Negazionismo, pene più dure. Ma solo se il reato è pubblico

La commissione Giustizia del Senato approva il ddl che introduce l'aggravante del negazionismo. Inserita nel testo la parola "pubblicamente": cambia così l'impianto della legge Mancino

La commissione Giustizia del Senato approva il ddl che introduce l'aggravante del negazionismo. Nel testo viene, però, inserita la parola "pubblicamente". Cambia così tutta la legge Mancino che punisce le discriminazioni razziali nel loro complesso. La sinistra alza subito le barricate. "Cadranno molti processi in corso - commenta la presidente della commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti - è davvero gravissimo". Nel mirino l'emendamento presentato da Giacomo Caliendo (Forza Italia) che molti nel Pd si augurano venga respinto in Aula.

Il ddl licenziato dalla commissione Giustizia modifica la legge Mancino introducendo espressamente l'aggravante della pubblica istigazione fondata in tutto o in parte sulla negazione della Shoah, crimini di genocidio, crimini contro l'umanità, crimini di guerra, così come definiti dallo statuto della Corte penale internazionale. Il reato è punito con pene aumentate fino a un terzo rispetto a quelle già previste dalla legge stessa. La legge Mancino prevede la reclusione fino a un anno e sei mesi o la multa fino a 6.000 euro "per chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, ovvero chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi". E punisce con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi. La commissione Giustizia del Senato ha modificato questa norma prevedendo anche che l'istigazione, per essere sanzionata, debba avvenire "pubblicamente". Ora sarà l'Aula a decidere se approvare il testo o modificarlo ulteriormente.

Commenti
Ritratto di il navigante

il navigante

Mar, 26/04/2016 - 18:45

"La legge Mancino prevede la reclusione fino a un anno e sei mesi o la multa fino a 6.000 euro "per chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, ovvero chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi". DOMANDA: vale solo nei riguardi degli ebrei, o vale per tutte le razze e per tutte le religioni? Grazie.

un_infiltrato

Mar, 26/04/2016 - 19:08

E mi sembra giusto, le pene più duro, ma solo se il reato è pubblico.

jaaaar

Mar, 26/04/2016 - 19:13

La ricerca scientifica trova che diverse popolazioni hanno diversi valori medi per molte caratteristiche, in particolare il quoziente di intelligenza è in media più elevato negli asiatici che nei bianchi, e nei bianchi che nei neri. È illegale riportare risultati scientifici contrari all'ideologia di Mancino?

Cheyenne

Mar, 26/04/2016 - 19:29

io sono a strafavore di israele ma sono pure per la libertà di opinione, finchè l'opinione resta tale.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 26/04/2016 - 19:35

I reati di opinione sono sempre delle emerite schifezze, se uno nega la shoà è un antistorico ma che male fa agli altri? Saranno fatti suoi o no? Probabilmente anche tanti ebrei la pensano così. Se uno invece nega le stragi dell'11 settembre (molti uskmani lo fanno)? Cosa dobbiamo dire poi di vie e piazze intitolate ai criminali tipo stalin, che guevara, toliatti,partigiani, ecc. Si spera che la legge includa anche queste istigazioni ai crimini contro l'umanità con aggravante di ... "via intitolata"!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 26/04/2016 - 19:57

Quindi tutti gli arabi in itaglia devono essere processati?

fabiano199916

Mar, 26/04/2016 - 20:09

quindi se cé'scritto pubblicamente, se il fatto non e'commesso in pubblico puo'passare...?

ambrogiomau

Mar, 26/04/2016 - 21:24

E' solo una delle tante leggi inutili e dannose volute dalla sinistra e troppo spesso accordate dalla destra.LE FAMOSE LEGGI TRAPPOLA PER LA DESTRA CHE non ha mai capito a che cosa miravano quelli della sinistra.

atlante

Mar, 26/04/2016 - 23:10

Una legge assurda ed oscena. Che significa "negazionismo"? Che se dico che invece di 6 milioni di ebrei (chi li ha contati?) sono stati sterminati 5 milioni vado in galera? E poi questo "razzismo" a senso unico. Che vale contro i bianchi a favore dei neri. E non viceversa. Ma fatemi il piacere. Questi senatori non hanno un cacchio da fare...

BiBi39

Mar, 26/04/2016 - 23:47

Premesso che ritengo le donne superiori in mille cose, le considero meno capaci degli uomini nelle questioni tecniche e meccaniche . Se espongo pubblicamente questa mia opinione, invece che partecipare ad un confronto dialettico con chi non la pensa come me, partecipero' ad un processo penale nei miei confronti?

rossini

Mar, 26/04/2016 - 23:50

I comunisti al potere stanno realizzando il loro sogno: mettere le manette alle idee. Ma le idee sono libere per definizione. Non possono essere incatenate. Questa è la loro forza. È sempre stato così e così sarà in barba ad ogni legge liberticida.

Ritratto di hh88zh

hh88zh

Mar, 26/04/2016 - 23:57

Allora.......stando....... all'interpretazione soggettiva della legge da domani tutti i musulmani in galera!!!!!!! Vediamo se la applicano. Nel caso non fosse cosi'.......

Ritratto di hh88zh

hh88zh

Mer, 27/04/2016 - 00:07

BEATA IGNORANZA!!!!!!!

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Mer, 27/04/2016 - 00:11

Una legge liberticida. Che limita la ricerca scientifica e la libertà di espressione.e di insegnamento. Istituisce la verità di regime su certi eventi contestati da numerosi ricercatori a livello internazionale. Una legge da Corea del Nord. COme l'abbonamento obbligatorio alla RAI, la TV di Stato. MA se gli sterminazinisti e i difensori dell'Olocausto sono così certi della sicurezza delle loro tesi perché vogliono mandare in galera chi lo contesta su basi scientifiche? Hanno paura del libero confronto delle idee?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 27/04/2016 - 01:28

questa legge uccide la liberta di opinione e parola percio piu grave, di pensiero. E da tempo che penso che l'itaglia sia un paese di ipocriti i,becilli schiavizzati ed adesso ne sono sempre piu convinto. Tra poco comminceranno succedere cose brutte!!!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 27/04/2016 - 08:03

Belle parole , davvero ma: Come diceva Craxi " ci si conosce tutti " - Parafrasando Gesù " Chi non é razzista scagli la prima pietra " lol lol lol

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Mer, 27/04/2016 - 08:45

Qualsiasi legge che limiti la libertà di espressione scritta o verbale ancorché in pubblico è più squallida delle leggi razziali stesse. Se poi è fatta per compiacere e blandire i sionisti, in modo da blindarli nei loro sporchi affari, è anche fonte di trust, cartelli e concorrenza sleale. L'anti-sionismo NON è anti-semitismo, come certi nostri esponenti politici lacchè di Israele ebbero a dire a più riprese. Rispetto e pace per i perseguitati, ma non per le lobbies nate sulle loro ceneri.

linoalo1

Mer, 27/04/2016 - 09:11

Adesso si che gli Italiani possono dormire tranquilli!!

GGuerrieri

Mer, 27/04/2016 - 09:19

La legge Mancino, come del resto tutti i reati di opinione (vilipendi vari, attentati all'onore e dignità del capo dello stato, ecc.), va semplicemente depenalizzata. In democrazia le opinioni, per quanto aberranti e discutibili, si combattono con le opinioni. Altra cosa la violenza contro persone o cose, che va repressa senza se e senza ma (vero amici dei centri sociali....). Il limite inaccettabile di un reato d'opinione è infatti quello di poter essere cucito addosso ad una persona, a seconda delle idee di chi è chiamato a giudicare. Concordo perfettamente infine con il lettore ambrogiomau, il centro-destra non ha neanche capito che quelle leggi servivano a chiudergli democraticamente la bocca....

Ritratto di Valance

Valance

Mer, 27/04/2016 - 09:29

Che cxxxo significa pubblicamente???... Fin ora era proibito pure pensarlo?

manente

Gio, 09/06/2016 - 14:08

Coloro che hanno votato questa legge, sono gli stessi piddioti che per 60 anni hanno definito "fascista" il Codice Rocco ed hanno considerato i Tribunali della Inquisizione come l'esempio più negativo del modo di amministrare la giustizia. Ora il tempo che è galantuomo, dimostra in modo esemplare la ipocrisia dei piddioti con le leggi liberticide che sono capaci di fare quando arrivano al potere.