La Merkel vola in Africa per fermare le migrazioni di massa

La cancelliera tedesca proporrà intese sul modello Turchia-Ue

Berlino - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha deciso di giocarsi la carta africana per cercare di affrontare all'origine il problema dei flussi migratori fuori controllo verso l'Europa. La Merkel partirà oggi per un viaggio di tre giorni che la vedrà ospite in Mali, Niger ed Etiopia dove incontrerà le autorità locali per discutere delle cause all'origine delle migrazioni di massa.

La cancelliera sovraintenderà all'apertura di un edificio dell'Unione Africana finanziato dalla Germania nella capitale etiopica Addis Abeba e incontrerà i soldati tedeschi che partecipano alla missione Onu in Mali guidata da militari francesi. In programma anche incontri con le organizzazioni della società civile.

Nel solo 2015, la Germania ha registrato l'arrivo di 890mila migranti, molti dei quali in fuga dal conflitto in Siria e Afghanistan, e dalla difficile situazione economica nel Nord Africa. Per far fronte alla straordinaria ondata migratoria, Angela Merkel ha esortato l'Europa a rimpatriare i migranti africani che non hanno i requisiti per richiedere asilo, di firmare accordi di riammissione con i Paesi africani, e di aumentare gli aiuti umanitari.

La cancelliera tedesca ha anche affermato che il controverso accordo dell'Unione Europea con la Turchia servirà come modello per accordi di questo tipo con Paesi del Nord Africa, tra cui Egitto, Libia e Tunisia.

Commenti
Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 09/10/2016 - 11:16

Cerca d'armanecce!

Cheyenne

Dom, 09/10/2016 - 11:43

farà l'accordo a spese ue solo per la germania. D'altra parte il fondaco già c'è ed è l'italia ridotta ormai a un cesso lurido

VittorioMar

Dom, 09/10/2016 - 12:24

...PERCHE'?si è forse accorta che ha esagerato dicendo "VENITE VI ACCOGLIAMO TUTTI"!!...ora che sente traballare la poltrona ,corre ai ripari!!..anche se tardi,cosa le possiamo augurare??:SPERIAMO CHE CE LA FACCIA!!

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 09/10/2016 - 12:27

avanti in ordine sparso...IDIOTI

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/10/2016 - 12:34

No, ma è matta? Adesso che abbiamo imparato come fare i milioni di euro con l'accoglienza degli africani, questa vuole fermarli? Una tragedia, peggio del crollo della Borsa. Se non arrivano più africani, cosa faranno le coop, le associazioni umanitarie, gli albergatori che hanno le camere vuote, la Caritas, Papa Bergoglio...

PiazzaAntonio2016

Dom, 09/10/2016 - 12:49

L'Europa della culona della Merkel sta capendo che i cittadini europei e i Paesi dell'est non ci stanno al loro gioco...Si doveva fare subito e prima ancora.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/10/2016 - 13:36

E voi ci credete? Frau Premio Kalergi lavora all'agenda NWO.

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 09/10/2016 - 14:28

Sta facendo cio' che persone di buon senso stanno dicendo da anni...forse sta capendo (ed e' la piu' lungimirante a quanto pare tra tutti) che aiutare le popolazioni povere dove abitano, oggi e' la soluzione vincente..abbiamo un tessuto di associazioni di volontariato in tutto il mondo ...sfruttiamolo...

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 09/10/2016 - 14:28

Mi auguro che tanti altri seguano il suo esempio...

ziobeppe1951

Dom, 09/10/2016 - 14:35

Per fermare i CLANDESTINI, può farlo in due modi, sbarrando loro la strada col suo kulone oppure dare a quei governi, tanti ma tanti soldi

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/10/2016 - 14:52

Blatera intanto il criminale Soros, il padrone dell'UE per conto dei Rothschild... non scordiamoci che Merkel è la sua serva.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 09/10/2016 - 15:27

Hai voglia di girare l'Africa, Merkel. Guardando cosa ci arriva in Italia, devi obbligatoriamente andare anche e non solo in: Senegal, Gambia, Guinea, Sierra Leone, Costa d'Avorio, Nigeria, Sudan, Somalia, Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Egitto, così tanto per non far nomi. Poi bisognertebbe andare in Asia e lì ce ne sono altrettante di nazioni, guardando i nomi, quasi tutte a schiacciante maggioranza musulmana. Chissà come mai?

dakia

Dom, 09/10/2016 - 16:05

Anche questa prima ha riempito la cesta di ricci buttando le castagne e ora vuole buttare tutta la cesta per non graffiarsi, ma il palazzo ad Addis Abbeba chi lo ha pagato, la Ue? Ossia anche noi? placca con scritto!

Blueray

Dom, 09/10/2016 - 16:08

Almeno lei non ha le mani legate dalle coop rosse e quindi è libera di fare accordi che fermino le migrazioni. Speriamo si associno anche altri. Comunque l'Ue sta dimostrando di non esistere più.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/10/2016 - 17:39

Qualcuno continua a dire che bisogna aiutare questa gente a casa loro. Serve solo a distrarre l’attenzione. Avete idea di quanti miliardi di dollari sono stati donati fino ad oggi, ed ancora si danno, ai cosiddetti paesi del terzo mondo da associazioni umanitarie, organismi ONU e internazionali che raccolgono fondi a favore di questa gente? Abbiamo dimenticato che molti anni fa, proprio per aiutarli, sono stati annullati i debiti internazionali dei paesi del terzo mondo? Facciamo finta di non sapere che ancora oggi l'ONU, l'Europa ed i vari Stati, versano milioni di dollari o euro ai paesi africani? Assisterli a casa loro? E' quello che stiamo facendo da decenni, ma i soldi, invece che ai poveri africani, finiscono nelle tasche di affaristi, associazioni umanitarie e governanti corrotti. Perché la stampa non ce lo dice, invece di raccontarci pietose storielle di profughi che "sognano la Francia"?

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/10/2016 - 17:40

Proprio oggi, per aiutare i palestinesi, i Pink Floyd si sono riuniti per organizzare un concerto a favore di Gaza e delle donne palestinesi. Perché non ci dicono anche quanti milioni di euro l’Unione europea ha versato e continua a versare, ad Hamas? Dovrebbero anche ricordare che quando morì lo storico leader palestinese Arafat, premio Nobel per la pace, si scoprì che, secondo Forbes, aveva un patrimonio personale stimato in 300 milioni di dollari; che Arafat, secondo il Fondo monetario internazionale, solo nel 2003 aveva dirottato denaro, proveniente da varie fonti e donazioni, su conti privati per 900 milioni di dollari; che, sempre secondo il FMI il buco nei conti dell’Autorità palestinese ammontava a 778 milioni di dollari; che la moglie, che risiedeva a Parigi, riceveva un mensile per le spese personali pari a 100 mila dollari. Non si deve dire? Non è politicamente corretto? Ma andate al diavolo, Merkel e il terzo mondo.

VittorioMar

Dom, 09/10/2016 - 19:11

...come dico sempre:NEL BENE E NEL MALE FACCIAMO SCUOLA NEL MONDO!!

quasi25modo65re

Lun, 10/10/2016 - 07:39

Per Malatesta senza nulla da criticare ,ma fino adesso dove vivevi quando la Lega Nord ( lasciamo perdere poi lo scandalo del Trota ,diamanti e festini ) urlava per questo tipo di soluzione ? Ripeto senza voler criticarti. Adesso lo dice anche il Movimanto 5***** e questa ( la culona tedesca ) se ne viene con il coniglio dal cilindro ?

VittorioMar

Lun, 10/10/2016 - 10:12

...si deve dare il Merito al Merito,e il primo è stato SALVINI a "Disturbare" i Pesi dell'AFRICA!!...RIDICOLIZZATO DA TUTTI ED IN PARTICOLARE DA CHI DOVEVA GESTIRE(ONU).. IL FLUSSO MIGRATORIO MISERAMENTE FALLITO!!

ex d.c.

Lun, 10/10/2016 - 11:51

L'aveva già fatto Berlusconi con buoni risultati. Dovrebbe farsi dare istruzioni da Lui

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Lun, 10/10/2016 - 11:55

E come pensa di fermarla l'immigrazione? O fa riaprire i campi di sterminio, oppure schiera le navi da guerra nel mediterraneo, però con un canale "umanitario verso l'Italia, tanto noi siamo la pattumiera dell'Europa, se non del mondo.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Lun, 10/10/2016 - 12:03

Ottima idea, ma non poteva pensarci prima? A questo punto se vuole fermare la migrazione di massa le conviene portarsi dietro un esercito di SS, diversamente la vedo dura...

Lugar

Lun, 10/10/2016 - 14:48

Allora non è vero che si dissinteressano dell'immigrazione, e che non si fidano di noi, infatti tutte le nostre suppliche hanno sempre il NO come risposta.

acam

Lun, 10/10/2016 - 19:55

questa è diventata matta