"Nessuna scissione, Forza Italia unita"

Il consigliere politico azzurro: "Non credo alla rottura di fittiani e verdiniani. Le Regionali? Vicino l'accordo con la Lega"

Roma - Onorevole Giovanni Toti, qual è lo stato dei rapporti con la Lega?

«Queste Regionali rappresentano una cartina di tornasole rispetto alla possibilità del centrodestra di tornare a competere per la guida del Paese. Bisogna formare coalizioni in grado di rappresentare l'embrione dell'alleanza per vincere le sfide future. Qui si capirà chi davvero vuole costruire un'alternativa a Renzi e chi, magari per strappare uno zero virgola in più, si rivelerà una sorta di suo socio occulto».

L'alleanza in Veneto è davvero in bilico?

«Berlusconi e Salvini si sono sentiti telefonicamente la settimana scorsa e hanno ribadito la comune volontà di correre insieme. Da allora le trattative con gli sherpa sono andate avanti. Sarebbe assurdo non ritrovarci insieme per sostenere l'esperienza di buongoverno di Zaia».

Riuscirete a chiudere anche in Campania?

«Siamo vicini a un accordo, si tratta di affinare alcuni dettagli. Caldoro ha fatto molto bene. Ncd ha detto ai quattro venti di sentirsi una forza di centrodestra. Non credo voglia favorire l'ascesa di De Luca, peraltro ineleggibile in base alla Severino».

Si è parlato di candidature solitarie di Forza Italia. Solo una mossa tattica o c'è qualcosa di vero?

«Noi guardiamo all'interesse degli elettori e pensiamo sia necessario presidiare il nostro terreno storico insieme agli alleati. Tanto più che esistono le condizioni per giocare la partita fino in fondo anche in Regioni come la Liguria, le Marche e l'Umbria dove il rigetto verso la lunga dominazione rossa è forte. Detto questo non abbiamo alcuna paura di correre da soli. Se necessario siamo pronti. Abbiamo molte cose da dire e una storia da difendere».

Ci sono voci di una possibile doppia scissione parlamentare: da una parte i fittiani, dall'altra i verdiniani.

«Non credo né all'una, né all'altra. Sicuramente la rottura del cammino sulle riforme con Renzi ha rappresentato un trauma, ma non è stato voluto da noi. Renzi per sanare le divisioni interne ha intrapreso un percorso monocratico, modificando le carte in tavola. Per quanto riguarda i fittiani hanno sempre chiesto più nerbo nel fare opposizione. Adesso il partito si schiera su posizioni più dure. Proprio ora che Forza Italia è tornata a opporsi al governo a 360 gradi la loro posizione sembrerebbe strumentale e toglierebbe valore alla battaglia che hanno fatto fino a oggi».

Fitto minaccia di candidarsi in Puglia.

«Mi auguro davvero che questo non accada. A Fitto chiedemmo mesi fa la sua disponibilità e disse di no. Abbiamo scelto tutti insieme una persona perbene e un ottimo candidato: Francesco Schittulli. Se Fitto si candidasse sarebbe la negazione di ciò che ha sempre sostenuto, sarebbe surreale».

Renzi ha ottenuto la calendarizzazione del voto sull'Italicum prima delle Regionali. Questo può rappresentare un pericolo?

«Renzi procede sempre con la massima fretta sui provvedimenti sbagliati. Le priorità degli italiani non sono certo la legge elettorale, le riforme costituzionali o della Rai, mentre si riducono i fondi per la sicurezza, non ci si occupa di fermare l'immigrazione clandestina che è ormai un esodo biblico incontrollato o di ridurre - come torna a chiedere Confcommercio - la pressione fiscale. Sull'Italicum Renzi ha imposto, con una modifica dei patti iniziali, il premio alla lista invece che alla coalizione. Servono regole equanimi rispetto ai giocatori in campo, non l'arroganza del potere, quello della sinistra».

Silvio Berlusconi tornerà a un ruolo più visibile?

«Berlusconi è in campo, è fortemente operativo e impegnato in continue riunioni. L'assoluzione lo ha ripagato soltanto parzialmente delle sofferenze subite. Non dimentichiamoci che il processo Ruby ha cambiato la storia d'Italia, facendo cadere l'ultimo governo eletto dai cittadini. La Procura di Milano dovrebbe renderne conto, anche se va dato atto alla magistratura che è stata capace di emendare se stessa. Purtroppo lo stalking giudiziario non è ancora finito, ma Berlusconi saprà reggere all'urto e tornare a guidarci per cambiare il Paese come fino a oggi solo il centrodestra ha fatto».

Commenti
Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 28/03/2015 - 08:27

E se lo dice Toti io mi fido

ninito

Sab, 28/03/2015 - 08:30

Da quando sono rientrato in Italia, 1999, ho sempre votato Berlusconi. Ma per quanto è successo negli ultimi due anni, mi dispiace, ma il mio voto va alla Lega. In questa situazione, in cui si trova il paese, non posso essere centrista. Sono stato fuori 50 anni, e sempre sono stato orgoglioso di essere italiano, ma con quanto succede adesso, non so se ero nel giusto. Tra l'altro non ho mai preso nessun'altra cittadinanza.

alkt90

Sab, 28/03/2015 - 08:43

SE ALLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE NON VINCE BERLUSCONI E LEGA NOI SIAMO ROVINATI..

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 28/03/2015 - 09:06

Storica intervista a Toti, un politico che già tutto il mondo ci invidia. Storica non soltanto perché Toti siede alla destra del Presidente SILVIO BERLUSCONI, ma perché traccia, con forza e lucidità il percorso di FI, la cui centralità ci porterà al governo del paese non appena la democrazia e la libertà torneranno in Italia con il voto popolare. Passo fondamentale sono le regionali dove il grande Toti riconosce che le sinistre sono destinate ad una sconfitta storica. In Toti nessuna vanagloria, nessun tono violento, ma la sicurezza del grande politico. Smaschera poi le sinistre su presunte - e ridicole - divisioni dentro FI.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 28/03/2015 - 09:14

Bene, bene, e se lo dice lui possiamo stare tranquilli. Toti è il classico candidato che scoraggia gli elettori. Piuttosto che votare lui si rinuncia a votare. Si vede proprio che Berlusconi risente dei sintomi di senescenza. Prima sostiene Angelino Alfano ponendolo alla segreteria del PDL e si circonda di personaggi che alla prima occasione l'hanno tradito, poi sceglie Toti come consulente politico. Uno che ha la grinta, il carisma e l'autorevolezza di un polpo lesso. Ahi, ahi, signora mia, non c'è più il Silvio di una volta.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 28/03/2015 - 09:30

Alle regionali sara' certificata la fine elettorale di FI che vedra''andare via una parte dei pochi voti rimasti in direzione lega e fdi...l'intero cdx cosi' come impostato oggi e' destinato ad essere minoranza marginale nel paese.Purtroppo paghiamo la incapacita' politica dell'attuale classe dirigente,ed il loro attaccamento alla poltrona.Intanto Renzi ed il pd ringraziano e stravincono.

Ritratto di ..gufiditag£ia...

..gufiditag£ia...

Sab, 28/03/2015 - 09:45

farsitaglia va incontro al suo giusto destino, SCOMPARIRE

kami

Sab, 28/03/2015 - 09:51

A parte che se c'è Lei, Toti, è già un buon motivo per non votare FI... ma poi con tutte quelle mine vaganti che cerca di disinnescare, ma che sono tutt'altro che tranquille, ma chi vi vota più !? SB ormai non fa più gli interessi dei cittadini. GAME OVER.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 28/03/2015 - 10:14

Leggo il nuovo oracolo Toti: "Non credo alla rottura di fittiani e verdiniani". Francamente credo che la soluzione migliore sarebbe una definitiva sortita di Verdini e Fitto, per poi ripartire da zero. Ci sarà una pure perdita immediata, ma poi i due non conteranno nulla, come già è stato per Fini, malgrado fosse politicamente un poco più solido dei due.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 28/03/2015 - 11:05

Visto che sta passando tutto quello che era stato concordato con il patto del Nazareno, non ho ancora capito quali sarebbero le carte in tavola cambiate da Renzi e che hanno causato la rottura del Nazareno. Non sarà invece che Renzi ha anticipato la presentazione di Mattarella a PdR e questo ha irritato l'ex cav che si è sentito messo fuori gioco?

elpaso21

Sab, 28/03/2015 - 11:21

Forza Italia, un partito che deve ancora fare "i suoi anni migliori" :-)

alfa553

Sab, 28/03/2015 - 11:39

Tale padre tale figlio, e lui crede che con 4 parole risolve i problemi....buffoncello messo li dal califfo,prenderà una botta che andrà a fare il giornalistiche nello zambia.....ma cammina , va!!!!!!

alfa553

Sab, 28/03/2015 - 11:42

Ninito, e tu dopo 50 anni rientri? anche io sono fuori, ma ritornare? neanche con la bomba atomica, il tuo paese ,caro mio , e quello che ti da la pagnotta e no chi te la promette.Quando ci penso, mi accorgo che quel paese non mi ha dato un cxxxo ,ebbene neanche io gli darò mai un cxxx.Ciao e buona sorte.

Acidità

Sab, 28/03/2015 - 11:43

Forza Italia è finita e destinata a scomparire. Ha avuto la sua grande occasione quando ebbe il compito di governare...l'ha fallita, perdendosi fra interessi personali e bunga bunga. Non avrà più opportunità del genere. La fine è già scritta. E' solo questione di tempo.

KARLO-VE

Sab, 28/03/2015 - 11:45

Cosi disse Yogi al suo amico Bubu, tanto adesso arriva il signor ranger Abbeluscone che vuole candidare la Carfagna a leader di farsa italia, cosi da poter competer con Alfano per chi arriva prima al 5%

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 28/03/2015 - 11:47

Toti, le tue sono un insieme di fandonie propagandistiche. Finora, soprattutto con Fitto, tu e Berlusconi non avete voluto altro che la pioggia. Agli elettori avete invece riservato l'indifferenza. Adesso beccatevi il diluvio dal primo e dai secondi la vostra indifferenza rincarata.

Ritratto di giordano

giordano

Sab, 28/03/2015 - 11:59

forza italia, un partito di vigliacchi compreso il puttaniere, col cavolo che vi rivoto, dovreste sparire dalla sceMa politica

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 28/03/2015 - 12:03

Mi chiedo se Toti, e gli altri vicini a Berlusconi, qualche volta leggano i commenti dei lettori del Giornale. Ne dubito. Altrimenti avrebbero capito che la stagione delle chiacchiere è finita per tutti. Quelli che contestano la leadership di Forza Italia non sono pericolosi rivoluzionari di sinistra, sono elettori di destra o centro-destra stanchi di promesse non mantenute. Non basta certo il sorrisino id...di Toti a rassicurali.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 28/03/2015 - 12:04

Agrippina egregia,nonostante il suo rammarico non credo che la situazione le spiaccia più di tanto.Dai suoi post non mi è mai sembrata di CDX.Io spero solo che la lega non si faccia abbindolare da un partito che francamente non offre più nessuna garanzia.Vuoi per l'età del suo capo e le continue dichiarazioni smentite appena dopo.I giardinetti sarebbe la cosa più giusta per tutti.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 28/03/2015 - 12:17

Ilvo Diamanti: il PD crolla, passa dal 41,1% di Ottobre al 36,6 di oggi. Fi tiene molto bene. Un partito forte ed unito raccoglie consensi, o almeno li mantiene, mentre squallide risse di potere (vedi PD) fanno precipitare i consensi. Ancora una volta si conferma la visione politica e strategica dello statista BERLUSCONI: unione e coesione sono le carte vincenti.

pinux3

Sab, 28/03/2015 - 12:51

@perSilvio46... "Toti, un politico che già tutto il mondo ci invidia"...Ahahah...dopo questa anche l'ultimo dei cretini capisce che sei un troll...

Il giusto

Sab, 28/03/2015 - 12:52

gianniverde...ricordo le tue difese estreme del pregiudicato pochi mesi fa!Ricordo ancher che davi del comunista a tutti quelli che parlavano del fallimento della politica berlusconiana!Adesso sei pronto a mandarlo ai giardinetti!Allora sei un comunista anche tu???

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 28/03/2015 - 13:09

Farsa Italia unita????? Cos'è la barzelletta del giorno? Perchè altrimenti inizio a pensare che i dirigenti del partito padronale abbiano una pessima concezione di chi può dar loro il voto, pronti a credere anche all'asino che vola!!!!!!!!!! Ah ah ah ah ah

maurizio50

Sab, 28/03/2015 - 13:17

Il compagno sotto mentite spoglie perSilvio46@ è comunque divertente.Le sue uscite , mai scurrili, ci fanno sorridere. Anche perchè dire che tale Toti è "un politico che tutto il mondo ci invidia", costuisce una tale presa per i fondelli che soltanto nella Direzione Politica di Forza Italia può essere costantemente ignorata!!!!

Ritratto di giordano

giordano

Sab, 28/03/2015 - 13:24

Giano, la tua e' la stessa domanda che si chiedono in molti, purtroppo la risposta la conosciamo, noi non contiamo nulla.

maurizio50

Sab, 28/03/2015 - 13:43

Dopo due tentativi andati a vuoto, rinuncio ad ogni commento!Una sola considerazione:critiche al Partito del Cavaliere questo Giornale proprio non le apprezza!!!!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 28/03/2015 - 14:59

AndreaPugnetta..il sesto comandamento recita non commettere atti impuri...e li non ci possiamo fare niente..ma almeno rispetta il secondo..non dire falsa testimonianza..cioè non raccontare palle!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 28/03/2015 - 15:59

Bisogna che Renzi arrivi al 2018 affinché il prossimo governo eletto democraticamente (che sarà di destra) possa invocare un precedente legale per durare tutta la legislatura senza i sabotaggi dei soliti minorati, nel senso che sono finiti in minoranza, del PD.

cicero08

Sab, 28/03/2015 - 17:27

questo Toti deve avere la sua residenza su Marte: Matteoli è molto puntuale e preciso quando delinea il momento di farsa italia...