Luttwak detta le condizioni ​agli imam e ai musulmani

Luttwak: "La prima cosa da fare è obbligare gli imam a tenere i loro sermoni nella lingua del Paese che li ospita"

"La prima cosa da fare è obbligare gli imam a tenere i loro sermoni nella lingua del Paese che li ospita". A dirlo, in una intervista a Il Giorno, è il politologo Edward Luttwak, che espone le sue idee chiare per prevenire il terrorismo.

E nel caso in cui gli imam non si volessero piegare alla misura, "un bel giorno si presentano i vigili del fuoco e scoprono che gli impianti antincendio non sono a norma. La moschea o il luogo adibito al culto vengono chiusi per ragioni di sicurezza". Il politologo poi pone altre condizioni ai musulmani che chiedono più moschee: "Non diventino luoghi di indottrinamento radicale e di reclutamento per la jihad. La seconda: la reciprocità. Governi come quello saudita che finanziano le moschee in Europa debbono impegnarsi ad autorizzare la costruzione di chiese nei loro Paesi, dove ci sono cristiani senza chiese".

Infine l'attacco a papa Francesco in merito al fatto che non siamo di fronte a una guerra di religione: "Il Papa dice che a motivarla sono gli interessi economici. Che è la povertà e non il fanatismo ad armare la mano degli attentatori...che cosa si aspettava da uno che segue un determinismo marxista da due soldi? Intendo dire che Papa Bergoglio proviene dagli ambienti intellettualoidi di Buenos Aires. Quelli che a suo tempo sostenevano la teologia della liberazione di padre Torres, ovvero la guerriglia per rimediare alle ingiustizie sociali".

Commenti

Renee59

Dom, 31/07/2016 - 10:11

La condizione della reprocità...essenziale per comprendere lo scopo che hanno. In caso contrario mandarli a casa e ospitare solo i cristiani da loro perseguitati.

Cheyenne

Dom, 31/07/2016 - 10:33

condivido pienamente, questo pseudopapa deve andarsene ha già combinato danni normi

ambrogiomau

Dom, 31/07/2016 - 10:43

SIAMO DESOLATI NOI ITALIANI SIAMO SOLI E ABBANDONATI ALLE FARNETICAZIONI DI IMBROGLIO E RENZI SEMBRA CHE IN ITALIA CI SIANO 2 MILIONI DI MUSULMANI CHI LI LI HA FATTI ENTRARE ? LA GUARDIA DI FINANZA SI E' MAI INTERESSATA AI LORO GUADAGNI ?

sparviero51

Dom, 31/07/2016 - 10:44

Non fa una piega !!!

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 31/07/2016 - 10:45

Luttwak ha più che ragione ma questo da solo non basta occorre una espressa, personale e pubblica rinucia a quei dettami del Corano che incitano, anhe con violenza, a combatere chi professa fedi diverse.Riconoscere l'uguaglianza e i diritti delle donne lasciando libertà di fede, cultura e abbigliamento.

ben39

Dom, 31/07/2016 - 11:43

Ha ragione Lutwak e se leggete l'articolo di Bernardo Valli su Repubblica vi renderete conto quanto sono ipocriti i proislamici questo genere di giornalisti con trascorsi sinistri da mercenari di guerra e articoli a giustificare l'attento dell 11 settembre...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 31/07/2016 - 11:48

Non basta!!!

TORO42

Dom, 31/07/2016 - 12:12

Luttwak sei grande e concreto. d'accordo su tutto

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 31/07/2016 - 12:33

Dunque qualcuno crede che predicare in italiano servirebbe a contrastare la diffusione del fondamentalismo. Finché lo dicono i piccirilli (scorie PCI) è accettabile, trattandosi di K@ZZ@t@, ma se lo dice Luttwak c'è da sorprendersi.

garibaldo

Dom, 31/07/2016 - 12:54

Inoltre dovrebbero accettare anche altre regole. Circoncisione praticata da personale regolarmente autorizzato. Uccisione e macellazione degli animali secondo le leggi vigenti (in Italia si può uccidere un animale sgozzandolo ?). La poligamia in Italia non è ammessa; dunque dovrebbe venir considerata come moglie solo la prima donna sposata. Le eventuali altre in Italia sarebbero libere di muoversi vestirsi e agire come persone totalmente indipendenti e la loro libertà dovrebbe venir garantita da magistratura e forze dell'ordine..... che ne pensa la Boldrini ?

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 31/07/2016 - 12:55

Anche Lutwack non ha capito che non esiste un Islam più o meno radicale. L'Islam è il Corano di Maometto e il Corano per i Musulmani è la parola di Dio e Allah che vuole la conversione,o lo sterminio e la schiavitù di tutti gli infedeli. Tutti dovranno dire: "Non c'è altro dio che Allah e Maometto è il suo profeta" Chi non dice questa frase è destinato a fare la fine suddetta:o decapitato o schiavo. Solo gli ignoranti o i cxxxxxi (di solito di sinistra) possono pensare che esista un Islam moderato.

piardasarda

Dom, 31/07/2016 - 13:05

ottime e validissime ma la migliore ed essenziale, seppure praticamente impossibile, è la reciprocità.

Tadoric39

Dom, 31/07/2016 - 13:28

Pensate che con renzino-alfanino si possa verificare la reciprocità ?

Tadoric39

Dom, 31/07/2016 - 13:36

Bisogna stare con il fiato sul collo a questa gentaglia ; due giorni fa ho ripreso un ragazzo, accompagnato dalla madre, che giocava con il pallone su una aiuola fiorita di un centro pedonale, con un urlo, per fargli capire che quello non va fatto. Mi ha risposto con qualcosa che sembrava un vaff. ma ha smesso subito di giocare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 31/07/2016 - 13:39

Se vanno a Napoli che lingua dovrebbero parlare, visto che parlono ancora come il medioevo? Non palianmo se vanno in Sardegna sasasasèssasa.

lorenzovan

Dom, 31/07/2016 - 13:50

jasper...se tu conoscessi un poco di storia sapresti che quello che asserisci e' completamente falso...anzi...c'era molta piu' liberta' religiosa nel mondo musulmano antico che in quello cristiano !!!! lo comprova l'esistenza di riti cristiani antichissimi in Siria e in Irak...riti che nel mondo cristiano occidentale sarebbero stati battezzati come eretici e apostati e i loro sotenitori bruciati sul rogo

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Dom, 31/07/2016 - 14:04

@jasper 12:55 - Concordo

Anita-

Dom, 31/07/2016 - 14:34

Che si lasci uno straniero come Luttwak dettare il comportamento degli Italiani, affermando pure falsamente che il Papa è uno sostenitore della "teologia della liberazione", indica bene quanto siamo caduti in basso. Vada a sciaquare i suoi panni sporchi nell'Hudson e non venga a disturbare i cervelli già molto deboli della politica italiana. E che il Giornale la smetti con lo zerbinaggio davanti agli stranieri, ci bastano i nostri idioti.

lorenzovan

Dom, 31/07/2016 - 15:02

ezechiel ...e te pareva che concordavi con jasper...dio vi fa e dio vi accompagna...lolololol..dalle vostre parti scuole non c'erano...no ???

alberto_his

Dom, 31/07/2016 - 16:01

Adesso prendiamo sul serio anche Luttwak... si sa chi è e cosa rappresenta

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 31/07/2016 - 16:20

ignoro della versatilità e del credo di costui, ma supponendo trattarsi di persona colta viene risibile il suo esame.Circa il suo mestiere, non commento, beato lui. E' la sua nozione sul giovine BERGOGLIO che mi porta a sospettare delle mire di cui rimane vittima: circa un cardinale eletto PAPA nessuno può dire cosa e qualche millantatore che sa tutto può impiegare il tempo a ripassare la storia di PIETRO.- nON MI PARE DI AVER PERSO GRAN CHE IGNORANDOLO.-

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 31/07/2016 - 16:22

CUANDO UNO DICE:- MA CHI E' COSTUI, KU-FU'.-

Raoul Pontalti

Dom, 31/07/2016 - 16:40

Quella dei sermoni nella lingua del paese ospitante è solo un'inutile fisima. Se una comitiva di tedeschi con prete al seguito celebra una cattolicissima messa al campo in una località italiana o si fa prestare una chiesa il rito è in lingua tedesca e nella stessa lingua è il sermone e nessuno mena scandalo, correlativamente io posso ascoltare la messa in italiano alla chiesa dei Salesiani a Teheran con relativa omelia, non devo sorbirmela in farsi (lingua ufficiale della Repubblica islamica dell'Iran). La lingua dunque non ha importanza, ha importanza ciò che viene effettivamente detto. Tra l'altro si è visto, che salvo il caso de siriano di Ansbach autoarruolatosi terrorista in risposta all'espulsione, tutti gli stragisti islamisti in Europa sono cittadini europei, nati in Europa o naturalizzati europei da giovanissimi e in pieno possesso della lingua del paese di cui sono cittadini.

steacanessa

Dom, 31/07/2016 - 16:51

Bravo!!!!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 31/07/2016 - 17:54

---Luttwak fa parte del club sionista-americano-imperialista che ha creato e sta creando proditoriamente tutto questo ---e adesso ci dà le soluzioni per come uscirne----pazzesco---hasta siempre

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 31/07/2016 - 18:20

@lorenzova: tu dici cose non vere. Se tu conoscessi la storia sapresti che solo 80 anni dopo la morte di Maometto un nuovo Impero musulmano aveva eliminato tutti i Cristiani che facevano parte dell'impero Bitantino del Medio Oriente, del Nord Africa, di Cipro e quasi tutta la Spagna. I soggetti conquistati avevano tre possibilità: o convertirsi all'Islam, o mantenere la loro religione ma diventare Kafir o Fhimmi essere cioè dei semi schiavi oppure la morte. Chi non si convertiva all'Islam dova pagare popi forti Tasse e agià llora Cristiani ed Ebrei dovevano portare Segni di riconoscimento (come avevano fatto i Nazisti), non potevano andare a Cavallo ma solo su Muli ed asini, nè portare armi (spade o lancie). Grandi stragi Cristiani ed aEbrei ebbero luogo a Granada, in Marocco a Cipro per non parlare die massacri perpretati in Persia, India,Afganistan. Le piccole comunità Cristiane erano sempre in pericolo di essere sterminate (come oggi). Studia ragazzo, studia.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 31/07/2016 - 18:25

Ben detto Luttwak, Bergoglio "segue un determinismo marxista da due soldi". Stiracchia il Vangelo e promuove una dottrina che puzza di eresia... Normale per uno che "proviene dagli ambienti intellettualoidi di Buenos Aires. Quelli che a suo tempo sostenevano la teologia della liberazione di padre Torres, ovvero la guerriglia per rimediare alle ingiustizie sociali". Non proprio quelli che piacevano a San Giovanni Paolo II... che vedeva la teologia della liberazione come fumo negli occhi. Evidentemente con il papa pampero la dottrina è cambiata.

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 31/07/2016 - 18:27

Idee chiare e consigli ottimi. Ovviamente non saranno seguiti.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 31/07/2016 - 19:10

lorenzovan pensa a fare il pensionato. Ti basti che in Grecia in un solo anno traducono più libri di quanti non ne siano stati tradotti in mille anni nel mondo arabo, statistica ufficiale Onu... Sabbia, tende, cammelli, sterco secco per accendere il fuoco e da un giorno all'altro rubinetti d'oro, ma libri, cultura, sapere... quasi niente. Punto.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 31/07/2016 - 19:11

dieci commenti = dieci visioni differenti di beoti che manco sanno da dove arriva. Non è saggio valersi dell'intuito per dare torto o ragione ad uno sconosciuto messo in luce da chi gioca nell'ombra. Egli potrà portare tutte le referenze ,e nessuno ci crederà, ma non può dire cosa sul PAPA,-. Il pontefice non è una marionetta governativa con cui spartire il malloppo, egli è '''PAPA'''!

Michele Calò

Dom, 31/07/2016 - 19:22

Raoul Pontalti# Tanto erudito ma non colto gesuiticamente impegnato sempre a rivoltare la frittata del buon senso in senso comunistoide e relativista. Ma riesce ancora a guardarsi allo specchio senza provare disgusto? Ogni suo intervento trasuda odio per l'Italia e gli Italiani, anche se celato in intellettualoidi espressioni, tanto formalmente ineccepibili quanto da azzeccagarbugli un tanto al chilo. Gesuitico. Appunto.

Linucs

Dom, 31/07/2016 - 19:35

Ah, si chiamano "politologi" adesso? Non mi fido degli imam, non mi fido neanche del naso del "politologo".

Raoul Pontalti

Dom, 31/07/2016 - 19:35

Certo che Luttwak ai bananas può raccontare ciò che vuole ché questi si bevono tutto. Nell'ambito della teologia della liberazione e dei suoi precursori (Camilo Torres appunto) il clero argentino è semplicemente assente, non annoverando alcuno tra ai protagonisti o anche comprimari di quel movimento teologico che invece era rappreseetato da cospicue personalità ecclesiastiche dal Brasile alla Colombia, dal Perù al Nicaragua. Dimentica altresì il politologo giudeo-yankee che Francesco è un gesuita, preparato da lunghi anni di studio, e in più vanta un'esperienza pastorale invidiabile anche quale vescovo della capitale argentina.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

paolonardi

Dom, 31/07/2016 - 20:35

Pontalti spara le sue cavolate giornaliere; poveretto si vede che il minculpop sovietico ha fatto una circolare a cui i fedeli della chiesa rossa devono credere come a dogma di fede.

un_infiltrato

Dom, 31/07/2016 - 20:40

A questo Zarathustra che si ostina a parlare come stanlio & ollio, preferisco l'originale Maurizio Crozza.

Ritratto di jasper

Anonimo (non verificato)

MgK457

Dom, 31/07/2016 - 22:09

La prima cosa da fare è vietare l'islam, dicendo forte e chiaro che il pluriomicida maometto è un falso profeta e la religione islamica un falso.

Anonimo (non verificato)

ziobeppe1951

Dom, 31/07/2016 - 23:42

Michele Calò ....non te la prendere con il trombato, poveretto, pensa che quando deve farsi un clistere,la pompetta la inserisce nelle orecchie perchè è il cervello che è pieno di cacca, non l'intestino

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 31/07/2016 - 23:50

Pontalti, tu ci chiami ''bananas. A parte il fatto che bananas , spagnolizzazione di banana, non significa un ciufolo dal momento che in castigliano le banane si appellano platanos e non bananas. Rammento quindi a tutti che il buon raul prof.avv.erudito pontalti fino l'altro giorno era consigliere comunale di Trento eletto nella lista di AN quindi ''bananas '' puro isso. Ora ha cambiato casacca e sta con il pd. Il che dice tutto.

ilconterenziz

Lun, 01/08/2016 - 00:02

bregoglio go home!!! grande Luttwack!!!

dakia

Lun, 01/08/2016 - 01:53

Questo è il nodo, la capitale argentina i cui abitanti si ritengono discendenti dei francesi e in tutta l'america latina sono invisi per il loro fanatismo a proposito in quanto si ritengono al di sopra del resto del continente, quindi cosa aspettarsi anche da Luttwak che ora dice una cosa a favore e l'altra contro? Guardiamo cosa sta già accadendo con i turki e diamoci una regolata su ciò che sarà fra poco con i resto di questa popolazione al riparo di chi nega l'evidenza.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 01/08/2016 - 11:00

@muvmar: ma quale Papa. Il Papa e Ratzinger Benedetto XVI