Una moglie in casa, una nel box L'islam ci ha portato la bigamia

Un egiziano scoperto per caso dai carabinieri: aveva una consorte ufficiale e teneva nascosta una seconda famiglia nel garage dello stabile

Benvenuti nel nuovo Nord. Di Maometto. L'Islam colonizza, spostando meridiani e paralleli: etici, culturali, religiosi.

Eccoci così in quel di Monza, cuor della Brianza padana per latitudine, cattolica e intransigente per «vocazione» a scoprir che anche qui è sbarcata la poligamia d'importazione.

La storia tra il tragico e il grottesco, mostra tratti surreali. Questa la sintesi: aveva due famiglie, sei figli (tre da una moglie, altrettanti dall'altra), ma una viveva in un appartamento, a quanto pare ignara di tutto; l'altra in un box sotto casa.

I primi a non credere ai proprio occhi sono stati proprio i carabinieri arrivati lì convinti di dover mettere le manette a uno stalker . A chiamarli la moglie «numero 1», un egiziana di 47 anni che dopo averlo fatto cacciare quasi un anno fa dal talamo, con tanto di denunce per maltrattamenti, vedendo il marito aggirarsi sotto la «sua» abitazione in via Giotto, aveva dato l'allarme al 112. Nel frattempo, il bigamo cinquantenne si era allontanato ed era stata proprio la donna a suggerire alle divise di cercarlo in garage. Quando i militari hanno aperto la porta basculante, la sorpresa: tra coperte, scope, acqua e qualche razione di cibo, si sono trovati di fronte all'«altra», una trentatrenne, anche lei egiziana, con i suoi tre bambini di 9, 7 e 3 anni, quasi coetanei dei fratellastri che sembra non abbiano mai incontrato.

L'uomo, rintracciato poco dopo e portato in caserma, in realtà si trovava lì non per molestare la sposa «separata» ma per stare con la seconda famiglia, «parcheggiata» nel box numero 69 di via Leon Battista Alberti, annesso al palazzo di via Giotto, residenza della famiglia ufficiale. Ai militari avrebbe raccontato di «problemi economici e di uno stato di indigenza». La sua la piccola impresa di pulizie è in crisi, dover mantenere poi due famiglie lo stava trascinando sul lastrico.

La moglie «segreta», con i 3 bambini, nel frattempo è stata affidata ai servizi sociali comunali, mentre la «prima» giura di non aver mai saputo della seconda vita del marito. Ma su questo i carabinieri stanno ancora indagando e non si sbilanciano. Per ora nei confronti dell'egiziano è scattata una denuncia per la violazione del provvedimento di avvicinarsi a casa, mentre la magistratura deve accertare se fosse effettivamente sposato due volte. A questo punto potrebbe rimediare una seconda denuncia per bigamia. Il problema in realtà è annoso, segue di pari passo la penetrazione islamica nel nostro Vecchio Continente. La poligamia è prevista dal Corano e quindi delle norme giuridico-islamiche che regolamentano il Nikah , il matrimonio: un uomo può impalmare fino ad un massimo di 4 signore a patto che siano tutte consenzienti fra loro.

«Ho due mogli - spiegava già 7 anni fa dalle colonne di Repubblica un senegalese trapiantato a Brescia -. So che qui è proibito dalla legge, ma questo riguarda voi italiani, non noi: io sono musulmano... Seguo la mia religione e finora con lo Stato italiano non ho mai avuto nessun problema». In assenza di statistiche ufficiali, qualcuno parla di poche centinaia di casi, altri di decine di migliaia. Quel che è certo però, è che il fenomeno esiste e cresce proporzionalmente con il numero degli immigrati. Come le moschee, i crocefissi tolti dalle scuole, e i presepi aboliti per timore di offendere Allah.

Commenti

maurizio50

Lun, 02/11/2015 - 08:20

Diceva il senegalese" Io sono musulmano"; ergo faccio quel che mi pare e con lo Stato Italiano non ho mai avuto problemi!! Certamente :l'attuale Stato Italiano i problemi non li crea mai ai musulmani, arabi, beduini e selvaggi raccattati per ogni dove; li crea ai Cittadini ITALIANI!!!!

roberto.morici

Lun, 02/11/2015 - 08:26

Quando ne verranno a conoscenza le nostre intransigenti femministe, tutte d'un pezzo, saranno ca..i acidi per l'impunito maschilista.

hellas

Lun, 02/11/2015 - 08:46

Queste si che sono grandissime risorse ! Solo gli immigrati, preferibilmente musulmani, salveranno l ' Italia ! Coraggio, avanti con un bel piano per realizzare moschee a buso, forza con l' integrazione ! ( la nostra, naturalmente, non facciamo i prepotenti....)

bancorex

Lun, 02/11/2015 - 08:47

controllate i box vicini, non si sa ... mai !

epesce098

Lun, 02/11/2015 - 09:01

Ma voi credete veramente che questo sia il primo caso? Io ne conosco già altri che, puntualmente, vengono ignorati.

spectre

Lun, 02/11/2015 - 09:14

CHE SCHIFO!!!

Felice48

Lun, 02/11/2015 - 09:42

Non è una novità. Già anni fa parlando con un venditore immigrato mi diceva che doveva mantenere quattro mogli.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 02/11/2015 - 09:45

.."So che qui è proibito dalla legge, ma questo riguarda voi italiani, non noi: io sono musulmano... Seguo la mia religione e finora con lo Stato italiano non ho mai avuto nessun problema». E poi c'é ancora qualcuno che ha il coraggio di parlare di "integrazione" e di concedere la nazionalità italiana. Presupposto senza se e senza ma per integrazione e nazionalità sono l'accettazione senza se e senza ma della legge del paese ospitante. Risulta alle sboldrine, vendoline e seguaci che cio' sia mai avvenuto quando si tratta di musulmani??? O sono in cattiva fede oppure si sono bevute il cervello, dato e non concesso lo abbiano mai avuto!

pastiglia

Lun, 02/11/2015 - 09:49

Concordo con quanto scritto da @maurizio50.

Alessio2012

Lun, 02/11/2015 - 10:03

E le femministe dove sono? Ah, sì... stanno indagando sul caso Ruby!

Dordolio

Lun, 02/11/2015 - 10:13

L'ho scritto anche ieri. Cerchiamo/cercate di essere SERI. La questione bigamia è in piedi da un sacco di tempo, ma non se ne è accorto nessuno? Portano qui le altre mogli gabellandole come "parenti" o addirittura come "collaboratrici familiari". Chissà quante situazioni di poligamia sono in essere, e nessuno le vuole verificare....

michetta

Lun, 02/11/2015 - 10:16

Se le nostre forze di polizia,volessero cercare,sapete quante ne troverebbero,di queste bigamo-congreghe,permesse dal buonismo del Papa e di tutti i politici che gli si sono appecoronati dal primo momento per avere la sua benedizione? Ieri,su di uno stradone di Roma,ho visto una donna vecchia e minuta,con una tunica africana addosso,che aveva la testa poggiata sui suoi zoccoli a mo' di cuscino. Credutala morta,ho chiamato il 113,che mi ha passato il 118 per competenza. Mentre parlavo con il 118,la donna,ha mosso leggermente una mano. Ipotizzando fosse viva,l'ho comunicato al mio interlocutore e questo,mi ha detto di chiedere alla donna, "se voleva l'ambulanza". L'ho fatto,ricevendo come risposta,un secco NO. Aveva capito ed ora cercava di rialzarsi,ma e' arrivata prima l'ambulanza.....Certamente,era una seconda o terza o... di qualche islamico giunto quì,che l'aveva cacciata dal suo harem Italiano!

ilbelga

Lun, 02/11/2015 - 10:19

ma perché VI STUPITE ancora, allora non avete letto la Fallaci.

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 02/11/2015 - 10:20

Anche questo signore potrebbe essere rispedito al suo paese con tutto il suo seguito. Ma,come ho già detto,qui siamo in Italia, e queste cose non hanno seguito. In generale, la delinquenza è ben accetta.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 02/11/2015 - 10:20

avranno le stesse pretese dei gay, vorrebbero gli stessi assegni famigliari anche per le altre mogli e figli di esse. Bisognerebbe rivedere il welfare, così com'è non può più reggere. Infatti l'inps dall'attivo che era, sta scricchiolando

michetta

Lun, 02/11/2015 - 10:24

Signori e signore, da come si e' appecoronato davanti al Papa, questo signor Tronca, ha tutta l'aria di voler ubbidire ciecamente a chi ci ha fatto occupare dagli islamici, con i suoi lanci di corone e richieste continue di soldi, per darli a questi, mentre i NOSTRI ITALIANI muoiono di fame e non hanno un alloggio per dormire la notte. Se il buon giorno si vede dal mattino, mi sa' che ci dobbiamo sbrigare ad andare a votare! Sara' stata un'altra parentesi negativa, che i comunisti con il napoletano rosso dal 1946 ed i suoi amici di cordata a seguire, ci hanno donato, pèer i loro piaceri personali!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 02/11/2015 - 10:46

La boldrini dice che è la loro cultura, noi abbiamo torto, loro hanno ragione, noi abbiamo solo doveri, loro hanno solo diritti. E' troppo tardi per reagire? Temo di si! La loro cultura è già la nostra cultura di potere. Non abbiamo speranze perché ci siamo rassegnati all'invasione voluta dalla sinistra.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 02/11/2015 - 11:05

Quasi quasi mi converto...

Libertà75

Lun, 02/11/2015 - 11:20

Chissà che diranno i sinistri quando i mussulmani vorranno la pena capitale per gli omosessuali... finirà che saranno d'accordo per non esser razzisti?

giovanni PERINCIOLO

Lun, 02/11/2015 - 11:33

In fondo cosa volete siano due mogli in un paese dove il padre di una ex ministra ne aveva non so più quante di mogli oltre a una cinquantina di figli!

buri

Lun, 02/11/2015 - 11:40

il senefalese se ne torni bel senegal invece do prtendere di violare le nostre leggi col pretesto della sua religione

linoalo1

Lun, 02/11/2015 - 12:10

Magari fosse solo questo!!!!

Zizzigo

Lun, 02/11/2015 - 12:36

Basta un "cambio di religione" ed in Italia è ammesso tutto ed anche di più. Italia, il bel paese poliglotta, che accetta ogni legge, ogni religione ed agni imposizione, purché derivi dagli stranieri!

Franco Ruggieri

Lun, 02/11/2015 - 12:51

Ma ci rendiamo conto che questa gente che ci invade crede veramente che il corano sia stato dettato da Dio (o Allah che sia) tramite l'Arcangelo Gabriele? Come si fa a credere a un libro con 225 contraddizioni? Dio non è forse infallibile? E se esse dipendessero da errori di trascrizione non cambierebbe nulla: questa gente crede in un libro della cui autenticità di ogni riga non si può essere sicuri!!! E in nome di questa mxxxa MOLTI DI LORO ammazzano e fanno ogni sorta di violenza.

ORCHIDEABLU

Lun, 02/11/2015 - 12:52

CERTAMENTE FANNO PRIMA A RIFARSI UNA FAMIGLIA E SENZA SEPARAZIONI TRAUMATICHE COME IN ITALIA,SE SONO TUTTE DACCORDO VIVONO INSIEME FELICI.NON SONO AMANTI MA MOGLI.

gattogrigio

Lun, 02/11/2015 - 12:57

A parte il fare entrare o meno i migranti che appartiene a un altro discorso, il fatto che ti arrivi qui qualcuno con due o tre mogli sposate,secondo legge, nel suo paese è normale. Lo stato italiano ne riconosce una sola e le altre sono equiparate a concubine o amanti. L'avere una moglie regolare più un'amante, magari con figli, non è una prerogativa dei mussulmani. Uno, italianissimo, lo conoscevo anch'io e, quando è morto improvvisamente, ha lasciato un caos legale infernale. Per il resto in Italia valgono le leggi italiane.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Lun, 02/11/2015 - 13:01

Basta discriminazioni! Rispettiamo la cultura dei nuovi italiani! Subito un registro dei poligami e trascrizione dei matrimoni contratti all'estero!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 02/11/2015 - 13:07

Egregio roberto.morici, lei sta scherzando. Se solo ci provano, ino sganssone; se si ripetono, all'ospedale. La "cultura" islamica ha sempre piú il sopravvento. E poi chi sono le femministe (o Lei; od il Papa) per giudicare?

agosvac

Lun, 02/11/2015 - 13:21

Il problema è sempre lo stesso: tra Islam e cristianesimo c'è un'incompatibilità strutturale. Finché cristiani ed islamici vivono in paesi ben separati tra loro , c'è anche possibilità d'intesa. Ma è molto difficile che riescano a convivere nello stesso paese.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 02/11/2015 - 13:27

ORCHIDEABLU, una moglie, se non è una coniglia e se è sana di mente, fa figli tanti quanti possono essere allevati dignitosamentee in funzione del reddito. Più mogli musulmane fanno uno stuolo di figli da scaricare sul nostro groppone. Lo vogliamo capire che non servono più molteplici braccia per la pastorizia o l'agricoltura come servivano ai tempi di maometto? Vuoi proprio che assorbano tutto il welfare che abbiamo prodotto a tutt'oggi PER I NOSTRI FIGLI E NIPOTI? Io NON DEVO NULLA AI MUSULMANI, non ho lavorato per loro.

Ritratto di Geppa

Geppa

Lun, 02/11/2015 - 13:53

La prostituzione ce l'avevamo già...

luigi.muzzi

Lun, 02/11/2015 - 13:56

che fine hanno fatto le "se non ora, quando ?"

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 02/11/2015 - 14:03

agosvac, nello stesso pianeta. Loro odiano tutta la restante umanità, come ben dice Al Sisi.

moshe

Lun, 02/11/2015 - 14:16

... alla faccia degli idioti che credono nell'integrazione! Comunque, in un caso del genere, si deve espellere dall'Italia tutto il clan !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 02/11/2015 - 14:46

moshe, cosa c'entrano i bambini. Si espellono gli adulti a calci in culo e si allevano i bambini nella civiltà occidentale. Tanto sono comunque a nostro carico ma almeno gli togliamo dalle mani degli imam che ne farebbero dei terroristi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 02/11/2015 - 15:23

1978 l'azienda mi manda in Algeria per tenere un corso formativo ai tecnici locali sugli Elettrodomestici. Corso durato una decina di giorni al quale assistevano una ventina di Algerini, dopo qualche giorno faccio amicizia con 2o3 di loro che mi invitano una sera a cena, durante la cena si intavolano diverse discussioni come ad es. Sei sposato??? Ed io rispondo si, con quante donne??? sai mi dice uno di loro la nostra religione ci consente di sposarne fino a 6. Al che rispondo NOI ne abbiamo piu che a sufficenza di UNA!!!!lol lol.Pace e bene dal Nicaragua FELIZ

ORCHIDEABLU

Mar, 03/11/2015 - 12:51

appunto in italia ne basta una perche' rompe le scatole per 4 ahahahahahahahah ma fatevi i fatti vostri,chi si puo' permettere di avere piu' mogli lo facesse e basta con queste critiche.

2giovanni

Mer, 20/01/2016 - 06:37

invece cosa ne pensate di una iraniana e italiana che ha due mariti? uno registrato in comune e poi sposata con un altro italiano nell'ambasciata con il rito religioso dopo che italiano convertito in islam

2giovanni

Mer, 20/01/2016 - 06:45

invece cosa ne pensate di una donna iraniana e italian, che ha due mariti? con una sposata regolarmente e registrato in comune, con altro sposata nell'ambasciata con il rito religioso dopo che italiano convertito in islam