Quel lusso privato (e ben nascosto) del Compañero Fidel

Austero rivoluzionario in pubblico, ma il líder máximo era un gaudente

Lusso, yacht, isola privata, milionario secondo Forbes, il compagno Fidel amava la bella vita, che il suo popolo non poteva permettersi, e le belle donne. In pubblico rivoluzionario duro e puro, in privato era un po' come Tito, il dittatore jugoslavo più monarca che proletario.

Il velo su questo aspetto poco conosciuto del lìder màximo è stato alzato dal tenente colonnello Juan Reinaldo Sanchez, uno dei suoi pretoriani, che gli ha coperto le spalle per 17 anni. «Lasciava intendere che la rivoluzione non gli dava tregua, nessun piacere, che ignorava e disprezzava il concetto borghese di vacanza. Ha mentito», si legge nel libro di Sanchez «Doppia vita di Fidel Castro». L'autore, rifugiato a Miami, è morto lo scorso anno, quando il libro era in stampa. Gli anticastristi sospettano che sia stato avvelenato dagli agenti di Cuba. Il regime aveva bollato le sue memorie come «propaganda della Cia».

Sanchez rivela di aver scortato più volte Fidel a Cayo Piedra, un isolotto a sud della Baia dei Porci trasformato in un «paradiso terrestre», ma off limits per i cubani. Una specie di isola di Brioni, che il maresciallo Tito aveva di fronte alla cosa istriana. Castro ospitava gli ospiti come Gabriel García Márquez e amava salpare per l'isola con lo yacht Aquarama II, in raro legno angolano, che gli era stato regalato dal boss comunista sovietico Leonid Breznev. Cayo Piedra, oltre ad un eliporto e residenze di lusso, ospita delfini e tartarughe per intrattenere gli ospiti come il fondatore delle Cnn, Ted Turner, e l'ultimo leader della Germania Est, Erich Honecker.

Il lìder màximo sorseggiava whisky Chivas regal invecchiato di 12 anni e amava il film Guerra e pace, ma in versione sovietica lunga e pesante. Sull'isola ribelle aveva a disposizione una ventina di case ed il suo pseudonimo guerrigliero era Alejandro, come Alessandro il Grande. «Era convinto che Cuba fosse di sua proprietà» ha scritto Sanchez, che è rimasto al suo fianco fino al 1994. La residenza più nota di Fidel era l'Unità 160 o Punto Cero, una specie di compound-fortezza. Nelle residenze all'Avana non si faceva mancare nulla, compresa una pista da bowling, un campo di pallacanestro, piscine, Jacuzzi, sauna e un piccolo ospedale personale. Sanchez rivela che per timore di venir assassinato dalla Cia girava sempre con un paio di donatori del suo sangue A negativo.

La rivista Forbes ha inserito Castro nella famosa lista mondiale dei milionari definendolo «uno dei più ricchi fra re, regine e dittatori». L'accostamento fece infuriare il lìder màximo. Fidel si scagliò per ore in tv contro queste rivelazioni sostenendo sempre che viveva con una manciata di pesos al mese come gran parte dei cubani. In realtà le stime della fortuna personale di Castro si aggirano attorno ai 900 milioni di dollari. Osservatori occidentali sospettavano che controllasse non solo numerose imprese di Stato, ma anche una piccola miniera d'oro. Manuel de Beunza, che è fuggito dall'isola, ma aveva lavorato nel settore finanze del ministero dell'Interno, sostiene che le cifre di Forbes siano solo una parte del tesoro. Castro avrebbe controllato addirittura una banca in Inghilterra e fatto mettere in piedi 270 società in giro per il mondo.

Oltre agli agi della vita «capitalistica» Fidel amava le belle donne e ha avuto diverse mogli, amanti e almeno otto figli. Sanchez, l'ex guardia del corpo, sostiene che «mentre il suo popolo soffriva Fidel Castro ha vissuto in tutta comodità. E lo stesso valeva per i suoi otto figli, le molte amanti e le mogli. Il tutto avvolto dal segreto».

www.gliocchidellaguerra.it

Commenti

milan1899

Ven, 02/12/2016 - 08:37

come toda la gente de izquierda......dicono una cosa e poi ne fanno un' altra ipocriti !!!!

cgf

Ven, 02/12/2016 - 08:41

sono almeno 20 anni che circolano queste voci, sempre bollate come voci, ma mai nessuno che abbia potuto controllare, anzi...

Renzaccio

Ven, 02/12/2016 - 09:21

"Hasta la victoria siempre" non recitava così la famosa frase del suo alleato e compagno, Ernesto Guevara detto Che. Reali esempi di coerenza e devozione per la causa, e quindi gridiamo tutti in coro: hasta il dinero siempre. Per coerenza si intende!

Ritratto di gammasan

gammasan

Ven, 02/12/2016 - 09:47

Le persone normaili, in casa, vestono abiti modesti e per uscire "si cambiano" indossando l'abito buono. Se invece uno fa di mestiere il dittatore, in casa, indossa abiti di lusso e vive fastosamente; quando esce, si copre di stracci, fa il poveraccio...e molti ci credono! Specialmente quelli che hanno portato il cervello all'ammasso!

eko99

Ven, 02/12/2016 - 09:50

Altro che mito, altro che rivoluzionario è stato solo un becero dittatore comunista come tanti sparsi per il mondo, che non ha esitato nemmeno un attimo ad affamare il proprio popolo riducendo Cuba ad un paese da terzo mondo per rimanere al potere. Spero stia marcendo all'inferno.

46gianni

Ven, 02/12/2016 - 09:54

ma i compagni non si smentiscono mai

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 02/12/2016 - 10:22

Embeh? 'ndo sta la novella? La cupidigia e l'amor proprio di una persona sono un mix che può far esplodere il mondo. E meno male che dopo satrapi, imperatori e signorotti sono arrivati i comunistazzi a completare il quadretto delle "facce d'angelo" esemplari dell'Homo Sapiens.

Vigar

Ven, 02/12/2016 - 10:56

....Secondo le migliori tradizioni del comunismo(rivoluzionario e non!).

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 02/12/2016 - 11:20

e sorseggiava Chivas Regal? addirittura? 12€ a bottiglia? che lusso sfrenato... e gli yacht dove sarebbero? tutto fumo, non un nome un dato...l'importante è che i bananas abbiano qualcosa per poter dire: tutti uguali questi comunisti... abboccate pure, altrimenti la vostra esistenza perderebbe di significato

elio2

Ven, 02/12/2016 - 11:21

Soliti comunisti, dove in tanti devono patire, perché solo pochi possano godere, ecco perché nessuna persona intelligente è, e mai sarà di sinistra.

Marcobaggio

Ven, 02/12/2016 - 11:35

Ha tirato un bel bidone ai fessi comunisti che scambiavano la fame patita con la rivoluzione per un mondo migliore.

Jimisong007

Ven, 02/12/2016 - 11:43

Chi dice che il comunismo non porta ricchezza?

jenab

Ven, 02/12/2016 - 11:44

sicuramente come dittatore viveva un po meglio degli altri, ma stranamente nulla di quanto riportato nell'articolo è mai stato verificato/confermato. Se cosi fosse sarebbe più un dittatore di destra...

AndreaT50

Ven, 02/12/2016 - 11:52

E' sempre la solita storia dei compagni: cuore (si fa per dire) a sinistra ma i soldoni (con tutte le comodità conseguenti)bene a destra. Ma và!

honhil

Ven, 02/12/2016 - 12:20

Un perfetto comunista.

mariod6

Ven, 02/12/2016 - 12:26

Ma c'è ancora chi si meraviglia ?? I rivoluzionari come Castro, Chavez, Tito, Honecker, Hoxxa, Arafat, ecc. ecc. fanno fare la fame al popolo in nome della rivoluzione a tutti i costi, ma loro e le loro famiglie e sodali se la spassano a suon di miliardi. tanto mica sono soldi loro, sono del popolo rivoluzionario.... e pirla.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 02/12/2016 - 12:36

@eko99: tra i vari ignoranti, lei spicca assolutamente; per informarsi vada sul sito della CIA "World Data" e scoprirà che Cuba ha statistiche sanitarie, culturali e educative inferiori solo a Canada e USA nelle Americhe (anzi, il tasso di mortalità infantile è più basso che negli states), per non parlare con i paesi vicini, Haiti, Guatemala, Nicaragua, Honduras, che sono messi molto ma molto, ma molto peggio. continuate pure a brancolare nella vostra rassicurante ignoranza....

elio2

Ven, 02/12/2016 - 12:42

Eppure nonostante tutto ci sono sempre i soliti compagni a cui è vietato intendere e volere, pronti a difendere i miti falsi del comunismo. Solo 3 anni fa lo stesso leader maximo aveva dichiarato in un'intervista che il comunismo aveva fallito ovunque, però per gli utili idioti la spina dorsale della strampalata e sempre fallimentare ideologia comunista, resta sempre l'obbligo da difendere.

Duka

Ven, 02/12/2016 - 13:29

Eppure abbiamo avuto un ITALIANO che lo ha OMAGGIATO.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 02/12/2016 - 13:38

Non vedo alcuna novità. L'importante non far sapere ai quattro fessi sinistri sostenitori come vivesse questo squallido dittatore. I sinistri sono soliti ingannare le masse per fini personali, come sempre. Come diceva pure quel tizio con il discorso della montagna? Beati i poveri di spirito, che attualizzato significa beati quelli che non capiscono un cazz..

rossini

Ven, 02/12/2016 - 13:43

E vi meravigliate? Ma non lo sapete che i komunisti hanno il cuore a sinistra e il portafoglio a destra? Per loro è sempre valido il detto del Marchese del Grillo: "io sono io, e voi non siete un xazzo".

timoty martin

Ven, 02/12/2016 - 13:48

Tutti i comunisti hanno una cosa in comune: la propensione ad utilizzare tanti, tantissimi soldi pubblici per piaceri personali; ma anche quella di incitare all'altruismo, alla carità (per loro!), alla condivisione delle risorse finanziarie, etc. Insomma tutti predicano bene ma razzolano malissimo. Una vergogna.

Malacappa

Ven, 02/12/2016 - 13:50

Perche' non mi sorprende,il fratello e' uguale.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 02/12/2016 - 13:53

La sua villa, dove viveva con tutta la tribú, nel lusso piú sfrenato. Cuochi che preparavano le piatanze alla carta. Uno stuolo di pretoriani a proteggerlo; una clinica a sua completa disposizione con uno staff medico a disposizione le 24 ore. Nello stesso tempo al Parque Trillo le massaie facevano a cazzotti per due libbre di patate; vecchietti incontinenti che se la facevano addosso e mentre i liquami scendevano lungo le magri gambette ,quel biscaro non forniva loro i pannoloni, loro facevano la fila per ricevere una rosetta da 40 gr in quell'asqueroso panificio di calle Hospital (visto con i miei occhi) ; ammalati che da casa dovevano portarsi le lenzuola, cuscini, cibo e pure le siringhe. E mentre accadeva tutto questo lui viveva nel lusso.

paco51

Ven, 02/12/2016 - 15:14

Siete mai stati in un alimentari a Cuba? tengono il riso in bidoni dove da noi neanche il cibo per cani va bene tenere! Pesano l'olio nella bottiglia come a noi nel dopoguerra. praticamente un Governo RENZIO a Cuba, tra poco col bischero al governo noi finiremo così.

acam

Ven, 02/12/2016 - 17:45

una sola domanda, vale tanto la pena di continuare a far pubblicità a un figuro come lui?

BUBUCCIONE

Ven, 02/12/2016 - 18:17

@@@ bassfox (h,12:36)…. ……..già che portare Cuba come “modello”, a livello quasi di Usa e Canada, significa essere gravemente malato di ideologia komunista!! Scommetto che sopra il letto oltre alla bandira rossa hai un quadro raffigurante la falce e martello, ti vesti col colbacco sovietico, e appena alzato alzi il pugno verso il cielo cantando bandiera rossa la trionferà……… povero pataca fatti vedere da uno bravo, ne hai certamente urgenza hahahahhihihihihhahahahsahahhhahahhah

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 02/12/2016 - 18:52

@bassfox, già un vero paradiso per i cubani, difatti avevano un reddito pro capite tra i più bassi al mondo. Lo sappiamo che a voi comunisti piace far soffrire il popolo, metterlo alla fame e bastonarlo. Non c'era bisogno di ricordarlo. lo sanno tutti.

Maura S.

Ven, 02/12/2016 - 20:11

Nihil sub sole novum, Tutto il mondo è paese, come i comunisti sono uomini come tutti gli altri nell' approfittarsi del favori che il lusso gli concede fregandosene di chi è alla fame. Non c'è Castro che tenga, questa è la natura umana!!

tzilighelta

Ven, 02/12/2016 - 20:46

Ciao piccola Maura S. ma lo sai che questa volta sono d'accordo con te, abbiamo trovato un inCastro che ci lega idealmente, per ora! Un saluto

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 02/12/2016 - 20:47

@bassfox, spero che tu sia ben pagato per fare queste affermazioni, ho parenti che frequentano Cuba da anni ed i loro racconti fanno rabbrividire, uno per tutti: i medici cubani guadagnano meno di 100 dollari al MESE e sono costretti ad un secondo o terzo lavoro per poter mangiare attingendo al mercato nero, visto che con la tessera annonaria (quella che noi avevamo durante il fascismo) morirebbero di fame.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 02/12/2016 - 23:25

Bassfox io ci ho vissuto per quasi un anno e mezzo in centro habana e quello che scrive il giornale é vero. Anzi peggio. Sei solo un mentecatto. Ho visto con i miei occhi come vive il cubano. Il 100% dei giovani ha un solo anelito: scappare con qualsiasi mezzo. Per loro non c'é alcun futuro.Sai quale é la paga media di un cubano: dai 15 ai 20 CUC piú o meno 15/20 Usd. Ho conosciuto tante persone ed ho conosciuto a quale risultato li ha portati quel satrapo tamarro dopo 56 anni di dittura marxista. Sai quanto é la canasta basica che gli passa il governo negli spacci popolari. Con quello che gli danno tu non mangeresti nemmeno per tre giorni. E loro devono campare per tutto il mese. Meno male che tutti hanno qualcuno negli Usa che gli invia denaro.

manfredog

Sab, 03/12/2016 - 00:54

..da che mondo è mondo uno dei modi più facili per diventare ricchi è quello di portare in giro i poveri, raccontando loro Castronerie..!! mg.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 01:17

cgf Ven, 02/12/2016 - 08:41....E' evidente che non hai conosciuto Alina Fernandez...Io sí...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 01:21

bassfox Ven, 02/12/2016 - 11:20....Mancava il commento del solito illuminato!! Lei, probabilmente, conosce Cuba come io conosco Plutone....Le posso garantire che Cuba non sente la mancanza del rivoluzionario morto...12€ per una bottiglia,ammesso che costi 12€, quando la gente muore di fame sono molti, anzi troppi...Persino uno ridotto come lei dovrebbe capirlo...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 01:27

bassfox Ven, 02/12/2016 - 12:36....In quanto a ignoranza, la cintura nera è sua, senza dubbio....I cubani stanno talmente bene a Cuba che si azzuffano pur di poterci tornare,anche a nuoto, dalla Florida, dall'Italia, dalla Spagna...E.A.

Silvio B Parodi

Sab, 03/12/2016 - 01:50

sono stato a Cuba in paio di volte, ,,,una miseria nera.. ragazzine di 15 anni che si offrono ai turisti per 5 dollari, lo sapevate???? lo sapevate che per comprarsi un dopobarba si facela la codae l'isola privata di Fidel esisteva eccome se esisteva, e anche la barca privata di breznev I cubani sapevano , ma se avessero parlato sarebbero finiti in galera, cari comunisti vi hanno fregato e vi stanno fregando tuttora, ma aprite gli occhi!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 03/12/2016 - 05:47

Se in una tavola imbandita di 4 commensali, uno si mangia 4 polli e gli altri 3 nessuno,per le statistiche ognuno ha mangiato 1 pollo. Questo è il KKKOMMUNISMO (tutti uguali,forse)

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 03/12/2016 - 10:49

#bassfox.SE; TU SEI CAPACE DI TROVARE IL CHIVAS REGAL A 12 EURO ALLORA IO TI PREGO DI MANDARMI 4-5 CASSE PERCHE QUI IN GERMANIA QUESTO WHISKIY COSTA SUI 25-30 EURO; É SE TU TROVI QUESTO WHISKIY A 12 EURO IO TE LO PAGO A 15 EURO! CERTO CHE TU RACCONTI MINKIATE GRANDI COME UNA CASA! MA PERCHE TU NON VAI A VIVERE A CUBA SE IN QUESTA ISOLA SI STÁ COSI BENE? VAI FRATELLO VAI CHE I FRATELLI CASTRO TI ASPETTANO!.

Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Sab, 03/12/2016 - 11:05

rispondo a CGF Ho avuto una esperienza personale della realtà comunista: poco prima che eliminassero Ceausescu mi trovavo in Romania per lavoro. In un giorno non lavorativo, accompagnato da alcune persone che lavoravano nella fabbrica in cui dovevo svolgere il mio incarico, mi sono recato in un luogo di campagna presso un lago, luogo d' origine del padre di uno dei miei accompagnatori. Questa persona era senatore. Per lui non valevano le regole di austerità a cui dovevano sottostare i comuni mortali e, sfacciatamente, me lo faceva notare per darsi importanza. I caporali sono sempre caporali e non semplici uomini, come diceva la buonanima di Totò, anche nei regimi di sinistra.

Ritratto di Vincenzo Morganti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 12:35

-------proprio ieri l'altro ho terminato di leggere un libro di John Pollard----"Money and the Rise of the Modern Papacy"-----questo libro mette in luce i collegamenti tra la ricchezza dello stato pontificio e l’eredità di Benito Mussolini, che nel 1929 avrebbe regalato un patrimonio enorme alla chiesa di Roma per ottenere il riconoscimento del regime fascista dalle gerarchie ecclesiastiche--patrimonio di mussolini che era sterminato frutto soprattutto di confische immobiliari e patrimoniali fatti pretestuosamente e con violenza----hasta

mariod6

Sab, 03/12/2016 - 15:10

@ elkid - e questo cosa c'entra con Cuba e il buon satrapo Fidel ?? Prima della caduta del muro dell'europa dell'est ho dovuto viaggiare per lavoro in Cecoslovacchia, Bulgaria, Romania, Polonia e Ungheria. In confronto a questi paesi i cittadini europei più poveri e diseredati stavano al Grand Hotel. Ha mai visto un mercato per i residenti nei paesi dell'Est Europa ai tempi di Breznev ???

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 15:37

elkid Sab, 03/12/2016 - 12:35...Lei è di una partigianeria sconvolgente!! Siccome NON PUO', oggettivamente, difendere il BASTARDO castro, preda ormai dei vermi, si rifá gettando ombre e fango sul Duce d'Italia...Non riesco nemmeno a compatirla...provo solo un gran disprezzo per lei e per tutti coloro che la pensano come lei...Un sentimento di cordoglio e solidarietá ai suoi parenti: loro sí sanno quanto è amara la vita, essendo obbligati a vivere vicino ad uno come lei...E.A.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 18:16

-------nestore55-----volevo solo dire che una dittatura è una dittatura punto---a prescindere dai colori---ed una dittatura ha dei lati negativi (molti) e dei lati positivi(alcuni)-----ancora oggi ci sono in italia molti nostalgici del regime----ci sono gruppetti politici di estrema destra che si rafforzano si danno una finta ripulita e tentano anche di entrare in parlamento--ogni riferimento a casapound è puramente voluto---per costoro la figura del dittatore non è certo negativa----se difendiamo il loro pensiero dobbiamo farlo anche nei confronti di chi ancora oggi ritiene fidel un grande statista----si tratta di avere un pensiero biunivoco--io ritengo che fidel sia stato uno dei pochi che sia riuscito a non soccombere all'imperialismo americano--del quale imperialismo anche l'europa oggi comincia ad assaggiarne il sapore----