Il ministro Tria blinda l'euro: "L'uscita non è in discussione"

Il ministro dell'Economia assicura: "È obiettivo del governo ridurre il debito". E sulle opere pubbliche: "Sono un volano per la crescita"

"La posizione del governo è netta e unanime: non è in discussione alcun proposito di uscire dall'euro". Con una intervista al Corriere della Sera, il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ribadisce la posizione del governo gialloverde nel dibattito sull'uscita dalla moneta unica. E aggiunge: "Il governo è determinato a impedire in ogni modo che si materializzino le condizioni di mercato che spingano all'uscita. Non è solo che non vogliamo uscire: agiremo in modo tale che non si avvicinino condizioni che possano mettere in discussione la nostra presenza nell'euro".

Nell'intervista al Corriere della Sera, Tria ha spiegato che il governo intende proseguire sulla strada della riduzione del rapporto tra debito e Pil. Non solo. Ha anche garantito che nonostante gli impegni annunciati, i conti pubblici che l'esecutivo presenterà con la nota di aggiornamento del Def a settembre, "saranno del tutto coerenti con questo obiettivo". "È un obiettivo esplicito del governo", ha poi aggiuto il nuovo responsabile del dicastero di via XX Settembre ricordando "le dichiarazioni chiare" del premier Giuseppe Conte. "Non devono esserci dubbi".

Convinto del fatto che gli investimenti pubblici possano essere "un volano per la crescita di medio e lungo periodo", Tria ha preannunciato "una forte azione su questo fronte" assicurando che "non è determinante la disponibilità di risorse finanziarie aggiuntive". "Ci sono varie risorse ma per avere credibilità in Europa serve una decisa eliminazione degli ostacoli all'esecuzione degli investimenti - ha poi spiegato - ostacoli procedurali, normativi o dovuti al mancato rafforzamento della capacità tecnica delle amministrazioni". Nell'intervista al Corriere della Sera il ministro ha, infine, preannunciato la creazione di una task force che agisca su queste questioni "al più presto". "Bisogna sciogliere - ha, infine, osservato - i nodi amministrativi e ripristinare la capacità tecnica delle amministrazioni di progettare ed eseguire i lavori che negli ultimi decenni era stata pressocché distrutta".

Commenti

elpaso21

Dom, 10/06/2018 - 10:27

"L'uscita non è in discussione": ancora??

roliboni258

Dom, 10/06/2018 - 10:30

finalmente una bella notizia, avanti

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 10/06/2018 - 10:33

Uscire dall'euro e dall'Europa,sarebbe il toccasana. Noi possiamo fare a meno dell'Europa, ma l'Europa, non può fare a meno dell'Italia

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Dom, 10/06/2018 - 10:35

Solo le persone con un Qi di una scimmia con l'Alzheimer vorrebero uscire dall'euro

Klotz1960

Dom, 10/06/2018 - 10:36

Lo sappiamo tutti, grazie. Vedremo quando l'UE ci ostacolera' in tutti modi, a partire dall'aumento del deficit. Sara' in discussione, eccome.

flip

Dom, 10/06/2018 - 10:40

....volano per la crescita?. delle mazzette! Non sono solo le opere pubbliche da finanziare, e poi, quali e con che soldi? ma creare lavoro. Quello che crea ricchezza e migliora il pil. non lo faranno MAI!: interessa il clientelismo e il nepotismo.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 10/06/2018 - 10:40

Il primo punto della Lega che è stato disatteso. Mi auguro che sia fumo negli occhi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 10/06/2018 - 10:43

grande Tria.. giorgio.peire ma quale toccasana sarebbe un suicidio peggio della grecia isolati dalla europa boicottati , se così fosse sareste voi ad emigrare in Africa.La unione fa la forza ricordalo.

steluc

Dom, 10/06/2018 - 10:47

@Doncamillo , sorridendo per il Suo colorito post , ribatto che un paese coeso , con una politica industriale sana, una vision lungimirante ed una classe politica e dirigente all'altezza potrebbe tranquillamente andarsene dall'euro, e forse finanche dalla Ue. Ma siccome noi non siamo tutto ciò, tocca darLe ragione.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 10/06/2018 - 10:55

In ogni caso, segretamente dovreste predisporre il piano B, l'ultimo che si ritroverà impreparato con il cerino in mano pagherà il conto per tutti e non vorrei che fossimo noi i soliti "cornuti e mazziati". Lasciamolo pagare ai crucchi il conto. Sono quelli che con l'euro, cioè il marco travisato, hanno gonfiato il portafogli a spese degli altri "partner sottomessi". Sono i soli con i forzieri gonfi e quindi in grado di pagare "la fattura" senza andare in fallimento.

Gianni11

Dom, 10/06/2018 - 10:57

Finche' rimaniamo nell'Euro siamo legati mani e piedi dai globalisti e gli usuari internazionali. Il che significa non abbiamo l'indipendenza e la sovfranita' per fermare l'invasione. Il che significa la nostra morte come nazione e come popolo. L'Euro vale cosi' tanto?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 10/06/2018 - 10:57

giorgio.peire come mai che qui in Germania l'euro funziona benissimo? Forse sono 80 milioni di fessi solamente voi siete furbi? Se non sai rispondere taci hai già scritto abbastanze cretinate.Vorrei sapere perchè l'euro non vi va bene , troppo caro? Lavorate pagate tutti le tasse tutto è proporzionato, ma pagare le tasse a voi dispiace meglio evaderle.

Atlantico

Dom, 10/06/2018 - 11:05

Il ministro Tria mente sapendo di mentire. Da anni i due uomini foti del governo Conte, ossia Di Maio e Salvini, hanno promesso di uscire dall'euro e su questa promessa hanno avuto l'appoggio di milioni di italiani competenti, informati e patrioti. L'Italia deve uscire dall'euro perchè lo hanno promesso Di Mai e Salvini, due uomini seri, sobri, di poche parole e di molti fatti, autentici uomini del fare che hanno dietro di loro milioni e milioni di italiani, elettori del fare, che si fidano di loro perché Di Maio e Salvini sono due persone serie !

vince50

Dom, 10/06/2018 - 11:10

Appunto,non bisognerebbe parlarne più,dando per scontata l'uscita e la sudditanza.Però siccome per natura ci poniamo sempre al di sotto di tutto,cerchiamo protezione proprio da chi ci ha reso una colonia.

Ritratto di Civis

Civis

Dom, 10/06/2018 - 11:16

Eddagli co sto volano. Sapessero cos'è, non lo nominerebbero a sproposito. Popolo di santi, navigatori e poeti.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 10/06/2018 - 11:19

Concordo Concordo Concordo sul rimanere nell'euro, Concordo Concordo con la riduzione del debito, sulle opere pubbliche quali? Su alcune potrei essere d'accordo su altre in disaccordo su altre perplessa Mi auguro che si facciano opere per il dissesto idrogeologico dell'Italia e simili

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Dom, 10/06/2018 - 11:27

Fa bene a annunciarlo, poi si vedrà.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 10/06/2018 - 11:37

Embè e chi voleva uscire!? Il "Piano B" se ne sta lì tranquillo in un cassetto, magari per anni ancora, mica è stato cestinato. Saremmo fessi a farlo.

diesonne

Dom, 10/06/2018 - 11:37

diesonne non si uscire da una casa sicura e solida,L'EUROPA,PER RIMANERE IN SOLITARIA MELANCONIA NELLA DISASTRATA REPUBBLICA IITALIANA

Divoll

Dom, 10/06/2018 - 11:40

Invece, l'uscita dall'euro dovrebbe essere in discussione, eccome!

Pippo3

Dom, 10/06/2018 - 11:41

A chi ha paura dell’attuale situazione e tremebondo crede ai vari Monti di turno, ricordo che il tracollo italiano sul debito, e l’uscita dall’euro, sarà inevitabile comunque: nel 2019 se a capo della BCE andrà Weidmann il destino della moneta unica è segnato. Meglio prepararsi.

Divoll

Dom, 10/06/2018 - 11:41

@ DONCAMILLO7 - Solo chi vuole restare nell'euro ha come unico argomento gli insulti.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 10/06/2018 - 11:46

franco-a-trier_DE, cosa capisci tu di inflazioni diverse tra Stati che hanno la stessa moneta? Una beata mxxxxxa! Allora sei pregato di non dire cretinate.

nerinaneri

Dom, 10/06/2018 - 11:54

...uscirà qualche pensionato...

Pippo3

Dom, 10/06/2018 - 11:54

@franco-a-trier_DE 10.57 sa che letto il suo commento sono scoppiato a ridere? Il suo è il commento di una persona totalmente priva di qualsiasi cognizione economica. Se la Germania dovesse tornare al marco la sua economia crollerebbe come un castello di sabbia, mi sa spiegare il perché?

venco

Dom, 10/06/2018 - 11:57

Nessuno vuol uscire dall'euro ma a noi non piace l'euro in mano all'elitè della finanza mondiale che vuol governare l'Europa.

Ritratto di 02121940

Anonimo (non verificato)

cir

Dom, 10/06/2018 - 12:03

l' uscita dall' euro non deve essere messa in discussione. Si deve fare immediatamente.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 10/06/2018 - 12:07

Tria è un simpatico e spericolato chiacchierone, peccato non sia credibile, ed infatti i mercati non gli credono, gli investitori scappano e la crisi del nostro debito sovrano appare non più evitabile. E vediamo perché. 1)Tria dice "restiamo nell'Euro": parole. I suoi capi (Salvini e Savona) hanno pronto un piano operativo per gestire in modo controllato (speriamo!) l'Italexit. Fatto 2) Tria dice "le opere pubbliche sono volano per la crescita". Parole. Toninelli riesamina (leggi: blocca subito, poi si vedrà) tutte le opere pubbliche importanti (TAV, terzo valico, Pedemontana). Fatto. 3) Tria "controllo del debito". Parole. Tutti gli altri, faremo altro deficit. Fatto. 4) Tria "la fine del QE non deve coglierci impreparati". Parole. Tutti gli altri: "e chi se ne frega del QE (tanto usciamo)". Fatto. Penso basti.

Anonimo (non verificato)

Gigasetter

Dom, 10/06/2018 - 12:17

Cambiate quel ministro traditore, l'euro e in discussione e lo decidiamo noi, non vi abbiamo votato per restare nell'euro ma per uscirne, i8n quanto hai tedeschi, vorrebbero essere i primi a uscirne, infatti e dal 2011 che hanno un piano B in caso di emergenza, l'uscita dall'euro sarebbe la nostra salvezza, la stessa Germania soffre a causa dell'euro e i tedeschi rimpiangono il loro D-Mark

nerinaneri

Dom, 10/06/2018 - 12:18

Pippo3: non è uscita la grecia...

Anonimo (non verificato)

Nick2

Dom, 10/06/2018 - 12:35

Oltre a blindare la permanenza nella moneta unica, praticamente Tria ha detto: ”Abbiamo scherzato. Non realizzeremo il programma-contratto, che sarebbe quasi tutto a debito, ma cercheremo di ridurre il debito”. Ma che doveva dire? I mercati si stanno attrezzando per mangiarci da domani! I due buffoni (e i poveracci che credono in loro) pensano di poter cambiare il senso della rotazione terrestre, ma non sono che due microbi. “Battiamo i pugni sul tavolo a Bruxelles, battiamo i pugni sul tavolo dalla Merkel e alla NATO!, Cambiamo l’Europa, cambiamo la NATO, faranno tutti come diciamo noi!” - BENE! Dicono i bananas.eccitati. BENE dicono i mercati, in procinto di fare utili miliardari. BENE! Dicono la Mekel e Macron fregandosi le mani! Un crollo della borsa permetterà agli investitori stranieri di comprare a prezzo di saldo quelle poche aziende sane ancora in mano agli italiani. Poveri illusi, poveri illusi!

RINO75

Dom, 10/06/2018 - 12:38

Io intanto, dopo tutte queste chiacchiere contro l'euro, sto già provvedendo a diversificare gli investimenti: ho venduto tutti i titoli di Stato italiani (anche a breve termine) ed acquistato titoli si Stato esteri (di Paesi solidi) in modo da avere un paracadute in caso di uscita dall'euro dell'Italia e poterci almeno guadagnare con il tasso di cambio. Altri hanno già trasferito i soldi all'estero, io ancora aspetto, ma se dovesse continuare questa incertezza penso che seguirò il loro esempio: trattasi anche questa di legittima difesa contro chi vuole svalutarci i nostri sacri risparmi riconvertendoli in carta straccia.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 10/06/2018 - 13:21

Pippo23: "Se la Germania dovesse tornare al marco la sua economia crollerebbe come un castello di sabbia, mi sa spiegare il perché?" E lei mi sa spiegare perché è sicuro di quello che afferma? E lei avrebbe cognizioni economiche?

Nick2

Dom, 10/06/2018 - 13:56

Oltre a blindare la permanenza nella moneta unica, praticamente Tria ha detto: ”Abbiamo scherzato. Non realizzeremo il programma-contratto, ma cercheremo di ridurre il debito”. Ma che doveva dire? I mercati si stanno attrezzando per mangiarci da domani! I due buffoni (e i poveracci che credono in loro) pensano di poter cambiare il senso della rotazione terrestre, ma non sono che due microbi. “Battiamo i pugni sul tavolo a Bruxelles, battiamo i pugni sul tavolo dalla Merkel e alla NATO!, Cambiamo l’Europa, Cambiamo la NATO” - BENE! Dicono i bananas.eccitati. BENE dicono i mercati, in procinto di fare utili miliardari. BENE! Dicono la Mekel e Macron fregandosi le mani! Un crollo della borsa permetterà agli investitori stranieri di comprare a prezzo di saldo quelle poche aziende sane ancora in mano agli italiani. Poveri illusi, poveri illusi!

fabiano199916

Dom, 10/06/2018 - 14:02

Che sia, Ma un piano d'emergenza, nel quale sia specificata una procedura da seguire nel caso in cui QUELLE condizioni che rendano possibile l'uscita dall'Euro, È DOVEROSO

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2018 - 14:34

Va bene. Così continueremo ad essere schiavi di Merkel e dintorni, da dove continueranno ad ordinarci quante patate dobbiamo produrre, a sanzionare gli "eccessi" di produzione ed a annichilire la nostra economia, forzatamente non commerciale.

Pippo3

Dom, 10/06/2018 - 15:43

@Omar El Mukhtar il fatto che lei si ponga questa domanda dimostra di essere digiuno di economia e di non aver capito perché la Germania stia difendendo l'euro affossando gli altri Paesi. Glielo spiego: la Germania ha il 50% del Pil legato all'export, secondo lei cosa accadrebbe se avesse, invece dell'euro moneta per lei svalutata, il marco rivalutato del 40%? Chi comprerebbe le sue BMW, Mercedes, lavatrici e frigoriferi che costano il 40% in più? Se io avessi una riduzione del 40% sul 50% del Pil quale sarebbe l'impatto? Faccia il conto

Ermanno1

Dom, 10/06/2018 - 16:54

L'EUROPA E CHI COMANDA IN ITALIA, HANNO DATO L'OK A QUESTO GOVERNO AFFINCHÉ NESSUNO PARLI DI USCIRE DALL'EURO E DALL'EUROPA! MA NON IN DISCUSSIONE CHE L'ITALIA USCENDO DALL'EUROPA E DALL'EUROPA TORNEREBBE ALLA SOVRANITA' DI STATO DI CUI È STATA PRIVATA! USCIRE DALL'EURO OGGI SIGNIFICA FAR RIPARTIRE L'ECONOMIA E LIBERARSI DALLA DITTATUTA EURO-BANCHE!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/06/2018 - 17:11

@DONCAMILLO7 - forse ti sfugge che per stare denro l'euro deve sostenere (e fare) quanto ti dice l'Europa: tagli incondizionati, niente sprechi, niente privilegi, aumentare le tasse, diminuire i salari, pensioni a 71 anni indiscriminatamente, ecc. ecc. ma soprattutto ridurre del 50 % in pochi anni l'enorme debito di 2400 miliardi di € che i tuoi amici ci hanno lasciato in eredità, con politiche del voto di scambio. Sicuro di farcela? Se andate ancora su voi komunisti, dovremmo prepararci al default. Altro che lira o euro, non ci sarebbe più moneta.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 10/06/2018 - 17:28

Troppe rassicurazioni. Troppe parole che suonano false, a volte ridicole, come se tutto il resto del mondo fosse popolato da idioti e solo i nostri governanti fossero talmente furbi da infinocchiare tutti. La realtà è semplice: Savona controlla di fatto l'economia del Paese (direttamente i rapporti con l'Euro e per interposta persona il MEF) e Savona è l'autore del "piano operativo" per l'Italexit, il famoso "Piano B". Salvini lo ha imposto proprio per questo. Ed i mercati hanno capito che l'Italexit non è questione di "SE" ma di "QUANDO". Investire in Euro e vedersi restituire i soldi in lire svalutate non piace a nessuno, senza contare che il Piano Savona (divenuto il Piano del Governo italiano, come chiarisce Mattarella definendo "inevitabile" l'Italexit), prevede pure un perdita del 30% sul valore nominale convertito. L'interesse da pagare sul nostro debito continuerà a salire fino a rendere l'Italexit l'unica soluzione possibile. Ci vorranno settimane o mesi, non certo anni.

Nick2

Dom, 10/06/2018 - 17:50

Pippo3, ovvero l'economista dei bananas! Il Marco si rivalutarebbe del 40% (come inizio) sulla nuova lira. Anzi, la nuova lira si svaluterebbe del 40% nei confronti del marco. Ma le valute degli Stati seri non subirebbero grosse variazioni nei confronti della valuta tedesca. Mettetevelo in testa, se dovessimo malauguratamente uscire dall'euro avremmo tutto da perdere noi, la Grecia e, in parte la Spagna. Gli altri, con il crollo della nostra borsa ci comprerebbero a prezzi di saldo. Sono già lì che si fregano le mani...

Anonimo (non verificato)

flip

Dom, 10/06/2018 - 19:39

Nick2 e' vero. proviamo a rinegoziare il cambio lira/euro. 1936.27 lire per 1 euro è stato ed è catastrofico.

pilandi

Dom, 10/06/2018 - 19:49

@giorgio.peire e tu non puoi fare a meno dell'alcool...ammettilo..

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 11/06/2018 - 07:44

Pilandi devi spiegarmi quale beneficio ha portato l'euro.

nerinaneri

Lun, 11/06/2018 - 08:48

flip: tenendo presente lo stato dell'economia e il debito pubblico, se rinegozi adesso mi sa che il cambio è 1:5000 lire...