Il magistrato vandalo? Punito con un buffetto

Il sostituto Castaldi mise della colla nella serratura del vicino. Dal Csm solo un ammonimento

Una condannina. Una macchiolina sul curriculum scintillante di sostituto procuratore generale a Genova. Ezio Castaldi, il magistrato che aveva riempito di colla la serratura di casa del vicino, chiude la partita con la sanzione dell'ammonimento. La punizione più lieve nella scala delle condanne disciplinari. Così hanno stabilito le sezioni unite civili della Cassazione confermando il verdetto del Csm. Castaldi, che a suo tempo aveva avuto un ruolo sia pure marginale nel sostenere l'accusa contro i poliziotti del G8, era stato protagonista di un episodio quasi incredibile: la vandalizzazione delle serrature di un condomino in un palazzo della Genova bene.

Cosa ci fosse sotto non è dato sapere: fatto sta che la vittima, esasperata da precedenti episodi, aveva tappezzato l'appartamento di telecamere. E in pratica aveva predisposto una trappola: aveva piazzato una telecamera ben visibile nel pianerottolo e un'altra, mimetizzata, nello spioncino della porta d'ingresso. E proprio il secondo occhio elettronico aveva documentato le performance della toga: la sera dell'11 agosto 2011 alle 23,10 Castaldi aveva cercato di oscurare con un sacchetto la prima telecamera, stando ben attento a non farsi notare; l'impresa era fallita ma lui non si era dato per vinto.

L'indomani aveva ricominciato ad armeggiare con un bastone, riuscendo infine a coprire la telecamera. A questo punto l'altro apparecchio l'aveva immortalato mentre vuotava il tubetto nella serratura e poi, già che c'era, pure nell'inseritore dell'allarme.

Di qui la denuncia che a Palazzo di Giustizia avevano provato invano a non far trapelare. Sul piano penale Castaldi se l'è cavata senza ammaccature: ha pagato la bellezza di 20mila euro, obiettivamente una cifra spropositata per quello che era successo, e l'altro ha ritirato la querela. Dal punto di vista disciplinare, invece, il collegio del Csm ha deciso per l'ammonimento. Una punizione soft, senza particolari conseguenze per la carriera, ma di cui almeno resta una traccia.

Certo, per l'opinione pubblica, che considera i giudici figure al disopra di ogni sospetto, le punizioni sono spesso troppo leggere. E questo a fronte di comportamenti che sembrano usciti dalla fantasia di un romanziere più che dalla realtà: dal giudice che ha fatto invecchiare per anni in una cassa, come bottiglie di vino, provvedimenti urgenti a quello che chiedeva l'elemosina in mezzo alla strada e all'altro ancora che ha cosparso di Nutella i bagni del tribunale. Una collezione inimmaginabile di sciatterie, strafalcioni, errori, puniti il più delle volte con un buffetto.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 14/07/2017 - 09:01

ci sono altri dubbi sulla necessità di fare la riforma giudiziaria , separazione di carriera , responsabilità civili e penali sui magistrati? la riforma di Berlusconi non andava bene? :-)

dagoleo

Ven, 14/07/2017 - 09:27

Questo dimostra in maniera palese che i Giudici si ritengono al di sopra della legge che per gli altri applicano, mentre per loro stessi interpretano. Una casta dannosa e perniciosa che va scardinata.

rossini

Ven, 14/07/2017 - 09:50

E a uno così gli fanno fare niente meno che il Sostituto Procuratore Generale della Repubblica! Ma dovrebbero consegnarlo a quelli della neurodeliri per sottoporlo a un TSO - Trattamento Sanitario Obbligatorio. Quello che si pratica ai matti. Altro che fare il magistrato!

Ritratto di gammasan

gammasan

Ven, 14/07/2017 - 09:56

Cane non mangia cane, Tra cani nun se mozzicano...è poco elegante citare vecchi adagio, ma quanno ce vo' ce vo'!

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 14/07/2017 - 10:51

Solo la ghigliottina vi potrà salvare. Oggi 2228 anni fa i cugini d'oltralpe divennero popolo e iniziarono la distruzione delle caste. Quando anche in quel disgraziato e lurido paese???? Molice Linyi Shandong China

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 14/07/2017 - 11:00

cialtroni, molti di questi qua sono mezzo delinquenti, usano la loro professione per questioni personali, e spesso occultare pratiche a loro sfavore

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 14/07/2017 - 11:24

E poi dicono che in Italia non c'è la Mafia.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 14/07/2017 - 11:24

Dove é la notizia??? il contrario sarebbe stato degno di essere pubblicato, invece l'ennesima dimostrazione di "giustizia uguale per tutti??" lascia il tempo che trova.

Cheyenne

Ven, 14/07/2017 - 11:44

ANDAVA LICENZIATO IN TRONCO

grog

Ven, 14/07/2017 - 12:00

beh mi sembra equilibrato. Per un comune mortale l'incriminazione per danneggiamento aggravato per un magistrato di sinistra un buffetto sulla spalla ed un ammonimento.

27Adriano

Ven, 14/07/2017 - 12:22

Ai magistrati è permesso qualsiasi illecito, tanto il Presidente della repubblica (delle banane) tace....

mariod6

Ven, 14/07/2017 - 12:32

Giudici, Dirigenti Pubblici e Politici si ritengono indenni da qualsiasi punizione, ed hanno ragioni da vendere. mai una volta che uno di questi arroganti presuntuosi venga cacciato via per palese incapacità, faziosità, politicizzazione, assenteismo, prevaricazione dei ruoli, ma soprattutto per inadeguatezza alla carica che ricopre. E poi si lamentano....

Happy1937

Ven, 14/07/2017 - 13:17

Questo e' lo specchio della magistratura del nostro Paese. Una consorteria che persegue gli innocenti e protegge i mascalzoni.

Giorgio Colomba

Ven, 14/07/2017 - 13:18

La casta dei giudici ("l'Ultracasta", dal titolo del libro di Stefano Livadiotti

LostileFurio

Ven, 14/07/2017 - 13:40

Beh ! A Genova di figli di giudici cosi' e professionisti sono pieni i centri sociali fancazzisti amici di Giuliani... speriamo che Bucci non permetta le solite porcherie in ricordo di un terrorista il 20 Luglio.

giottin

Ven, 14/07/2017 - 13:52

Siamo alle solite: tutti hanno un prezzo! Non avrebbe dovuto ritirare la querela ma nemmeno accettare la somma di 20.000 € Fino a quando non si farà cadere il detto che tutti hanno un prezzo non si arriverà a capo di niente, andremo sempre peggio.

evuggio

Ven, 14/07/2017 - 13:54

ho solo una contestazione da fare al sig. Zurlo: dove dice che l'opinione pubblica considera i giudici al di sopra di ogni sospetto?????????????? mi piacerebbe che si facesse un test che verifichi qual'è la percentuale che risponde veramente all'affermazione; scommetto che il numero sarebbe a una sola cifra!

giottin

Ven, 14/07/2017 - 13:55

@27 Adriano. "Il presidente della repubblica delle banane tace" e come potrebbe parlare, lui che è uguale a loro...

alfa2000

Ven, 14/07/2017 - 15:16

se l'avessi fatto io stavo già in galera, invece lui che puo' ha CORROTTO con 20.000 il vicino che ha poi ritirato la denuncia, ed il CSM che invece finge di non vedere e gli dà un AMMONIMENTO, ma per un cittadino normale uno qualsiasi di questi GIUDICI componenti il consiglio, come si sarebbe comportato? ed il codice deontologico ed il giuramento alla patria ed alle leggi che fine ha fatto? una condanna x spergiuro no? vero? non sò come si dice in latino ma al solito CANE NON MORDE CANE. pubblicare x favore dico solo la verità e di solito essa non offende nessuno grazie