Il manuale per diventare un «tosaerba umano»

L'Isis ha diffuso le istruzioni per uccidere gli infedeli: dai camion kamikaze alle esplosioni

Non hanno agito a caso. Anzi si sono comportati come veri terroristi da manuale. I militanti dell'Isis, entrati in azione a Barcellona e dintorni, hanno seguito alla lettera il testo intitolato Il manuale del lupo solitario diffuso su Telegram il 3 luglio scorso da un gruppo dell'Isis in cui opera un veterano dell'Iraq. Il manuale, di 66 pagine con 174 illustrazioni e 7 cartine, è diviso in dieci capitoli in cui vengono spiegati altrettanti modi per seminare morte e distruzione. Nel primo viene consigliato di rispondere alle bombe su Mosul e Raqqa dando alle fiamme le automobili dei «kaffir» - gli infedeli - parcheggiate nelle città europee. Nel secondo si spiega come provocare incidenti mortali in autostrada. Nel terzo come innescare incendi boschivi intorno alle zone abitate facendo strage di abitanti.

I terroristi di Barcellona devono essersi concentrati con molta attenzione sul capitolo quattro in cui si spiega come provocare il più alto numero di vittime utilizzando un camion di medie dimensioni. Devono invece aver scorso con superficialità i consigli del quinto capitolo dedicati alle tecniche per la distruzione di interi edifici attraverso l' utilizzo di bombole di gas propano.

E lo dimostra la morte nella notte di giovedì d'un marocchino legato alla cellula terrorista ucciso, nel comune Montecarlo de Alcanar Platja, in seguito all'incauto maneggiamento di una bombola di propano. Purtroppo però il quarto capitolo - intitolato con una dose di sinistro e perverso humour L'ultimo tosaerba umano - sembra invece dar i suoi frutti. Nel capitolo i «maestri» dell'Isis spiegano come procurarsi un camion o un grosso furgone a trazione integrale e saldarvi sopra sbarre di acciaio, preferibilmente taglienti, per moltiplicare le vittime. Ai lupi solitari viene spiegato di scegliere i luoghi più affollati della città e d'investire i pedoni alla più alta velocità possibile senza mai toccare i freni. Per quanto la missione venga considerata suicida gli esecutori devono mettersi alla guida solo dopo aver messo in cabina anche qualche arma. Queste ultime possono andare dal kalashnikov, se disponibile, al semplice coltellaccio da cucina, e vanno usate con determinazione, dopo l'arresto del camion, per provocare ulteriori vittime. Particolare attenzione viene riposta nella scelta dell'itinerario d'avvicinamento all'obbiettivo visto che dalla possibilità d'inserirsi su eventuali passaggi pedonali - evitando i blocchi della polizia - dipendono - l'esito dell'attentato e il bilancio finale. Nel novero dei paesi da colpire mancano oltre all'Italia anche la Spagna. Vengono invece caldamente consigliati Israele, Stati Uniti, Francia, Germania, Australia, Danimarca e Olanda. La raccomandazione finale per il kamikaze è di lasciare una nota dettagliata spiegando l'intenzione di colpire e uccidere nel nome dello Stato Islamico. Perché più dell'attentato conta sempre la propaganda.

Commenti

dank

Sab, 19/08/2017 - 09:35

Mi raccomando arrestiamo chi mette l'immagine del Duce su una bottiglia di vino e lasciamo che questi opuscoli girino sui social

LostileFurio

Sab, 19/08/2017 - 10:22

Per PREVENZIONE FUORI TUTTI I MUSULMANI DALL'EUROPA. Anche se qui da anni o pseudo integrati ecc.ecc. Tipo quanto fatto da Gheddafi nel 1970 agli Italiani in Libia. Tanto si vede in Francia cosa ha fatto la loro 'integrazione / ghettizzazione'... Siamo in guerra e chi li tollera e li accetta e fa il 'buonista' è solo loro complice !

pietro_da_biella

Sab, 19/08/2017 - 10:59

I manuali d'uso sono una cosa molto importante e vanno sempre allegati al prodotto. Brutti maiali, ma come è ancora possibile tollerare?

6077

Sab, 19/08/2017 - 11:09

mi sa che faremmo bene a leggerli anche noi questi opuscoli, se non altro per sapere cosa aspettarci, ma visto che i nostri governi non sembrano molto intenzionati e/o capaci a risolvere la questione, tra qualche tempo potrebbero essere informazioni utili. -- "Nel terzo come innescare incendi boschivi": a me sa che anche questo capitolo l'hanno letto bene. non è che da noi non fanno niente, è che ce la raccontano, come fanno anche in altri paesi europei, i media nascondono e minimizzano per tenere calma la gente. forse non sanno che più tempo passa più il botto sarà grande.

Tarantasio

Sab, 19/08/2017 - 11:37

nei prossimi programmi elettorali vedremo chi fa sul serio e chi fa finta...

MgK457

Sab, 19/08/2017 - 11:48

LA MAFIA ISLAMICA.

Publio Sestio Baculo

Sab, 19/08/2017 - 13:27

BOLDRINIIII.......QUANDO SARANNO REPERIBILI CERTI PREZIOSI "MANUALI" PER CHI NON SAPREBBE REPERIRLI ON LINE ????

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Sab, 19/08/2017 - 13:40

E con questo ben di Dio che c'è in giro, in Italia,c'è chi persegue i propri fantasmi... Lido fascista, gadget di Predappio e architettura del deprecato ventennio da abbattere ??!!?!?!?

nino90

Sab, 19/08/2017 - 15:15

Facciamone testo scolastico

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 19/08/2017 - 16:25

Dunque leggono i manuali per l'uso, non è vero che leggono solo il testo sacro! Brave risorse, l'itaglia paghi subito (come già fa per intero) scuola, sanità e istruzione a tante pregevoli risorse in formazione. Avanti coi sussidi, presto!