Mezzi bloccati, elicotteri fermi Tutti gli errori e i ritardi fatali

Gli spazzaneve ci sono ma nessuno è capace di guidarli. Abolite le province, molte le strade senza manutenzione

Un elicottero del 118 in una foto d'archivio

E la prossima volta? Se dovesse prevalere il patriottismo di facciata, la retorica degli eroici soccorritori, la demonizzazione delle critiche, che garanzie ci sarebbero che alla prossima tragedia l'Italia si faccia trovare più preparata? Perché ormai un dato è certo: la tormenta senza fine che ha investito l'Appennino terremotato ha avuto conseguenze disastrose grazie a una impressionante serie di superficialità nei dispositivi che sul territorio dovrebbero fungere da presidi proprio contro violenze naturali di questo tipo. Se l'albergo Rigopiano si è trasformato in una tomba per chi si trovava al suo interno, è stato per colpa della lentezza dei soccorsi, prodotta sia dalla carenza di mezzi sia dagli errori umani. E colpa della lentezza sono state anche le sofferenze di centinaia e centinaia di persone nei borghi rimasti isolati.

La ricostruzione delle ultime ore di vita dei turisti e del personale del Rigopiano è inequivocabile. Alle tre del pomeriggio di mercoledì tutti gli ospiti dell'albergo erano pronti a lasciare la struttura e a raggiungere una località sicura, perché per le 15 era stato annunciato l'arrivo di uno spazzaneve che avrebbe liberato la strada. L'arrivo del mezzo viene posticipato alle 19, ma a quell'ora dello spazzaneve non c'è neanche l'ombra. Tre ore dopo, la valanga distrugge l'albergo. E anche dopo la valanga, secondo alcune testimonianze, la prefettura di Teramo liquida come «infondate» le segnalazioni della tragedia che arrivano da più parti; e d'altronde anche la sala operativa della questura teramana, denuncia il sindacalista del Sap Gianni Tonelli, è inagibile dall'ultimo terremoto. Anche questo, inevitabilmente, rallenta i soccorsi. Quando i militari riescono a aprirsi un varco fino all'albergo, per la maggior parte degli ospiti non c'è più niente da fare.

L'aspetto più inverosimile è che gli spazzaneve, nella zona investita dalla perturbazione, ci sono. Ma come denuncia il sito Zonalocale, cinque mezzi di proprietà della provincia di Chieti non hanno potuto essere impiegati per il semplice motivo che non c'è nessuno in grado di guidarli: «In tutta la Provincia abbiamo solo 35 cantonieri, di cui alcuni non guidano (non hanno la patente? O hanno un certificato di invalidità? ndr), altri sono capi cantonieri», spiega il vicepresidente della Provincia. La sostanza è che i cinque, preziosi spazzaneve restano fermi al loro posto, in piena emergenza.

Dietro la paralisi dei soccorsi c'è sicuramente il limbo in cui la abolizione delle Province ha precipitato alcune funzioni cruciali: sia quelle legate alla protezione civile, sia la manutenzione delle strade, frantumata tra Comuni e Regioni, e che ha lasciato in stato di abbandono innumerevoli arterie in tutta la penisola; e c'è un altro «buco nero» normativo, emerso drammaticamente nelle ore di ieri: si scopre che tre elicotteri del Corpo forestale di Rieti non sono potuti alzarsi in volo perché dopo lo scioglimento del Corpo, previsto dalla riforma Madia e scattato il 13 settembre, nessuno ha deciso se assegnare i mezzi ai carabinieri (che hanno assorbito la Forestale) o a i Vigili del fuoco. Così nelle ore tragiche di questi giorni, gli elicotteri sono rimasti fermi a terra, nella base dell'aeroporto Ciuffelli, come i 5 spazzaneve di Chieti. Alla fine, deve arrivare l'esercito per cercare di salvare il salvabile. Resta la debacle di un sistema di protezione civile che, nonostante l'arrivo della perturbazione fosse annunciato da giorni, ha aspettato solo mercoledì per annunciare l'arrivo «nelle prossime ore» di dodici frese a turbina per ripulire le strade. Per gli sventurati del «Rigopiano» era troppo tardi.

Commenti
Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 20/01/2017 - 10:42

trump guiderà gli spazzaneve e gli elicotteri mentre ci invia tweet per avverticrci del pericolo! trump ci salverà!

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Ven, 20/01/2017 - 10:49

A te non salverà di sicuro, anzi sparisci prima che ti trovi!

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Ven, 20/01/2017 - 10:51

Meno navi della inutile marina militare e guardia costiera nel Canale di Sicilia, scrivo minuscolo perchè non meritano più rispetto certi corpi costituiti da omuncoli che pensano solo alle loro carriere e più spazzaneve, elicotteri e mezzi vari dove necessitano per le emergenze.

meverix

Ven, 20/01/2017 - 10:53

Erano le regioni che andavano abolite, ricche di sprechi e malaffare, non le province. Ad ogni modo in Italia continueremo a morire di burocrazia.

Finalmente

Ven, 20/01/2017 - 10:53

questa è la perfetta fotografia di come la sinistra ha gestito le emergenze, i migranti una volta fatti sbarcare li sbattono dove capita a fare nulla, i terremotati attendono da oltre 5 mesi delle casette in legno, e adesso questa nuova tragedia che avrebbe potuto essere evitata... io mi chiedo come sarà possibile che alle prossime elezioni, questi prendano ancora il 30% dei voti.. ma possibile che gli italiani siano così idioti e caproni ? Piuttosto non votate se non vi piace altra gente, ma non date il voto a sinistra solo per ordine di scuderia, sveglia comunisti l'italia crolla e voi che eleggete i renzi e le boldrine ne siete corresponsabili.

cecco61

Ven, 20/01/2017 - 10:55

@ riccio.lino: nel caso non te ne fossi accorto, c'è gente che è morta e altri che stanno morendo grazie alle nefandezze dei tuoi compagni di merende. Ad ogni modo, se qualcuno ancora nutriva dei dubbi sulla tua sanità mentale, ora li ha definitivamente dissipati.

schiacciarayban

Ven, 20/01/2017 - 10:57

Una cosa è certa. Se fosse successo in Svizzera, e dubito che avrebbero permesso la costruzione di un albergo in un posto così esposto alle valanghe, sarebbe stata una normale operazione di soccorso. Probabilmente anche nelle Alpi Italiane sarebbe andata liscia.

cameo44

Ven, 20/01/2017 - 11:00

Che questo non sia il momento delle polemiche ma di pensare ai tanti bisognosi è giusto ma non può giustificare i tanti errori le tante assenze che non hanno consentito tempestivi interventi i problemi creati dalla neve sono di questi giorni ma i terremo tati vivono i disagi dal mese di agosto nonostante Mattarella e Renzi abbiano detto non vi lasceremo solo e faremo tutto quel lo che ce da fare gli agricoltori spettano ancora i rifugi per gli animali che stanno morendo Errani voluto da Renzi sembra un'anima in pena chi la visto? hanno ragione la Burocrazia uc cide più del terremoto i politici dicono di essere al servizio del Paese i veri servitori del paese sono le forze dell'ordine la protezione civile i vigili del fuoco che per un misero sti pendio mettono a rischio la propria vita e non strapagati come i politici incapaci e causa di tanti danni

giovinap

Ven, 20/01/2017 - 11:16

l'articolo riporta che sono state abolite le province ; a me non risulta , i nullafacenti fancazzisti delle province sono tutti al loro posto , e questo è uno dei motivi che nulla ha funzionato , in italia bisogna licenziare , almeno 2.000.000 di nullafacenti del pubblico impiego , ne sono talmente tanti che si ostacolano tra di loro . secondo mè è arrivato il momento di fare un'adunata di popolo .

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 20/01/2017 - 11:18

É venuta l´ora di dare inizio alla nobiltá di autentici cavalieri che facciano quello che allora fece quello che ora é il professor Curcio, ma esattamente al contrario ... Si scriva la veritá con il fuoco ... La vigliaccheria é l´alimento di cui si nutre l´autoritarismo della ottusitá e della ignoranza prepotente del fetido e feroce bubbone che sta divorando un Paese di imbecilli ... Nella sozza patria della mafia e del fascismo nel mondo si andrá sempre peggio fino a quando finalmente nascerá una sensibilitá nuova, una nuova intelligenza, un nuovo coraggio e il vigore di una nuova dignitá che condurrá il singolo a farsi giustizia da solo eliminando ad una ad una tutte quelle scorie umane, parolai, parassiti, fascisti neri e fascisti rossi, delinquenti istituzionalizzati dell´apparato mafioso pubblico che affondano il Paese nella sofferenza e nella deriva della piú atroce e vigliacca barbarie.

dalo49

Ven, 20/01/2017 - 11:20

VERGOGNA ....VERGOGNA .... QUANDO IL BULLETTO DI RIGNANO ANDO' IN VACANZA A SCIARE SULLE ALPI CON LA FAMIGLIA , L ELICOTTERO ERA DISPONIBILE ...SIETE VERGOGNOSI, SIETE VOMITEVOLI ... E' L ORA CHE CHI GOVERNA VADA A CASA IN MANIERA DEFINITIVA , NON HANNO NESSUN PUDORE .... SCHIFOSI.... spero che lo pubblichino nonostante i termini usati ma è una realtà

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 20/01/2017 - 11:23

Dovremmo usare questo sistema, a fine mese e far si che per qualche mese non ricevano nulla, quando si deve spedire lo stipendio a questi responsabili e alle dirigenze dell`ente!!!

Ritratto di michageo

michageo

Ven, 20/01/2017 - 11:29

... sicuramente, nelle immagini di questa fase nevosa, avrete tutti anche notato che non si è visto lo straccio di una motoslitta o, di un gatto delle nevi, mezzi utilissimi di pronto intervento che avrebbero permesso ai soccorritori del Soccorso Alpino GdF e protezione civile di arrivare sul posto o nelle frazioni isolate, in fretta, senza rompersi il "cosiddetto" ma, a quanto pare, le motoslitte, sono solo a panaggio dei ristoranti di lusso d'alta quota alpini, coi relativi incidenti gravi da ubriachezza..... Penso che ci sia purtroppo una grave carenza nella mentalità ("tanto la neve si scioglie") di chi organizza e gestisce le emergenze , che trae origine dalla mancanza cromosomica borbonica di elasticità , che intride profondamente le strutture della sicurezza... non ultime le troppe cravatte e camicie bianche , pettinature freschissime da coiffeur, sui teatri operativi........e tanta passerella politica bla bla

st.it

Ven, 20/01/2017 - 11:31

SCUSATE tanto sembra quasi che qualsivoglia evento atmosferico , ci colga impreparati. una cosa è certa e assodata :questo paese è, dal punto di vista ambientale , letteralmente devastato , e i danni più gravi li hanno causati i sedicenti verdi. A dicembre scopriamo che in montagna , d'inverno possa anche nevicare, ma va là? ....e le temperature possono anche scendere sottozero ....incredibile .........stolti , idioti e infami sarebbe opportuno che questi dilettanti che fanno crepare la gente avessero a breve a pagare il conto.

nalegior63

Ven, 20/01/2017 - 11:32

e se questo e stato fatto di proposito? la sinistra odia (a pagamento)i cristiani e fa di tutto x sostituirli con musulmani con tessera p.d. in tasca al fine di schiavizzare del tutto l essere umano obbedendo agli ordini di chi foraggia questi PARASSITI

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 20/01/2017 - 11:38

Il cdx governa male, la sinistra è totalmente incapace di governare, se fa qualcosa è un danno, e pensa solo a svuotare banche e importare africani nullafacenti. La differenza sta tutta qui.

veromario

Ven, 20/01/2017 - 11:39

riccio.lino dimmi, ma tu con cosa fai colazione la mattina,cambia prodotto perché sei messo molto male.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 20/01/2017 - 12:01

@Giovinap, dimmi quando io sono pronto da molti, ma molti anni.

27Adriano

Ven, 20/01/2017 - 12:16

Quanto caos. Ma cosa dice il Presidente della Repubblica, tanto solerte a gettare i ponti verso i clandestini, ma non tendere una mano agli Italiani in difficoltà?

audionova

Ven, 20/01/2017 - 12:20

i gatti della neve, se non lo avete sentito, si sono rovesciati,gli spazzaneve non riuscivano per troppa neve,i trattori affondavano nella neve,gli elicotteri del 118 volano a vista non con volo strumentele,se riescono ad arrivare sul posto non possono atterrare,se calano i soccorr. con l'argano comunque ci devono vedere,fino a ieri era proibitivo riuscire a farsi strada,ecco perche' i terremotati non vedevano nessuno. tenete presente che nelle citta' del nord con 40 centimetri di neve il traffico e' fermo.verso l'albergo c'erano 2 metri almeno di neve,molto bagnata e quindi piu' difficile da togliere. se non avete mai fatto soccorso state zitti e ringraziate quelli chwìe rischiano la propria vita.catena di comando,curcio e' per il soccorso e comanda lui.errani per la ricostruzione e li' comanda lui,il resto e' polemica.

onurb

Ven, 20/01/2017 - 12:21

Al di là di ogni altra considerazione, chi fa protezione civile deve essere in allerta h24. Chi opera sul terreno è sempre pronto, invece chi sta lungo la catena di comando, soprattutto nelle posizioni di vertice, molto spesso si prende delle pause. Per quanto riguarda riccio.lino.por..., non bisogna dargli troppo peso: quando uno nasce privo di neuroni le conseguenze sono prevedibili, esattamente come le nevicate.

piardasarda

Ven, 20/01/2017 - 12:38

se tra i morti in questa tragedia ci fosse un mio congiunto al funerale non permetterei la presenza di NESSUN politico, facciano le passerelle di Stato (Boschi e Boldrini) ad altri funerali

Libero1

Ven, 20/01/2017 - 12:53

Dov'e' il grande scandalo.Non e' la prima volta che in italia si assiste al solito scaricabarilo tra soccorritori. Pensate un po'che organizzazione esiste in italia.Si manda una turbina a pulire la strada dalla neve e poi si ferma perche' e' rimasta senza gasolio.Paese da quarto mondo.

Martinico

Ven, 20/01/2017 - 12:56

Riccio.lino.por fai il bravo rimani nel gregge e continua a belare.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 20/01/2017 - 13:05

Renzi e l'Agnese dovevano andare a sciare con l'elicottero...

silvano45

Ven, 20/01/2017 - 13:14

la burocrazia e i burocrati alimentati e scelti da una delegittimata classe politica porterà alla rovina il paese, gli arroganti politici e i loro lacchè tra cui spiccano molti giornali tv dovrebbero farsi un esame di coscienza del perchè sono circondati da tanto disprezzo.

Malacappa

Ven, 20/01/2017 - 13:37

Una disorganizzazione totale,ahhhh pero' per andare a prendere gli invasori li si sono organizzatissimi vergogna.

EstremaRiluttanza

Ven, 20/01/2017 - 13:58

Conobbi un ufficiale, un Colonnello, comandante una base elicotteri in una regione italiana . Nelle ore immediatamente successive ad uno dei più gravi terremoti mai registrati, e senza attendere ordini a riguardo, di sua iniziativa svuotò letteralmente di ogni casermaggio l'eliporto al suo comando, viveri, coperte, medicinali, tutto, lo imbarcò sugli elicotteri e decollò . Lo silurarono alla grande, ci rimise la carriera, ma che militare, che bell'ufficiale . Gente così ( e penso al Comandante Falco ) in questo Paese vien buttata alle ortiche.

mifra77

Ven, 20/01/2017 - 14:04

In una epoca che gli aerei da guerra fanno rifornimento in volo, sentire che una turbina è ferma perché ha finito il carburante è roba da età della pietra. io non credo che le macchine sono ferme per mancanza di conducenti; credo piuttosto che gente capace non sia abilitata perché deve essere nelle grazie di qualche mafiosetto che le ha in consegna e pensa che queste siano il suo giocattolo avuto in dono da babbo natale.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 20/01/2017 - 14:10

@audionova? Ma i curcio e gli errani da dove vengono? Sanno che la neve é di casa sull'appenino abruzzese. Ci sono le previsioni del tempo. Le guardano o non le guardano? Quando la nevicata é cominciata abbondante e non faceva cenno a smettere i responsabili dovevano muovere il culo e far muovere il culo ai conducenti degli spazzaneve e non aspettare che si accumulasse a metri. Ho svolto servizio in A.Adige e quando giungeva la notizia meteo da parte della provincia autonoma che ci si poteva aspettare un nevicata abbondante si allertavano tutti i servizi adibiti a proposito in maniera da intervenire prima e non dopo. Imparate italioti.

BRAMBOREF

Ven, 20/01/2017 - 14:16

GIGI87 Abbiamo una burocrazia idiota, diretta da incompetenti lautamente pagati. Occorre fare piazza pulita di questa gente!!!!

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 20/01/2017 - 14:28

E l'elicottero di Renzi non era libero?

Antonio43

Ven, 20/01/2017 - 14:52

riccio.lino tu hai la testa bacata, sarebbe stato meglio che uno ....... come te si fosse trovato al posto di quelle persone. Ci saremmo risparmiati la fatica di venirti a salvare, essere inutile!

audionova

Ven, 20/01/2017 - 14:55

ottimo,anche io ho fatto soccorso,anche con l'elicottero,ma ti assicuro che l'unico errore che a mio modo di vedere hanno fatto e' quello di non credere alla slavina,quelli che hanno preso le telefonate hanno sbagliato e ne subiranno le conseguenze.ti assicuro che quella nevicata era troppo abbondante,per tenere pulite quelle strade(e sono tante)ci dovevano essere centinaia di spazzaneve eli' non li hanno,per farli arrivare dal nord ci voleva almeno 2 giorni.impossibile che abbiano finito la benzina perche' dietro c'era la colonna dei soccorsi e tutti hanno la scorta.in alto adige ci sono stato piu' volte e tutti sti spazzaneve con nevicate meno importanti non li ho mai visti in 25 anni che faccio soccorso.poi se siete dei maghinon posso fare e dire altro.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 20/01/2017 - 15:25

Ando'fortythree, non tutti son nati imparati comm a tè, e comunque mi salverà trump, non tu, babbeo!

Albius50

Ven, 20/01/2017 - 15:51

E GENTILONI USA IL 30O POSTI X ANDARE A BERLINO, usare un normale aereo non è dignitoso x certi personaggi; sicuramente aerei di linea x Berlino ci saranno sicuramente.( se uno facessi i conti della serva a non usare l'aereo RENZIANO/presidenziale sai quanti salvataggi garantisci)