Maggioranza nel caos sulla legittima difesa Alfano minaccia il Pd

In commissione bocciati gli emendamenti di Ap: i centristi chiedono un vertice urgente

Si sgonfia il testo sulla legittima difesa, che a Montecitorio incassa il via libera in commissione Giustizia per tornare in Aula, ma con una strage di emendamenti. Tutti respinti, anche i due del Pd, uno sul rimborso delle spese processuali per chi viene prosciolto e l'altro che rendeva più «elastica» la legittima difesa. Il relatore di maggioranza, David Ermini del Pd, assicura che sugli emendamenti che avevano già raccolto consenso trasversale, in Aula arriverà parere favorevole (e per quello sui rimborsi serve anche trovare le coperture finanziarie), ma il provvedimento che dopo tante chiacchiere finisce per lasciare la commissione nel suo testo base fa discutere. E rischia di spaccare la maggioranza. Perché Ap grida allo scandalo e reclama, col capogruppo in commissione Nino Marotta, «una riunione di maggioranza con il coinvolgimento del governo». Che gli alfaniani ieri avessero scelto di fare del provvedimento il casus belli per un regolamento di conti con i dem era già apparso evidente con la presentazione di un'interrogazione targata Ap al Guardasigilli Andrea Orlando proprio sull'estensione della legittima difesa. Al ministro, che ha replicato concedendo alla futura legge il compito di «restituire maggiore fiducia ai cittadini sulla sicurezza» ma anche ribadendo che «la potestà punitiva appartiene solo allo Stato», ha poi risposto Maurizio Lupi, chiedendo «l'inversione dell'onere della prova». Insomma, «se un ladro ti entra in casa e io reagisco, dovrà essere il ladro a dimostrare che ho agito in un eccesso di legittima difesa». In mancanza di un intervento trasversale su questi temi, ha aggiunto l'ex ministro, «non ci lamentiamo poi del populismo e dell'esasperazione». Infine, l'epilogo dell'esame del testo in commissione Giustizia (il provvedimento arriverà in aula a inizio maggio, anche se è calendarizzato per il 19 aprile) - con il siluramento generalizzato degli emendamenti e la richiesta di una riunione di maggioranza dagli Alfano boys - hanno cristallizzato la spaccatura tra le posizioni del Pd e di Ap.

Intanto il Senato ha approvato, con 141 sì, 97 no e due astenuti, il decreto Minniti sulla sicurezza urbana. Che, tra le varie misure introdotte (più poteri ai sindaci, creazione dei comitati metropolitani, misure contro lo spaccio) battezza anche il «Daspo» urbano, che ricalca la misura già adottata da anni negli stadi. Chi impedisce «la libera accessibilità o la fruizione» di aree e infrastrutture pubbliche, i parcheggiatori e i commercianti abusivi, chi viene trovato in stato di ubriachezza e chi compie atti contrari alla pubblica decenza, pagherà con una sanzione amministrativa da 100 a 300 euro e con l'allontanamento. In caso di reiterazione dei comportamento, il questore potrà disporre - motivandolo - il «daspo», ossia un divieto di accesso all'area in questione per una durata da un minimo di sei mesi a due anni. La nuova legge introduce inoltre l'arresto in «flagranza differita» quando vi siano foto o filmati che confermino il reato nel caso di violenza alle persone o alle cose in occasione di cortei e manifestazioni pubbliche.

Commenti

buri

Gio, 13/04/2017 - 09:43

parole ... parole ... parole ... cantava Mina, ma a sispetto del tempo trascorso le musica è sempre quella

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 13/04/2017 - 09:44

Alfano cerca la strada per essere ancora accettato dall'elettorato di destra. Però noi gli auguriamo un ricco vitalizio, come sempre nel passato. Vada a casa sua, nel profondo sud, e li rimanga.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 13/04/2017 - 09:51

Così gli sia fatto alle elezioni, come lui indica con le mani. A noi basterebbe una sua trombata elettorale.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 13/04/2017 - 09:52

Il Daspo urbano. Ammesso che sia mai irrogato,sarà interessante conoscere chi sarà preposto, e con quali "regole d'ingaggio", a controllarne l'effettiva osservanza. Spacciatori ed accattoni molesti si stanno già scompisciando dalle risate...

i-taglianibravagente

Gio, 13/04/2017 - 10:04

ma gli occhialetti che si e' messo sono parasputi?

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 13/04/2017 - 10:24

Lui minaccia sempre ma resta sempre li pessimo politoco bravo attore comico,batte Grillo

Riflessioni_de

Gio, 13/04/2017 - 10:42

Invece fare il tira e molla sulla leggittima difesa, il punto centrale, dovrebbe essere la tutela dei cittadini onesti e dei loro beni ! In fin dei conti, non c’e’ bisogno di un parlamento “super affollato” con tanti di addetti ai lavori per varare una legge che in molti Paesi Europei gia’ esiste e funziona!

Marcello.508

Gio, 13/04/2017 - 10:48

Mi sa che tutto finirà con l'essere discusso ed approvato dopo il 30 aprile per cercare una quadra di difficile attuazione. Anche per quel che riguarda la manovra da 3,4 miliardi di euro, una manovra che al momento non c'è, è decantata dai media e dalla carta stampata, non esiste nulla di concreto. Non c'è un documento ufficiale, le misure non sono state votate dal consiglio dei ministri. Sempre per il motivo che ho citato prima: vietato disturbare il manovratore rignanese prima del "plebiscito" che lui s'aspetta. L'Italia e i suoi problemi reali? Possono attendere, tanto il logorroico non ha responsabilità dirette in quanto non è più p.d.c., quindi pensa ai cavoli suoi, lavorando dietro le .. seste.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 13/04/2017 - 11:07

------hanno voglia di incasinarsi da soli---quando la cosa è lineare----la legge va benissimo così----va solo aggiunto un rimborso in danaro in caso di proscioglimento----poichè se essere indagati è un atto dovuto a garanzia dell'imputato--l'indagato medesimo ha il diritto di andarsi a scegliere un principe del foro che lo difenda senza dissanguarsi ed eventualmento recuperando l'onere speso in caso di caduta delle accuse---swag hasta

maurizio50

Gio, 13/04/2017 - 11:14

Chi ha consentito al Partito (sedicente) Democratico di portare avanti le politiche antiitaliane che hanno comportato l'imbarbarimento della vita e le pessime condizioni economiche della Nazione?? Ma proprio Alfano ed i suoi tirapiedi. Ed ora pretendono di voler passare per il rimedio dei mali che loro stessi hanno causato?? Ridicoli!!!!

Libertà75

Gio, 13/04/2017 - 11:21

In Germania la legittima difesa putativa è sempre riconosciuta, a priori. Si chiede solo questo. Naturalmente resterebbero le responsabilità penali per chi usa un'arma impropriamente (sparando a distanza, al bambino che scavalca, ecc...). Ma basta processi perché un ladro resta ferito durante l'esercizio della sua professione!

lawless

Gio, 13/04/2017 - 11:37

andate tutti a quel paese e con voi anche tutti quelli che ancora vi danno retta. Non si riesce mai, con questi politicanti, a tirar fuori un ragno dal buco, lo stato (si fa per dire) continua ad essere connivente con i delinquenti. L'unica giustizia ci rimane la famosa "livella" che nessun politicante potrà toglierci.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 13/04/2017 - 11:56

Della "Flagranza differita", la moviola serve al "Processo del lunedì".

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 13/04/2017 - 12:01

La legge sulla legittima difesa va modificata radicalmente perché vanno salvaguardate la vita e le proprietà degli aggrediti che sono sempre più importanti dell'aggressore.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Gio, 13/04/2017 - 12:16

Ma solo caos? non volano pugni e pistolettate? Peccato , sarebbe legittima difesa

01Claude45

Gio, 13/04/2017 - 12:28

«la potestà punitiva appartiene solo allo Stato». Caro "bambino" Orlando, e se lo stato, com'è oggi, NON C'È? Io mi difendo, come dite voi politicanti, a 360°.

Pierluigi64

Gio, 13/04/2017 - 13:15

L'inversione dell'onere della prova a carico dell'aggressore è giusta. Nella stessa occasione liberalizzerei l'uso, nella propria abitazione, dei taser, pistole elettriche che immobilizzano ma non recano danno salvo che ai malati di cuore. Vorrà dire che i ladri cardiopatici cambieranno mestiere.

elpaso21

Gio, 13/04/2017 - 13:19

Ragion per cui se uno viene assolto deve pagare lo stesso le spese legali?? Assurdo. Questa è una cosa a cui doveva pensare a suo tempo il Fantoccio, ma se lo dimenticò.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 13/04/2017 - 13:47

Gent. Massimo Malpica, perche NON riporta con quali voti il Senato ha approvato il decreto Minniti, che come gia alla Camera è stato approvato con i voti di Lega e FDI, perche la quasi metà del PD ha votato contro o si è astenuta cosa che dovrebbe far dimettere il ministro!!!!AMEN

Duka

Gio, 13/04/2017 - 13:47

E' solo un ciarlatore o meglio un ciarlatano senza futuro.

kingdavid

Gio, 13/04/2017 - 13:58

@elkid:il mio sincero augurio perche' tu possa avere a che fare, quanto prima con questa "lungimirante ed illuminata" legge sulla legittima difesa (del delinquente aggiungo io)....swag hasta

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 13/04/2017 - 14:02

Alfano minaccia? Brrrr, che paura...

pardinant

Gio, 13/04/2017 - 14:49

Nessun caos, solo propaganda elettorale, con i burocrati che ci sono, neppure Salvini e l'estrema destra riuscirebbero a darci una decente legge sulla legittima difesa! Questa maggioranza se gli va bene riuscirà solo a partorire un papocchio capace di rendere ancora più critica la legittima difesa.La Legge 65/86 sulla Polizia Locale ne è un esempio fulgido.

abocca55

Gio, 13/04/2017 - 15:23

NCD Ha come sempre ricattato i governi ai quali si è legata. Un tumore per il Paese.

Tuthankamon

Gio, 13/04/2017 - 15:39

Tutto questo trambusto per non cambiare niente! Immaginavo che sarebbe finita così! Delinquenti, dormite sonni tranquilli!

Luisigno

Gio, 13/04/2017 - 15:40

Si è sempre battuto per importare ladri e delinquenti il traditore ,quando si fa del male prima o poi si paga .