Matteo in calo di consensi: persi 5 punti in un mese

L'ultimo sondaggio: la Lega arretra al 33,7% Salvini ora è costretto a confidare in Mattarella

Primi effetti della strambata del Capitano: il vento in poppa della Lega cala. Per carità, non è certo un naufragio ma l'ultimo sondaggio spiattellato sul Sole24Ore deve aver impensierito un Salvini in versione privata. Tra un selfie con la figliola per esaltarne lo smalto rosa pallido e l'incubo di una quadra tra i gialli e i rossi, c'è anche il nero dell'ultima rilevazione Winpoll per il quotidiano di Confindustria. Sta arrivando il conto dell'essersi fatto saltare in aria a Palazzo Chigi affossando se stesso assieme a Conte: per la prima volta da mesi il Carroccio frena. Oggi vale il 33,7% quando alle Europee (26 maggio) incassò il 34,2% e a luglio veleggiava addirittura al 38,9%. Insomma, facendo saltare il banco sono saltati anche ben 5 punti percentuali di consenso. Rimorsi? Forse. Di certo nessun leghista lo ammetterà mai, preferendo guardare l'altra parte del sondaggio, quello che tasta il polso agli italiani sul come uscire dall'empasse. Ebbene, la maggioranza del Paese chiede il voto (41% contro il 34% che vuole un governo giallorosso). Grancassa, quindi: e-le-zio-ni, e-le-zio-ni. E ancora: se Di Maio e Zingaretti trovassero la quadra, per il 51% degli italiani il governo durerebbe «solo pochi mesi». Come va dicendo un Salvini disorientato perché mero spettatore della trattativa M5s-Pd. Tornando alle intenzioni di voto, a via Bellerio si registra con preoccupazione l'inversione di tendenza che riguarda grillini e dem. Entrambi, rispetto a luglio, tornano a salire. I pentastellati passano dal 14,8% al 16,6%; i democratici dal 23,3% al 24%. Qualche leghista fa spallucce: «Se sono gli stessi sondaggi che davano la sconfitta secca di Trump siamo a posto...». È vero che il Carroccio resta comunque il primo partito. È vero che il 33,7% resta pur sempre un buon risultato. Ma è vero anche che il boom salviniano sui social comincia a mostrare le prime crepe.

Ieri, per esempio, sotto la foto delle unghie pittate della figlioletta («Ma che bello smalto, buona domenica, amici») sono apparsi i primi nasi arricciati: «Ma lasciala in pace, no?»; oppure: «Eviti di usare i figli per farsi pubblicità»; e, il più graffiante: «È il tuo partito che perde smalto...». Smalto o non smalto, in questa fase il leghista è relegato nel ruolo di passivo osservatore di un negoziato il cui barometro segna cambiamenti ogni ora.

Non resta che sperare in un naufragio della trattativa con uno strano paradosso: più di un leghista, adesso, si aggrappa al Colle. Un parlamentare del Carroccio ricorda: «Mattarella tre giorni fa ha parlato chiaro. Ha detto che servono decisioni in tempi brevi ma soprattutto una maggioranza che si formi attorno a un programma per governare il Paese. Non sarebbe sufficiente un governicchio. E poi ha detto chiaro: Altrimenti l'unica strada è quella delle elezioni». Non resta quindi che il bombardamento preventivo del governo-patacca che cercano di apparecchiare Renzi e gli ex amici grillini. Grillini che il Capitano, ormai, non tempesta quasi più sebbene gran parte di questi tornerebbe coi leghisti piuttosto che imbarcarsi in un governo con gli odiati dem. Ma la paura di perdere la comoda poltrona a Palazzo può far miracoli.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 26/08/2019 - 17:42

come volevasi dimostrare! già un mese fa dicevo che avrebbe perso del consenso.... :-)

Gianca59

Lun, 26/08/2019 - 18:36

Mi associo mortimemouse: dicevo anch'io che non ero poi così sicuro che la Lega si sarebbe portata a casa il 40%....

Duka

Lun, 26/08/2019 - 18:51

Salvini sparirà dalla scena politica molto presto. Lo scrissi un mese fa perchè era evidente che a breve avrebbe commesso l'errore fatale. E' stato un mero errore di calcolo ed uno più grave di scarsa o inesistente capacità di mediazione.

lorenzovan

Lun, 26/08/2019 - 20:24

solo ??? vedrai appena sparira dalle sagre paesane e dai telegiornali ..colla sua trombetta facile...ora si deve pagare tutto..mamma stato cghiudera' la tetta dove ha ampiamente per 14 mesi munto

stefi84

Lun, 26/08/2019 - 21:40

Vero, ma adesso ci pensa il governo giallorosso a farlo risalire e alle prox elezioni il cdx sarà oltre il 50%, però una domanda: è Salvini la persona adatta o meglio magari Giorgetti? Temi come l'immigrazione o le tasse in aumento fanno salire i consensi, ma toppate come quella di Salvini e frasi tipo "ruspa". L'elettorato chiave è quello moderato che appunto non vuole più immigrati o più tasse.

cir

Lun, 26/08/2019 - 23:34

assieme a salvini scomparira' anche la LEGA NORD . Che Salvini fosse un incapace l' avevo gia' notato da tempo .Ora l' italia sara' im balia di circensi targati FI e opportunisti senza scrupoli del PD.A meno che mi sia sbagliato io ingenuamente , che Salvini fosse consapevole di essere usato come un cavallo di Txxxa ? Neanche un ritardato mentale avrebbe agito come il "personaggio" negli ultimi tempi.

Epietro

Mar, 27/08/2019 - 11:16

Ma va là il 5%, c'è senz'altro un errore, che sia voluto o non voluto non è dato sapere. Allora facendo un pò di previsioni, nel giro di qualche mese, il tempo necessario per recarsi alle urne, la Lega tornerebbe al 17% e non farebbe più paura a nessuno, strano che Di Maio e Zingaretti resistano così fortemente all'idea del voto.