Migranti, ora l'Ue bacchetta l'Italia: "Accelerate procedure di redistribuzione"

Il commissario europeo agli Affari interni, Dimitris Avramopoulos, richiama l’Italia sulle procedure per permettere di accelerare il trasferimento di migranti verso altri paesi europei. E bacchetta gli Stati che ancora non hanno accolto neanche un richiedente asilo

Da anni il nostro Paese lamenta l'indifferenza dell'Europa sul problema dei migranti. Ora, però, l'Unione europea ci bacchetta. In pratica ci ricorda che la colpa se alcuni Paesi non accolgono richiedenti asilo è anche nostra. A dirlo, nel corso di un dibattito al parlamento di Strasburgo, è il commissario Ue agli Affari interni, Dimitris Avramopoulos: attualmente "in Italia ci sono circa 4 mila persone registrate e pronte a essere trasferite" nel programma di ricollocamenti dell’Ue, ha spiegato. L’obiettivo di trasferire questi richiedenti asilo "entro settembre" è «assolutamente possibile", ha assicurato. Ma, secondo Avramopoulos, il governo italiano deve "accelerare le procedure per identificare e registrare" i migranti che hanno diritto alla ricollocazione e "trovare soluzioni" sulla questione delle interviste sulla sicurezza. Avramopoulos ha inoltre chiesto all’Italia di "canalizzare in modo ordinato" i richiedenti asilo eleggibili al programma Ue "verso hub di ricollocamenti specificamente designati".

In altre la ridistribuzione dei richiedenti asilo può funzionare se si parte bene, dall'inizio, altrimenti a prevalere è solo il caos difficile da dipanare. Avramopoulos ritiene che "le redistribuzioni siano vitali per il successo" delle politiche dell’Ue: oltre che per la solidarietà, infatti, il programma è "essenziale per prevenire movimenti secondari e preservare l’integrità dell’area senza frontiere di Schengen". Sono evidenti, quindi, i vantaggi per tutto il Vecchio Continente che derivano dal buon funzionamento della ricollocazione.

Nonostante "progressi tangibili negli ultimi cinque mesi", ha avvertito Avramopoulos, sono necessari "ulteriori sforzi". Insomma, su un tema come questo non ci si può certo adagiare sugli allori, ma bisogna darsi da fare e marciare spediti nella stessa direzione. Il commissario ha poi denunciato che "alcuni Stati membri non hanno finora accettato un solo richiedente asilo" nell’ambito del programma di relocation. "Questa è una violazione dei loro obblighi", ha avvertito, senza tuttavia accennare all’ipotesi di lanciare procedure di infrazione nei confronti dei paesi in questione.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 16/05/2017 - 11:38

Trasferimenti...siamo pazzi? E i rimborsi, poi?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 16/05/2017 - 11:41

4000 pronti ad essere ricollocati? Il ricavato, in pratica, di un giorno di "pesca" in mare. Ce l'hai il pallottoliere, Minniti? O dobbiamo rinviarti alle "alimentari"?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 16/05/2017 - 11:41

altra NAVE piena di donne,bambini,vecchi in fuga da COSA ?????? SOLNO SOLO GIOVANI IN FORMA CHE STANNO INVADENDO IL PAESE .

Un Lettore

Mar, 16/05/2017 - 11:42

Dove sta scritto che gli stati europei sono OBBLIGATI

Un Lettore

Mar, 16/05/2017 - 11:43

Dove sta scritto che gli stati europei sono OBBLIGATI ad accogliere risorse?

RexMastrin

Mar, 16/05/2017 - 11:44

Ma che trasferimenti? Remigrazione !

Cesare007

Mar, 16/05/2017 - 11:45

Gli altri stati non accettano i clandestini perché non hanno la mafia che ci fa le fortune.

bobo55

Mar, 16/05/2017 - 11:48

Eehhh...FATE PRESTO...fate presto... se accelerano ad accelerare le redistribuzione ...come faranno a incassare la rimanenza di milioni ... ci sono ancora tanti soldi da incassare.... fate presto 'na parola...non sanno più dove mettere questi milioni....quelli di Bruxelles non capiscono proprio niente

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 16/05/2017 - 11:54

Chissà perché quando c'è da bacchettare qualcuno la UE lo fa con il nostro paese. Gli altri stati che rifiutano di prendersi in casa gli immigrati vivono sonni tranquilli. E' il sintomo della debolezza del nostro governo, incapace di bloccare i flussi migratori e incapace di andare alla UE a fare la voce grossa.

agosvac

Mar, 16/05/2017 - 11:57

E se l'UE dovesse cadere proprio sulla questione migranti fasulli??? I burocrati dell'UE ed i governanti di alcuni Stati membri non riescono a capire il disagio ed il dissenso dei cittadini su questa questione. Del resto a pagare ogni giorno per i migranti non sono né i burocrati né i governanti, è solo ed esclusivamente il popolo che vede dirottati un sacco di bei soldini che servirebbero per alleviare i loro disagi economici a favore di gente che se ne sta in panciolle senza la minima voglia di lavorare!!! Credo che si stia arrivando ad un punto di rottura: il popolo sopporta ma quando non ne può più di sopportare allora si ribella e sono guai seri anzi serissimi.

Una-mattina-mi-...

Mar, 16/05/2017 - 12:00

PRESTO, PRESTO, PRESTO, CHE NE DOBBIAMO MANDARE ALTRI MILIONI! GUAI AD INGOLFARE LA DIABOLICA MACCHINA CHE CI DISTRUGGERA', NON SIA MAI. E MI RACCOMANDO, MANTENETE LE ORDE DI VITELLONI FANNULLONANTI PER ANNI AD UFO, SENNO' COME FANNO AD ESSERE INVENTIVATI AD ANDARE IN PENSIONE FIN DALLA NASCITA?

Polgab

Mar, 16/05/2017 - 12:01

Tutti giovani e sani, molti senza famiglia. Attraversare il mediterraneo è per alcuni di loro solo una bravata e noi li aiutiamo. è come se per sfida, per fare salire l'adrenalina, saltassimo di un treno in marcia e c'è qualcuno che mette un materasso per non farci male, quello è il compito delle ONG.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 16/05/2017 - 12:05

fate presto!! fate presto!! Ma cos'è la pubblicità di quel bambino che gioca con la barchetta?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 16/05/2017 - 12:12

se c'è un partito islamista radicale, che si candida alle elezioni lo voto, poi se voglio mangiare maiale vado in Francia o in Svizzera o in Austria. Ci vuole proprio l'islamismo in Italia per certe teste rosse. Ma che sia chiaro che i sinistroidi rimangano in Italia, dopo averla rovinata.

Libero 38

Mar, 16/05/2017 - 12:25

"L'Ue bacchetta l'ítalia".E' come tirare le orecchie agli asini.Com'e' possibile che la merkel e amichetti di merende siano cosi stupidi da non capire che la gestione degli migranti o rifugiati chiamateli come volete in italia rende piu' della vendita della droga.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 16/05/2017 - 12:26

Al governo abbiamo una massa di delinquenti che oltretutto sono solamente capaci a rubare!!! """BRUSSEL VUOLE SOLTANTO DANARO, PER IL RESTO OGNI PAESE MEMBRO DEVE ARRANGIARSI DOBBIAMO ACCETTARE TUTTO CIÒ"""???

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 16/05/2017 - 12:48

Tradotto: "fate presto a inquinare l'Europa. il genocido deve arrivare ovunque. Rothschild lo esige."

gneo58

Mar, 16/05/2017 - 12:49

si giusto trasferiteli tutti subito, francia, germania, olanda............

steluc

Mar, 16/05/2017 - 13:03

Il punto è che di rifugiati di guerra ne arrivano ben pochi , solo clandestini che intasano il paese grazie a ricorsi su ricorsi ( che associazioni "caritatevoli" sponsorizzano). Inoltre , grazie ai rossi comunque , i suddetti godono di protezioni che l'Europa non riconosce. Ecco perché Ventimiglia e il Brennero son chiusi. Ahò , rendono più della droga , lo san tutti , anche i preti....

Bellator

Mar, 16/05/2017 - 13:09

Chi ha stabilito che ETNIE,in maggioranza Africani, negri/ arabi islamici,che fuggono da quali guerre!!,DOBBIAMO ACCOGLIERLI E MANTENERLI,!!,SONO CLANDESTINI,ARRIVANO SENZA DOCUMENTI E DEBBONO ESSERE SUBITO ESPULSI DALL'ITALIA!!.

TreeOfLife

Mar, 16/05/2017 - 13:15

se questi sono il futuro, vedo nero

venco

Mar, 16/05/2017 - 13:22

Siamo sottomessi alla dittatura del governo europeo, governo in mano alla mafia massonica del Nuovo Ordine mondiale.

mrdarker10

Mar, 16/05/2017 - 13:36

Una delle ragioni per cui il Regno Unito non ci sta più.

Malacappa

Mar, 16/05/2017 - 13:37

Si la distribuzione in africa e non me ne frega niente della UE.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 16/05/2017 - 13:37

Alla fine si scopre che sono i nostri governanti di sinistra che vogliono tenersi tutte le RISORSE AFRICANE penalizzando il resto d'Europa...

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 16/05/2017 - 13:41

Questo articolo di Binelli fa il paio con quello di ieri a firma di Giuseppe Marino. Entrambi spostano l’attenzione su aspetti secondari del problema. Ieri Marino evidenziava le responsabbilità dell’UE e dei paesi “cattivi” che non vogliono accogliere le “preziose risorse” che noi andiamo a prendere direttamente alla partenza dalla Libia (perché noi siamo buoni). Oggi, in compenso, Binelli riferisce le accuse dell’UE verso l’Italia perché non accelera le formalità per il traferimento di 4.000 migranti da ridistribuire nei vari paesi (su 400.000 arrivati dal 2016 ad oggi: 40.000 solo negli ultimi 4 mesi). O ci siete o ci fate, visto che fingete di non capire. Il problema non è la ridistribuzione degli immigrati, è che gli immigrati non devono arrivare (con le buone o le cattive); ovvero, in primis, non dobbiamo andare a prenderli in Libia. Punto. Se non lo avete ancora capito cambiate mestiere. Oppure andate a scrivere su L’Unità.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 16/05/2017 - 13:43

Per la gioia dei lombi delle illuminate donne italiane di sinistra un altro bel carico di maschioni africani super dotati.

lawless

Mar, 16/05/2017 - 13:47

se la UE non vuole essere connivente con i politicanti ladri italiani chieda al governo la restituzione dei fondi stanziati per gli immigrati e mai utilizzati per questo scopo. Probabilmente gli italiani, tutti, ne avranno un ritorno benefico indiretto. Fintanto che questi mascalzoni che gestiscono "l'accoglienza" non avranno l'obbligo di rendere pubblico i bilanci il malaffare non avrà fine. E' chiaro come il sole che lo stato italiano legiferando la non rendicontazione dei bilanci da parte delle varie coop appare come il principale artefice dello sciacallaggio e di tutti i mali che ruotano attorno ad una immigrazione di comodo che nulla ha a che vedere con la parte filantropica dell'umanità che le varie boldrini e compagni vogliono farci intendere.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 16/05/2017 - 13:50

Non scarichiamo su altri le nostre responasbilità. Ieri dicevo: in Italia quest’anno ne sono arrivati più di 40.000, in Grecia 4.000, in Spagna solo 1.500. Perché? Semplice, perché gli altri hanno capito il pericolo e chiudono le porte, noi continuiamo ad andare a prenderli in Libia, anche se nessuno ci obbliga a farlo; men che meno l’Europa. Ripeto una metafora facile facile, che faccio da anni, per chi ha difficoltà di comprendonio. Se rientrate a casa e trovate la casa allagata, la prima cosa da fare non è discutere su quali stracci e secchi usare per asciugare e da dove cominciare, ma è chiudere l’acqua. Così la prima cosa da fare per frenare l’immigrazione non è come accoglierli meglio, favorire l’integrazione o ridistribuirli in altri Stati, ma è fermare gli arrivi. Chiaro? Se vi sembra ancora difficile da capire, allora avete proprio bisogno di “un aiutino”, come nei giochini scemi in TV; fatevelo spiegare da un insegnante di sostegno.

19gig50

Mar, 16/05/2017 - 13:53

Leviamoceli dalle palle alla svelta.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 16/05/2017 - 14:09

Ma cosa avete capitoooo!!! L'Europa ci dice di sbrigarci ad accelerare i TRAGHETTAMENTI, perche in Europa AMANO i FINTIPROFUGHI!!!lol lol O NO!!!

momomomo

Mar, 16/05/2017 - 14:23

..."...Migranti, ora l'Ue bacchetta l'Italia: "Accelerate procedure di redistribuzione"..."... Accelerare? E "loro" cosa mangiano? Mica si sacrifica la "gallina dalle uova d'oro".....

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 16/05/2017 - 14:28

Si.. e poi le zecche e le cosche mafiose che ci guadagnano se li smistano??

CHEMONDO

Mar, 16/05/2017 - 15:02

La bacchetta se la infilino là, proprio là. Sono tutti dell'altra parrocchia e ne trarranno soddisfazione. Ma basta rompere le sfere, please !

honhil

Mar, 16/05/2017 - 15:09

L’Ue prende in giro gli italiani e le istituzioni italiane. Anzi sfotte gli italiani e le istituzioni italiane. O sarebbe forse meglio dire che deridono gli uni e le altre. E poiché rispondere a questi insulti, al popolo italiano è impossibile, spetterebbe alle istituzioni, e in modo particolare alle prime quattro cariche dello Stato, farsene carico. Invece, quel poker costituzionalmente abilitato ad aprire bocca, tace. Mentre lo Stivale diventa sempre di più, per volontà dell’Ue e la fattiva complicità delle cariche di cui sopra, questo va ricordato e ribadito per evitare che si dissolva nella tramoggia del dimenticatoio, una discarica ingestibile a servizio delle mafie di almeno tre continenti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 16/05/2017 - 16:09

Sapete perchè non li stiamo trasferendo??? Perche NON li abbiamo, spiego. L'Europa accetta SOLO VERIPROFUGHI, che tra quei mille che traghettiamo quotidianamente sono SOLO 2, tutti gli altri sono FINTIPROFUGHI, che servono solo a mantenere gli AMICI degli AMICI e che l'Europa NON VUOLE!!! AMEN.

petra

Mar, 16/05/2017 - 16:31

Solo fumo negli occhi dall'Europa. Aspettate, aspettate di vedere quanti ne accoglieranno veramente. Ora fingono pure di rammaricarsi per il non ricollocamemìnto. Ma va là.

petra

Mar, 16/05/2017 - 16:33

@ steluc Sì rendono piu' della droga. Ma sempre soldi nostri, dello stato italiano sono!

swiller

Mar, 16/05/2017 - 23:19

Portateli tutti in germania la hanno una certa esperienza di redistribuzioni.