L'Italia pensa di difendersi pattugliando le autostrade

Il capo della polizia Pansa lancia l'allarme per imminenti attacchi sul nostro territorio. Ma l'Ue tentenna: varato solo un «decalogo»

Roma Dopo le stragi di Bruxelles, l'Italia si trova in una fase di «pre-allarme per probabili o imminenti atti terroristici». Lo scrive, nero su bianco, il capo della Polizia Alessandro Pansa in una circolare inviata a prefetti e questori all'indomani degli attentati. Anche se non c'è una minaccia precisa e individuata di attacchi, vanno predisposte, dice Pansa, «tutte le misure» possibili per prevenirli, rafforzando i controlli anche in prossimità di «caselli, barriere e snodi stradali maggiormente congestionati», oltre che «nei luoghi di culto, porti, aeroporti, terminal bus, stazioni ferroviarie e metropolitane». Ma occorre anche prepararsi a fronteggiare eventuali emergenze, dispiegando la macchina dei soccorsi. «Continuano a colpirci come se fossimo una cosa sola, e noi rispondiamo come se fossimo cose diverse». La conclusione sconsolata è stata tirata dal ministro della Giustizia Andrea Orlando giovedì notte, al termine dell'ennesimo vertice dell'Unione europea sulle misure anti-terrorismo. E dà il senso delle difficoltà e impotenze tra cui l'Europa si dibatte di fronte alla sfida jihadista.Dimítris Avramópoulos, commissario europeo per l'Immigrazione e gli affari interni, sottolinea gli errori già fatti e costati carissimi: «Gli attentatori di Bruxelles e Parigi sono cresciuti qui - ricorda - ed erano ben noti ai servizi di intelligence. Se ci fosse stato uno scambio maggiore di informazioni, avremmo fatto emergere le loro azioni». Nel decalogo approvato giovedì sera a Bruxelles dai ministri Ue di Interni e Giustizia ci sono un paio di novità: l'impegno formale ad approvare finalmente entro aprile la direttiva Pnr (Passenger name registration), tante volte annunciata e sempre congelata. Mentre entro il Consiglio europeo di giugno dovrebbero essere varate nuove norme più stringenti sui controlli dei sistemi informatici, coinvolgendo i grandi provider di Internet nella lotta al terrorismo per convincerli a rendere velocemente disponibili le informazioni sensibili sui sospetti e a segnalare chat o siti pericolosi. Sono previsti più controlli alle frontiere esterne dello spazio Schengen, e un monitoraggio più capillare dell'acquisto e detenzione di armi da fuoco. C'è poi l' «auspicio» dell'estensione del sistema di informazione sui casellari giudiziari europei (Ecris) anche ai cittadini di Paesi terzi, più controlli sul finanziamento del terrorismo oltre ad una lotta più incisiva verso chi realizza documenti falsi, maggiori controlli nella vendita di materiali potenzialmente esplosivo. E si lavora alla costituzione di una squadra di collegamento congiunto di esperti nazionali nella lotta al terrorismo, che si baserà sulla capacità delle forze dell'ordine di Europol di monitorare la minaccia dei foreign fighters, i flussi di finanziamento del terrorismo, le armi da fuoco illegali, e la propaganda on-line. «Non possiamo più permetterci il lusso della diffidenza reciproca, deve aumentare la cooperazione e dobbiamo dotarci di strumenti più avanzati, ad esempio la procura europea può essere la soluzione più adeguata», chiosa il Guardasigilli Andrea Orlando. «Non è più vero che l'ognuno per sé possa funzionare meglio», sottolinea il ministro, e lo dimostra proprio la tragedia di martedì scorso a Bruxelles: «Dobbiamo capire se difendiamo le particolarità di ogni Stato, oppure se costruiamo degli strumenti per arrivare laddove dove gli Stati nazionali non arrivano. Non è europeismo propagandistico: qui si tratta di prendere atto concretamente che gli Stati membri, da soli, non ce la possono fare».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 26/03/2016 - 08:21

come no! autovelox per fermare i terroristi.... mavaffa!! se questa è la tattica della sinistra, è meglio che la sicurezza italiana venga affidata ai mercenari, tanto peggio di cosi....

linoalo1

Sab, 26/03/2016 - 08:42

Questo Governo Incapace,così come l'Europa,non hanno ancora capito che è in atto la Terza Guerra Mondiale,Guerra combattuta senza le Armi Tradizionali!!Se non ci difendiamo subito,nel giro di pochi anni,l'Europa e,quindi,anche l'Italia,non esisteranno più così come le abbiamo sempre conosciute!!!Prima di tutto,rispediamo a Casa Loro tutti,e dico TUTTI,gli Imigrati!!!Poi,chiudiamo le Frontiere,innalziamo Barriere Insormontabili,istituiamo il Blocco Navale e difendiamoil Territorio,anche con la forza,se necessario!!!L'ITALIA AGLI ITALIANI,QUELLI VERI!!!Saluti!!!!

Sentry

Sab, 26/03/2016 - 08:46

lascia aperte le frontiere e pattuglia noi sulle autostrade? complimenti... mi chiedonil prrche di tanto accanimento contro il cittadino italiano a fronte poi di tanto favoritismo all invasore islamico

Linucs

Sab, 26/03/2016 - 09:28

Un decalogo? "Bacia il culo ai comunisti" "Bacia il culo ai rabbini" "Bacia il culo ai negri" "Bacia il culo ai massoni", eccetera?

Ritratto di pac'ebbene

pac'ebbene

Sab, 26/03/2016 - 09:39

soprattutto il gra

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 26/03/2016 - 09:44

Questo governicchio ha "poche" idee eppure confuse su cosa significa difendere i cittadini.Ma loro si che sanno proteggersi, con decine i uomini di scorta.

Ritratto di RubinRomario

RubinRomario

Sab, 26/03/2016 - 09:58

I proverbi antichi funzionano sempre,"non si puó avere la moglie ubriaca e la botte piena". Cosa voglio dire? Che non si possono lasciare entrare milioni di stranieri, 99% islamici, e poi azzuffarci sulle responsabilitá degli attentati terroristici. L'una é la conseguenza dell'altra.Qua non si vuole accusare tutti gli islamici d'essere terroristi, sarebbe assurdo, ma semplicemente affermare che, forse, solo per uno "scherzo del destino" i terroristi sono sempre islamici. Per uno pagano un milione. Se tra di loro esistono guerre secolari perché mai devono portarcele in casa nostra? É scritto sulla Bibbia? sul Corano? sulla Costituzione Europea? NO! Esiste invece il Diritto di ogni Nazione, Popolo, Famiglia, Cittadino di salvaguardare la propria VITA e la propria SALUTE da eventuali minaccie provenienti dall'estero (in senso lato) e quindi? Quindi, STOP accessi in Europa fino a quando non si sia eliminato il pericolo terrorismo islamico. Piú semplice di cosí...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 26/03/2016 - 10:11

Incredibile il governicchio buonista di sinistra! E' difficile capire come facciano ad essere così incapaci, talmente incapaci da far venire atroci dubbi. Si tratta solo di incapacità?

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 26/03/2016 - 10:39

Abbiamo la conferma che nei posti strategici dello Stato, abbiamo gente preparata, competente e precisa. A cominciare dal capo della Polizia, Pansa, che con le sue pertinenti e dettagliate indicazioni a prefetti e questori ci fa sentire tutti più tranquilli nei confronti di possibili attentati terroristici. E come non esserlo quando invita a predisporre "tutte le misure" per prevenirli rafforzando i controlli anche in prossimità di «caselli, barriere e snodi stradali maggiormente congestionati», oltre che «nei luoghi di culto, porti, aeroporti, terminal bus, stazioni ferroviarie e metropolitane». Peccato manchi il "come" attuare tali prevenzioni! , Dovesse accadere qualcosa, potrà sempre dire che lui aveva fatto il possibile ma non erano state seguite le sue indicazioni. Ma brilla anche il Guardasigilli Andrea Orlando quando con acume osserva: «Non è più vero che l'ognuno per sé possa funzionare meglio». Ma scusi: chi sosteneva finora questa idiozia?

antonmessina

Sab, 26/03/2016 - 10:40

le autostrade... vabe.. in un paese dove i magistrati lasciano liberi gli immigrati di spaccare la testa col martello alle giovani italiane..che c'è da aspettarsi?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 26/03/2016 - 10:44

Invecedi chiudere le frontiere mettono la polstrada. Sia in mano ud un governo di mentecatti farabutti. Ma da dove li hanno raccattati? Hanno fatto una selezione al contrario dove le nullita' umane le fanno governare.

conviene

Sab, 26/03/2016 - 11:03

Che titolo del cxxxo da questa giornalista del cxxxo e da sto giornale del cxxxo. Ormai è risaputo che vi dispiace di non poter festeggiare per un attentato in Italia, grazie ai nostri servizi segreti e all'opera del governo, la migliore in Europa

conviene

Sab, 26/03/2016 - 11:13

ORA VERAMENTE AVETE SUPERATO OGNI LIMITE DI SPUDORATEZZA. CITATE LE MISURE PRESE IERI. BASTEREBBE LA BANCA DATI DEL DNA ALTRO CHE CONTROLL ISULLE AUTOSTRADE. voi come il vostro direttore con questi articoli e l'ho spiegato al vostro esimio direttore siete dei veri fiancheggiatori del terrorismo. Vergognatevi

conviene

Sab, 26/03/2016 - 11:16

per silvio 46 piantala di sparare cxxxxxe come il tuo capo Berlusconi e questo giornale del cxxxo fiancheggiatore dei terroristi. rispetta chi fino ad ora ha evitato attentati nel nostro paese fottuto ipocrita

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/03/2016 - 11:33

mortimersorcio: Lei non ha letto l'articolo ma solo il titolo. Si vede intanto perche' in tutto l'articolo vengono a malapena citati i "caselli", ma non sonoovviamente l'elemento principale, e poi perche' l'articolo e` delle 8:15 e il suo commento e` delle 8:21, quindi troppo poco tempo per un analfabeta come lei. Comunque si consoli, neanche i suoi esimi colleghi commentatori hanno letto l'articolo.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 26/03/2016 - 12:33

ahahah cosa fanno controllano agli italiani le gomme delle macchine???

Ritratto di Shard

Shard

Sab, 26/03/2016 - 12:42

Pattugliare le autostrade contro il terrorismo, sarebbe una difesa contro il terrorismo? è come spegnere l'incendio di una casa con un bicchiere d'acqua: no serve a niente. Nei Paesi civili è un normale servizio contro l'indisciplina degli automobilisti. Ma poi, solo nelle autostrade? e le altre strade sono zone franche? Governo di Bomba e di ridicole donnette

Ritratto di Shard

Shard

Sab, 26/03/2016 - 12:46

@stenos: abbiamo a che fare con una democrazia inefficiente, falsa e ipocrita, tipica di una civiltà decadente: questi qua per la maggior parte, il Bomba compreso, non sono stati eletti da nessuno, quindi non possono rappresentare nessuno

risorgimento2015

Sab, 26/03/2016 - 12:47

Se` pattugliate le autostrade significa che il nemico e` gia entrato ,dovevate fermarlo nelle coste, confine , stazioni.

Anonimo (non verificato)

Holmert

Sab, 26/03/2016 - 14:16

Ribadisco, fermare i terroristi, cioè i fantasmi è solo pura utopia.chi ricorda le brigate rosse sa quello che dico. Si riuscì a sconfiggerli inventandosi i pentiti e calandosi le braghe concedendo ad essi la libertà nonostante tanti crimini. Ora ci saranno musulmani jihadisti pentiti? Credo sia solo un pio desiderio. Come farebbero le forze di polizia di ogni genere e grado ad individuare dei fantasmi? forse l'Italia ancora l'attaccano perché è nazione di libero transito ed il papa gli lava i piedi.

Antonio43

Sab, 26/03/2016 - 14:59

A pansa non ci credo neanche un pò. Ha detto tutto in modo chiaro e semplice Giovanni da Udine. Un trombone e basta. Il classico capo che la mette nel dedrè ai suoi sottoposti.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 26/03/2016 - 15:05

E soprattutto tenere pulite le aiuole spartitraffico, le piazzole di sosta e segnalare eventuali ingorghi a Roncobilaccio o nebbia sulla A14. Ma il trucco migliore per scovare i potenziali terroristi è quello di fermare ai controlli di frontiera chi entra in Italia e chiedere: "Scusi, lei è un terrorista?". Se risponde "Sì", lo avete beccato. Altrimenti riprovate, sarete più fortunati. Facile, no?

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 26/03/2016 - 15:09

Per dirla con Flaiano: la situazione è grave, ma non è seria. Povera Italia, governata da una manica di buffoni, cialtroni, incapaci, quaquaraquà, sinistrati di ogni genere e grado e traditori della patria.

Ritratto di Rames

Rames

Sab, 26/03/2016 - 15:12

La realta' pero' ci dice anche che è matematicamente quasi impossibile sventare un azione terroristica.Puo' essere spiegato alla lavagna in maniera scientifica.Questo serve sopratutto per rassenerare gli animi della popolazione.Andate,ma...si ricordi che eravate pecore in mezzo ai lupi,siate dunque prudenti come serpenti e puri come colombe.

joecivitanova

Sab, 26/03/2016 - 16:45

....fino ad ora non ci sono stati attentati in Italia perché ai terroristi fino ad ora non..conviene..compiere un atto terroristico in Italia. Fino ad ora (Hanno sguazzato come hanno voluto, fino ad ora!!). Chiaro!? Dopo che i nostri servizi segreti siano efficienti, non lo metto in dubbio, lo sono e più di tanti altri; per il governo, per il governo, per il governo....mi sa che dovrò cambiare la puntina, se no rovino il disco, ma tanto è tutto..inciso..!! G.

Aegnor

Sab, 26/03/2016 - 21:48

Con la scusa dei terroristi,ne approfittano per fare una caterva di multe agli italiani.

Ritratto di semovente

Anonimo (non verificato)