Il ministro Pinotti: "Richiesti i carabinieri per la coalizione anti-Isis"

Il ministro della Difesa: "Nell’ambito della coalizione anti Isis "abbiamo avuto una richiesta esplicita per l’utilizzo dei Carabinieri"

Nell’ambito della coalizione anti Isis "abbiamo avuto una richiesta esplicita per l’utilizzo dei Carabinieri, i quali sono in grado di formare delle forze di stabilizzazione: questo è stato considerato importante. Abbiamo già mandato una decina di carabinieri che stanno studiando la situazione e abbiamo già dato la disponibilità per l’invio di altri 100. Ovviamente porteremo tutto in parlamento col decreto missioni". Così il ministro della Difesa Roberta Pinotti a margine di Atreju 2015. Il ministro della Difesa ha poi parlato dell'emregenza immigrazione. "Ora ogni tentativo di mettere in discussione il trattato di Dublino è stato respinto, ma la foto del bambino morto sulla spiaggia della Turchia ha cambiato il clima e ha innescato in Europa un meccanismo di maggiore condivisione dell’emergenza immigrazione". E ancora: "Dire, come sostiene La Russa, che la Marina Militare ha fatto da taxi per i migranti è una falsità".

E sulla proposta di missione militare internazionale per fermare gli sbarchi rilanciata da Fratelli d’Italia, il ministro della Difesa ha sottolineato che "l’Italia non può intervenire in Libia senza l’Onu o senza che ci sia una richiesta della stessa Libia". Infine su Twitter il ministro scrive: " "Mi aspetto che l'Europa sanzioni chi innalza muri di filo spinato o marchia le braccia di uomini, donne e bambini"

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 26/09/2015 - 14:39

Massimo rispetto per i Carabinieri, ma per fermare l’IS, ovvero lo Stato Islamico, che si sta impadronendo totalmente di Iraq e Siria e minaccia anche di impadronirsi di parti importanti dell’Africa, a cominciare dalla Libia, ci vogliono le FFAA, Esercito, Aviazione e Marina. Mentre il vescovo di Roma conquista all’ONU le coscienze degli incoscienti, l’IS cresce e minaccia di trasformare in realtà le folli profezie islamiche. L’IS è una minaccia per tutti, anche per gli islamici moderati, sempre che esistano veramente.

piertrim

Dom, 27/09/2015 - 11:12

Il massimo rispetto per il Ministro, ma più che altro i Carabinieri, con tutta la "brava" gente che circola, dovrebbero essere rafforzati e stare in Italia più liberi di fare il proprio servizio senza tanti intralci e servizi inutili.

manente

Mar, 06/10/2015 - 12:19

Povera Italia e poveri Carabinieri, mandati allo sbaraglio per portare in salvo in Italia qualche terrorista dell'Isis sfuggito ai bombardamenti dei Sukhoi di Putin !