Matteo sindaco ad interim del Campidoglio sotto tutela

Il premier si è tenuto defilato. Ma ha creato una struttura che, da Gabrielli a Cantone, fa capo a Palazzo Chigi. L'ironia dell'ex Rutelli: dopo 2000 anni di nuovo due consoli

B astava dare un'occhiata ai titoli delle agenzie di stampa, ieri, per capire che a Roma il volante è passato di mano.

Il sindaco di Roma Ignazio Marino è ancora oltreoceano, in località imprecisata per motivi di sicurezza (gli indizi puntano su Philadelphia, sulla East Coast degli Stati Uniti), ma intanto nella «sua» città ferve l'attività: «Gabrielli al lavoro su affiancamento del Campidoglio contro le infiltrazioni mafiose, dopo aver ricevuto poteri speciali dal governo». E ancora: «Il prefetto di Roma è al lavoro per mettere in piedi la struttura interistituzionale che egli stesso coordinerà per il Giubileo e che si riunirà a giorni». Mentre il governatore del Lazio Nicola Zingaretti fa sapere: «Ho sentito il prefetto Gabrielli e lunedì ci vedremo».

Il “commissario” della Capitale sta ben attento alle forme, descrive il proprio ruolo come quello di un “coordinatore” e fa sapere di tenersi in contatto costante con Ignazio Marino. Ma sta di fatto che il sindaco non c'è, e non tornerà prima del 3 settembre, e a reggere il Campidoglio e dintorni ci sono il vicesindaco Marco Causi, affiancato a Marino dal Pd col beneplacito di Palazzo Chigi; il prefetto investito dal Consiglio dei ministri; l'assessore-parlamentare Stefano Esposito, sempre scelto dal Pd, che si trova tra le mani il complesso dossier della mobilità; il presidente dell'Autorità Anticorruzione Cantone, chiamato a vigilare sugli appalti e - ciliegina sulla torta - l'ex assessore al Bilancio Silvia Scozzese, che ha lasciato la Giunta in aperta polemica col sindaco e alla quale giovedì il premier ha affidato la gestione commissariale del debito della Capitale. Una sorta di cordone di sicurezza steso attorno al Campidoglio per far fronte all'emergenza Giubileo e alla necessità di bonificare il Comune investito dal tornado Mafia Capitale, e che fa tutto capo, direttamente o indirettamente, a Palazzo Chigi.

Matteo Renzi è stato ben attento a tenersi defilato, ha scelto di non partecipare alla conferenza stampa di giovedì dopo il Consiglio dei ministri, non ha intenzione per ora di mettere la faccia sull'evento Giubileo, deciso estemporaneamente dal Papa e ancora tutto da organizzare. Ma alla fine dei conti, e più per necessità che per scelta, ha dovuto aprire l'ombrello protettivo del governo sopra il Campidoglio. Come dice Francesco Rutelli, che da sindaco della Capitale gestì magistralmente l'Anno santo del 2000 e i suoi fiumi di miliardi in opere pubbliche, senza inciampare in una sola inchiesta, «sul piano istituzionale si potrebbe dire che Roma dopo duemila anni torna al consolato: ora sono in due a doversi preoccupare della città». Il sindaco ufficiale, Marino, e quello ad interim che - per varie ed interposte persone - è proprio Renzi.

Il primo impegno ufficiale previsto nell'agenda di Marino (che secondo indiscrezioni dovrebbe concludere la vacanza americana con una puntata a New York, per salutare il suo amico sindaco Bill De Blasio) sarà il 4 settembre, guarda caso a Palazzo Chigi, presente il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Oggetto: i soldi per finanziare gli 84 interventi deliberati a inizio agosto dalla giunta di Roma. Grazie all'allentamento del patto di Stabilità finora la città ha ottenuto 50 milioni, ma servono altre risorse, e l'obiettivo del summit è proprio quello di cercare di sbloccare circa altri 30-40 milioni di euro.

Commenti

unosolo

Sab, 29/08/2015 - 10:47

La ironia del grande Rutelli ci sta tutta , Roma di fatto è commissariata e ha tre sindaci più un quarto da supervisore oltre al controllo da parte diretta del palazzo , quindi questo gioco nel non prendere a pedate un incapace a noi Romani ci costa una finanziaria , manterremo quattro direzioni complete di segreterie oltre alle spese i rimborsi e appalti che decideranno di avviare per il solo scopo come sempre di passarli a ditte amiche o collaterali alle coop magari con falsi appalti sotto certe cifre come sempre , ladri e spendaccioni .

vince50_19

Sab, 29/08/2015 - 11:14

Questa storia sta diventando sul serio una barzelletta: pur di non cacciare Marino (con tutte le più che certe conseguenze politiche), Renzi s'inventa di tutto e di più! Patetico e penoso. Son curioso di vedere cosa mai farà dopo 'u zu Gnazu, dato che con Renzi non corre certo buon sangue! Stavolta potrei perfino dirgli .. "ganzu".. ahahahahaha ..

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 29/08/2015 - 11:21

TITOLO DELLA FOTO: DUE NULLITA' IN GIRO PER ROMA.

pc1966

Sab, 29/08/2015 - 11:21

Ma il Prefetto non doveva saltare per l'affare Casamonica? Nel PD più si è NULLI più si SALE. Siamo massi male. ALLE ARMI!

Frusta1

Sab, 29/08/2015 - 11:22

Per carità nessuno Ha intenzione di toccare le ferie , strameritate del signor marino,ma con un evento così importante come il Giubileo un impegno totale ci vorrebbe. Lui però o non ha ancora capito di essere sindaco di Roma o sa di essere talmente tanto in una botte di ferro(il pd sa che sarebbe un suicidio politico la richiesta di elezioni amministrative anticipate)che ricatta col suo silenzio sia il pd (che non ci importa nulla ) sia i romani che va bene hanno sbagliato a votarlo, ma che meritano un amministratore più valido, intelligente e impegnato nella gestione di una città , che evidentemente , non sente propria sua.

agosvac

Sab, 29/08/2015 - 11:38

Francamente non riesco a capire tutto questo potere dato al prefetto Gabrielli. In fondo non si è mai distinto per avere fatto qualcosa di eccezionale. Ha preso il posto di Bertolaso alla protezione civile ed ha fatto metà delle cose che aveva fatto Bertolaso. Purtroppo Bertolaso passava per essere del centro destra mentre Gabrielli fa parte integrante del centro sinistra il che lo ha sempre messo al riparo dalle tante inchieste della magistratura. Una per tutte: c'è qualcuno che possa pensare che il prefetto di Roma non sapesse niente del funerale casamonica??????????

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 29/08/2015 - 11:39

Mah...italieta. marino è il sindaco eletto dai romani, solo un governo antidemocratico gli affianca un tutor definendolo di fatto un incapace. Meglio sarebbe stato che tutto il consiglio comunale si fosse dimesso costringendo il buon marino a fare frettolosamente le valigie. Illusione, un posticino nel comune della capitale rende bene.

magnum357

Sab, 29/08/2015 - 11:51

Della serie "Chi è più coxxxxxxxxxe ?". Sia il governo sia il sindaco di Roma sono due macchiette stile stanlio e Ollio !!!! Ahhhhahhhhahhhhahh e il mondo ci ride dietro ovviamente !!!!

Ritratto di Marotta2

Marotta2

Sab, 29/08/2015 - 11:52

Mi dispiace dover dire che questo grande chirurgo , permanendo in vacanza negli USA mentre a Roma sta succedendo il finimondo , dimostra di non avere alcun rispetto dei romani che lo hanno voluto Sindaco e di noi tutti Italiani e del mondo intero che stiamo osservando tutto questo . E' un comportamento irresponsabile il suo .

wer543

Sab, 29/08/2015 - 11:53

Non solo a voi romani ma a tutta italia

Lino.Lo.Giacco

Sab, 29/08/2015 - 11:57

praticamente saranno triplicati gli amministratori su roma, come se non bastassero la miriade di fannulloni super pagati. Adesso bisognera' commissariare tutti i vigili urbani, tutti gli autisti dell'amtab,tutti i netturbini e i loro capi, perche' nessuno di questi e' in grado di svolgere il proprio compito seriamente! vuol dire che a roma bisognera' devolvere altre decine di milioni di euro, per un equo compenso di questi commissari che controllano i commissari che hanno commissariato roma! Idioti, basterebbe chiamare i casamonica e con meno della meta' di risorse amministrerebbero molto meglio questa capitale di merda! ho sempre sperato in soluzioni pacifiche, ma adesso credo che una guerra civile sara' inevitabile visto che sperare in un colpo di stato militare e' imossibile!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 29/08/2015 - 12:08

Se marini parla renzi e mezzo PD finiscono in galera.

Fjr

Sab, 29/08/2015 - 12:09

Per usare una metafora calcistica, panchina lunga a Roma, s'e' mai visto che per governare una città' servono 4 teste

amedeov

Sab, 29/08/2015 - 12:11

Immaginiamo per un attimo se tutto questo casino lo avesse fatto Berlusconi. Come minimo scoppiava la terza guerra mondiale

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 29/08/2015 - 12:14

Semplicemente: RIDICOLI

Pelican 49

Sab, 29/08/2015 - 12:32

Fino ad oggi c'era solo il mezzomarinaio ..... ora c'è anche il mezzomarino ...

Mauri44

Sab, 29/08/2015 - 12:36

cari romani alle prossime elezioni se ci saranno non votate con i paraocchi votate con la testa vedendo come hanno ridotto roma

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 29/08/2015 - 12:41

Prove generali di dittatura socialcomunista??... visto che sono organizzate da un governicchio ereditario non eletto, con personaggi rigorosamente non eletti dal popolo(governato da non eletti): mi pare che il pupazzetto toscano , che fa il finto tonto, insieme ai dinosauri della politica e burocrazia stia mettendo definitivamente il sigillo alla fine di quello che una volta era democrazia. Italiani se ci siete , battete anche due colpi! ...che magari vi svegliate dalla narcosi1

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 29/08/2015 - 12:49

Due consoli? L'ironia rutelliana può essere divertente, ma è lontanissima dalla realtà ed il paragone non regge. Non offendiamo l'unico periodo nella storia in cui la gente italica ha saputo emergere sul mondo intero: paragonare i chiacchieroni di oggi ai governanti di Roma antica è un insulto alla storia ed al buon senso.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 29/08/2015 - 13:00

Unosolo, che mi ha preceduto, han fatto un quadro sintetico quanto realistico della situazione e dei suoi costi. Una fotografia del bel paese, quello governato da gente quale il sindaco Marino, avvitato alla sua sedia, ed al sempre più incapace uomo delle chiacchiere, quello che aveva annunziato, tra gli applausi, il suo splendido programma: legge elettorale, elezioni, riforme. Come sia finita lo sappiamo tutti e possiamo anche prevedere come finirà, secondo le regole italiote: “a schifio”.

Ritratto di nottiTaglia

nottiTaglia

Sab, 29/08/2015 - 13:02

il solito diversivo, la solita FUFFA MEDIATICA DELLA CASTA NOSTRA... MAFIA CAPITALE ANDAVA COMMISSARIATA per MAFIA, invece sindaco e compari di merenda restano in carica, QUESTI SONO I FATTI il resto è FUFFA

CIGNOBIANCO03

Sab, 29/08/2015 - 13:29

Ma che paese è.......un paese che ha due papi, due presidenti della repubblica e tre sindaci...e lo sconcio continua e il ribrezzo aumenta.

Accademico

Sab, 29/08/2015 - 13:32

Questi DUE cialtroni sono da emarginare. La Politica è una cosa seria. Stiamo parlando della Capitale diventata merce di scambio in mano a questi DUE incapaci.

mariolino50

Sab, 29/08/2015 - 13:34

Non so se Marino è un incapace o un ladro, ma è stato eletto regolarmente, e in nessun paese civile un impiegato dello stato, il prefetto, dovrebbe avere un potere superiore al suo, democrazia fincè non pesti i piedi a qualcuno.

unosolo

Sab, 29/08/2015 - 14:32

roma commissariata di fatto con tre supervisori e controllori con tanto di segreterie e ancora gli paghiamo le ferie all'ex sindaco disconnesso ? ladri .