Madrid, sui mezzi a gambe chiuse

Il comune fa guerra ai cafoni (uomini). Spinto dalle femministe

Sarebbe una questione di educazione, di rispetto del prossimo: stare al proprio posto sui mezzi pubblici. Basterebbe entrare del resto in qualsiasi vagone di una metropolitana per accorgersi che non sono camere dei lord. Ma a Madrid ne hanno fatto una questione di principio, se non addirittura di guerra sessista. Il problema sarebbero gli uomini che si siedono sui posti di tutti come se fosse il divano di casa, con la gambe aperte, praticamente stravaccati, invadendo gli spazi del vicino, peggio se è una donna. Da adesso non si può più: la Emt, il servizio pubblico della capitale spagnola, introdurrà, per scoraggiare l'invadente, pannelli informativi negli autobus con una croce rossa sopra il cafone con le gambe a compasso. La decisione è stata presa dalla giunta comunale, a presentare la richiesta le «Mujeres en lucha y madres estresadas»- cioè donne in lotta e madri stressate, femministe arrabbiate insomma, che hanno lanciato persino una raccolta di firme online, contro «l'invasione machista dello spazio». Un comportamento cioè, che con il nome «manspreading», è diffusissimo in tutto il mondo. Per il collettivo femminista non sarebbe solo questione di bon ton ma di genere: le donne, la spiegazione, è che le ragazze sono state abituate sin da piccole a sedersi con le gambe chiuse, mentre agli uomini sarebbero stati educati a imporre gerarchia e territorialità, cioè nella sostanza a sentirsi autorizzati a occupare gli spazi altrui come se fossero propri. Così siamo alla lotta dura senza paura, quindi guerra anche su Twitter, hashtag che suona più o meno «Madrid senza uomini che aprono troppo le gambe». "Anche noi - spiegano le più agguerrite - abbiamo delle protuberanze che chiamiamo tette, ma non per questo camminiamo con le braccia aperte». Gli uomini hanno abbozzato ma senza rinunciare più o meno ironicamente a dire che anche le donne sui mezzi pubblici si sdraiano su più sedili o li occupano con le loro borse. Ma se pensi che cambieranno puoi attaccarti al tram.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 09/06/2017 - 09:33

e portatevi la carta igienica per eventuali attentati.

Ritratto di sepen

sepen

Ven, 09/06/2017 - 09:35

Il testo del cartello è in francese, quindi presumo che sia Parigi, non Madrid!!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 09/06/2017 - 10:45

a me non dispiace se se una donna siede con le gambe aperte, specialmente se mi è difronte.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 09/06/2017 - 11:08

Tranquille,femministe,avendo fatto anche la marcia per avere più muslims,sarete accontentate..ohhh come sarete accontentate!!!

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 09/06/2017 - 11:59

Femministe ??? Quelle le chiamo ignoranti...difendete i Vs. diritti dai mussulmani invece Vi metterVi a 90°...Solite pagliacciate...di sinistra

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 09/06/2017 - 13:09

Anche per contenere le esalazioni...

giacomo.pasini

Ven, 09/06/2017 - 15:17

Audite Audite : per la parità dei sessi sia concesso anche alle donne di allargare le gambe.