L'ondata azzurra in televisione. Ecco i volti nuovi dei talk show

Giovani, emergenti nel partito e nelle istituzioni, abili nel confronto in diretta. E c'è pure qualche veterano come Mallegni

Per alcuni di loro le quattro settimane di agosto, con i big di Forza Italia in vacanza e quindi spazio libero nei talk show (magari ad orari impervi sotto ferragosto, quando è dura trovare volontari...), potrebbero significare una svolta nella carriera politica. Sono stati osservati attentamente, «testati» come dicono nel quartier generale azzurro, messi alla prova per vedere se funzionano davanti alle telecamere, se hanno il ritmo e gli argomenti giusti, se tengono botta con gli avversari. Sono i volti nuovi di cui è a caccia il partito di Berlusconi, per variare il «parco ospiti tv», spesso limitato ad un ristretto giro di veterani molto o anche troppo presenti.

Così, tra gli spettatori del talk show estivi con ospiti questi nuovi berlusconiani mai visti prima nelle tv nazionali, c'erano pure Silvio Berlusconi e il responsabile tv di Forza Italia, Andrea Ruggieri, a dare un voto alla perfomance . Prima hanno ricevuto decine di curricula dalle varie regioni, quindi la scrematura è proseguita con dei colloqui (alcuni sono stati bocciati perché ancora impreparati, altri sono in stand by), e quindi i nomi selezionati sono stati mandati in tv. Dal giro di test effettuati nei programmi estivi (dal mattino con Agorà e Omnibus alla sera con Dalla vostra parte o In Onda ), emerge un ristretto numero di nuovi forzisti che hanno passato l'esame, e che dunque rivedremo presto nei salotti tv. Nella short-list non figurano alcuni nomi dati come emergenti, ad esempio la milanese Silvia Sardone (considerata non abbastanza solida e troppo polemica) o la blogger Thérèse Salemi , originaria di Capo Verde, notata in una puntata di Announo per le posizioni non buoniste sul tema immigrazione, una simpatizzante totalmente alle prime armi. I nomi su cui puntano a Forza Italia al momento sono altri, con un background nel partito e un'esperienza politica magari anche solo locale, non tutti giovani e nemmeno donne con un book fotografico nel curriculum.

Quello che ha riscosso più entusiasmi finora - filtra dai vertici azzurri - è Marco Bestetti , 27enne, consigliere di zona a Milano, laureato in Giurisprudenza (lavora nell'ufficio legale di una società autostradale), nella sua pagina web cita Kennedy e Martin Luther King. Le sue partecipazioni a L'Aria che tira e Dalla vostra parte sono state giudicate brillanti. Testato e promosso a pieni voti anche Luigi Miranda , 33 anni, avvocato, da due anni presidente del consiglio comunale di Foggia, già nei giovani di Forza Italia e poi nel 2009 eletto col Pdl sempre a Foggia, da anni impegnato nell'associazionismo. Lo si è visto a TgCom24 e l'Aria che tira : prova superata.

Nel sestetto di «volti nuovi» approvati dal team tv del Cavaliere c'è poi la bresciana Maria Chiara Fornasari , 33 anni, avvocato, oggi coordinatore cittadina di Forza Italia, testata con risultati convincenti a Mattino Cinque , Agorà e TgCom24 . Così come il 29enne Luigi De Rose , cosentino, coordinatore regionale dei giovani di Forza italia in Calabria, da nove anni impiegato in un'azienda che opera nel campo della finanza agevolata. Selezionata e presto rispedita in tv anche Maria Tripodi , calabrese 33enne, già candidata alle Europee (16mila preferenze) laureata in Relazioni Internazionali è consulente di enti pubblici e aziende. Poi due nomi nell'area senior: Massimo Mallegni , 47 anni, appena rieletto sindaco di Pietrasanta. E, prossimamente, Marcello Fiori , 55 anni, già direttore generale della Protezione Civile sotto Bertolaso. In pole come prossimi volti nuovi ci sono Giorgio Silli (37 anni, responsabile Immigrazione di Fi), Alberto Ancarani (capogruppo a Ravenna) e Galeazzo Bignami (consigliere Fi in Regione Emilia Romagna).

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 01/09/2015 - 09:03

Il problema non è essere bravi a parlare...

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 01/09/2015 - 09:08

Dovremo deciderci a chiedere che ci vengano a sigillare il televisore, come autodifesa culturale. Ormai la Rai fornisce un'informazione di regime, in stile renziano, cioè improntata alla disinformazione scientificamente organizzata. Meglio tornare ai giornali, però da selezionare con attenzione.

rokko

Mar, 01/09/2015 - 10:03

L'importante è che vadano in televisione e da nessun altra parte, per non fare danni.

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Mar, 01/09/2015 - 10:15

O A SCRIVERE....

Massimo25

Mar, 01/09/2015 - 10:29

ormai da diversi anni non guardo più ne telegiornali né tantomeno talk show per palese deficenza dei partecipanti.

ghorio

Mar, 01/09/2015 - 11:00

I cosiddetti salotti televisivi vanno cancellati perché sono un bla- bla di parole vuote e passerelle per politici e giornalisti, quasi sempre gli stessi.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 01/09/2015 - 11:06

Pienamente d'accordo sig. "gzorzi", ma questo vale sia a destra che a sinistra. Non solo per una parte. Di parlanti bene, di tutte le razze ed età, ne abbiamo a sufficienza. Ma quanti di questi sono poi conseguenti alle loro parole? Come per i preti, parlano bene, ma rozzalano poi male. E' stato sempre questo il nostro male. Aver dato loro fiducia. E a questo punto non significa più niente, quindi, essere di destra o di sinistra. In questo caso e sempre, si aggiunge solo danno a danno.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 01/09/2015 - 11:26

Per quanto riguarda mediaset, facciano pure, offrono un servizio gratis. Per quanto riguarda la rai, sarebbe anche ora di eliminare il canone e certi personaggi impresentabili che occupano senza titolo posizioni di vertice con stipendi da nababbo (per esempio l'ing. zingarelli).

zucca100

Mar, 01/09/2015 - 11:32

Rai informazione renziana? Non direi, informati meglio. E quali quotidiani suggerisci? Libero o giornale?

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Mar, 01/09/2015 - 11:53

Ma va! Si carina. Lo sguardo è pure intelligente, ma molto meglio la BOLDRINI. Non vi pare?

qwertyuiopè

Mar, 01/09/2015 - 12:13

Quindi l'importante rimane sempre e solo l'apparenza non il saper fare... Bisogna solo essere dei bravi venditori o meglio truffatori per ingannare con belle parole e false promesse gli elettori

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 01/09/2015 - 12:28

SILVIO sta serrando i bulloni, il cambio della guardia è necessario perché ci attende una fatica immane: salvare l'Italia distrutta dal Pd di renzi. Forze nuove, capaci, brave, efficienti ed efficaci. Sono i migliori: le aspettative degli italiani sono moltissime, vogliamo risorge subito dalla misera e insicurezza in cui i governi illegittimi della sinistra ci hanno obbligato a vivere.

zucca100

Mar, 01/09/2015 - 14:11

Governi illegittimi? Persilvio, stai scherzando, vero? Dimmi perché sarebbero illegittimi

Giovanmario

Mar, 01/09/2015 - 15:50

zucca100.. non sono legittimati dal voto popolare.. ecco perchè

zucca100

Mar, 01/09/2015 - 18:44

Ti spiego una cosa, caro giovanmario. Fino a prova contraria, l'Italia e" una repubblica parlamentare e sono i deputati e i senatori a legittimare il governo col voto di fiducia. Il popolo elegge i suoi rappresentanti, cioè' i parlamentari, non elegge il presidente del consiglio o della repubblica. Questa e' la costituzione, mai studiata a scuola? Poi magari l'Italia diventerà' una repubblica presidenziale e le cose cambieranno

Giovanmario

Mar, 01/09/2015 - 22:25

zucca100.. saranno pure stati legittimati dal parlamento.. ciò non toglie che a renzi non l'ha votato nessuno.. e ciò mi basta per concordare non solo che il suo governo è illegittimo ma pure questo parlamento in una certa percentuale è illegittimo secondo la corte costituzionale