Lotta alla povertà, il governo presenta il reddito di inclusione

Primo sì in consiglio dei ministri al reddito di inclusione. Ministro Poletti: "660mila famiglie interessate per una spesa di 2 mld l'anno per i prossimi anni".

Durante la riunione di oggi a Palazzo Chigi, il Consiglio dei ministri ha varato un decreto legislativo che introduce in Italia "una misura nazionale di contrasto alla povertà". Il provvedimento attua la delega approvata a marzo, rendendo operativo il cosiddetto Reddito d'inclusione (Rei), già in programma da diversi mesi.

Secondo il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, le risorse a disposizione per il Rei sono pari a circa "due miliardi di euro l'anno nei prossimi anni. Il beneficio va da un minimo di 190 euro a un massimo di 485", sottolineando la doppia soglia di accesso: 6 mila euro di reddito Isee e 3 mila euro di reddito equivalente.

La misura appena approvata per la lotta alla povertà, continua Poletti, "si rivolgerà a 660mila famiglie, di cui 560mila con figli minori". La priorità nel riconoscimento del Reddito d'inclusione, ha spiegato, verrà data ai nuclei "con almeno un figlio minorenne o con disabilità anche se maggiorenne, a quelli con una donna in stato di gravidanza o un over 50 in disoccupazione".

Alla conferenza stampa di presentazione del Rei ha partecipato anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, secondo il quale "il decreto sulla povertà fa parte di una politica generale del governo che cerca di mettere l'accento sull'inclusione sociale, lo abbiamo fatto anche a livello europeo, con una proposta di strumento di reddito di inclusione. Lo continueremo a fare: ne ho parlato di recente anche con il presidente Macron - ha spiegato il Premier - perché questo tema deve diventare sempre più centrale per l'Ue".

L'approvazione del Rei ricompatta il Pd. Il leader della minoranza interna e ministro della Giustizia Andrea Orlando. "Oggi il governo ha dato la prima risposta e significativa e concreta alla lotta alla povertà, che in questi anni ha riguardato un numero sempre crescente di famiglie e intaccato e reso precarie le aspettative di giovani e ceto medio", ha dichiarato Orlando.

Dopo l'approvazione in Consiglio dei ministri, prima della presentazione in Parlamento il decreto dovrà acquisire i pareri delle commissioni parlamentari competenti.

Commenti

Tarantasio.1111

Ven, 09/06/2017 - 17:39

Come diceva il grande Montanelli: "l'Italia non è un paese povero ma bensì un povero paese"...finche gli ittaggliani continueranno a votare le 5 stelle o il PD. partiti per gli idioti che voglio farsi del male da soli sempre in peggio si troveranno.

titina

Ven, 09/06/2017 - 17:44

Mi raccomando, prendete sempre i soldi dall'inps.

Ritratto di adl

adl

Ven, 09/06/2017 - 17:48

Due miliardi diviso 660 famiglie fa una paccata di milioni a famiglia. Occhio ai numeri ed agli zeri !!!!!

Tarantasio

Ven, 09/06/2017 - 17:51

riguarda le famiglie di cittadini italiani o i profughi, finti profughi, apolidi, neosbarcati??... se fosse vera la seconda ipotesi aspettiamoci dieci milioni di altri ingressi e altrettante gravidanze...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 09/06/2017 - 18:01

Tutte inoltrate a i clandestini oppure cìè fra di loro qualche italiano? Ah, solo se ha sposato un clandestino. Bravi.

il sorpasso

Ven, 09/06/2017 - 18:03

Speriamo che questi soldi siano destinata ad italiani perchè di queste facce non mi fido!

VittorioMar

Ven, 09/06/2017 - 18:05

....ITALIANI ESCLUSI!!...E'BENE DIRLO NON SI SA MAI ....!!

Ritratto di karmine56

karmine56

Ven, 09/06/2017 - 18:07

Chissà perché non si parla di cittadinanza italiana!

jaguar

Ven, 09/06/2017 - 18:37

Continuano a dire che non ci sono soldi, ma dove li prendono 2 miliardi l'anno, che nuova imposta si inventeranno per coprire questa spesa? Ah già, toglieranno 2 dei 5 miliardi, destinati ai fancazzisti africani.

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 09/06/2017 - 19:24

Vi raccomando caricateli all'INPS cosí andrà sempre più in rosso!!

Tarantasio

Ven, 09/06/2017 - 19:32

con questo nuovo regalo potremo pagare il viaggio in prima classe all' intera africa...

TonyGiampy

Ven, 09/06/2017 - 22:36

Una misura di contrasto alla poverta' e il beneficio va da un minimo di 190 euro (6,30 euro al giorno) a un massimo di 485 (16 euro al giorno). Questa e' la ricetta della sinistra contro la poverta'. Ora capisco perche' nei paesi comunisti si muore di fame!!!

Popi46

Sab, 10/06/2017 - 06:42

Teste di legno al potere,continuano con la solita solfa di distribuzione di montagne di soldi che diventano pochi spiccioli nelle tasche dei beneficiati e non tentano di escogitare meccanismi che permettano ad ognuno di cavarsela autonomamente,a cominciare ad es a sforbiciare una macchina burocratica infernale. Come recita l'antico detto cinese? Se uno ha fame,non dargli da mangiare,insegnagli a pescare...

portuense

Sab, 10/06/2017 - 06:44

assistenza sempre e solo assistenza, bisogna creare lavoro abbassando le tasse e ridurre la burocrazia per rendere competitive le nostre industrie, DARE LAVORO E NON SOLDI A PIOGGIA, Cosi si affonda l'inps

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Sab, 10/06/2017 - 07:58

Iniziano le mance elettorali. Fanno sentire il profumo di euro in vista delle elezioni. Iniziativa sospetta visti i tempi che corrono con tanti problemi irrisolti in Italia, vedi terremotati. SVEGLIA!