"Di Maio ha troppi poteri". Nel Movimento c'è aria di scissione

Si vuole una discontinuità anche per la figura del capo politico grillino. Ma il M5S frena: "È un retroscena clamorosamente inventato"

Renzi docet. L'addio al Partito democratico intrapreso dall'ex presidente del Consiglio potrebbe rappresentare un faro, un punto di riferimento e di ispirazione anche per diversi deputati del Movimento 5 Stelle. La base pentastellata risulta divisa e potrebbe essere pronta a rendersi protagonista di un'operazione politica simile a quella del fondatore di Italia Viva: bisognerà vedere se si riuscirà a trovare 20 grillini realmente disponibili alla rottura definitiva. Causa della possibile scissione sarebbe lo strapotere di Luigi Di Maio, che a detta di molti ricoprirebbe troppi ruoli (e anche decisivi) che non gli consentirebbero di svolgere idoneamente tutte le sue mansioni.

Certamente non è da considerarsi come una cospirazione, ma tale strategia potrebbe avere forti ripercussioni per le sorti del governo: tra riunione top secret, telefonate, sms e summit a Montecitorio l'impressione è che si tratterebbe di più di un'idea.

Aria di scissione

Capo politico e ministro degli Esteri: all'eccessiva centralità dell'ex proprietario del dicastero del Lavoro si aggiungono anche molteplici malcontenti nati dal salvataggio nell'esecutivo giallorosso solamente dei filodimaiani. E c'è chi non smentisce ma rincara la dose avvertendo: "Non le fa mica soltanto Renzi queste cose".

L'aria di scissione è stata avvertita anche dallo stesso Di Maio, che in occasione della riunione dei parlamentari avrebbe sbottato: "Voi avete voluto questo governo e ora ve la prendete con me che l'ho fatto". Arrivano poi anche delle minimizzazioni: "Ma no, è solo una minaccia per spaventare Luigi". Ma c'è una sponda M5S che alla discontinuità del "governo della svolta" vorrebbe far corrispondere anche una discontinuità per quel che riguarda il protagonismo di Di Maio, con la necessità di individuare un'altra figura (senza altri ruoli cruciali a carico) pronta a guidare le sorti del Movimento.

Stando a quanto riportato da Il Messaggero, sarebbero iniziati a circolare già i primi nomi: Luigi Gallo, Giuseppe Brescia, Barbara Lezzi, Carla Ruocco, Massimo Misiti, Nicola Morra, Mattia Fantinati e Francesco D'Uva potrebbero essere i componenti di un nuovo gruppo di provenienza grillina.

Grillini in fermento: è giallo

Da parte del Movimento 5 Stelle è arrivata la smentita: "È clamorosamente inventato il retroscena a firma Mario Ajello pubblicato quest'oggi sul Messaggero. Una totale invenzione del giornalista che ipotizza una scissione nel gruppo parlamentare M5S con tanto di elenco di nostri PortaVoce che vorrebbero lasciare, a suo dire, il Movimento. Il tutto senza essersi mai confrontato con una fonte ufficiale M5S. Ancora una volta ci ritroviamo a dover smentire una fake news che mira a disinformare i cittadini e screditare il MoVimento".

Frenata anche da parte di Francesco D'Uva, capogruppo M5S alla Camera: "Non riesco davvero a capire come queste fake news finiscano all’interno un giornale di così alto peso nazionale che, invece di informare i cittadini, evidentemente li disinforma. Ancora una volta mi ritrovo a smentire una notizia falsa e inventata".

Commenti
Ritratto di Gianluca_Pozzoli

Gianluca_Pozzoli

Gio, 19/09/2019 - 09:05

e perchè no; cosi il governo cade

hectorre

Gio, 19/09/2019 - 09:06

si dovrebbero preoccupare dell’incapacita di ricoprire certi ruoli da parte del bibitaro...saperlo alla Farnesina mette i brividi....e non certo per l’emozione!!!!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 19/09/2019 - 09:09

"Voi avete voluto questo governo e ora ve la prendete con me che l'ho fatto". Arrivano poi anche delle minimizzazioni: "Ma no, è solo una minaccia per spaventare Luigi" Se risultasse vera questa faccenda, la somiglianza con il Pd ci sta tutta. Renzi in qualche modo, in un certo senso ha fatto scuola. Staremo a vedere.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 19/09/2019 - 09:13

Strana repubblichetta quella italiana: gente che viene eletta in un raggruppamento che poi cambia casacca secondo il vento... Ci vide bene Giuseppe Giusti con il suo "Brindisi di Girella" che suggerisco di leggere. E' la foto dei ributtanti trasformisti che oramai ci hanno abituati a tutto e al contrario di tutto. TANTO PEGGIO, TANTO MEGLIO!

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Gio, 19/09/2019 - 09:13

Scindetevi, scindetevi. Alla fine qualcosa resterà.

laval

Gio, 19/09/2019 - 09:17

Di Maio ha troppi ministeri e per occuparne una poltrona deve lasciarne un'altra. Stai tranquillo giggino le poltrone te le sfilano lo stesso dal fondo schiena, adesso poi che i gilè-gialli ti sfidano meglio che ti metti la capottina su una poltrona e non ti muovi da li. Dalla Francia sono partite tante caccole di "nerd" copriti bene. Forse una ti è già arrivata, c'è una puzza in giro che ammorba l'aria.

Carta-carbone

Gio, 19/09/2019 - 09:30

Il problema dei 5stelle non che è "Di Maio ha troppi poteri" ma "Di Maio non sa scegliere opportunamente". Il reddito di cittadinanza come misura del Ministero del Lavoro è ridicola, quando come misura del Ministero dello Sviluppo Economico sarebbe stato un incentivo del rilancio dei consumi. Ha difeso allo stremo ministri che Salvini riteneva inadeguati per poi sostituirli subito a piacimento di Renzi e Zingaretti. E' andato allo scontro frontale con la Lega a causa delle mozioni sulla TAV, quando la pugnalata al Movimento l'aveva data Conte facendo inviare il SI fa la TAV all'europa scavalcando Toninelli. Ha evitato che si andasse a votare con la scusa che il suo Movimento stava per fare tagli ai parlamentari e misteriosamente non è più una priorità. Troppi errori!!! E' normale che il suo partito avrà presto un'ulteriore caduta verticale di consensi...

al43

Gio, 19/09/2019 - 09:42

In questo mare di furboni disonesti spicca la ingenuità lombarda di un Salvini che si fa impunemente insultare da un personaggio squallido quale è Conte e che lascia le poltrone senza colpo ferire, ma, a mio parere, con più dignità di altri. Essere convinti che sia il voto popolare a decidere è effettivamente ingenuo e i fatti di questi ultimi tempi lo dimostrano. Però caro direttore non distribuisca incenso all'altare di Berlusconi che si è sempre fatto i propri comodi con l'esercizio del potere (poco in realtà) che ha avuto nel tempo. Che Salvini sia stato in campana conoscendo il personaggio ed i suoi accoliti? Poi onore a chi ha osato contrastare i figli di quei comunisti che continuano volentieri a volere mettere bavaglio alla democrazia plurale. Nell'URSS comandava il popolo, ma il partito era uno solo e questo non è il mio modello di democrazia.

Clamer

Gio, 19/09/2019 - 09:51

Giggino, al momento lascia da parte lo studio della Geografia e pensa a salvarti da Renzi. Salva il tuo partito andando al voto fino che sei in tempo.

amicomuffo

Gio, 19/09/2019 - 09:54

stracci, stracetti, bicchieri e posate che volano! Era naturale che avvenisse!

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Gio, 19/09/2019 - 09:58

Questi grillini che sono al governo con la boschi renzi e banca Etruria compresa fanno un po' pena tutto d'un tratto si sono trasformati da antisistema a sostenitori dello stesso sistema. Però cosa si fa per mantenere la poltrona incollata al sedere, peggio dei peggiori democristiani dei tempi di De Mita!!!

Calmapiatta

Gio, 19/09/2019 - 10:20

Ma perchè, qualcuno ancora crede che Gigino conti qualcosa? Gigino è un porestanome della premiata ditta Grillo/Casleggio. Loro decidono, lui obbedisce. Caproespiatorio, sarà sacrificato sull'altare elettorale quando sarà palese che il M5s si sta liquefacendo. Lo stretega/guru, che pensava di aver fatto la mossa a sorpresa, ora si trova con un pugno di mosche in mano e il popolo italianoi è disgustato.

Frusta2

Gio, 19/09/2019 - 10:23

Caro D’Uva capisco che tu non riesca a capire (l’ignoranza dei grillini è il vostro denominatore comune).Tuttavia ogni italiano con il cervello si domanda come gli esponenti del vaffa possano vivere sotto lo stesso tetto con i pidioti(termine inventato da uno dei vostri)e soprattutto con la banda renzie e boschi ( ci avete costruito piu campagne elettorali con Etruria e referendum e Consip ).Fake news sono notizie inventate mentre il vostro mercimonio è reale.Come reale è lo scontento è lo sconcerto dei grillini storici che è lecito pensare vogliano allontanarsi da di Maio e gente come te.

Papilla47

Gio, 19/09/2019 - 10:34

Gira, volta, mescola Renzi va al centro buona parte dei grillini all'ovile FI si sfalda la Lega diminuisce e si ritorna al 35° + 35° +20° + altri. Ma come sono bravi questi politici che hanno una spiccata padronanza della ragioneria.

leopard73

Gio, 19/09/2019 - 10:38

Mandiamo a casa questo incapace inconcludente bravo a scaricare le sue colpe altrui!!!

Giorgio Rubiu

Gio, 19/09/2019 - 11:04

Scissione nel M5*? Renzi docet! Se nel M5* fossero furbi,invece di una scissione dovrebbero far cadere il governo adesso e andare ad elezioni anticipate.Il Pd sarebbe al 17% (22% meno il 5% di Renzi = 17%), alla pari (forse?) con il M5* e Renzi sarebbe confinato ad un modesto 5% senza più avere il potere di influenzare il governo PD+M5* che non ci sarebbe più.Il loro timore (molto giustificato) è quello di trovarsi fuori dai giochi date le previsioni che danno la Lega al 34% ed i FdI oltre il 6,5% con un possibile rincalzo di FI dato al 5,5% (34 + 6,5 + 5,5 = 46) mentre PD 17 + M5* 17 + Italia Viva 5 = 39 ammesso che stessero insieme all'opposizione.Una scissione nel M5* sarebbe il suicidio dei due partiti risultanti.

Tommaso_ve

Gio, 19/09/2019 - 11:09

Tanto morti sono e morti restano... aspetto con "poca" ansia i sondaggi post NaDef. Poi ad Ottobre vedremo quale sarà il "candidato magistrato" (un po' come i vescovi conti di una volta) e quanti voti prenderanno. Vorrei avvisare lor signori che le elezioni si svolgeranno il 27 Ottobre, cioè, il candidato non potere annunciarlo il 28. No nemmeno il 29... non si può. Farete una votazione su Rousseau? Quando? Il 1° Novembre...

HappyFuture

Gio, 19/09/2019 - 12:33

NON LA finite? Siete di COCCIO! Avete STUFATO.

kayak65

Gio, 19/09/2019 - 13:02

finira' che i sinistri del m5s per salvare le loro poltrone andranno con zingaretti e agli altri cercarsi qualche posto in amministrazioni locali dietro facciata civica. non e' una scissione e' una ecatombe con pochissimi superstiti

SpellStone

Gio, 19/09/2019 - 13:32

Matteo premier per manifesto suicidio politico di tutti gli altri....

Lugar

Gio, 19/09/2019 - 15:28

Di fatto il M5 è diventato un partito irrilevante che ha fatto crescere la destra e ora farà crescere Renzi.

Ritratto di abutere

abutere

Gio, 19/09/2019 - 16:15

Fase 1: sono uno 0. Fase 2: 1 vale 1. Fase 3: 1 vale tutti. Fase 4: tutto vale 0

maxfan74

Gio, 19/09/2019 - 17:30

TROPPI POTERI??? A ME SEMBRA CHE NON CONTI PIU' NIENTE...