"Perché non dici che sei gay?" E l'immigrato resta in Italia

Alcuni non riescono ad ottenerlo perchè "migranti economici". Così si rivolgono all'Arcigay di Roma. Grazie a una serie di incontri possono dimostrare ai giudici di essere perseguitati nei loro Paesi per essere omosessuali. Ma molti in realtà non lo sono

Per alcuni migranti ottenere il permesso di soggiorno risulta molto difficile ma è possibile trovare una scappatoia: dichiararsi omosessuale. Molti di loro vengono infatti respinti dalle Commissioni territoriali del ministero dell’Interno perché sono “migranti economici”. Dopo aver ricevuto il rifiuto alla richiesta del permesso di soggiorno, è possibile fare ricorso a un avvocato messo a disposizione dallo Stato nella forma del gratuito patrocinio. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, vari migranti, che in realtà sono eterosessuali, hanno raccontato che i loro avvocati gli consigliano di prendere la tessera dell’Arcigay. In questo modo hanno più possibilità di convincere i giudici che loro sono stati perseguitati nei loro Paesi per essere omosessuali.

Lo status di rifugiato spetta infatti anche a chi è in pericolo vita a causa del proprio orientamento sessuale e non solo a chi fugge da guerre e persecuzioni politiche. Una misura prevista dai protocolli collegati alla Convenzione sui Rifugiati e in Italia dal decreto legislativo 251 del 2017. Basti pensare che sono almeno 10 mila i richiedenti asilo che ogni anno presentano domanda di protezione in Europa dichiarando di essere scappati dal proprio Paese perché omosessuali. Il dato proviene da Open Migration, sito di informazione sul tema delle migrazioni e dei rifugiati.

Come si può dimostrare la propria omosessualità? Ogni due settimane l’Arcigay di Roma organizza per i migranti Lgbt degli incontri per facilitare i nuovi arrivati nel loro percorso d’integrazione. In realtà, uno dei coordinatori spiega che il loro scopo è di preparare i ragazzi alle udienze nei tribunali. L’obiettivo finale è ottenere il permesso di soggiorno ma per farlo dovranno essere convincenti davanti ai giudici. Non è facile soprattutto per chi è eterosessuale e proviene da Paesi dove i gay non sono accettati. In Africa, ad esempio, ci sono almeno 33 Stati dove l’omosessualità è reato e in 4 di questi (Mauritania, Sudan, Nigeria e Somalia) è prevista la pena di morte.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mer, 23/10/2019 - 13:17

Si si come no e io sono babbo natale

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 23/10/2019 - 13:40

Faranno il corso di movenze languide in Vaticano da mons. Sorge.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 23/10/2019 - 14:17

Come al solito non capisco la politica e soprattutto certe "leggi", benché laureato in giurisprudenza. Da quello che leggo, se questi migranti sono sani, moralmente e sessualmente, possono essere restituiti al loro paese, mentre se sono omosessuali ce li dobbiamo tenere. Ma già ne abbiamo tanti! Vogliamo proprio distruggere l'Italia?

Cyroxy80

Mer, 23/10/2019 - 14:18

Mi sembra un chiaro reato di favoreggiamento all'immigrazione clandestina.

rino34

Mer, 23/10/2019 - 15:57

tutti a casa, clandestini e non

jeffwalker

Mer, 23/10/2019 - 18:37

Questi ci considerano proprio un popolo di deficenti insomma. Le studiano veramente tutte.

mikiz

Mer, 23/10/2019 - 22:15

Ma scusate, se uno dichiara di essere paraplegico una commissione medica veriifica se è vero che non cammina, non capisco perché basti dichiararsi omosessuale per ottenere un beneficio particolare senza nessuna verifica. Sono sicuro che come si sono trovati molti interessati a fare i navigator per gli aspiranti al reddito di cittadinanza, ci sarebbero molti disposti a verificare l'omosessualità di aspiranti allo stato di rifugiati per motivi di discriminazione sessuale.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 23/10/2019 - 22:26

Chiaro come il sole che se questi "avvocati" suggeriscono certe cose, lo fanno perchè non hanno nulla da temere da un'accozzaglia di genti che abita l'Itaglia. Notoriamente codarda. Non c'entra niente con quanto sopra ma sembra proprio che i cileni abbiano più palle degli itagliani. Mao Li Ce Linyi Shandong China

killkoms

Mer, 23/10/2019 - 22:47

lo fanno già da tempo!e c'è stato il caso di un immigragto,accolto in quanto om/o se/ss/uale che provò ad abusare di una ragazza!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 23/10/2019 - 23:00

Ce ne ho piene le PALLE di vedere che i 20 MILA €uroo anno della mia IRPEF che pur vivendo all'estero da 20 anni mo vedo trattenere sulla pensione, vengano usati per il patrocino gratuito di questi FINTITUTTO!!! AUGH. Per forza che poi uno perde la pazienza e diventa RAZZISTA PUBBLICHEREMO!!!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 23/10/2019 - 23:02

Nomi e cognomi di questi emeriti avvocati,così la facciamo radiare dall'albo.

ginobernard

Mer, 23/10/2019 - 23:19

se non va su la destra quella vera quella dura siamo senza speranza

Cosean

Gio, 24/10/2019 - 01:21

Hahaha Vedo molti più aggiramenti dei commercialisti per far evadere le tasse a noi Italiani che solo questo escamotage dei Migranti! Ma credete che non esista il sentimento di Giustizia? Quando chi se la prende con i Migranti, ma nello stesso tempo è cosciente e manifesta lo stesso disprezzo per chi evade le tasse, si potrebbe iniziare a discutere.

cabass

Gio, 24/10/2019 - 08:05

Ho capito bene? L’Arcigay ammette senza ritegno di “preparare i ragazzi alle udienze”???!!! Forse mi sono perso qualcosa, ma questo a me suona come FALSO e FAVOREGGIAMENTO, ovvero reati penali!!! O mi sbaglio?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/10/2019 - 08:36

Quindi stiamo parlando di truffa e di truffatori.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/10/2019 - 08:38

C'è una parte del Paese che è dedita solo ad imbrogliare. Nati ladri. Quanti modi per imbrogliare lo Stato ed il prossimo. Come diceva Panariello, chi di voi non ha mai rubato la matita o la gomma alla Standa.

fabiano199916

Gio, 24/10/2019 - 09:22

Soluzione : dimostrarlo, e la controparte che assoldi un investigatore per confermare il contrario