Manovra, Borghi: "Senza accordo si sarebbe aperto il dibattito se lasciare l'Ue"

Trovato l'accordo a Bruxelles. Salvini esulta: "Manovra migliorata". E Siri: "Non siamo dilettanti, corsa in Parlamento per chiudere entro fine anno"

Per Matteo Salvini la "nuova" manovra economica è addirittura "migliorata". Ora, come fa sapere Armando Siri in un'intervista al Corriere, la palla torna nelle mani del parlamento. "Mi auguro che entro giovedì si concluda il lavoro della commissione in Senato, poi approderà all'Aula - spiega il sottosegretario ai Trasporti - entro la fine dell'anno, avremo la terza lettura alla Camera". D'altronde, a detto dell'esecutivo gialloverde, l'impianto della legge di Bilancio dovrebbe essere ormai determinato. "E risponde ai due grandi propositi - assicura Siri - sostenere la crescita resa difficile dal quadro internazionale e aiutare la coesione sociale di cui c'è tanto bisogno". Se così non fosse stato, secondo il leghista Claudio Borghi, presidente della commissione Bilancio della Camera, "la gente in Italia sarebbe tornata a chiedersi davvero se convenga restare in Europa o no".

Alla fine il governo gialloverde ha trovato l'accordo con i vertici dell'Unione europea. Viene così evitata, in extremis, la procedura di infrazione per debito eccessivo che, se tirata per le lunghe, avrebbe addirittura portato alle sanzioni economiche. "Dopo le polemiche la manovra è persino migliorata, abbiamo inserito alcuni miglioramenti - commenta Salvini ai microfoni dall'emittente radiofonica fiorentina Lady Radio - i soldi per la riforma della legge Fornero e il reddito di cittadinanza erano anche troppi, meglio essere prudenti". In radio il vice premier leghista anticipa che al termine del braccio di ferro con Bruxelles sono stati comunque salvate le due misure di bandiera dell'esecutivo: quota 100 e reddito di cittadinanza. "Era il nostro impegno per cominciare a passare dalle parole ai fatti - incalza il leader del Carroccio - quota 100 è una possibilità di liberarsi dal'inizio del 2019 dalla gabbia della Fornero". Per Siri le opposizioni hanno cercato di dipingere l'esecutivo come "dilettante". "Ma lo stop alla procedura dimostra quello che è comunque già vero: che abbiamo fatto un lavoro serissimo", continua il sottosegretario ai Trasporti rivendicando per il premier Giuseppe Conte il ruolo di mediatore. "Ha difeso gli interessi del popolo italiano al tavolo dei partner europei e lo ha fatto con grande competenza e convinzione - continua - e ha dimostrato sempre grande coerenza rispetto alla cornice degli impegni previsti dal contratto di governo".

Quanto alla Comissione europea la Lega continua a non avere parole tenere. Secondo Borghi, "i signori di Bruxelles hanno capito, che se avessero tirato ancora la corda, la gente in Italia sarebbe tornata a chiedersi davvero se convenga restare in Europa o no". Nell'intervista alla Stampa, il leghista mette subito in chiaro che non si tratta di una "minaccia" dal momento che nel contratto di governo non ci sono né l'uscita dall'euro né tantomeno dall'Unione europea. "Ma - avverte - di fronte ad una porta in faccia dell'Europa questo dibattito avrebbe rischiato di tornare di attualità in Italia". "Adesso che tutti nell'Ue hanno capito che non conviene rompere, bisogna cominciare a parlare seriamente del vero problema - conclude - cioè approvare una riforma epocale come la garanzia dei debiti sovrani da parte della Bce".

Commenti
Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 19/12/2018 - 12:41

Borghi: "Senza accordo si sarebbe aperto il dibattito se lasciare l'Ue". Eccolo il fenomeno che in cuor suo non vuole fare altro , perchè non lo fate tacere questo sciagurato.

agosvac

Mer, 19/12/2018 - 12:44

In effetti l'Italia non ha MAI detto che vuole uscire dall'UE e dall'Euro, non è nei programmi. Sarebbe stata l'UE, di sua volontà a mettersi contro il Governo italiano votato dagli italiani. La situazione è ben diversa da quella del Regno Unito che ha agito unilateralmente. In pratica se l'UE avesse continuato la contrapposizione avrebbe lei forzata l'Italia ad andarsene e non avrebbe potuto chiedere un bel niente in cambio.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 19/12/2018 - 12:45

Peccato sarebbe stato bello cominciare a parlare di andarsene....alla prossima.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 19/12/2018 - 12:58

'Senza intesa si sarebbe aperto il dibattito se lasciare l'Europa' ..... ..... ..... bene, adesso che le acque si sono calmate e gli animi si sono raffreddati, DIAMO LA VOCE AL POPOLO (CONSIDERATO CHE TUTTI AMMETTONO CHE IL POPOLO E' SOVRANO) E FACCIAMO UN BEL REFERENDUM SULLA PERMANENZA NELLA UE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

IAMRIGHT52

Mer, 19/12/2018 - 12:59

PAROLE DI SALVINI:" FUORI DALL'EUROPA, FUORI DALL'EURO!". DALLE MIE PARTI CHI NON MANTIENE LE PROMESSE, COME HA FATTO SALVINI, E' UN BUFFONE TRADITORE!

Ritratto di adl

adl

Mer, 19/12/2018 - 12:59

Nessuna difesa per i "signori" di OTAN UE, e neanche per i magheggianti del CAMBIAMENTO, che parlano irresponsabilmente di uscita dall'UE, con un governo forte come un CONIGLIO, che incorpora STATALISTI del TASSA E SPENDI e che fanno scappare il risparmio a VALANGATE !!!! OTAN UE ha approvato la manovra per ora gli SQUALI restano a dieta!!!!

maurizio@rbbox.de

Mer, 19/12/2018 - 13:05

Certo certo rinviamo... al prossimo giro sarà ancora peggio. E vedrete che tutti, inclusi i soggetti come il marino.birocco sopra, inizieranno a rimpiangere gente ragionevole come Claudio Borghi.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mer, 19/12/2018 - 13:11

PECCATO!!! Sarebbe stato bello, per UNA VOLTA, vedere la UE in ginocchio a PREGARE l'Italia affinché restasse nel gruppo! E, come Erdogan, sarebbe stato un bel motivo per chiedere in cambio un pacco di miliardi a costo zero!!! Ci siamo fatti sfuggire un'occasione UNICA!!!

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Mer, 19/12/2018 - 13:22

Questi fa il paio con quel leghista del quale non ricordo il nome che s'è proposto in vista per la scarpa sui documenti e per lo sventolio del giubbino giallo. E ci costano almeno ventimila euri ogni mese.

Giorgio1952

Mer, 19/12/2018 - 13:26

Propongo di pagare il parlamentare Borghi con titoli di stato con obbligo di tenerli, così quando uscirà dall'Europa vedremo quanto varranno. La proposta di pagare gli stipendi con titoli di stato andrebbe estesa a tutti i parlamentari che dovrebbero essere i primi a fare gli interessi del nostro paese.

timoty martin

Mer, 19/12/2018 - 13:44

Borghi, quante invenzioni, stia zitto.

carlottacharlie

Mer, 19/12/2018 - 13:45

Nessuno capisce che il destino degli italiani, nella EU, sarà un costante terribile destino.La storia dimostra che nessun popolo straniero è mai riuscito ad impossessarsi dell'Italia senza la complicità e il tradimento di qualche suo governante.Questa frode nei confronti dei popoli, in nessuna epoca storica ha riscontri; dal 1992 e nel massimo silenzio sono stati firmati i trattati europei più impegnativi per la perdita della sovranità e dell'indipendenza dello Stato italiano.Si è messo in atto il più vile dei tradimenti, consegnando a poteri stranieri al di fuori di qualsiasi validità politica la sovranità e indipendenza.......(Ida Magli)-- ricordata da me a memoria--tutto si è avverato, anche il lavaggio dei cervelli deboli.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 19/12/2018 - 13:47

E infatti , questo era e rimane il punto nodale. Un punto su cui i sudditi devono esser lasciati liberi di esprimersi direttamente tramite un referendum consultivo.

roberto zanella

Mer, 19/12/2018 - 14:00

BORGHI HA RAGIONE PERCHE' CHI FA FINTA DI PENSARE CHE ESISTA UNA EUROPA MENTRE ESISTE UN DUOPOLIO FRANCO-TEDESCO, HA SOLO UN RETRO PENSIERO TAFAZZIANO. AGLI EUROPEISTI DOMANDO : PERCHE' E' STATO ACCETTATO IL BUND COME CALIBRO PER LE FINANZE EUROPEE? PERCHE' ALLA GERMANIA ESTATO TOLTO IL MARCO. E QUESTA E' EUROPA? E CHI HA CHIESTO ALLA GERMANIA DI FARE A MENO DEL MARCO? LA FRANCIA, CON L'ACORDO DI COMANDARE NELLA UE. ALLORA CARI AMICI PSEUDO ECONOMISTI LA REALTA' E' QUESTA E QUEI SOMARI (PRODI,CIAMPI,ECT) CHE CI HANNO PORTATO NELLA UE CON IL NOSTRO DEBITO INCEVE DI INVITARE GLI ITALIANI NELL'ACQUISTARE IL PROPRIO DEBITO,NON SO QUALI INTERESSENZE AVESSERO AVUTO, DI CERTO LO SI E VISTO SUBITO DOPO.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 19/12/2018 - 14:15

Una piccola crepa aperta nell'armatura del "monolite UE"... Speriamo si allarghi in modo irreparabile, in modo da non lasciare spazio ai neurofili neuropei.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 19/12/2018 - 14:20

Ma Borghi che, per sua stessa ammissione ha fatto carriera sparando incredibili bufale, non farebbe meglio a tacere e ripassare i fondamentali dell'economia? Non si rende conto del male che fa al suo Paese?

cir

Mer, 19/12/2018 - 14:22

Borghi... spero sia solo un progetto rimandato di qualche mese...

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Mer, 19/12/2018 - 14:38

Caro Borghi, il problema è che avete perso la faccia, avete ceduto miliardi! La Lega comunque reggerà perché non ha mai promesso la luna... Fuori dalla UE, referendum!

Nick2

Mer, 19/12/2018 - 15:13

Borghi vuol far passare questa "calata di braghe" per un cedimento dell'UE, timorosa di un'uscita dell'Italia. Quando vi renderete conto che ci siamo messi nelle mani di inqualificabili buffoni? Altra perla di Salvini: "I soldi per la riforma della legge Fornero e il reddito di cittadinanza erano anche troppi". Ma quali soldi? avete fatto TUTTO A DEBITO!

DIAPASON

Mer, 19/12/2018 - 15:21

ennesima rivoluzione all'italiana finita a cantucci e vin santo, a quando quella vera per il ripristino della sovranita' nazionale? Millioni di italiani rimangono in attesa

carlottacharlie

Mer, 19/12/2018 - 15:27

Forse, qualcuno non ha capito il mio ricordare a memoria la Ida Magli. Non c'è riferimento a Salvini ed a Borghi, che erano ragazzini sia chiaro. Ho sbagliato scrivere 1992 invece di, dal 1994. Il periodo berlusconiano.In quel periodo furono firmati, come dai predecessori,le "tagliole" per l'Italia, togliendole sovranità economica, affossando l'agricoltura in nome della pace- pace eterna per noi-togliendoci i confini ed ecc..dandoci in pasto ai banchieri. La storia vicina lo dimostra coi fatti, non son fandonie. Quel periodo, i predecessori di sinistra, i tecnici e gli attuali rossi, tutti han firmato leggi capestro tenendoci, in quei momenti all'oscuro. Ultimamente gli italiani hanno cominciato a "sapere" grazie a giornalisti "onesti", però, sarebbe salutare per i cervelli andare a scovare chi firmò e quando e, così, salvarci da chi ama l'Europa cannibale. Personalmente mai perdonerò d'essere stata "svenduta", d'aver venduto il mio paese.

faman

Mer, 19/12/2018 - 16:11

lasciare la UE? perchè non hanno approfittato di questa occasione? forse perchè sanno che sarebbe un disastro?

FrancoS73

Mer, 19/12/2018 - 16:16

Quale dibattito ???? La MAGGIORANZA degli Italiani in un REFERENDUM IMMEDIATO ... vi avrebbe ASFALTATO come ... Renzi !!!!

FrancoS73

Mer, 19/12/2018 - 16:27

L'unica cosa che la maggioranza degli Italiani NORMALI probabilmente si AUGURA .. pur nel democratico rispetto delle idee altrui .... è che la "Confraternita di QUESTI FENOMENI Politico-Economici" Emigri ...... !!!! Fondate una Vs Comunità LONNTANO DA NOI ..... lo Spazio è Immenso !!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 19/12/2018 - 16:30

Questo si chiama FARE POLITICA. Una trattativa, un accordo, e si riparte, perché fra non molto nasceranno sicuramente nuovi contenziosi con la ue, che ci vuole morti, o almeno rovinati, e vuole mettere le sue sporche manacce sui nostri risparmi. Però, fra non molto, avremo altre controparti in ue, perché molti degli attuali vampiri dediti unicamente a salvaguardare i propri paesi d'origine (primo fra tutti il francese, falso e ipocrita) saranno sostituiti a furor di popolo. E la battaglia sarà meno impari di quella appena combattuta.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 19/12/2018 - 16:36

Lasciare l'Europa e l'Euro sarebbe stata la fine dell'Italia e degli Italiani. E' un dato di fatto. Se non si capisce questo.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mer, 19/12/2018 - 16:46

@ carlottacharlie: grazie per aver ricordato cosa avvenne in quegli ANNI INFAMI in cui vennero firmati trattati senza comunicare nulla al popolo sovrano! E grazie ancora più forte per aver ricordato il PENSIERO CONCRETO, ONESTO e IMPARZIALE della Prof.ssa IDA MAGLI che ricordo sempre con grande piacere e con orgoglio per gli insegnamenti ricevuti e per un bel 30 e lode in occasione di un esame universitario sostenuto con lei.

jaguar

Mer, 19/12/2018 - 16:56

Gli elettori della Lega non avrebbero voluto nessun accordo con l'Europa. Questo passo indietro del governo, ha tolto molta credibilità allo stesso.

faman

Mer, 19/12/2018 - 17:07

carlottacharlie-Mer, 19/12/2018 - 13:45: cervelli deboli sono anche quelli che si sono lasciati abbindolare dall'antieuropeismo di comodo e di facciata. Mi spieghi un pò perchè Salvini & C. non hanno approfittato di questa occasione, muro contro muro per lasciare l'UE? Forse perchè sono sicuri che sarebbe stato un disastro?

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 19/12/2018 - 18:36

@Jaguar: il punto è che l'Italia con il Trattato di Mastricht è entrata nella EU e nella moneta unica (Euro) e il Trattato fu firmato e controtofirmato e nel Trattato erano state ben specificate le regole a cui gli Stati avrebbero dovuto attenersi. Non attenersi alle regole significa voler uscire dalla UE e dalla moneta unica per finire tra gli Stati della fascia sub-sahariana tipo Burkina Faso, Zimbawe e tanti altri. Solo gli idioti possono preferire questa soluzione.

cir

Mer, 19/12/2018 - 18:38

ma certi lettori , sanno chi comanda in europa? Qualcuno creda addirittura che ci sia una commissione che propone, un parlamento che discute , prima di agire ?

killkoms

Mer, 19/12/2018 - 23:30

@jasper,prima stavamo meglio!è la germania che sta distruggendo l'unione,a suo vantaggio!