Un milione di fanatici pronti a tradire la Francia per l'islam

Uno studio stima che il 28% dei musulmani d'Oltralpe è disposto a lottare per la sharia

Una volta c'erano Al Qaida, Isis e Califfato. Oggi il terrorismo islamista francese non ne ha più bisogno. Per germinare, prosperare e moltiplicarsi gli basta il ventre caldo, molle e accogliente della comunità musulmana. Una comunità di oltre quattro milioni d'individui sempre più sensibile alle sirene dell'Islam radicale come dimostra una ricerca dell'Istituto Montaigne, uno dei più qualificati centri studi d'Oltralpe. La ricerca, presentata lo scorso 18 settembre e firmata dallo studioso d'origini tunisine Halim El Karaoui, pur lasciando nel titolo («Un Islam francese è possibile»), una vaga concessione al «politicamente corretto» disegna un quadro quanto mai fosco e allarmante. Secondo El Karaoui più di un milione di musulmani francesi, il 28% del totale, condivide una visione radicale dell'Islam, è pronto a mobilitarsi nel nome della sharia e a contrapporsi alla legge dello Stato.

Dietro l'avanguardia rappresentata da almeno 15mila Fiches S («Sûreté de l'Etat», la schedatura che raggruppa i sospetti terroristi) emerge dunque un esercito di oltre un milione di integralisti sensibile alla predicazione dell'odio e della violenza. Uno scenario confermato dalla miriade di episodi di microterrorismo susseguitisi nelle ultime settimane nonostante il ridimensionamento di uno Stato Islamico sotto assedio a Mosul e in crescente difficoltà sul versante siriano. L'episodio dell'aeroporto di Orly arriva dopo l'assalto a colpi di machete ai soldati di guardia al Louvre del 3 febbraio, dopo l'arresto, il 14 e il 21 febbraio, di due diversi gruppi di islamisti pronti a colpire, dopo l'accoltellamento il 19 febbraio a Tolosa di una passante e di due anziani al grido di «Allah Akbar», dopo il tentato linciaggio a Parigi di due ebrei per mano di alcuni musulmani e all'indomani della barbarie di venerdì a Parigi dove un islamista con tanto di Fiche S ha sgozzato padre e fratello.

Seppur attribuiti in molti casi allo squilibrio mentale, la foglia di fico più in voga per dribblare «sconvenienti» legami tra Islam, terrore e immigrazione, gli episodi confermano a livello epidermico la minaccia disegnata a livello statistico dallo studio dell'Istituto Montaigne. Dall'esame di un campione di 1029 musulmani svolto con l'Ifop, il più rodato istituto di sondaggi francesi, il professor Karoui delinea l'esistenza di tre macro-categorie di fedeli islamici. La prima, definita «maggioranza silenziosa», raccoglie il 46 per cento dei musulmani. Costoro nonostante seguano in maggioranza una dieta islamica, attribuiscano alla religione «un posto importante nelle loro vite» e difendano, in molti casi, l'uso del velo per le donne, si riconoscono in un sistema di valori «in linea con la società francese». La categoria dei «conservatori», stimata al 25%, raggruppa i fedeli più tradizionalisti pronti a rivendicare «l'importanza della sharia» e il diritto ad «esprimere l'appartenenza religiosa negli spazi pubblici» senza però entrare in conflitto con lo Stato. La categoria più a rischio, gli «autoritari», raccoglie il 28 per cento dei fedeli, è formata in larga parte da giovani disoccupati delle periferie sostenitori di niqab e poligamia, convinti che la legge religiosa prevalga su quella statuale.

«Questo 28 per cento s'identifica nella versione più retrograda dell'Islam, diventata per loro una sorta d'identità - spiega Karoui -. L'Islam è il perno della loro rivolta e questa rivolta s'incarna in un Islam di rottura, infarcito di teorie cospirative e antisemite». Il classico serbatoio su cui fa breccia la propaganda dell'Isis e da cui emergono gli «squilibrati» pronti, come visto ieri a Orly, a uccidere e a farsi uccidere. Il problema sono però i numeri. Il 28 per cento dei fedeli equivale ad oltre un milione d'islamisti tanto pericolosi quanto vitali. Stando alla stessa ricerca il 50 per cento degli «autoritari» ha, infatti, meno di 25 anni. Potenzialmente, insomma, l'Islam radicale può contare su un esercito, di oltre un milione di militanti, tanto fanatici quanto giovani e in ottima forma fisica. Tutti pronti a combattere, uccidere e morire.

Commenti

rudyger

Dom, 19/03/2017 - 09:25

e noi stiamo a a guardare. deficienti!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/03/2017 - 09:52

La percentuale mi pare ridicola, mi sembra molto di più. Tradire la Francia? Non si sono mai sentiti francesi costoro che abbracciano la sharia, la Francia l'hanno solo usata, sperando in una battaglia per avere il sopravvento sugli europei e cristiani. Il terreno l'hanno preparato bene, e molti governanti europei direttamente o ingenuamente li hanno appoggiati, tutti di sinistra.

tosco1

Dom, 19/03/2017 - 09:52

Pare ovvio dire che Vivere da musulmani o morire è praticamente la stessa cosa !

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 19/03/2017 - 09:58

in primo luogo, togliere la cittadinanza ai musulmani. in secondo luogo, non dargliela. in caso di bisogno, possono essere espulsi senza problemi con tutto il parentado. oltre a tutto il resto, i musulmani hanno un difettuccio principale che moltissimi non vogliono vedere: sono bugiardi (e il corano li incoraggia ad esserlo con gli infedeli). you can't trust them.

nopolcorrect

Dom, 19/03/2017 - 10:14

Quel 28% va rispedito in Africa seguendo l'esempio di Isabella di Castiglia e Ferdinando d'Aragona.

clamajo

Dom, 19/03/2017 - 10:31

Chissà perchè...ma quando leggo queste notizie mi viene in mente la ex Jugoslavia...

doctorm2

Dom, 19/03/2017 - 11:15

Ma che bello. Cose assolutametne note e conosciute e dimenticare dai cari politici nostrani e "buonisti". sangue, ci vuole sangue, tanto tanto sangue, che deve scorrere a fiumi, prima che qulacosa si muova. Parole inutil iquelle scritte, occorreno i fatti e quando avverranno si spera che qualche sia sgozzato per primo, così tanto per far capire come sono le cose .

Ritratto di PrigionieroPoliticoItaliano

PrigionieroPoli...

Dom, 19/03/2017 - 11:21

Cacciare solo il 28% degli autoritari?? TUTTO IL 100% DEVE ESSERE CACCIATO DALL'EUROPA !!! Karoui, musulmano anche lui e percio' infido e bugiardo, sta manipolando le coscienze die francesi! Il suo scopo e' appunto quello di farci combattere la loro "testa di ponte", la loro avanguardia di giovanotti baldanzosi violenti, per distoglierci dal tenere sotto controllo anche la maggioranza silenziosa ed i conservatori, che sono il brodo caldo in cui crescono gli autoritari!!! Cosi' facendo, con la scusa di dover prima combattere i terroristi armati, saremo costretti a concedere in forma di leggi statali tutte le aberrazioni etiche e morali medioevali che l'islam Propaganda!! E cosi' avraanno raggiunto il vero loro obbiettivo! Ultima Cosa: siamo in GUERRA DEMOGRAFICA... l'ha detto Ergogan UFFICIALMENTE. Dovremmo quindi difenderci ed ESPELLERE intere famiglie mussulmane dal nostro territorio ed impedire i ricongiungimenti familiari.

giancristi

Dom, 19/03/2017 - 11:21

I musulmani bisogna cacciarli via! Cacciare anche Bergoglio, loro amico: un infame traditore!

Ritratto di PrigionieroPoliticoItaliano

PrigionieroPoli...

Dom, 19/03/2017 - 11:22

spero che pubblicherete il commento che ho appena postato: GRAZIE

titina

Dom, 19/03/2017 - 11:27

non è che tradiscono la Francia: in effetti non sono mai stati francesi nel cuore ma sono rimasti islamici che usufruiscono dei servizi francesi

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 19/03/2017 - 11:50

L'importante è non intraprendere "derive" islamofobe...

Tarantasio

Dom, 19/03/2017 - 12:05

...pronti a fare la pelle ai francesi non muslim

Gianni11

Dom, 19/03/2017 - 12:36

Come fanno a tradire se non sono francesi? Solo la sinistra tradisce la Francia, come i PDidioti da noi. Gli islamisti non tradiscono la Francia perche' non sono ne saranno mai francesi, anche se i socialisti gli hanno dato un passaporto.

ohibò44

Dom, 19/03/2017 - 12:57

“un milione di militanti, tanto fanatici quanto giovani e in ottima forma fisica. Tutti pronti a combattere, uccidere e morire” aggiungerei pronti a fare figli e ad educarli all'islam fondamentalista, e se da ogni coppia islamica nascono più di tre figli è facile fare i conti sul futuro della Francia "ateofila": ateofila, sembra una barzelletta ma è una tragica realtà Fingono di non vedere il coccodrillo convinti che così non verranno mangiati

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 19/03/2017 - 14:08

Noi invidiosi vogliamo essere come la francia e quindi li importiamo a barconi,

alkhuwarizmi

Dom, 19/03/2017 - 14:31

Il 28% fanatici già pronti per la guerra santa e l'eliminazione degli infedeli, il rimanente 72% che non aspetta altro che diventarlo.

AndyCorelli

Dom, 19/03/2017 - 15:08

Si dovrebbe fare un serio esame sul come viene concessa la cittadinanza (anche in Italia) a persone che di fatto non si sentono cittadini di quello stato di cui acquisiscono la cittadinanza...

mrdarker10

Dom, 19/03/2017 - 15:12

Questa situazione è molto pericolosa xchè questi musulmani hanno utilizzato la Francia e non si sentono nè si sentiranno mai e poi mai francesi ed i governi di sinistra li aiutano. Pazzia allo stato puro!!!!! Pubblicare per favore. Grz

salvatore40

Dom, 19/03/2017 - 16:14

Un milione di fanatici pronti a...? Ecco il risultato della sbandierata cultura del dialogo- accettazione-. I progressisti fanatici aiutano i fanatici islamici radicali che non intendono integrarsi : hanno il piacere di DISINTEGRARE!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 19/03/2017 - 16:22

Paragonando le azioni di chi ci governa alla “Diligenza del buon padre di famiglia” che, nel linguaggio giuridico, viene utilizzato per indicare un vero e proprio criterio di comportamento dell'obbligato nell'adempiere l'obbligazione e, nel nostro caso, nel tutelare i propri figli da ogni pericolo interno ed esterno, è evidente invece che i nostri governanti siano a tutti gli effetti degli inetti e squallidi padri di famiglia ai quali i più scalcinati operatori dei Servizi Sociali avrebbero già tolto la patria potestà. Così si dovrà fare alle prossime elezioni ricordandoci quali padri abbiètti ci son capitati!