Mentana: "I profughi non vengono da noi per uccidersi"

Enrico Mentana fa una distinzione netta tra terroristi e profughi e spiega:"chi fugge da una guerra, o anche solo da una vita grama, e rischia la morte per venire a vivere tra noi non lo fa certo per morire e uccidere noi".

"C'è solo una cosa ancora più becera che attribuire l'ondata di attentati in Europa a una sorta di spirale imitativa tra depressi e disadattati, invece che all'indicazione dell'Isis ) e lupi solitari. Quella cosa più becera è la pretesa di collegare questa catena terroristica al fenomeno dei migranti". Lo scrive Enrico Mentana che, sul suo profilo Facebook, fa una distinzione netta tra terroristi e profughi.

"Tutti gli attentatori che hanno colpito in Francia e Belgio sono nati lì o ci vivono da molti anni dopo essere nati in ex colonie. La gran parte di loro aveva cercato di andare in Siria tra i foreign fighters dell'Isis: esattamente l'opposto per percorso e scelta esistenziale dei profughi", spiega il direttore del Tg La7 secondo cui "chi fugge da una guerra, o anche solo da una vita grama, e rischia la morte per venire a vivere tra noi non lo fa certo per morire e uccidere noi". "Certo, il problema migranti esiste, logistico, politico ed economico: ma è una questione che nulla ha a che fare col terrorismo islamico. E chi lo associa - conclude Mentana - fa una brutta operazione per sommare due paure profonde, quella del cattivo e quella del diverso".

Commenti

INGVDI

Mer, 27/07/2016 - 15:32

Mentana usa un linguaggio politicamente corretto. Purtroppo sbaglia parlando di profughi, si tratta di un'invasione islamica finalizzata a distruggere una civiltà, sostituirne la popolazione ed impadronirsi dei suoi beni. La stupidità umana favorisce dei meccanismi di difesa che agiscono negando la realtà.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 27/07/2016 - 15:33

l'immigrazione di massa ed illegale, crea tensioni sociali indescrivibili e dagli sviluppi imprevedibili. gente cresciuta in una cultura che non ci appartiene vine travasata nelle nostre citta' , paesi, villaggi. come puoi credere che non possano diventare un pericolo mortale per tutti noi?

il_viaggiatore

Mer, 27/07/2016 - 15:39

Il collegamento esiste eccome: i figli dei migranti ci taglieranno la gola tra una o due generazioni.

hornblower

Mer, 27/07/2016 - 15:46

In Germania, escluso il 18enne di origine iraniane, tutti gli altri protagonisti di fatti di sangue erano profughi.

Ritratto di GuerrieroDelNord

GuerrieroDelNord

Mer, 27/07/2016 - 16:20

Sarei d'accordo con il ragionamento di Mentana se al posto della parola "migranti" avesse usato "profughi". Nei cosiddetti migranti fanno parte anche i profughi che però sono una parte veramente bassa, tutti gli altri sono persone che non stanno scappando da nessuna guerra e che stanno approfittando della situazione per entrare in Europa. Probabilmente non saranno gli attentatori del presente, ma potrebbero esserlo nel futuro.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 27/07/2016 - 16:27

@INGVDI:....concordo!...Ora Mentana,raddrizza il tiro,e ritorna su i suoi passi "normali",dove non vuole capire(o dire),che solo per un fatto "statistico",importando milioni di musulmani,con l'l"aggravante" di una religione violenta,arretrata di 800 anni,fra psico-labili più o meno evidenti,fatti del genere accadranno a iosa,con tutti gli altri "normali" che stanno a guardare.....MENTANA,mi ero illuso!!!!

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 27/07/2016 - 16:31

E' una sua legittima opinione, che in ogni caso non giustifica l'invasione ad opera di popolazioni che nella stragrande maggioranza sono di religione islamica. Guarda caso... ci disprezzano, quando non ci odiano apertamente, però sono pronti a tutto per poter vivere nella terra degli infedeli... Nessuno che pensi di dirigersi verso i loro luoghi santi, dove secondo logica troverebbero l'ambiente più compatibile con il loro stile e la loro filosofia di vita.

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 27/07/2016 - 16:31

A me non risulta che fossero tutti nati in EU, anzi. E si e' visto chiaramente che qualunque islamico qui puo' venire usato in ogni momento per un qualsiasi attentato. E per generazioni. E' un qualcosa che hanno insito, una sorta di dipendenza. Vengono mandati qui per occupare, e per avere un esercito di zombies pronto.

Pierluigi64

Mer, 27/07/2016 - 16:34

Quello che Mentana e gli altri che fanno questi discorsi non considerano è che molti immigrati mussulmani, se non direttamente coinvolti, fanno quantomeno da "acqua" in cui nuotano i terroristi coprendoli almeno con la loro omertà. Infatti, non si ha notizia di mussulmani che abbiano denunciato dei loro correligionari violenti. Ad esempio, uno dei due attentatori di Rouen aveva detto in moschea che avrebbe attaccato una chiesa e nessuno l'ha denunciato. Da non sottovalutare, inoltre, la forte probabilità che una parte cospicua dei proventi illegali derivanti dalla tratta di esseri umani finisca nelle tasche dell'Isis, con la conseguenza che l'immigrazione selvaggia finanzi il terrorismo. Infine, ci sono gli attentati effettuati in Germania da neo rifugiati/immigrati che smentiscono Mentana. A questo Mentana dovrebbe pensare prima di insultare chi non la pensa come lui.

opinione-critica

Mer, 27/07/2016 - 16:37

Mentana fa una argomentazione semplicistica. Ignora che ci sono uomini e culture capaci di uccidersi pur di sputargli im faccia, hanno convinzioni profonde che Mentana non ha mai avuto. Vuole fare il "superiore" ignorando volutamente che gli islamici, di fatto, si stanno dimostrando superiori alla cultura e agli intellettuali alla Mentana; oggettivamente stanno islamizzando l'Italia, sia conquistando le menti alla Mentana, sia imponendosi sul campo. Ciò che può far paura non sono dei terroristi islamici ma la prostituzione intellettuale e politica dei governanti. I missionari islamici sono al lavoro e le file si ingrossano con le migrazioni volute, comunque generate da Isis. Poi ci sono i Mentana vari che hanno problemi e dicono che li hanno chi commette omicidi, sono giustificazionisti. Mentana non sarebbe disposto a morire per la patria, gli islamici sono pronti a morire per Isis. Se ne faccia una ragione

Fossil

Mer, 27/07/2016 - 16:41

E vai col buonismo! Non importa poi come gli sciagurati culi al vento e fancazzisti passeranno il tempo in attesa di sapere l'esito delle loro richieste. . .spaccio,violenze e simili. . .si certo non saranno tutti così ma é facile arruolare futuri sgozzatori fra questa massa di disperati. . .

carpa1

Mer, 27/07/2016 - 16:42

Un altro che si crede chissà chi e si sforza di convincerci del contrario, ma i fatti, almeno sino ad ora, ci danno ampiamente ragione: questa invasione è deleteria per noi ma anche per i clandestini che non trovano alcuna collocazione naturale nei nostri paesi. Si tratta solo di un'opera di travaso della loro cultura medievale, ormai fuori dal tempo, nella nostra e quella che prevarrà, dal momento che non usano la ragione ma obbediscono ciecamente ai loro capi, sarà la loro facendoci così ripiombare indietro di secoli. E' questo che vogliamo? Certamente no, per cui dobbiamo cambiare i nostri governi, mandando al diavolo gli i.dioti che occupano proditoriamente le cadreghe, e prendere tutti i provvedimenti del caso.

rossono

Mer, 27/07/2016 - 17:25

Mentana parte di quelli che arrivano ora sono i sostituti di chi sta morendo in battaglia.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 27/07/2016 - 17:41

---------------bravissimo mentana-----troppo intelligente per credere che fossi diventato un fascistello----hasta siempre

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 27/07/2016 - 17:57

Solo ieri aveva postato con un'idea tutta diversa....Si vede che gli hanno telefonato dall'alto e gli hanno detto di ridefinire il pensiero unico della sinistra becera...Komplimenti non ci ha messo neppure una giornata...Che delusione questi giornalisti da Sky a TG 1,2,3 la 7 tutti schierati al perbenismo che ci stà facendo invadere da orde di islamici pronti a uccidere...e molti di loro le chiamano risorse...verrà il momento che ci libereremo di tutti questi Traditori...

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 27/07/2016 - 18:40

tradotto: questi clandestini invasori vengono ad ammazzarci

zen39

Mer, 27/07/2016 - 20:32

Anche quelli arrivati anni addietro erano immigrati pertanto, fatte le dovute eccezioni, chi ci dice che quelli che arrivano oggi fra qualche anno non diventino terroristi ? I cittadini francesi ventanni fa non potevano immaginare che un loro vicino tanto buono e gentile un giorno avrebbe sparato o sgozzato qualcuno di loro. E' questione di cultura e religione. Il marcio prima o poi viene fuori. Il buonismo a tutti i costi viene sempre punito. "Chi pecora si fa lupo la mangia" ,mai questo proverbio è stato così azzeccato come oggi.

senzasperanza

Mer, 27/07/2016 - 22:18

e" vero.ma le seconde,o terze generazioni?

guido.blarzino

Mer, 27/07/2016 - 22:37

Concordo con il_viaggiatore. La prima generazione di migranti accetta tutto anche di essere schiavizzati, sempre meglio del Paese di provenienza. Ma figli e nipoti nascono nei ns. Paesi, vanno a scuola vivono la ns. vita democratica ma non dimenticano il male patito. Ciò che succede ne è la prova lampante.

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 27/07/2016 - 23:08

Mentana ha parzialmente ragione, vengono per uccidere noi e come diceva anni addietro un loro iman, ci sconfiggeranno con l'utero delle loro donne, con questo ritmo e con una accoglienza che rasenta il suicidio presto saremo in minoranza e costretti alla sharia.

gattogrigio

Mer, 27/07/2016 - 23:20

Discorso di routine. Che gli attuali migranti, al netto degli imbucati , non siano terroristi è abbastanza ovvio. I terroristi sono, generalmente, di seconda o terza generazione e questo evidenzia due tematiche. 1)La cultura occidentale, per la debolezza con cui viene proposta, non fa di queste persone degli occidentali; evidentemente le cosiddette"radici" hanno un fascino maggiore. 2) La situazione economica gioca sicuramente un ruolo importante. Dubito che il migrante che, per sua capacità o fortuna, ottiene grandi risultati ad esempio nello sport diventerà un terrorista. Se guadagni milioni all'anno il tuo prossimo ti va bene per definizione. Posto che gli antenati degli attuali terroristi hanno avuto, mediamente, molte più possibilità di inserirsi rispetto a quelli in arrivo ora e il risultato sono gli attuali terroristi, non è difficile immaginare quale risultato produrranno in futuro gli attuali migranti.

Altaj

Gio, 28/07/2016 - 00:13

Lo sappiamo che non vengono per uccidersi, vengono per ciucciare il piú possibile senza fare un tubo, con scuse e storie lacrimevoli diverse.

alkt90

Gio, 28/07/2016 - 00:36

connetti il cervello..e stai zitto..

joecivitanova

Gio, 28/07/2016 - 02:05

..è arrivata qualche telefonata..!! g.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 28/07/2016 - 05:27

Curridori, è già il terzo articolo sulle dichiarazioni di Mitraglietta; ma è diventato l'addetto stampa di Mentana?

Perlina

Gio, 28/07/2016 - 07:21

Povero chicchetto. Le hanno dato un bel "liscio e busso". Che buffone. el kid - Con quella faccia puoi dire ciò che vuoi.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 28/07/2016 - 07:31

C'erano una volta le colonie. I "sudditi" vivevano per lo più in indigenza, c'erano i conflitti, sia tribali che contro il colonizzatore. Molti decisero di cercare una vita migliore altrove. Emigrarono, ebbero figli, alcuni dei quali diedero atto a crimini insensati. Egregio Mentana, lasciando entrare orde di nuovi migranti, quanti figli faranno dei quali alcuni commetteranno, nel futuro, crimini orrendi ?

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 28/07/2016 - 07:46

I conduttori dei programmi di La7 sembrano degli equilibristi sul filo del politically correct e ad essi si stanno associando i direttori delle testate Mediaset. Il pensiero unico catto-comunista sta diventando realtà.

Ritratto di camerata.ghigno

camerata.ghigno

Gio, 28/07/2016 - 08:00

“La libertà senza ordine e senza disciplina significa dissoluzione e catastrofe.” CIT.