Moderati, non fantocci Cambiare Forza Italia ma senza trucchetti

Il piano del Cavaliere sembra follia, ma è il solo modo per avere un governo efficiente

(...) le promesse elettorali e non fare da stampella ad avversari di fatto (come lo sono Lega e Cinque Stelle), ecco allora che la follia di Berlusconi appare meno folle di quanto sembri a prima vista.

Questo governo è la prova che i numeri da soli non bastano. Solo ieri Salvini e Di Maio hanno dovuto rompere sulla riforma della giustizia e incassare dall'Istat la conferma che la crescita del Paese è allo zero assoluto. Che se ne fanno, che ce ne facciamo noi di tanto successo? Dove sta il beneficio?

Un ampio e diverso schieramento politico omogeneo, tipo l'Altra Italia, potrebbe invece vincere più facilmente e governare meglio. A patto che si rispettino i pesi e le autonomie dei componenti il patto. Il che, tradotto, significa che Forza Italia deve continuare a essere, in una alleanza o federazione che sia, la componente moderata, liberale e pluralista che è stata fino ad ora e non una colonia della Lega o di Fratelli d'Italia.

Questa condizione credo sia indispensabile e irrinunciabile, ma non penso che tutti i dirigenti ne siano consci. Per esempio mi insospettisce l'ostinazione con cui Giovanni Toti sta pretendendo che il nuovo gruppo dirigente di Forza Italia venga scelto attraverso primarie aperte a tutti i cittadini e non con primarie chiuse ai soli iscritti. Non è mistero che Toti sia molto vicino alla Lega (in Liguria ha vinto e governa grazie ai suoi voti) e a Fratelli d'Italia (alle Europee fece campagna elettorale per quel partito e quindi contro Forza Italia, oltre a essere ospite fisso in qualsiasi evento della Meloni). Il sospetto non solo mio è che lui punti a diventare leader di Forza Italia, grazie a primarie aperte a tutti, con i voti di militanti e simpatizzanti della Lega e di Fratelli d'Italia messi gentilmente a sua disposizione da Salvini e dalla Meloni. Il che configurerebbe una specie di truffa non certo a vantaggio di chi pensa ancora a una Forza Italia libera e indipendente.

Non sentiamo proprio la necessità di un partito fantoccio messo su per soddisfare ambizioni personali, legittime ma evidentemente fragili nella consistenza (almeno in quella numerica se si temono le primarie chiuse).

Ben venga il cambiamento, anzi a questo punto per Forza Italia è addirittura necessario. Ma senza trucchi, senza inganni e soprattutto non si faccia scegliere ai rivali elettorali il proprio destino.

Alessandro Sallusti

Commenti
Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 01/08/2019 - 10:24

Sinceramente mi spiace per Berlusconi perché lo considero il politico più intelligente, preparato e con una solida visione economica e del futuro che abbia mai avuto l'Italia. Mi spiace per lui, per me e per gli italiani: con Salvini, Di Maio, ma anche con Zingaretti, Renzi o Toti, l'Italia non ha futuro.

FedericoMarini

Gio, 01/08/2019 - 10:33

FORZA SILVIO! SE CI RIESCI ,TORNERANNO MOLTISSIMI AL VOTO,METTENDO DA PARTE QUESTI ESTREMISTI CHE SONO DEGLI AUTENTICI BARBARI,PRIVI DI CULTURA, DI UMANITA’ D’INTELLIGENZA.

FedericoMarini

Gio, 01/08/2019 - 10:40

SALLUSTI , GRAZIE. MI RICONOSCO IN QUESTO ARTICOLO CHE SA DI VERA PATRIA.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 01/08/2019 - 11:37

A PROPOSITO DI TRUCCHETTI IN SiCiLIA FARSA ITALIA IN ALCUINI COMUNI SI È ALLEATA COL PD. NON C È BISOGBO DI AGGIUNGERE ALTRO !

investigator13

Gio, 01/08/2019 - 11:44

caro Direttore la follia si chiama ritorno alla sovranità monetaria, cerchi con i suoi editoriali di convincerlo, Berlusconi convinto europeista e globalista deve ripiegare sul sovranismo, unica soluzione per l'Italia è l'uscita dall'€. Se Berlusconi rilancia la doppia moneta che ci porterà gratamente fuori dall'Ue è fatta. il popolo voterà l'ALTRA ITALIA.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Gio, 01/08/2019 - 11:47

Perfetto, Direttore! Per fortuna i fantocci ambiziosi finiscono sempre a fare gli «utili idioti» della peggiore sinistra. – SalFini docet – Si accomodino! «meglio soli che male accompagnati» vale anche in politica. Si può lavorare egregiamente per l’Italia e gli italiani anche dai banchi dell’opposizione.

INGVDI

Gio, 01/08/2019 - 12:07

Sono d'accordo con il Direttore. Berlusconi deve lasciar perdere Toti che ha fatto campagna elettorale pro Salvini e Meloni, contro Forza Italia. Non deve nemmeno corre dietro a Salvini che sta snaturando la stessa Lega e, e causa l'alleanza con i comunisti stellati, sta portando il Paese sull'orlo del baratro.

Paolo17

Gio, 01/08/2019 - 12:58

Ormai da quello che leggo nei programmi economici dei vari partiti, la Lega è più comunista del PD (pensioni anticipate, reddito minimo, salvataggio aziende decotte, investimenti pubblici, no Europa, no Borsa, no Finanza). Quindi Berlusconi si accordi con l'ala renziana (che, si spera, si staccherà dai piddini) e si allei con loro. Che mandino al macero sto branco analfabeta di populisti sudamericani, un pò fascisti un pò comunisti, che si trovano nelle fila leghiste e meloniane. Io, una federazione con dentro la Lega non la voterò MAI.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 01/08/2019 - 13:00

Fi e Berlusconi si dovevano liberare del vizir Letta il "mezzochierico" in odore di Vaticano, secondo me uno dei principali artefici della debacle del movimento degli ultimi anni, con il moderatismo dc non si va da nessuna parte...forse a sx!! e da Bergoglio