A Matera stazione inaugurata (ora mancano soltanto i treni)

Dai tempi di Carlo Levi, la Città dei Sassi attendeva lo scalo ferroviario. Otto ex sindaci: progetto copiato

Puntuale come un treno che arriva in ritardo, ecco pronta la nuova (in realtà quella vecchia non è mai esistita) stazione ferroviaria di Matera Centrale (per quella di «Matera Laterale» se ne riparlerà, forse, tra una cinquantina d'anni). La solenne inaugurazione è avvenuta due giorni fa con la significativa assenza della ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, la quale ha deciso di bigiare la cerimonia del taglio del nastro, forse ben sapendo che per arrivare da Roma a Matera in auto blu avrebbe impiegato una mezza giornata. In treno? Neppure a parlarne. In aereo? Macché, in Basilicata si vola solo con la fantasia. Il mitico scalo ferroviario materano era agognato già dai tempi di Carlo Levi, quando Cristo fu costretto a fermarsi alla stazione di Eboli proprio perché da lì in avanti la strada ferrata si interrompeva bruscamente. Ma bando a passatiste nostalgie letterarie. Matera, Capitale (ormai in scadenza) Europea della Cultura 2019, guarda al futuro, ripartendo appunto da dove si era bloccata: cioè dalla sua stazione fantasma. Una pensilina di cemento abbandonata nel nulla e circondata dal niente. Così è stato per decenni. Ma poi, grazie a Dio (e pure al Gesù di Mel Gibson), Matera è esplosa mediaticamente. Il mondo ha scoperto la sua bellezza segreta, ed ecco che la stazione si è finalmente materilizzata, anzi Materalizzata. Un progetto di lusso, firmato da un'archistar come Sergio Boeri: quello del Bosco Verticale, mica di Punta Perotti. In tempi brevi (22 mesi dall'ideazione alla realizzazione dell'opera) e con costi contenuti (7 milioni di euro) la Città dei Sassi ha coronato il suo atavico - se non preistorico - sogno: un altoparlante che dai binari annunciasse orgogliosamente «Matera Centrale... stazione di Matera Centrale!». Se poi, dalla stazione, partissero e arrivassero anche i treni sarebbe il massimo; ma, si sa, non si può avere tutto. Del resto la politica dei piccoli passi ha i suoi tempi, che mal si adattano all'alta velocità. Ma guai a fare i disfattisti: in realtà a Matera Centrale oggi arrivano ben due Frecciarossa: da Roma a Matera il tempo di percorrenza è di poco più di 5 ore, con un cambio a Bari Centrale, da dove - via Altamura -, con i treni Fal (Ferrovie Appulo Lucane) si giunge finalmente a destinazione. Insomma, più che un viaggio comodo, un viaggio della speranza. Ma con 60 euro in classe «standard» ambire a qualcosa di più sarebbe pretenzioso. Anche per questa ragione risulta assurda la lettera di denuncia firmata da «8 ex sindaci» in cui si accusa l'architetto Boeri di aver «copiato» il progetto della stazione da altri già realizzati a Milano e Marsiglia.

Intanto a Matera si sono appena concluse le riprese dell'ultimo film di 007. James Bond ripartirà in treno?

Mission impossible.

Commenti

Albius50

Sab, 16/11/2019 - 09:06

Speriamo che non faccia la fine della Stazione di Piovarolo un vecchio film dove il CAPOSTAZIONE era TOTO'.

Misterbeen

Sab, 16/11/2019 - 09:20

Se non riescono a rendere una citta' come Matera fonte di reddito da turismo i nostri illustri ,comunisti per caso (Matera e' rossa), che vadano a casa o meglio a lavorare la terra, nei pressi di Matera ci sono tante terre da coltivare. Per arrivare a Matera da Bari ci vogliono 2,30 ore e il treno e' scomodissimo e costoso, per quanto riguarda l'aeroporto vi e' una navetta (quando funziona) tra la Stazione Centrale e Bari ....ma bisogna essere fortunati...indovinare il giorno giusto e che tutto vada bene. TURISTI?? ADDIOOOOO

detto-fra-noi

Sab, 16/11/2019 - 09:27

Ennesima struttura ultra moderna e ultra elegante, che poi non funziona o verrà abbandonata a sé stessa (a Salerno, qualcosa di simile è stata fatta per le 3fermate3 della pseudo-metropolitana): l'importante era avviare il business e riscuotere i finanziamenti pubblici.

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 16/11/2019 - 09:40

per che non proviamo a dirottare la tav estera(torino lione)tra napoli e matera?

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 16/11/2019 - 09:46

dotto-fra-voi, esattamente come il mose e tutte le pedemontane del nord?

cgf

Sab, 16/11/2019 - 09:50

l'importante che la stazione sia FINALMENTE finita, è mezzo secolo che ci lavoravano, i treni… 'spetta, prima o poi…

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 16/11/2019 - 09:57

ricordatevi che questo faraonico progetto l'hanno voluto la sinistra! infatti mancano i treni.... come a salerno: un aeroporto voluto dalla sinistra, e mancano ancora aerei a oltre 20 anni dalla inaugurazione! l'immensità della cretinettudine di sinistra è veramente sconfinata....

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 16/11/2019 - 10:21

mortimermouse, non commentare sempre tenendo sottobraccio la biografia di berlusconi, ti porta a sbagliare! l’Enac ha individuato in 24 gli aeroporti più inutili d’Italia. Il traffico annuale all’aeroporto di Siena è di appena 4.044 passeggeri. Male anche Brescia con quasi 60 mila passeggeri. Gli altri aeroporti inutili sono Bolzano, Foggia, Crotone, Perugia, Cuneo, Parma e Forlì. In Italia gli aeroporti sono in tutto 48 e di questi secondo Nomisma ben 24 andrebbero chiusi e guarda caso la maggioranza degli aeroporti da chiudere sta al nord. Ma l’ambizione delle piccole città di volare resta. Così capita che, specialmente in campagna elettorale, nascano progetti per nuovi aeroporti. Ma da dieci anni l’Enac non dà nuove autorizzazioni.

Ritratto di ..repubbliQetta

..repubbliQetta

Sab, 16/11/2019 - 10:30

tranquilli, un'altra trentina di anni ed oltre ai treni arriverà anche l'acqua corrente

Calmapiatta

Sab, 16/11/2019 - 10:37

Beh, siamo un pezzo avanti....tra 50/60 anni arriveranno anche i treni. Intanto il sottosegretario avrà già cumulato pensioni, stipendi e benefici tali da vivere nell'agiatezza (a spese della comunità) lei e la sua famiglia....e che Matera si attacchi pure ai....sassi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 16/11/2019 - 10:49

GIOVINAP non è la biografia che mi interessa, ma il modo di condurre la gestione politica del paese! lei dice che da 10 anni l'ENAC non da autorizzazioni? guarda caso.... proprio 10 anni fà al governo ci andò la sinistra, costringendo berlusconi alle dimissioni con ricatti, e non con i voti .... e ciò che ne viene fuori con questi sprechi, non è colpa di berlusconi, ma dei babbei che ancora danno voti alla sinistra :-)

Giovanmario

Sab, 16/11/2019 - 12:16

vabbè i treni.. ma almeno i binari.. ci sono???

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 16/11/2019 - 12:32

Dove ci sono i treni le stazioni fanno pietà, in compenso, ne fanno di nuove dove i treni mancano, grande Paese.

19gig50

Sab, 16/11/2019 - 12:50

Italia, Nazione ridicola, si fanno sempre le cose a metà e questa stazione, senza treni è l'ultima in ordine di tempo. Già nel 1861 Massimo D'azzeglio azzardò a dire:"Fatta l'Italia, bisogna fare gli italiani” aveva ragione...qui sono sbagliate le teste!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 16/11/2019 - 14:05

Adesso hanno fatto la stazione, per la quale sicuramente "abbiamo pagato" tutti noi Italiani. Ora sarebbe il caso che vi facciano arrivare qualche treno, magari ottenuto in prestito.