Di Maio zimbello mondiale. I cinesi vendicano il "Ping"

Pechino già lo stronca: "Non conosce le lingue". Lui vede gli ambasciatori: "Valori Ue e Nato centrali"

La Cina sbeffeggia Luigi Di Maio (sbagliò il nome del presidente della Repubblica popolare Xi Jinping) dopo la nomina alla guida del ministero degli Esteri nel governo Conte bis. Il capo politico dei Cinque stelle ha messo piede alla Farnesina da pochi minuti. Quando arriva già la prima bocciatura internazionale. L'agenzia di stampa cinese, controllata direttamente dal consiglio di stato della Repubblica Popolare cinese secondo quanto riporta Dagospia - ha dedicato uno speciale al governo Conte bis, con un breve ritratto di ciascuno dei ministri più importanti. Giudizio durissimo contro Di Maio. Che pure si è speso (facendo infuriare gli Stati Uniti d'America) per spingere l'esecutivo Conte 1 alla firma dell'accordo per la via della Seta. Ma non è bastato. L'agenzia del regime rosso definisce «la nomina di Di Maio Luigi, capo politico del Movimento 5 stelle, una scelta insolita. Il 33enne Di Maio - già vicepresidente del primo governo Conte - non è laureato, ha una scarsa conoscenza delle lingue straniere, e nella sua vita pubblica ha finora mostrato poco interesse nelle questioni globali». Bocciato. Poi, per evitare l'immediato caso diplomatico, rimuove il paragrafo incriminato.

Battesimo da dimenticare. Il capo politico dei Cinque stelle, che ieri ha preso possesso del nuovo ufficio alla Farnesina, incontrando il segretario generale Elisabetta Belloni, dovrà lavorare molto per guadagnare stima e credibilità sul piano internazionale. Nel saluto d'insediamento, fa capire che è pronto a mettersi in riga e giura: «Manterremo un dialogo, senza ovviamente rinunciare ai valori europei e atlantici che caratterizzano la storia del nostro Paese».

Ma quella con la Cina è solo una delle tante gaffe che hanno accompagnato la breve, ma ricca di incarichi e poltrone, carriera politica dell'ex vicepremier. Poltrone che Di Maio garantisce anche alla sua corte magica. Nonostante sia andato agli Esteri, il leader grillino mantiene il controllo sui due ministeri, Lavoro e Sviluppo economico, guidati nel Conte 1: Stefano Patuanelli (Sviluppo economico) e Nunzia Catalfo (Lavoro) sono due fedelissimi. E soprattutto sono due ministeri di peso, con portafoglio (la cassa) e tante poltrone da assegnare. Con l'occupazione di Lavoro e Sviluppo economico, Di Maio eviterà lo spoil system in enti e partecipate dello Stato.

E poi un aspetto centrale: Davide Casaleggio avrebbe particolare attenzione sui dicasteri Sviluppo economico e Innovazione. E non è un caso che alla guida del ministero dell'Innovazione sia andata Paola Pisano, vicina all'associazione Rousseau. Perché Casaleggio jr vuole che nei due ministeri le cose funzionino bene? Perché sono quelli con cui si incrociano le attività della propria azienda. Di questo incrocio, Il Giornale se n'è già occupato. Il ministero dello Sviluppo economico ha previsto nell'ultima manovra 45 milioni di euro per la blockchain, la nuova tecnologia utilizzata dagli inventori delle criptovalute: un sistema innovativo su cui si basano le monete alternative (i bitcoin) e dove si stanno sperimentando applicazioni dall'informazione al sindacato. Casaleggio è titolare di una società che si occupa di consulenza per le aziende che decidono di imboccare la strada blockchain. E sempre dal Mise partirà nei prossimi anni la pianificazione delle infrastrutture su cui si svilupperà la nuova frontiera della democrazia virtuale. Era, dunque, fondamentale garantire la continuità grillina nei due ministeri.

Commenti

Yossi0

Ven, 06/09/2019 - 09:09

ma guarda un pò sti cinesi che pretendono che bisogna conoscere le lingue per fare il ministro degli esteri; poi, sbagliare un nome non è grave lo sarebbe stato se a Ping avesse aggiunto Pong ... cosa volete amici cinesi qui si dice sono ragazzi ... debbono crescere anche se a spese di un nazione e anche se gran parte del "popolo" ne ha le scatole piene ... così vanno le cose

Duka

Ven, 06/09/2019 - 09:10

Un ministro quanto meno imbarazzante- Possibile che lui stesso non si valuti e la presunzione sia tanto grande da non suggerirgli: LASCIA PERDERE che non fa per te?

leopard73

Ven, 06/09/2019 - 09:32

Mattarella dove era!!!!!!! Quando ha firmato per il FIGHETTO!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 06/09/2019 - 09:38

Crozza avrà molto materiale per i suoi show.

schiacciarayban

Ven, 06/09/2019 - 09:51

Effettivamente Di Maio agli esteri è veramente ridicolo. Il solo fatto di non sapere l'Inglese (e poco l'Italiano) doverebbe essere abbastanza per escluderlo. Questo governo stava nascendo bene, perchè scivoliamo su queste bucce di banana? Dobbiamo sempre farci ridere dietro da tutti? E Di Maio non ha un briciolo di dignità?

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 06/09/2019 - 09:55

I ministri degli esteri, anche quelli dei paesi più sfigati della terra, solitamente hanno studiato in prestigiose università all'estero, parlano varie lingue ed hanno curricula diplomatici di primissimo piano. Pertanto aspettiamoci come italiani figuracce inenarrabili da un personaggino senza laurea, senza cultura, senza esperienza diplomatica, che non parla nessuna lingua (neppure l'italiano) in modo corretto. Non c'è mai limite al peggio... E' vero che ci faremo epiche risate, ma ora come ora ne farei volentieri a meno.

Luisigno

Ven, 06/09/2019 - 09:57

NO! Né arriveranno altri e presto.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 06/09/2019 - 10:01

IL PIU' DEPRIMENTE ESECUTIVO DELLA STORIA ITALIANA. 10,00 - 6.9.2019

schiacciarayban

Ven, 06/09/2019 - 10:27

Hello, my name is OF MAYO. Di maiomnese.

magnum357

Ven, 06/09/2019 - 10:34

A me piace giocare a ping-pong ma qui c'è da scompisciarsi dalle risate !!!!!!!!!!!

27Adriano

Ven, 06/09/2019 - 10:37

..Ed è anche...Cin!!

Ritratto di Guildenstern von Kalte

Guildenstern vo...

Ven, 06/09/2019 - 10:46

"Valori UE e NATO centrali". Bella giravolta da una forza politica nata euroscettica.

Gio56

Ven, 06/09/2019 - 10:51

schiacciarayban,lasci perdere la dignità,senz'altro sia Lei che io, (monostante siamo su vedute diverse)ne abbiamo il quadruplo rispetto a DiMaio.Costui serve al Pd per stare al governo,perciò non potevano fargli fare il ministro delle cause perse.

Una-mattina-mi-...

Ven, 06/09/2019 - 11:16

I CINESI NON SANNO CHE IN ITALIA CERTE POSIZIONI SI DANNO A CHI TIENE "AMICI", E NON SE SI E' CAPACI O ALL'ALTEZZA, DETTAGLIO DEL TUTTO SUPERFLUO

ceo50

Ven, 06/09/2019 - 11:20

Di Maio ministro degli esteri è una vergogna ed una barzelletta. Non dimentichiamoci però che a Di Maio il Capitano aveva offerto la poltrona di Primo Ministro pur di ritornare al governo coi 5S

ceo50

Ven, 06/09/2019 - 11:20

Grazie al Capitano ce lo saremmo ritrovato Premier

schiacciarayban

Ven, 06/09/2019 - 11:43

Dare il ministero degli esteri a Di Maio è come dare il ministero dell'economia a Borghi, cioè un totale analfabeta in materia.

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 06/09/2019 - 11:58

L'inglese, il francese, il tedesco? Ma se non conosce nemmeno l'italiano!!!

Gatto Giotto

Ven, 06/09/2019 - 12:12

La nostra politica estera è nella fossa.

0rl4nd0

Ven, 06/09/2019 - 12:15

Questi signori (i ministri), devono fungere da interfaccia per l'Italia con il mondo e su questo siamo tutti d'accordo. Figuratevi che cosa ci deve essere dietro (già in atto da tempo), ad una scelta del genere! Mattarella non dovrebbe essere (e di certo non lo è) un uomo di bassa cultura, se occupa un posto del genere. Allora mi domando come possa rinunciare alla propria dignità per aver fatto quello che ha fatto! Ergo (e ribadisco) dietro ci deve essere una resa incondizionata (solo per il popolo italiano e soldi per loro), alla quale nemmeno quella del Giappone dopo le atomiche é possibile paragonare!

lisanna

Ven, 06/09/2019 - 12:16

solito film , da incendiari a pompieri. come per gli estremisinistri degli anni 70(da Mieli a Lernerecc ecc ) i 5 stalle dai vaffa a tutto sono passati ai 'VALORI DELLA UE E ATLANTICI". e che dire che al governo ci sono i LEU che hanno preso lo 0,00000 di voti ? ma gli italiani non ne hanno abbastanza?

Calmapiatta

Ven, 06/09/2019 - 12:27

Tutti si sono foicalizzati sulla non conoscenzxa delle lingue. Fatto certo rilevante per un ministro degli esteri...però, qui, il fato più eclatante è che questo signore di "Affari Esteri" ne sa quanto me di fisica dei quanti e teoria delle stringhe. Un ignorante (nel senso che ignora) una materia che è vitale per un paese, sopratutto per uno come il nostro, che sta in mezzo al tutto.....Siamo veramente nei guai!

amedeov

Ven, 06/09/2019 - 12:49

Con giggino agli esteri, l'Italia ritornerà centrale in europa. Si per ridere

Tommy40

Ven, 06/09/2019 - 13:19

Le lingue le conosce, ai cinesi non basta il casertano,il barese ed il napoletano? Ma che requisiti servivano per fare il ministro dell'agricoltura? Io ho un trattorino ed un tagliaerba, non lo sapeva nessuno, altrimenti potevo sperare.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/09/2019 - 13:23

Nomina ridicola.... ma anzirutto tragica. Nominare uno che neppure è laureato e senza esperienza è un INCENTIVO ALL'INCOMPETENZA. Ma quale giovane oggi in questo paese ridicolo vorrà studiare ? A che serve ?? Questo promuove ulteriore degrado.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/09/2019 - 13:29

Un paese ridicolo. La missione dell'italietta libberata nel mondo è solo far ridere tutti. Del resto il turista italiota è in genere quello che riconosci subito perché volgare, buffonesco, cialtrone.

Ritratto di Juan Carlos

Juan Carlos

Ven, 06/09/2019 - 13:31

Solo in Italia un ex bibitaro e una contadina possobo diventare ministri.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/09/2019 - 13:31

Ma rendiamoci conto.... uno che neppure sente il dovere di chiedere come si pronunci o per lo meno quale sia il cognome di un capo di stato.... a MINISTRO DEGLI ESTERI... hahaha dategli la divisa di Arlecchino....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/09/2019 - 13:33

Una colonia non ha bisogno di Ministero degli Esteri. Siamo seri. Basta l'ambasciatore americano. E' lui che trasmette gli ordini dal padrone ai servi.

agosvac

Ven, 06/09/2019 - 13:42

Vedremo quando il PD appoggerà le sanzioni alla Cina quanto saranno contenti i cinesi! A proposito che fine hanno fatto gli accordi economici con la Cina voluti specificatamente dai 5 stelle???

vince50

Ven, 06/09/2019 - 13:44

Zimbello mondiale.Non accaniamoci troppo in fondo ci rappresenta,proviamo a farci qualche domanda

PerQuelCheServe

Ven, 06/09/2019 - 15:28

@Ausonio – È esattamente quello che dissi anche io dopo aver sentito la notizia. Chiedere come si pronuncia il nome di qualcuno – specie se in una lingua che non si conosce – è prima di tutto una questione di RISPETTO e BUONA EDUCAZIONE. Purtroppo però, in questa sua incompetenza culturale Di Maio rappresenta in pieno l’Italia: basta fare un giro sui “social” per vedere come è stata (mal)ridotta la lingua di Dante; e se avessi spazio potrei elencarLe le castronerie storiche e geografiche che i miei colleghi mi “regalano” tutti i giorni. L’amara realtà è che il nostro è un popolo a cui piace PARLARE di cultura, ma che poi si fa un vanto di non averne perché riesce lo stesso a farsi comprendere e ad avere uno stipendio. Esattamente come Di Maio.

PerQuelCheServe

Ven, 06/09/2019 - 15:37

@Calmapiatta – Concordo. Questo “signore” è un mix esplosivo di ignoranza storica, geografica e linguistica. La cosa che più mi disgusta però non sono tanto la boria e l’insolenza di questo individuo, quando la dabbenaggine (per non dire di peggio) di quelli che gli hanno concesso di ricoprire un ruolo così prestigioso senza avere nemmeno le competenze MINIME richieste.