZEROTA!!! AMEN.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 19/07/2018 - 19:07

Le ONG invece di costruire scuole e ospedali hanno usato i soldi per comprare il potere in Europa. Vanno tassate! Che se avessero fatto quel che dicevano a quest'ora all'equatore ci sarebbero più medici che scimmie

GPTalamo

Gio, 19/07/2018 - 19:31

E' vero, e parlo da emigrato. Gli USA mi hanno chiesto prima di entrare tre cose: un contratto di lavoro, una prova di lingua inglese, e un certificato di responsabilita' finanziaria, per dimostrare di non pesare allo stato. Invece tutti questi immigrati in Italia vengono da illegali, senza lavoro, quindi e' anche comprensibile se siano costretti a commettere crimini. Io probabilmente farei lo stesso, se dovessi mantenere una famiglia senza posto di lavoro.

sergion49

Gio, 19/07/2018 - 19:54

Se questi li metti in una fabbrica cosa gli fai fare ? Meno male che ci vantiamo di essere un paese industriale , gli altri paesi si prendono la manodopera qualificata noi degli analfabeti.

baronemanfredri...

Gio, 19/07/2018 - 20:01

C'E' LA DOTT.SSA FEDELI PRONTA PER PARTIRE?

mariolino50

Gio, 19/07/2018 - 20:08

Marguerite Svizzera, paese senza risorse naturali, ma pieno di banche, piene dei soldi dei delinquenti ed evasori fiscali di tutto il mondo. Facile fare soldi con i soldi degli altri, senza guardare di chi sono e da dove vengono. La direttrice del Cern di Ginevra se non sbaglio è immigrata italiana, e altri prima di lei, forse fate come gli arabi, con i soldi fate lavorare gli altri al vostro posto, magari con paghe miserabili e ritiro del passaporto come li?

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Gio, 19/07/2018 - 20:11

e allora, perche' voi de Il Giornale, remate sempre contro questo governo e anche, purtroppo, di Salvini che vogliono evitare questo scempio ????????

mariolino50

Gio, 19/07/2018 - 20:18

In Italia pochi laureati, o troppi, visto che spesso e volentieri vengono sotto utilizzati di brutto, ingegneri a fare lavori da diplomati o meno,diplomati a fare gli operai. Se non hai possibilità di fare il lavoro per il quale hai studiato, che studi a fare. Vengono decantate certe lauree, poi la realtà è un'altra,lavoro adeguato solo per pochi, anche ben raccomandati, e chi può se ne va, conosco una signora, un suo figlio lavora in America come ingegnere aerospaziale, prende dopo poco 4 volte che in Italia, e come lui tanti altri. Avevo consigliato mia figlia di andarsene, ma è rimasta a 150km da casa, e senza di me farebbe quasi la fame, pur essendo laureata bene, e non umanistica.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 20/07/2018 - 01:15

Mariolino50, Marguerite non e' una vera svizzera , ci scommetterei una mano che e' una risorsa della Boldrini che abita in Italia e che fa finta di essere elvetica perche' altrimenti non avrebbe frecce all'arco. Su youtube ne trovi a migliaia di africani che fanno finta di essere del nord Europa per sputare sull'Italia. Patetici..