Matteo cerca in extremis di riaccendere il forno Ma i 5 Stelle lo snobbano

Salvini fuori tempo: «Se volete, ci saremo» Affossa Conte: «Ora è l'avvocato delle élite»

La mossa in extremis di Matteo Salvini suona tardiva. Tenta di riaccendere un forno ormai gelido perché spento e manda un messaggio a Di Maio che più chiaro non si può ma fuori tempo massimo. «Taglio dei parlamentari, revoca delle concessioni autostradali a chi è inadempiente, riforma dello sport (già approvata) e contrasto a lobby e poteri occulti, da Bibbiano ai banchieri corrotti. La Lega c'era, c'è e ci sarà», twitta il capogruppo leghista al Senato Massimiliano Romeo rispondendo a Di Battista. C'era, c'è ma soprattutto «ci sarà». Nel senso: siete ancora in tempo a rifidanzarvi con noi che appoggeremo i provvedimenti che vi stanno più a cuore. Ma l'offerta è intempestiva e si traduce in un sasso lanciato in uno stagno; in un po' di sabbia versata nell'ingranaggio in moto per formare un governo giallorosso. Lo stesso Salvini, in una lunga diretta Facebook, liscia - forse per l'ultima volta - il pelo a Luigino: «Leggevo che Di Maio si sarebbe impuntato perché vuole fare il ministro dell'Interno. Vai, fai, se mi chiederai consiglio, ti darò tutti i suggerimenti per fare al meglio questo mestiere che è difficile ma è entusiasmante». Miele; che non attacca, però. Come sull'immigrazione quando gli «odiati» Toninelli e Trenta firmano il divieto d'ingresso alla Eleonore: «Soddisfazione per la ritrovata compatezza del governo a fronte dell'ennesimo tentativo di avvicinamento alle acque italiane di una ong tedesca», dice il Viminale in una nota. Altra caramella offerta ai grillini: «Sul taglio dei parlamentari, ci siamo anche per farlo domani. Si può fare, è un segnale di serietà e di rispetto del contratto di governo e di un'altra promessa mantenuta». I corteggiamenti non sortiscono effetti: il silenzio pentastellato è assoluto. C'è rammarico: «Abbiamo tenuto le porte aperte per diversi giorni...». Inutilmente.

A Salvini non resta che picchiare duro su Conte. Coi suoi lo stronca senza pietà: «È passato da avvocato del popolo ad avvocato delle élites». Perché quello che sta per partorire, agli occhi del Carroccio, è un «pateracchio nato già da tempo con la benedizione dei poteri forti, seguendo un disegno ben preciso partito da Bruxelles», dice il leader. Sull'endorsement di Trump, glissa: «Sono in silenzio stampa», scherza. Romeo rincara la dose: «Curioso: da premier sovranista diventa premier rigorista che più rigorista non si può». E Salvini lo sbeffeggia citando il nemico numero uno dei gialloverdi: «Più che un Conte bis sembra un Monti bis che porta al governo gli sconfitti». Per il resto è tutto uno schiumare rabbia sui giallorossi: «State perdendo giorni su giorni, e non trovate accordo sui ministeri. Non sui progetti ma sulle poltrone. Sembra di tornare ai tempi di De Mita e Fanfani». E ancora: «Stanno facendo un governetto il cui unico collante è l'odio per la Lega. L'ha ammesso anche la Boschi: I 5 stelle sono degli incompetenti; però, pur di non far vincere Salvini...». Quindi il messaggio diretto: «Pd e M5s da giorni si stanno incontrando, telefonando, convocano e sconvocano riunioni... Fate quello che volete ma fate in fretta. Altrimenti la via maestra in qualunque democrazia è andare a elezioni».

Le urne sembrano un miraggio, però. E pure l'appello al capo dello Stato pare destinato al flop: «Confidiamo, anzi siamo sicuri - dice tronfio Salvini - che il presidente Mattarella non permetterà questo mercimonio ancora a lungo». Al Capitano non resta che aggrapparsi alle parole del presidente che avvertì tutti: «Voglio una maggioranza con numeri certi in Parlamento ma anche un programma solido». E su questo non c'è nulla. Per ora.

Commenti
Ritratto di Jannis

Jannis

Mer, 28/08/2019 - 09:51

Caro Matteo...sono sicuro che il tuo azzardo ti servirà da lezione, il troppo egoismo seguito da marce indietro non hanno mai premiato nessuno, questa te la sei cercata e adesso non lamentarti e preparati a stare all'opposizione per un paio di annetti

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 28/08/2019 - 09:57

quando non ascoltare le parole di berlusconi può significare il fallimento politico personale :-)

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 28/08/2019 - 09:58

Matteo si era montato la testa! Di conseguenza é andato a sbattere contro un muro, quello eretto dagli ignoranti grillini, che tali sono in massa, ma molto ben guidati.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/08/2019 - 10:07

Salvini, basta, è finita. E' meglio così. Hai provato e hai visto che sono comunsiti travestiti, attaccati solo alla poltrona. Ha ragione la Meloni nell'esilarante video della scatoletta di tonno, mai cosa fu così appropriata.

gigi0000

Mer, 28/08/2019 - 10:23

UMILIAZIONE TOTALE: chi si venderebbe per un piatto di lenticchie? Troppo fumo e niente arrosto: 26 anni di vita a sbafo sulle spalle degli italiani, senza aver prodotto alcunché di utile. Un anno e passa di governo, oltre agli anni precedenti di campagna elettorale, di promesse vacue con risultati effimeri, costosi ed irriverenti (basta pensare alla legittima difesa (peggio di prima) ed a quota100 (10 pensioni sulle spalle di 3 nuovi assunti) e le buffonate dei migranti (che ci costano di più che non accoglierli e ridistribuirli) flat tax per poche migliaia di contribuenti (gli altri già ne usufruivano seppur in misura minore) che invita all'evasione, ecc. ecc. In Lombardia certi elementi si definiscono barlafüs.

INGVDI

Mer, 28/08/2019 - 10:32

Ha fatto l'errore di portare i comunisti stellati al governo, complice l'assurdo ok di Berlusconi. Ha distrutto il centrodestra con l'intento di avere pieni poteri dal popolo per acclamazione. Dopo la giusta rottura con i 5s, invece di ritirare i ministri si pente, in ginocchio offre a Di Maio lo scettro di premier e i pieni poteri. Scena disgustosa. Dopo la rabbia per queste assurdità, c'è la rassegnazione, ma anche il rispetto per il corpo esanime di chi ha appena fatto harakiri.

ex d.c.

Mer, 28/08/2019 - 11:16

Unico lato positivo è la fine politica di Salvini.

Ritratto di abutere

abutere

Mer, 28/08/2019 - 11:18

Il Salvini vuole riaccendere il forno. A che scopo, visto che ormai è cotto e stracotto?

ir Pisano

Mer, 28/08/2019 - 11:22

Caro Matteo, principalmente desidererei ringraziarti di aver fatto tornare Renzi & C al Governo e secondariamente desidererei domandarti: TI SEI FATTO CONSIGLIARE DA TUO SUOCERO VERDINI???

fjrt1

Mer, 28/08/2019 - 11:23

Il governo lega-5s non è stato il governo del cambiamento ma solo un mal governo e questo soprattutto a causa dei 5s. I 5s pensano che bloccando le opere pubbliche si bloccano anche le mazzette dei malviventi, e questo è vero. Ma questo equivale a curare il dolore al ginocchio tagliando la gamba. Ora il 5s tentano una nuova esperienza con il pd, ma la discontinuità invocata da Zingaretti sarà solo continuità di malgoverno.

schiacciarayban

Mer, 28/08/2019 - 11:27

Vedere questo pallone gonfiato andare dalle stelle alle stalle non ha prezzo! Per tutto il resto c'è Mattarella.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 28/08/2019 - 11:31

È successo addirittura prima di quanto era dato immaginare. Il «Comandante», l’ubiquo leader di Lega/Salvini premier, il mezzo vice premier e ministro degli interni, il mastino che fa Bahu Bahu a tutti disposto a vendersi per un piatto di lenticchie. L’Esaù del terzo millennio!!!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 28/08/2019 - 11:36

Quanto farebbe meglio a tacere.

jaguar

Mer, 28/08/2019 - 11:41

Salvini deve avere pazienza, andare all'opposizione e aspettare che PD e M5S si scannino, è solo questione di qualche mese.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 28/08/2019 - 12:04

Farsi snobbare dai Grillini è il colmo. Ma Salvini c'è oi ci fa?

Ritratto di MAURI

MAURI

Mer, 28/08/2019 - 12:04

Mah, tanti, soprattutto la nostra ” libera” stampa a dire che ha sbagliato, io non ne sarei tanto sicuro, anzi, per me ha fatto strike, come? Ha tirato fuori l’anima sporca di Conte PdC “profondo dannato comunista” il quale si è subito venduto all’europa per uno spritz con la merkel. Il patto da lui sottoscritto, è stato subito messo in essere dai stellini con il voto dato alla Von Der Leyen, passando da sovranisti a paraculi dell’europa, e state ancora qui a dire che Salvini ha tradito. Dove questi personaggi dopo una serie sconvolgente di no a tutte le cose utili per il paese, hanno detto l’unico si che non dovevano dire, fenomeni che ora sono finalmente tornati alla loro casa, il PD, e dove finalmente arderanno.

lorenzovan

Mer, 28/08/2019 - 12:06

Jaguar...Ma qualche mese senza tv e trombettate televisive..lo sai quanti voti di italioti fa perdere?

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 28/08/2019 - 12:08

Salvini quando prese la decisione di staccare la spina doveva studiare tutte le possibili conseguenze e tra le possibili conseguenze c'era anche quella attuale per cui ora la sua offerta del Premierato a Di Maio fa ridere in polli. A questo punto lui deve solo aspettare che questa specie di Governo giallo-rosso vada a sbattere.

Romolo48

Mer, 28/08/2019 - 12:13

ex d.c. ... in attesa della fine dei 5Stelle!!

tatoscky

Mer, 28/08/2019 - 12:16

Mi sa che ha ragione gigi lé un barlafus.

jaguar

Mer, 28/08/2019 - 12:56

lorenzovan, non penso, Salvini è stato l'unico uomo politico che una volta al governo ha raddoppiato i consensi. La sua fortuna l'ha costruita nelle piazze, non in tv. E comunque anche se all'opposizione, farà una perenne campagna elettorale, come del resto ha fatto quando era al governo.

cir

Mer, 28/08/2019 - 13:30

povero leghista lumbard.. ha fatto tutto di pancia , ma come per la TAV , l' analisi costi -benefici per lui sono baggianate ...

opinione-critica

Mer, 28/08/2019 - 13:41

Se non ha ancora capito che leccava i piedi ai 5 stalle è giusto che sparisca dalla scena politica

rino34

Mer, 28/08/2019 - 15:09

Salvini ha fatto la campagna elettorale con FI e FDI, i suoi deputati sono stati elettti anche con i voti degl ialtri due partiti. Il tradimento non sta nell'aver fatto il governo con i 5s, ma di aver tradito il programma del cdx, contravvenendo alla promessa fatta a Berlusconi e alla MEloni (condizione posta per il loro via libera), e andando avanti con i cavalli di battaglia di Lega e 5s. Quindi invito i signori stravolgiamo la realtà a lasciare le colpe a chi le ha, cioè a Salvini. Berlusconi l'ha sempre detto che con i 5s non si poteva fare nulla di buono...

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 28/08/2019 - 21:41

TERZO INVIO. @jaguar (Mer, 28/08/2019 - 11:41) – Non lo ripeterò mai abbastanza: l’agire umano e mosso da intelligenza e scaltrezza. Il quoziente d’intelligenza è valutato in base a quanti collegamenti, in un determinato lasso di tempo, si riesce a individuare tra l’oggetto, l’idea o il progetto considerato, e tutto ciò che in vario modo gli sta attorno. Lo scaltro individua il suo punto d’arrivo e parte per realizzarlo. Intelligenza e scaltrezza, in ciascuno di noi, sono inversamente proporzionali tra di loro. In Salvini la componente scaltrezza è quasi al 100%; di conseguenza l’intelligenza è prossima allo 0%. Quando si propone uno scopo parte a razzo, sicuro di ottenerlo. Gli sfuggono, però, quasi tutti gli elementi che potrebbero giocare contro. Per questo, in quasi tutte le sue imprese ci sbatte il naso; e pure malamente, come questa volta. E cercando di rimediare si è anche reso meschino!