L'ultima crociata femminista della Boldrini: vuole insegnare a scrivere ai giornalisti

L'esponente di Sel lancia un vademecum sulle professioni al femminile: "Usare il linguaggio in un modo o in un altro è una scelta politica"

Per Laura Boldrini è un'ossessione. Da quando si è insediata a Montecitorio la sua è stata una presidenza tutta dedicata alla lotta per la parità di genere. Combattuta, specialmente, con le parole. Aveva iniziato con "la" presidente, una lunga e rumorosa battaglia per chiedere che nei documenti ufficiali della Camera venisse chiamata così. Adesso lancia un vademecum, a uso delle redazioni, sulle professioni al femminile. La maestrina (rigorosamente al femminile) Boldrini vuole dettare i compiti ai redattori e un po' a tutto il Paese. "Usare il linguaggio in un modo o in un altro è una scelta politica" avvisa la presidente. "Non trovo giusto che donne che svolgono un ruolo - di vertice o no - non debbano avere un riconoscimento di genere, perchè è il segno che vengono considerate delle comete: passeranno, tutto tornerà come prima, tutto tornerà al maschile", eccolo l'ultimo attacco ultrafemminista della Boldrini. È con queste parole che ha portato il suo saluto al convegno organizzato a Montecitorio dalla rete di giornaliste "Giulia" per presentare "Donne, grammatica e media", una guida realizzata ad uso delle redazioni. Insomma la Boldrini & Co vorrebbero dire ai giornalisti quali parole utilizzare.

"Il problema non è che sia cacofonico dirlo al femminile. In realtà non si vuole assorbire il concetto - attacca la Boldrini - che se un mestiere è fatto da un uomo si declina al maschile, se è fatto da una donna si declina al femminile. Il lavoro dell’insegnante nella scuola primaria è svolto quasi sempre da donne, da maestre. Ma quando c’è un uomo a farlo nessuno lo chiamerebbe maestra solo perchè è il genere di gran lunga prevalente nella categoria".

Ma nel mirino della Boldrini non ci sono solo le redazioni, ma tutti quelli che si ostinano a utilizzare termini al maschile. "Mi auguro che possa rilanciare un dibattito pubblico, perchè non accettare la declinazione al femminile vuol dire non riconoscere un dato di fatto: che i tempi cambiano, che anche la lingua cambia, che non ci sono più i tabù di un tempo, che certe posizioni di responsabilità oggi possono essere per uomini e per donne, e che la donna può anche osare di volerle raggiungerle". La nuova battaglia della Boldrini, più che contro le discriminazioni, sembra contro la lingua italiana.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 11/07/2014 - 16:27

Liberarsi di costei potrebbe, di per sè, già costituire una buona ragione per far cadere questo governo.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 11/07/2014 - 16:30

Ma non ci sono piu donne definite donne da piazzare con foto sul giornale ? Questa oramai e´ una salsa in tutti gli articoli .Si potrebbe usare come prezzemolo, ma a compararla con questa erbetta e´ dargli un filo di importanza .Comincio a passare dall indifferenza all odio represso.E mi fermo altrimenti chissa la censura .

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 11/07/2014 - 16:32

Fate attenzione: l' aria è tossica e fa brutti effetti!

eloi

Ven, 11/07/2014 - 16:33

Certamente la Boldrini ha ragione. Trovi però che genere scrivere quando il Presidente o la Presidente sono Gay o lesbiche.

elalca

Ven, 11/07/2014 - 16:34

ma se è ignorante come una beola

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 11/07/2014 - 16:36

La REGINA delle CAUSE PERSE!!! Questa oltre che a passare il tempo al mare nella proprieta dello stato NON ha nient'altro da fare e quindi si INVENTA qualsiasi STUPIDATA!!! Saludos

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 11/07/2014 - 16:38

E' vero i tempi cambiano allora cosa fa lei lì?

fabio tincati

Ven, 11/07/2014 - 16:40

mah, il SEL è il partito comunista dei poveri e chi ci sta dentro( pisapia, doria, vendola e gli altri) non li vuole proprio nessuno. Sarebbe il caso di spiegare alle ragazze coccodè che il significato della parola sindaco non è maschile, né femminile. Si dice il podestà o la podestà, anche se finisce in a,come si dice sindaco o la sindaco in quanto sindaco è il giudice di pace, assunto in seguito come responsabile amministrativo di comunità. E si dice giudice ' non giudicia e sindaco e non sindaca. Impariamo l'italiano prima di parlare e dire fesserie ( da fessus latino, italiano culo!)

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 11/07/2014 - 16:40

trapianto di cervello

Ettore41

Ven, 11/07/2014 - 16:42

La Boldrini ha frequentato il Liceo Classico ma purtroppo con scarsi risultati. Tutti sanno, o dovrebbero sapere, che spesso l'uso del maschile esprime un concetto universale, accomuna i due generi, (tanto per utilizzare un vocabolo caro alla Signora e che comincia ad essere noioso pesante ed antipatico, esattamente come solidarieta', parola ormai inflazionata e che, come il prezzemolo, sembra vada bene ovunque). Non so cosa Gard Lerner abbia consigliato alla Boldrini durante il famoso ritiro, mi viene da pensare che le abbia detto come si fa a divenare piu' odiosa di quanto gia' non sia.

buri

Ven, 11/07/2014 - 16:42

Quella donna non finirà mai di stupire, ogni giorno ne inventa una nuova, il guai è che sono sempre delle baggianate

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 11/07/2014 - 16:44

C'e` indubbiamente un che' di patologico nel creare un caso da prima pagina per ogni cosa - anche marginale - che uno degli avversari dice o fa. Caso che poi gettate nella fossa dei "leoni" (si fa per dire) dei vostri fidi lettori, che puntualmente, come negli esperimenti di etologia, reagiscono esattamente nella maniera attesa...Ma vi pagano a cottimo, un tanto per ogni caso inesistente...?

Druwid

Ven, 11/07/2014 - 16:44

Con tutti i problemi che abbiamo in Italia questa specie di mummia si preoccupa di come chiamare "il sindaco". Altra dimostrazione di come questa gente sia scollegata dal mondo reale!!! E poi che la finissero di massacrare la lingua italiana!!!

rosa52

Ven, 11/07/2014 - 16:44

ma invece di Gad Lerner(tutto dire)per renderla meno odiosa,un bravo psicanalista no eh?

vince50_19

Ven, 11/07/2014 - 16:47

Siamo proprio sul fondo dei fondali dell'inutilità conclamata. Amen!

pallosu

Ven, 11/07/2014 - 16:48

certo non ha tutti i torti la boldrini se scrivete "vadecum " fatte veramente una figura di ..........andate a scuola

berserker2

Ven, 11/07/2014 - 16:49

Questa si può pure chiudere per anni in tutti i conventi che vuole, ma il risultato è e sarà sempre lo stesso......nà poveraccia!

berserker2

Ven, 11/07/2014 - 16:51

"Usare il linguaggio in un modo o in un altro è una scelta politica"..... e infatta potrà esserlo per la tua parte politica, quella dei cialtroni nullafacenti, quella del 3,2% del 48% dei votanti, ovvero quasi il nulla, un pò meglio di Fini un pò peggio di Arfano! L'urlo della pulce!

pittariso

Ven, 11/07/2014 - 16:53

Fate il favore di non pubblicare più foto di questa(avrei la parola ma non é educato) perché é fastidiosa.

berserker2

Ven, 11/07/2014 - 16:53

Ha ragione, mica diciamo patato quando la patata ce l'ha un uomo....

berserker2

Ven, 11/07/2014 - 16:58

Prima ci ha scassato i testicoli con "migrante", "risorse" con il suo diktat alle redazioni, quasi da tutti supinamente accettato, e adesso ci prova e sfranta i coglioni con "sindaca" "questora"....ecc. A "quest'ora" è tempo che ti levi dalle palle (o dai palli)! E meno male che sta alla Camera sennò voleva che la chiamavamo Presidenta della Senata!

mallmfp

Ven, 11/07/2014 - 16:59

Mi auguro che la prossima volta che mi incontra la boldrini mi dia del troio in tal modo parliamo un lessico corretto, a suo dire.

Giovanni Aguas ...

Ven, 11/07/2014 - 17:09

Le lingue, tutte, si evolvono da sole ed in modo naturale. Non con le spintarelle di una Boldrini qualsiasi. A meno che non faccia parte dell'Accademia della Crusca; nel qual caso sarebbe giustificato il suo intervento. Ma ho sentito un suo discorso per rendermi conto che assolutamente non ne fa' parte.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 11/07/2014 - 17:11

ma i PSICOSINISTRONZI perchè non protestano in piazza per questa cretina comunista? :-) per berlusconi hanno fatto di tutto e di piu! mò che hanno? gli mancano le palle? :-)

titina

Ven, 11/07/2014 - 17:12

Prima si faccia chiamare Boldrina, poi ne riparliamo.

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Ven, 11/07/2014 - 17:13

io che vengo dalle file femministe degli anni '70, posso garantire che è stato fatto di tutto per togliere le differenze, per promuovere l'unisex, per esempio prima del femminismo si sarebbe detto "la presidentessa", si è sempre detto la preside, la dottoressa, l'avvocatessa, poi il femminismo e ora la Boldrini a mio parere, è un surrogato di femminismo, oppure una post-femminista che torna alla borghesia verniciata di un'altra apparenza. A firenze se uno vuole insegnare a un altro come fare il proprio mestiere si dice "insegnare al c..o a cac..re

titina

Ven, 11/07/2014 - 17:14

x eloi. Acuta osservazione.

@ollel63

Ven, 11/07/2014 - 17:17

si dica "vai a boldrinare" e non più "vai a cagare", ignorante d'una boldrina!

claudio63

Ven, 11/07/2014 - 17:17

ok, in linea di massima potrebbe anche aver ragione,se parlassimo di semantica e ortografia, quanto al resto, non le sembra, cara Presidente che ci siano altre cose un filino piu' importanti su cui imbarcarsi per sacrosante crociate? per esempio, non una parola sulla Infibulazione a neonate di origine africana che trovano dottori consenzienti per questa barbara usanza troppo spesso in Italia (e non in altri paesi della EU , mi creda) oppure le sevizie e gli abusi cui sono costrette le ragazzine di origini pakistane e indiane alle quali viene negato il diritto allo studio, malgrado anni e addirittura essendo nate in Italia, e ancora, lo stato di semischiavitu' delle donne ROM... se parliamo di pari ooportunita'. cominciamo dove DAVVERO se ne sente il bisogno, il resto verra' senza bisogno di scomodare la terza carica dello stato.

lino961

Ven, 11/07/2014 - 17:17

Ma quant'è stupida! Questa non scopa mai e quindi si inventa le cazzate più assurde per non pensare al m....o!

belli_capelli

Ven, 11/07/2014 - 17:21

Per cortesia, qualcuno insegni un po' di grammatica alla indegna presidente della camera! Nella nostra lingua alcune professioni sono di genere invariabile: medico avvocato psicanalista (consiglio alla boldrini di consultarne uno bravo) vigile (vigilessa non esiste), sindaco, assessore ecc.. Già è uno strazio vedere usate parole o espressioni di lingua inglese quando non è necessario, già si sentono i vocaboli latini storpiati nella pronuncia (in omaggio all'accento anglosassone) almeno non si storpi la nostra meravigliosa, quanto sconosciuta, lingua italiana!!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 11/07/2014 - 17:22

La rabbia che suscitano le iniziative insulse di questa femmina viene stemperata dalle battute intelligenti,ironiche e divertenti dei lettori. Fortunatamente. E' proprio vero che il tragico alla fine si tramuta in ridicolo.

Duka

Ven, 11/07/2014 - 17:24

Si sa durante l'estate il sole fa brutti scherzi.

albertzanna

Ven, 11/07/2014 - 17:25

Le fissazioni patologiche di questo personaggio sarebbero state una inesauribile fonte di ispirazione per i personaggi comici e surreali di Giorgio Faletti dell'epoca di Drive In. Per esempio Franco Tamburino, la checca che per vivere nel suo immaginario universo femminile cambiava sesso ad ogni oggetto maschile. Ma non è che la NOSTRA DIVA ha per caso, come sesso, una "M", sul suo certificato di nascita? Così, tanto per sdrammatizzare le pretese di una carica che dovrebbe essere seria, come quella del Presidente della Camera, e che la NOSTRA DIVA, sta trasformando in una cosa degna da teatro Vaudeville. REDAZIONE, MI RACCOMANDO, CREDO CHE FARE DELL'IRONIA SUI PERSONAGGI COSI DETTI PUBBLICI SIA ANCORA LECITO, vabbè che con la Boldrinova non si sa mai..... Albertzanna

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 11/07/2014 - 17:26

"CARO" PRAVDA!!!Troppo comodo dare la colpa delle ca..ate che questa SCIAGURATA fa spendendo soldi nostri, ai giornalisti del giornale,quando leggiamo in altro articolo che, IL FATTO QUOTIDIANO denuncia l'assunzione della compagna di Salvini in regione!!! Anche li si tratta di un caso gettato nella fossa dei leoni???? Chi è senza peccato scagli la prima pietra!!! PRAVDA!!! Saludos

Ritratto di giuse

giuse

Ven, 11/07/2014 - 17:27

E' vero, come dice MARFORIO. Ogni giorno dedicate sue insulse notizie, e' come LA PREZZEMOLA.

Danilo

Ven, 11/07/2014 - 17:33

Vorrei produrre una ponderata, ragionevole e articolata risposta. Ma vaffan.... Boldrini è' lo schifo peggiore che abbiamo tra i politici. Mi da fastidio vederla. Vi inviterei a darle meno spazio possibile. Solo per cortesia verso i processi digestivi dei lettori.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Ven, 11/07/2014 - 17:33

abbiate un po' di compassione, NON STA BENE !!! dottori intervenite.......

marghitos

Ven, 11/07/2014 - 17:35

e' inutile , una battaglia persa, il presidente Boldrini e'un essere unsulso , snob , e veramente , ma veramente , ma veramente inutile

fedeverità

Ven, 11/07/2014 - 17:35

vergognati...sei una cazzarola!!! di concreto....NIENTE!!!

ezio51

Ven, 11/07/2014 - 17:37

sai cosa vuol dire VATTENE, lascia la sedia a chi la merita. Per leggere questa riga, non ti serve il dizionario, dovresti farcela senza AIUTINI.........................spero

piantagrassa

Ven, 11/07/2014 - 17:38

E poi ci si chiede perché esiste l'evasione fiscale, se penso che i miei soldi vanno a finire per pagare un imbecille del genere ma ben venga l'evasione!!!Le tasse si pagano se si hanno dei servizi, mi chiedo la Boldrini a fine giornata che servizio mi abbia dato.

sphinx

Ven, 11/07/2014 - 17:41

Questa è andata proprio fuori di testa: non riesce più a distinguere la carica, con la sua denominazione storica che la distingue, dalla persona (nel suo caso indegnamente) che la ricopre...

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 11/07/2014 - 17:42

La Boldrina segue il pensiero femminista che vede nel linguaggio un importante mezzo di espressione del pregiudizio e della discriminazione nei confronti delle donne. Ma le sfugge che il sessismo nel linguaggio è questione secondaria, che ben altri sono i problemi femminili, non certo i suoi,poiché essa vive senza contatti con la realtà,e questi problemi certamente non si risolvono con il cambio di desinenza. Se le donne che finalmente hanno conquistato il potere usano quest'ultimo come la Boldrina,preferirei che non lo avessero.

isolafelice

Ven, 11/07/2014 - 17:53

Questo è il risultato del suo ritiro introspettivo con la guida di Gad Lerner!

Non so

Ven, 11/07/2014 - 17:56

Questa è malata!!!

angelomaria

Ven, 11/07/2014 - 17:56

IMPARI LEI A VIVERE TRA LA GENTE NORMALE PRIMA DI DARE LEZIONI A TUTTI LEI E LA SUA PUZZA SOTTO IL NASO E DOPO TUTTI QUESTI ANNI NON SE ACCORTA CHE E'LA SUA!!!

angelomaria

Ven, 11/07/2014 - 17:58

DOVE VANITA E SELINITA S'INCONTRANO!!!!

angelomaria

Ven, 11/07/2014 - 17:59

CHE GENERE COME C'E NE POCHE FORSE NIENTE PERFORTUNA!!!POI DICONO CHE I SOLDI FANNO FELICI?????????

Joe Larius

Ven, 11/07/2014 - 18:04

Domandina facile facile: quanto prende la fanciulla in oggetto per insegnare dal suo pulpito il modo di usare la limgua italiana? Prodezze linguistiche del genere ai notri tempi appartenevano al lavoro normale di una maestra di 4° elementare.

angelomaria

Ven, 11/07/2014 - 18:04

SE IL GRANDE ANDREA PAZIENZA PACE ALL'ANIMA SUA FOSSE IN VITA NEFAREABBE UNA SERIE DI ATUT I LAT STORIELLET!!!!!SE VOLASSI SARESTI UN'ASINA MANON VOLI SEI SOLO UNA POVERA CRETINA!!!

marcellopedretti

Ven, 11/07/2014 - 18:13

se non ci fossero argini naturali alla saccenza , codesta, allagherebbe tuto lo stivale soffocandoci di sofismi banali e insignificanti.

FRAGO

Ven, 11/07/2014 - 18:18

Ciò che ho letto mi ricorda tanto le note del MINICULP del ventennio, le direttive di Goring e Stalin. Ho detto tutto!

rickard

Ven, 11/07/2014 - 18:31

In una Nazione dove tutto fila a gonfie vele possiamo permetterci il lusso di pensare a queste idiozie.

lino961

Ven, 11/07/2014 - 18:31

X Euterpe > La SBoldrini,in questa maniera,oltre a non combattere il sessismo,porta danno alle donne stesse,immaginiamoci sul lavoro le prese per il c..o che le poverette sarebbero costrette a subire se veramente si arrivasse all'applicazione di una farneticazione simile!Alzarsi la mattina per andare al lavoro sarebbe davvero dura,lo stupidario di quel soggetto è cosa da allucinazioni da overdose da ecstasy.

paolonardi

Ven, 11/07/2014 - 18:36

Quello che non cambia, se non in diminuizione e' il QI del presisente (rigorosamente minuscolo e maschile) della Camera che, per il bene di tutti noi, sarebbe l'ora che si occupasse di cose piu' serie. Dasterebbe ricordare che "guardia" e' femminile anche se il titolare dell'incarico e' uomo; l'eco e' femminile anche se chi la provoca e' un maschio, stesse considerazioni per la radio, l'altezza, la stazza, la taglia ecc. Mi ricorda il compianto Faletti nella sua interpretazione dello stilista affetto da vendolismo che redarguiva la sua collaboratrice perche' voleva che la telefona fosse cosi' chiamata perche' in quell'atelier tutto doveva essere al femminile. Lui era spassoso, lei patetica.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 11/07/2014 - 18:38

Meraviglioso vedervi sopportare la Sig.ra Boldrini. Starà lì fino al 2018.

Stepas2

Ven, 11/07/2014 - 18:40

Esigo dunque: il guido, il sentinello, il guardio, lo spio, il maschero. E inoltre, ma fra qualche anno, il giornalisto, il collego e lo psichiatro. O dobbiamo aspettare alla Camera una presidenta uomo?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 11/07/2014 - 18:56

Che bello il fascismo indosso ai comunisti! Fa sempre ridere.

Linucs

Ven, 11/07/2014 - 19:18

E' la solita idiozia da tirare fuori quando si vuole fare "il femminismo" senza sbattersi più di tanto.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 11/07/2014 - 19:19

Laura Boldrini, emigra, non c'è bisogno di te!

km_fbi

Ven, 11/07/2014 - 19:24

Dunque a Montecitorio, visto che tutto va ben bene in Italia e ci si può dilettare con questioni di lana caprina, bizantineggiando sul sesso delle parole anziché su quello degli angeli, la presidente Boldrini organizza convegni della 'rete di giornaliste "Giulia"' per presentare "Donne, grammatica e media", un vademecum - appositamente realizzato ad uso delle redazioni - sulle professioni al femminile, in modo da insegnare ai giornalisti come scrivere in modo politicamente corretto secondo i gusti della Boldrini stessa. Ditemi voi, cortesemente ed in poche parole, se queste attività sono essenziali allo svolgimento della funzione di presidente della camera, se l'espletamento di queste attività presenta costi che in qualche modo siano a carico del pubblico erario (alias Pantalone), e se la suddetta persona sia così altamente qualificata su un tale tema da potersi permettere di impartire lezioni ex cathedra senza che le sia stato richiesto... Ricordi che, dopo questa esperienza, l'attende di nuovo ....il deserto.

Ritratto di Roberto di Bruno

Roberto di Bruno

Ven, 11/07/2014 - 19:26

Ma perché limitarsi al linguaggio? Vi sono cose assai più vicine ad una persona delle parole che gli altri usano per descriverla. Ad esempio, perché una donna deve avere un corpo, e non una corpa? Perché obbligarla ad avere un cervello, quando la sua crania potrebbe ospitare una cervella? Perché non deve esserle permesso di infilarsi una reggisena e soffiarsi la nasa?

jaaaar

Ven, 11/07/2014 - 19:27

Se la Boldrina fosse un uomo che esercita questa mania di controllo sulla moglie, verrebbe rinviata a giudizio. Essendo una femminista non votata da nessuno, le hanno regalato la terza carica dello stato con la quale rompere le scatole a 60 milioni di persone

Ritratto di depil

depil

Ven, 11/07/2014 - 19:28

gli insegnanti saranno i suoi amici dei centri sociali analfabeti

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 11/07/2014 - 19:37

fabio tincati 11/07 16:40 scrive: "… Impariamo l'italiano prima di parlare e dire fesserie (da fessus latino, italiano culo!)" - - - Concordo e aggiungo : da fesses in francese, chiappe in italiano.

Arrigo d'Armiento

Ven, 11/07/2014 - 19:47

ALDO GABRIELLI ERA PER DEPUTATA E MINISTRA - Non ho capito che cosa vuole la Boldrini e che cosa c'entri la politica con la lingua italiana. Io sto con Aldo Gabrielli, che cinquant'anni fa nel libro "Si dice o non si dice" raccomandava di dire ministra, deputata, sindaca eccetera quando si trattava di donne. Arrigo d'Armiento - Roma

elgar

Ven, 11/07/2014 - 19:49

Boldry ma non hai niente altro da pensare? A proposito si dice il soprano o la soprana? Il ministro o la ministra?

Stepas2

Ven, 11/07/2014 - 21:44

Esigo dunque: il guido, il sentinello, il guardio, lo spio, il maschero. E inoltre, ma fra qualche anno, il giornalisto, il collego e lo psichiatro. O dobbiamo aspettare alla Camera una presidenta uomo?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 12/07/2014 - 00:00

È rimasta ferma ai tempi dell'URSS nel secolo scorso. Quando la PRAVDA insegnava a tutti i trinariciuti come parlare e come scrivere. Non si è accorta che i METODI DELL'URSS NON LI USANO PIÙ NEANCHE A CUBA.

m.nanni

Sab, 12/07/2014 - 00:28

allora anche avvocata, muratora; falegnama; pubblica ministera; giudica; presidenta etc

Iacobellig

Sab, 12/07/2014 - 06:54

È una povera ignorante che occupa un alto posto alla Camera da incompetente e senza alcun merito. Speriano che tolga il disturbo molto in fretta perchè non se ne può più di stare a sentire la sua voce e continuarla a sopportare con le sue apparizioni. Quel che più infastidisce è che non di vergogna!

ninoabba

Sab, 12/07/2014 - 07:09

Per favore portatela via, non se ne può più delle sue idiozie. E la paghiamo pure

vince50_19

Sab, 12/07/2014 - 07:30

pravda99 - Anche lei fra quei lettori, forse "pagati" per criticare questa testata giornalistica? Se tanto mi da tanto.. In fondo ne esistono numerose di testate giornalistiche da leggere: ha libertà di scelta, naturalmente. E qui gliela concedono, mentre in altri quotidiani che sicuramente risulteranno a lei più graditi (anche per quello che io considero fregnacciume quotidiano), la bannatura contro chi NON canta in quel coro è assicurata.

Duka

Sab, 12/07/2014 - 07:49

Si certo però prima occorre avere un cervello-

onurb

Sab, 12/07/2014 - 08:50

Negli anni '50, quando frequentavo le elementari, ebbi come insegnante una signora per i primi due anni e un signore per gli altri tre. Tutti chiamavano maestra la signora e maestro il signore. Alle medie e al liceo, poi, gli insegnanti maschi venivano chiamati con l'appellativo professore, mentre le femmine con l'appellativo professoressa. Il mio attuale medico di famiglia è una donna: tutti la chiamano dottoressa e non dottore. Il termine presidente è invece indeclinabile, forse perché è il participio presente del verbo presiedere. In ogni caso quello della Boldrini è una battaglia persa: la lingua si forma non con imposizioni dall'alto, ma con le consuetudini del vivere quotidiano.

onurb

Sab, 12/07/2014 - 08:57

pravda99. E' esattamente ciò che pensavo dei rossocriniti: butta lì una notizia come ballon d'essai e stai tranquillo che quelli reagiscono sempre allo stesso modo: da maestrini che devono insegnare le buone maniere a quegli zoticoni di destra.

AugustoCo

Sab, 12/07/2014 - 09:13

Concordo pienamente la battaglia liberale della Boldrini. Mi meraviglio che questo giornale che si dice liberale sia così fazioso nei confronti della sua iniziativa

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 12/07/2014 - 09:16

al cabaret se ne sentono di migliori , ottima quella di ''eloi'' !

pilandi

Sab, 12/07/2014 - 09:17

marghitos, guarda di insulse ed inutili ci sono già la Carfagna, la Ssntanchè, la Gelmini, la Picierno, la De Girolamo... trova altri aggettivi, questo ormai é inflazionato...

Ritratto di CompariDiMerenda2

CompariDiMerenda2

Sab, 12/07/2014 - 09:37

boldrina, la Casta in tutta la sua arroganza

Raoul Pontalti

Sab, 12/07/2014 - 09:38

Ha ragione la Boldrini questa volta: il maestro e la maestra, il ministro e la ministra, il consigliere e la consigliera, il presidente e la presidente, l'avvocato e l'avvocata, il giudice e la giudice (o la giudicessa dal latino seriore iudicissa), etc.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 12/07/2014 - 09:51

Parola di Dio Padre: "Non desiderare la donna d'altri". Infatti una donna senza proprietario è posseduta da tutti. In tal caso, dov'è la famiglia? Dov'è la stirpe?

vintal

Sab, 12/07/2014 - 10:25

Premesso che per insegnare a scrivere ai giornalisti italiani è sufficiente un bambino di 3^ elementare (nemmeno troppo sveglio!), la papessa farebbe bene a tornarsene nei suoi uffici dorati dell'ONU, tanto comunque la continueremo a pagare noi ...

ASTOLFO

Sab, 12/07/2014 - 10:28

La Boldrini non può saperlo, poveretta, ma il precedente cui si ispira è la bonifica della lingua italiana bandita dall'Accademia (fascista) d'Italia per depurarla dai forestierismi. In questo caso si vuole d'autorità (l'autorità della Boldrini, figuratevi, non quella dell'Accademia!) stabilire quali siano le parole più appropriate da usare. Delirio di onnipotenza e di scemenza!

albertzanna

Sab, 12/07/2014 - 10:33

PER PILANDI - sempre parziali e di parte voi sinistri, eh?? E delle comparsate continue ed insulse della Boschi, della Madia, della Finocchiaro, per non parlare delle altre donne di potere del PD, vietato parlarne, vero??? AZ

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 12/07/2014 - 10:50

Bussai alla portona; nell' altra mano reggevo la pagina de Il Giornale dove si leggevano le novità edittali sulla lingua italiana. Dopo qualche minuta venne ad aprirmi una signora che mi disse: “ dica pure a me, sono l' usciera, riferirò io alla sindaca, l' ascensora è guasta e lei dovrebbe farsi tre piane scarpinando; se preferisce, posso farle usare la citofona interna che sta nella mia gabbiotta, così ci parla direttamente; si accomodi pure sulla poltrona rossa”. Accettai, ma la corressi “ Guardi, signora usciera, preferisco quell' altro poltrone bianco accanto così posso appoggiare la blocca notes e usare il penno biro per prendere appunte”. “Faccia, pure, anzi, guardi: là accanto c' è una vocabolaria e se vuole può approfittare”. Mi ricordai, nel frattempo, che in quella stabile abitava una colonnella dell' aviazione che conoscevo dai tempi della scuola, memorabili davvero per via di una Presidesa molto severa. Io facevo la notaia da tempo, avevo fretta per un' appuntamenta in studia per stipulare nella prima pomeriggia un' atta di comodata e un' altra di cessione di usufrutta; le parti già c'erano e avrebbero portato loro la carta da bolla e si aspettavano due signore in qualità di teste fidefacenti. Decisi di rinunciare all' incontra con la sindaca, era troppo tardi. Chissà come, mi venne in mente il film “Paradisa perduta”. Sentivo che mi stava accadendo qualcosa di sconvolgente: stavo dimenticando l' italiana. Per legge. Ma dovrò invocare la par condicio: voglio mettere al maschile i femminili. Non mi piace dover essere femministo coatto. E così siamo tutti più felici. Comincio da ora. Anche se mi si stanno già gonfiando un po' i palli.

onurb

Sab, 12/07/2014 - 10:53

Raoul Pontalti. Ma se lo scopo della battaglia della Boldrini (giustamente a questo punto CompariDiMerenda dice Boldrina) è quello di far rispettare la parità di genere, il ragionamento deve valere per tutti. Evito le facili ironie sul genere da utilizzare nel caso dei gay e mi limito al genere maschile. La Boldrini dovrebbe pretendere che fossero modificati tutti i termini di genere femminile che sono usati per indicare un'attività svolta da un maschio. Quindi a fianco alla guardia femminile dovremmo avere un guardio maschile, e alla sentinella il sentinello. Il che mi sembra, oltre che ridicolo, una stupidaggine bella e buona, perché, piaccia o no, la lingua si sviluppa anche in base a ciò che dicono le orecchie delle persone. E penso che nessuno vorrà mai chiamare guardio un soldato armato, posto all'ingresso di una caserma.

lino961

Sab, 12/07/2014 - 11:06

E figurati se i sinistrati non davano ragione alla monnezza,tra gay,drogati,terroristi,invasati,immigrati e chi più ne ha più ne metta,da un'orgia simile gli effluvi acri che ne escono non possono che contaminare la stabilità mentale!

scipione

Sab, 12/07/2014 - 11:08

"USARE IL LINGUAGGIO IN UN MODO O IN UN ALTRO E' UNA SCELTA POLITICA",oppure segno di una profonda stupidita'.

Guido_

Sab, 12/07/2014 - 11:17

Che articolo inutile, io ho sempre usato i termini "la presidente", "la signora avvocata" e così via discorrendo. L'italiano, oltre che ad essere una bella lingua, va rispettato nelle forme e nel significato delle sue parole, ben vengano quindi iniziative come quella promossa dalla Boldrini. Speriamo che un giorno tutti noi, a cominciare dai giornalisti, s'impari a esprimerci in maniera corretta.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 12/07/2014 - 11:30

pilandi 12/07 09:17 scrive: "… di insulse ed inutili ci sono già la Carfagna, la Ssntanchè, la Gelmini, la Picierno, la De Girolamo..." - - - Ovviamente è un suo giudizio che impegna solo lei. Noto però che non ha nominato la Bindi; palesemente non insulsa, non inutile e soprattutto più bella che intelligente.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 12/07/2014 - 11:33

BOLDRINI ? Un nome tante desinenze-nze-nze-nze-nz..............-

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 12/07/2014 - 12:06

In effetti la Boldrini E' un'ossessione, ma solo per voi de Il Giornale e per i vostri affezionati lettori. Premesso che ritengo la discussione in oggetto assolutamente di importanza secondaria (è un modo elegande per dire che "non me ne può fregare di meno"), forse avete rimosso dalle vostre menti che, così come pure riportato nell'articolo, "...ha portato il suo saluto al convegno organizzato a Montecitorio dalla rete di giornaliste "Giulia" per presentare "Donne, grammatica e media", una guida realizzata ad uso delle redazioni". Cioè, sempre che la lingua italiana abbia ancora un significato, non trattasi di una sua iniziativa ma di altre giornaliste (al femminile) alla quale, casomai, lei ha fornito il suo appoggio. Comunque continuate pure a darle addosso in maniera preconcetta... in tempi di vacche magre i vostri sudditi si accontentano di poco per esaltarsi.

zuma56

Sab, 12/07/2014 - 13:28

Viene da domandarsi se questa, con tutti i problemi che ha l'Italia, tra cui la sua infausta presenza, non abbia qualcosa di meglio di cui occuparsi. Comunque, almeno questa volta, la Boldrini è riuscita a stupirmi; è riuscita ad avere un' idea, un'idea stupida ma pur sempre un'idea. Incredibile !

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 12/07/2014 - 13:33

Laura Boldrini e il vademecum per i mestieri declinati al femminile professoressa d'Italiano ( o imita il grande Peter Sellers che interpreta Ispettore Clouseau in la pantera rosa, mentre la Presidentessa sempre più in declino diventa solone? Se l'hai votata...e io pago, anche le sue lezioncine? Pensaci Giacomino.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 12/07/2014 - 14:50

DREAMER_68. Che dolce che è Lei verso noi ossessionati sudditi lettori del Giornale. Ed anche molto “elegande”, visto, tra l' altro che a Lei “non gliene può fregare di meno!” Perfettamente lecito, visto che Lei non prende una barca di nostri soldi e anacronistici privilegi per occuparsi di ben altro che di buttare in politica pure la nostra lingua.

pastello

Sab, 12/07/2014 - 16:00

A volte mi chiedo perché un gran numero di personaggi come la Boldrini abbiano avuto la fortuna di venire al mondo in Italia. Un gran culo per loro e una grande sfiga per noi.

lino961

Sab, 12/07/2014 - 17:01

X nuvmar > GRANDE!

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 12/07/2014 - 17:11

pravda99, quando riuscirai a capire o comprendere sara' troppo tardi,indi per cui liberaci dai tuoi commenti obsoleti da nostalgico comunista e vai in korea del nord che il paradiso in teraa si trova li.Pirla

Ritratto di chris_7

chris_7

Sab, 12/07/2014 - 17:27

Perché hanno chiuso i manicomi??? Adesso abbiamo pazzi da tutte le parti, anzi, pazze da tutte le parti. Si salvi chi può dall'ignoranza e dalla presunzione di questa donna completamente andata. è la vergogna del genere femminile!

Joe Larius

Sab, 12/07/2014 - 17:31

Perdonatemi, sono un milanese di vecchia fabbricazione. Un imbecille nel nostro linguaggio atavico è un "pirla", vocabolo inesorabilmente maschile che definisce anche un attributo cosi altrettanto inesorabimente maschile che più maschile non si può. Tralascio le implcazioni del vocabolo con "o" finale che ha validi addentellati maschili da serie A. Mi torna in mente la barzelletta su Mussolini che voleva volgarizzare obbligatoriamente la parola "ano" in tutte le sue accezioni. La faccenda fu messa subito da parte: gli esperti giudicarono che per quanto riguardave la monarchia non c'erano ostacoli: es. "Gran Ciambellano", ma con la Chiesa e con lo Stato del Vaticano, e tutte le città che finivano in "...ano"? Ci fosse stata la Boldrini !!

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 12/07/2014 - 17:47

Ora la Boldrini può dormire sonni tranquilli avendo ottenuto l'imprimatur di Pontalti, il cui elenco tuttavia avrebbe potuto continuare con : ignoranta, ebeta, imbecilla, deficienta/deficientessa, etc. – A questo punto mi attanaglia comunque un dilemma; come cacchio si metta al maschile e rispettivamente al femminile, oltre a quanto sopra indicato : pilota, comandante, astronauta, idiota, autista, conducente, etc, etc. – (3° invio)

semelor

Sab, 12/07/2014 - 18:50

Ma la signora Boldrini non sarà per caso una parente di Arrigo Boldrini famoso per la strage di Codevigo? Diventato poi deputato PCI del nostro Parlamento. Ammazz... Che personaggi.

giuly dx

Sab, 12/07/2014 - 18:59

Forse un bravissimo psicologo, non certo quel demente di Gad Lerner, lavorando molto potrà aiutare la Boldrina che a me più che una femminista mi sembra una virago mentre per Raoul Pontalti, pravda99, il patetico Dreamer_66 oltre al solito povero luigipiso neppure i più bravi psichiatri del mondo uniti in team potrebbero avere chances di successo perché per la loro patologia "la cojonaggine cronica acuta" non c'è alcuna cura, un consiglio gratuito: "suicidatevi" per il bene di chi vi sta vicino sempre ché possano esistere davvero dei poveracci che vi sopportano da vicino.

GMfederal

Sab, 12/07/2014 - 19:15

ma se lo vada a cacciare nel...!!!

Ritratto di gianni2

gianni2

Sab, 12/07/2014 - 19:35

Ma cosa aspettiamo a cacciarla a calci? Non lavora per gli italiani, ma solo per i gay, gli invasori, i drogati e tutta la feccia che occupa l'Italia. Ruba un megastipendio.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 12/07/2014 - 19:35

Laura Boldrini, emigra, non servi al Paese.

antonio54

Sab, 12/07/2014 - 19:47

Questo sì che è un problema vitale per l'Italia. Piuttosto, perché non pensa ai clandestini ci stanno invadendo, e ci costano una montagna di soldi, anziché attaccarsi a delle sciocchezze...

Aristofane etneo

Sab, 12/07/2014 - 19:51

L'Italia è nella merd# e questa, indifferente, con protervia, dall'alto dello scranno su cui è stata sistemata grazie ad un uso truffaldino delle "regole democratiche" insiste a volerci imporre un nuovo modo di comunicare, facendo strame della lingua italiana. A mio parere, vuolsi così colà dove si puote: l'imposizione della sua presenza e delle sue esternazioni, come la volontà degli schiavisti nostrani e non di obbligarci a mantenere e curare migliaia di disoccupati senza documenti provenienti da altre Nazioni mentre i nostri connazionali si suicidano o vivono nell'indigenza, sono solo provocazioni perché i potentati che comandano in Italia vogliono vedere l'effetto che fa sul popolo bue.

areolensis

Sab, 12/07/2014 - 19:59

In generale detesto il modo di pensare e gli atteggiamenti della Boldrini. Ma in questo caso mi trovo d'accordo con lei, non tanto per le ragioni da lei enunciate, ma proprio per ragioni linguistiche. Nessuno si è mai scandalizzato quando la signora 'dirigente scolastico' veniva chiamata "la preside". Perchè si dovrebbe trovare una frase come "la presidente Boldrini è inadeguata alle sue funzioni" meno corretta di "il presidente Boldrini è inadeguata (o inadeguato?!) alle sue funzioni"?. Non sarebbe meglio evitare, dove è possibile senza stravaganze, che la formulazione linguistica litighi con la realtà che vuole comunicare? Non sarebbe meglio evitare certi scambi di sesso (oh, chiedo venia, volevo dire "di genere")?

claudio63

Sab, 12/07/2014 - 23:29

dREAMER 66 mi perdoni, e perdoni la faciloneria con la quale una massa di ignoranti si butta su battute banali sul come definire gay o quant'altro. rimane comunque il fatto che di questa presidenza noto con terrore i seguenti punti: 1) appoggio e supporto ad una iniziativa minore, che ricorda le fascistissime Italianizzazioni dei tempi che furono. 2) In ogni caso non ho ancora avuto modo di sentire tra i difensori della Presidente indicare quali iniziative, relative alla difesa delle piu' deboli , come le figlie di immigrati di origine pakistana od indiana, nate in italia che praticano la infibulazione grazie ad una ipocrita commistione tra asl e dottori che eseguono questa orribile mutilazione. Oppure parlare dell'obbligo di scolarizzazione delle femmine anche e sopratutto per figlie di immigrati la cui tradizione culturale, religiosa o che altro, porta queste povere disgraziate ad essere escluse dai piu' elementari diritti acquisiti nella nostra societa'. per non parlare delle vittime di abusi da parte di fratelli e sorelle per castigare e lavare il cosiddetto onore della famiglia,e i casi delle cronache ne sono pieni.... ma perche di questo la terza carica dello stato, proprio in forza della sua ferma ideologia e passione , non ne parla? aspetto un suo commento al riguardo. per il resto, sono d'accordo con lei, e' prioprio del vuoto pneumatico che rimane dentro e fuori di questa importante carica dello stato che si parla perche di altro, ahinoi, non si puo' proprio parlare.

pitagora

Mar, 16/09/2014 - 18:13

la voce stipendio declinata al maschile però non la rifiuta Boldrini. Suvvia abbia coraggio!Anche i cognomi al femminile: lo cambi. Poi pace è femminile quindi si deve dire "paca o pac"?.