Nella battaglia per le poltrone si spezza l'asse Merkel-Macron

Macron spinge per una elezione del presidente della Commissione su indicazione del Consiglio Europeo, la Merkel sostiene Weber e il metodo dello "Spitzenkandidat"

La battaglia d'Europa adesso si gioca sulle nomine. Al termine del vertice informale tra i Capi di Stato Ue per individuare un metodo per la scelta dei Commissari Ue e soprattutto per scegliere il presidente della Commissione, di fatto si scontrano due scuole di pensiero. La prima è quella che vede favorito per il ruolo di presidente della Commissione Weber appoggiato dal Ppe, dall'altro quella che vede un nome come espressione di una scelta del Consiglio d'Europa. Lo scontro così si consuma già sul metodo e non tanto sui nomi. Su questo punto a termine dle vertice è intervenuto il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk: "Non c’è automaticità sulla scelta di uno ’Spitzenkandidat’ (il capolista del partito che ha preso più voti e indicato dai partiti prima del voto, ndr)". E ancora: "Gli obblighi dei trattati sono più importante delle idee politiche e delle invenzioni. nessuno può essere escluso. Essere capolista (di un partito europeo) non è qualificante. Al contrario può aumentare le sue chance". Tusk ha anche chiesto di evitare "uno scontro inter-istituzionale tra Consiglio e Parlamento perché nessuno ne ha interesse". E sulla scelta del nome per la presidenza della Commissione arriva anche la presa di posizione della cancelliera tedesca, Angela Merkel che ha invitato i leader ad accettare una strada basata sulla mediazione: "Sulle nomine ai vertici delle istituzioni Ue "tutti devono essere tolleranti e pronti al compromesso".

La Germania come detto sostiene Weber (nome gradito e sostenuto anche da Forza Italia). Ma Macron manda un messaggio chiaro e rivendica il ruolo del Consiglio Europeo cercando di archiviare la prassi dello "Spitzenkandidat". Le sue parole sono molto chiare: "La nomina del presidente della Commissione è una competenza che spetta al Consiglio, al Parlamento spetta approvarlo. Quelli che oggi difendono il metodo degli ’Spitzenkandidat’ sono gli stessi che hanno bocciato il sistema delle liste transnazionali". Secondo Macron il candidato che sarà designato "dovrà rispettare le diverse sensibilità politiche uscite dalle elezioni europee, una coalizione più larga possibile di pro-europeisti, ovvero, oltre ai liberali, i Popolari, i Socialisti e i Verdi". In questa partita avrà un ruolo anche la Gran Bretagna. Formalmente Londra fa ancora parte dell'Ue e così anche il suo voto sarà determinante per la scelta del presidente della Commissione. Insomma la partita è appena iniziata. Cinque anni fa per designare Juncker alla guida della Commissione servirono ben quattro vertici in tre mesi...

Commenti

faman

Mar, 28/05/2019 - 23:57

è inutile fare dei titoloni, queste schermaglie ci sono sempre state.

faman

Mer, 29/05/2019 - 00:16

e l'Italia dov'è nella battaglia per le poltrone? Io anti-Salvini e anti-5 Stelle, spero comunque che un italiano ci rappresenti in un posto di prestigio. Ma temo che l'isolamneto in cui ci siamo cacciati ci faccia rimanere con un pugno di mosche.

faman

Mer, 29/05/2019 - 00:18

la vedo dura per l'Italia, con gli insulti a Bruxelles non si trovano amici.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 29/05/2019 - 00:20

L'ingordigia, la smania di potere sono brutte bestie, specie se nella Ue due gallinacci come questi combattono per personali posizioni di prestigio, per i propri interessi a discapito degli altri stati membri. Sussidiarietà e solidarietà, queste sconosciute!

faman

Mer, 29/05/2019 - 00:39

da qui a dire che si spezza l'asse ce ne passa, però se qualcun altro si intromette saranno un pò meno arroganti. Temo però che in un caso non sarà un italiano, con le offese non ci siamo fatti molti amici a Bruxelles.

Ritratto di scappato

scappato

Mer, 29/05/2019 - 00:43

Tre mesi per arrivare a scegliere Junker? Credevo fosse stato sorteggiato fra gli abbonati al telefono.

Ritratto di DVX70

DVX70

Mer, 29/05/2019 - 00:45

La Fiat Chrysler Automobiles si sta fondendo con la francese Renault, in modo da costruire un colosso automobilistico da sovrastare il tedesco Wada (Audi Wolskwagen).... difficile che a Frau Merkel la cosa possa andare giù, visto che la DE detiene il 50% di quest'ultimo gruppo. Tempi interessanti in vista, molto interessanti....

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 29/05/2019 - 06:28

Ma, """POTRANNO MAI CAPIRE QUESTI SCIACALLI IL PERCHÈ, CHE LE POPOLAZIONI INSORGONO, MENTRE LORO, DA VERI ( ARROGANTI E CORROTTI PAPPONI ), CON I LORO SOTTERFUGI BASATI SU STIPENDI DA NABABBI, DI PREMI E DICHIARAZIONI DI COSTI MILIONARIE, NON SI VERGOGNANO DEI LORO "SPERPETI SUL DANARO PUBBLICO"""!!! CHI LAVORA PER L`UNIONE EUROPEA, DEVE VIVERE A BRUSSEL, O STRASBURGO, FINO ALLA FINE DEL LORO MANDATO E SE RITORNANO AL SUO PAESE, PER IL FINE SETTIMANA, NON DEVONO DICHIARARE LE SPESE COME SPESE DI PARTITO E NON DEVONO ESSERE RIMBORSATE!!! POI, I CAPI DI STATO, SE NE DEVONO RIMANERE A DIRIGERE I LORO PAESI, PERCHE ( MALGRADO DICANO CHE TUTTO PROCEDE PER IL MEGLIO ), LE POPOLAZIONI """NON SI SENTONO PROTETTE"""!!! DICO QUESTO, PERCHÈ CON LA TECNOLOGIA DI OGGIGIORNO, LE SPESE DELLE SEGRETERIE DEVONO ESSERE PURE DIMEZZATE, PER FINIRE, QUESTA NON È UNA SUPER RAZZA, SONO DEI MORTALI COME TUTTI NOI!!!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 29/05/2019 - 07:38

Vorrei sapere chi rappresenta, questa Unione Europea??? Se veramente rappresenta la popolazione, perchè allora non dimostra di essere una vera DEMOCRAZIA, di agire veramente per le popolazioni senza ascoltare, BANCHIERI E CAPITALISTI CHE LE POPOLAZIONI LE USANO PER ARRICCHIRE LORO STESSI, CON UN EGOISMO IMMENSO!!!Non sono contro i ricchi, """MA LA RICCHEZZA, NON DEVE RIGUARDARE UNA PICCOLISSIMA PARTE DELLA POPOLAZIONE, DEVE ESSERE SUDDIVISA, PER CREARE PIÙ BENESSERE, ( QUESTA È CIVILTÀ, ALTRIMENTE SAREMMO IN UNA DITTATURA"""!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/05/2019 - 07:48

ma come se si baciavano fino a ieri....

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 29/05/2019 - 07:59

Due "disgrazie" nella disgrazia.

VittorioMar

Mer, 29/05/2019 - 08:03

..la MERKEL dialoga con i VINCITORI....!!

rudyger

Mer, 29/05/2019 - 08:20

questa è la dimostrazione che la democrazia è una utopia. per superare certi ostacoli il più forte la spunterà oppure ci vuole il compromesso . Ma il compromesso va al di la dal concetto di democrazia per cui il popolo che vota è solo uno strumento che serve soltanto a giustificare l'attività del più forte.

hectorre

Mer, 29/05/2019 - 08:23

28 stati membri e a decidere un francese che ha perso le elezioni nel suo paese e la merkel????....e questa sarebbe l’europa????..unire francesi,tedeschi,italiani e sperare che vadano d’accordo è pura utopia, figuriamoci altri 25 governi!...la storia millenaria dell’europa ha creato odio, guerre, patriottismi e tutto continua ai giorni nostri..le guerre sono commerciali, l’odio è politico e il patriottismo si è solo rafforzato!...e quest’europa vuole mandare una letterina al nostro governo???...ripicca per l’affermazione della lega,ovvio...ora Salvini non deve retrocedere di un cm, nella speranza che i sinistrati inizino a pensare agli italiani e non ai loro interessi personali...vedi business migranti...difendiamo l’italia!

andy15

Mer, 29/05/2019 - 08:47

Caro Giornale, il "Consiglio d'Europa", da voi citato all'inizio del secondo paragrafo, non ha nulla in comune con l'Unione europea. E' un'organismo indipendente con 40 e piu' membri con sede a Strasburgo. L'autore voleva, immagino, riferirsi al Consiglio europeo, che raggruppa i capi di stato e di governo dell'UE e che ne detta gli indirizzi politici.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 29/05/2019 - 09:02

e gli altri 25 paesi non esistono? praticamente comanda francia e germania

bombadil

Mer, 29/05/2019 - 10:16

Finito il momento dell'isteria collettiva delle votazioni finto democratiche,dopo che le masse hanno ingoiato la pillola blu al cloroformio,e sono tornate ai loro gioghi rispuntano i burocrati della commissione per continuare la macelleria degli Stati europei e delle loro popolazioni,la pillola ci aiuterà a sopportare...