Niente lezione di flauto a scuola: l'islam lo vieta

Nel Reggiano molte famiglie musulmane vogliono esonerare i figli dallo studio della musica

Reggio Emilia La musica? È proibita dal libro sacro. Dunque, non va insegnata a scuola. Per Allah suonare il flauto è peccato. E dopo il presepe ed il cristianesimo, dagli istituti scolastici d'Italia rischiano di sparire anche le note e il pentagramma. A Guastalla, nel reggiano, nei giorni scorsi tre famiglie musulmane si sono presentate nelle scuole frequentate dai figli chiedendone l'esenzione dall'insegnamento delle discipline musicali.

«Il Corano vieta la musica», la giustificazione addotta. Argomenti usati già sul finire del 2014 in altri plessi, prima che la mediazione degli insegnanti mettesse in evidenza l'illegittimità della richiesta. Quando si pensava che la questione fosse finita in archivio, il problema si è riproposto. E adesso, temendo possa moltiplicarsi, come conferma la Gazzetta di Reggio è stato richiesto l'intervento dell'Ufficio scolastico provinciale, «per fornire direttive ai docenti». Più che un no, un vedremo, che suscita timori e ansie. E, specie sul web, le voci islamiche contrarie all'ora di musica. Ad esempio Civiltà Islamica. «Non facciamo parte dei Fratelli musulmani, né di alcuna fazione politico-partitica, siamo contro tutte le forme di terrorismo», si legge nella presentazione del sito. Poi, spulciando, salta fuori un modulo per la richiesta di esenzione, postato da Abu Ismail Morselli. «L'educazione musicale è diventata purtroppo obbligatoria nelle scuole elementari e medie», spiega Abu Ismail, all'anagrafe Carlo Morselli, fino a una settimana fa direttore del portale, riferimento degli italiani convertiti all'Islam. «Questo aggiunge Morselli - è l'ennesimo emblema della decadenza culturale dell'occidente, un altro esempio di come da parte del potere costituito non si perda occasione per cercare di corrompere i musulmani». Del resto, la Sharia è chiara. E la fatwa emessa dal muftì sunnita Muhammad Ibn Adam al-Kawthari non lascia dubbi: «È vietato l'uso degli strumenti musicali designati esclusivamente per l'intrattenimento e la danza e che creano ammaliamento, piacere e gioia». Nell'elenco figurano «tamburo, violino, chitarra, flauto, liuto, mandolino, pianoforte, gli archi». Vogliono fermare la musica. Come se fosse facile addomesticare gli uomini.

Annunci

Commenti

Antares-60

Mar, 08/12/2015 - 08:48

Qualsiasi battuta sulle "risorse" della Boldrini è ben accetta, io sono stremato, adesso vieteranno anche l'ora di musica, statene certi!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 08/12/2015 - 08:48

Loro subito vogliono precisare che non sono terroristi e non appartengono a tali organizzazioni, ma in realtà lo sono. Non saranno terroristi che ammazzano fisicamente la gente, ma sono terroristi nei confronti della cultura. Se non gli sta bene... fuori dall'Italia e dall'Europa, patria dei più grandi musicisti del pianeta... cosa che i musulmani non possono vantare.

mariod6

Mar, 08/12/2015 - 08:54

Loro facciano quello che gli pare. Ma non pregiudichino l'istruzione dei nostri figli. In quanto poi ai convertiti italiani, sono i più assatanati perché devono dimostrare ai loro compagni di merende che sono veramente "credenti". L'Islam vieta anche l'alcool e la droga, ma alla sera ci sono branchi di ubriachi anche nei paesi. Al supermercato, poi, gli uomini fanno la spesa e mandano avanti le mogli con solo la birra e il vino; l'uomo non lo compra, è la donna che ci mette la faccia. Chissà se quelli contrari alla musica ascoltano mai la radio?? E tutti i "rifugiati" musulmani nei centri di accoglienza che sfoggiano I-pod con cuffie alla moda cosa fanno?? Ascoltano il muezzin che li chiama alla preghiera?? Ipocriti e falsi!!!

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 08/12/2015 - 09:09

Adesso nemmeno la musica va più bene. Cosa aspettiamo ad espellerli tutti genitori e figli, persone non gradite che non aspirano all'integrazione.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Mar, 08/12/2015 - 09:10

Più tempo passa e più questi musulmani rompono---Adesso nel loro mirino anche le lezioni di musica! Visto che le famiglie islamiche chiedono l'esonero per questa disciplina per i loro figli li si accontenti pure. Ma non dovremmo farcene una colpa.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mar, 08/12/2015 - 09:17

Purtroppo è obbligatoria anche "matematica", "italiano" "storia", ecc. materie per le quali non è possibile quindi chiedere l'esonero e che se non si studiano si viene bocciati. Sono generalmente piuttosto tollerante ma in questo caso non escluderei la bocciatura per coloro che non partecipano alle lezioni di musica.

Giorgio Rubiu

Mar, 08/12/2015 - 09:18

Scendiamo in piazza e chiediamo l'abolizione dei musulmani così come loro chiedono l'eliminazione della musica,del presepe e degli usi e costumi della nostra cultura e tradizione e,visti i risultati degli attentati terroristici,credo che vogliano eliminare anche noi.Per fare si che il popolo italiano si svegli e si ribelli ci vorrà la richiesta, da parte musulmana,di eliminare il Campionato di Calcio.Allora,e solo allora,gli italiani diventeranno delle belve contro l'islamismo.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 08/12/2015 - 09:22

Se penso al 'comune padre Abramo' e all'incredibile numero di violinisti e pianisti ebrei che hanno fatto la storia della musica, non posso che rimanere, come minimo, sgomento! Mi dispiace per chi rifiuta la musica: si perdono qualcosa!

Maver

Mar, 08/12/2015 - 09:37

Non si può discutere con chi ha come unico metro di misura un testo ai cui dettami si deve attenere strettamente sino alla sottomissione. Poiché non possono cambiare e noi non possiamo retrocedere di un solo passo dalle conquiste che abbiamo guadagnato col sangue nei secoli è evidente che vi è un'unica soluzione logica: se ne devono andare.

scimmietta

Mar, 08/12/2015 - 09:40

La sinistra, orfana delle sue radici culturali (comunismo) uccise dal suo stesso paradigma ideologico, il materialismo strosico, tenta in tutti i modi di distruggere le nostre vere radici culturali che sono giudeo-cristiane. In qusto vuoto si insinua, subdolamente, l'ideologia islamica che, proprio per questo, ci disprezza e ci invade.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 08/12/2015 - 09:41

mariod6 08:54 scrive : "Chissà se quelli contrari alla musica ascoltano mai la radio??" La sua frase mi ha ricordato una storiella. - All'uscita dell'aeroporto di Parigi, un arabo si infila di tutta fretta in un taxi dove il conducente stava ascoltando musica alla radio. L'arabo dice all'autista : "spegni subito; ai tempi del profeta la radio non esisteva !". Al che l'autista si gira e risponde : "Ai tempi del profeta non esisteva neanche il taxi quindi scendi e aspetta il prossimo cammello".

fer 44

Mar, 08/12/2015 - 09:42

1- sei in Italia e ti adegui agli usi e costumi locali; se non ti aggrada libero di andartene! 2-«È vietato l'uso degli strumenti musicali designati esclusivamente per l'intrattenimento e la danza e che creano ammaliamento, piacere e gioia». Insegnare a suonare uno strumento musicale non configura affatto fare una delle azioni sopracitate!

paco51

Mar, 08/12/2015 - 09:42

spedirli in germania subito! senza enfasi o discorsi inutili.

marygio

Mar, 08/12/2015 - 09:43

l'ocarina di budrio si salva....non è nella lista....ahhhhhhhhhhhh. PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

Blueray

Mar, 08/12/2015 - 09:47

Questi vengono da noi e pretendono di scegliere come al ristorante ciò che gli va e ciò che no. E noi cxxxxxi a favorirli, esentarli, ponti d'oro insomma come se fossero indispensabili. Devono rendersi conto che qui il convento passa questo, o ci stai o torni al tuo paesello. Non ci sono alternative perché la scuola pubblica italiana non può e non deve adeguarsi agli alloctoni in quanto è la scuola italiana e non quella coranica. Hanno preso un abbaglio e bisogna farglielo capire con le buone o con le cattive. Si rivolgano alle scuole private che pur di far soldi aderiranno alle pretese più assurde.

scimmietta

Mar, 08/12/2015 - 09:50

Se a questi musulmani non piace il nostro "stato laico" con le sue regole, possono benissimo tornare da dove sono venuti ... nessuno, rispettando pienamente il loro credo religioso, li fermerà... P.s.: per i nostri connazionali convertiti valgono sempre le regole civili e laiche ("laiche" appunto per garantire a tutti libertà di culto, di culto non di prevaricazione o di tarpazione retrograda) del paese in cui vivono. Potevano pensarci prima!

camucino

Mar, 08/12/2015 - 09:56

Si può scrivere mxxxa, qui? Sì? Bene: stiamo sprofondando nella mxxxa.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 08/12/2015 - 09:57

Ma lo stato non era laico? Quindi o suoni il flauto o torni al tuo paese. Fuori dai coglion......

Tergestinus.

Mar, 08/12/2015 - 09:59

Giorgio Rubiu: quanto da Lei scritto varrà forse in altre città d'Italia, ma qui da me l'insurrezione degli italiani si avrà quando i musulmani cercheranno d'imporre: - il divieto di bere birra e mangiare carne suina; - il divieto di prendere il bagno in costume. A queste due cose i miei concittadini non credo siano disposti a rinunciare, a tutto il resto sì.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 08/12/2015 - 10:16

Così finalmente la nostra sinistra potrà scendere in piazza con uno slogan tutto nuovo:"Albinoni, fuori dai coglio.ni"...

vince50

Mar, 08/12/2015 - 10:18

Non è più tempo di mezze misure,se non accade qualcosa di serio e determinante siamo perduti e questo per due ragioni di fondo.Non capirlo per tempo e porvi rimedio senza attendere a lungo,e per la presenza nefasta di connazionali venduti e infami cioè comunisti.

Italiano_medio

Mar, 08/12/2015 - 10:31

Ma insomma questi islamici si vogliono integrare o NO ? Lo vogliono acpire che integrazione non significa cambiare le regole di casa nostra a loro immagine e somiglianza ? Se quà trovano un po di lavoro magari è anche grazie alla nostra diversa cultura, e se la cosa non piace che ci vengono a fare da noi, che se ne tornino alle loro terre di provenienza ...

alfonso cucitro

Mar, 08/12/2015 - 10:32

E' ora di dire basta a queste esternazioni da popolo delle caverne ( a quei tempi non erano nati nè i grandi musicisti e nè attrezzi musicali).Se a questi individui non piacciono i nostri usi e costumi,nessunoo vieta lor di tornarsene nel loro mondo primordiale.

vigpi

Mar, 08/12/2015 - 10:33

Perchè non mettete il nome della squola??? Io ho difficoltà con italiano e storia. Potrebbi iscrivermi li e chiedere di essere esonerato?????

Cheyenne

Mar, 08/12/2015 - 10:39

Se vengono esonerati cxxxi loro. L'importante è che chi vuole seguire lo possa fare

Mannik

Mar, 08/12/2015 - 10:45

Caro fazioso articolista, almeno fossi coerente in ciò che scrivi. Siete talmetne ignoranti in redazione che riuscite a darvi la zappa sui piedi sempre da soli.Nel sottotitolo scrivete che c'è chi chiede l'esonero dei figli dalle lezioni di musica, nell'articolo che "dagli istituti scolastici d'Italia rischiano di sparire anche le note e il pentagramma". La questione è fondamentalmente diversa no?

Altaj

Mar, 08/12/2015 - 10:55

Certo, per chi nel corso della storia non ha prodotto altro che cessi pieni di sterco, qualsiasi espressione che allontani l´uomo dalla sua animalitá, é un affronto.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 08/12/2015 - 11:02

Quando saranno abbastanza fortivieteranno tutte le arti e le citta italiane diventeranno dei deserti come le citta mussulmane. Niente monumenti, NIENTE MONUMENTI cancellate anche radio e TV private a meno che non parlino della gloria d ALLAH. Teneteveli e auguri per un florido futuro mussulmano. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 08/12/2015 - 11:05

Continua. Giorni fa se non erro su Rai2 Ho visto e sentito un enorme idiota che diceva che il corano non vieta le arti figurative. Fatevi un favore abbattetelo. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di mambo

mambo

Mar, 08/12/2015 - 11:15

non cedevo che i comunisti italiani potessero arrivare a tanto. Ma cosa credono di avere la riconoscenza questi immigrai privilegiandoli e viziandoli in caso dovessero farci votare?

ziobeppe1951

Mar, 08/12/2015 - 11:16

Questi trogloditi vivono ancora nel medioevo, ma quando si emanciperanno.La musica è bellezza dell' anima, come si fa a non amare le cose belle.Tutta questa ignoranza ci porta indietro nei secoli Con questa stupida "religione"non hanno avuto la gioia e la meraviglia x noi occidentali di aver avuto grandi Maestri nel campo della musica della pittura, scultura,arte ecc.noi non possiamo e non vogliamo tornare nelle tenebre

amedeov

Mar, 08/12/2015 - 11:21

Nell'ora di musica nessuno proibisce loro di uscire dall'aula ma non devono imporre a noi la loro volontà

Ritratto di mambo

mambo

Mar, 08/12/2015 - 11:27

servi, servi ed ancora servi! Questa è l'indole di questi pazzoidi al seguito della Boldrini. Se questa è la sinistra italiana si può cambiare le cose solo scendendo nelle piazze con forza e decisione.prima di essere sostituiti da arabi, cinesi, slavi ecc...alle prossime elezioni. Ammesso che ci siano.

Joe Larius

Mar, 08/12/2015 - 11:29

E I concerti, la Scala, Beethoven, Mozart, Verdi, Rossini, Bizet, Paganini, Bellini & Co ? Beh! Tutto sommato il rimedio c'è, li ascolteremo di nascosto in cantina "per non corrompere i musulmani".

justic2015

Mar, 08/12/2015 - 11:42

Se per allah suonare il flauto e peccato cosa non e peccato per allah,ma cosa aspettate a estradare codesti soggetti da dove son venuti tanto la musica per loro non dovrebbe esistere ,segno di gioia e godimento non fanno parte della loro cultura .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 08/12/2015 - 11:43

quindi in discoteca i musulmani non ci sono! Quindi vieteranno il latino, è cultura romana. La scienza che dice che è la terra che gira attorno al sole è da abolire. Ci stanno provocando piano piano. Attendono una reazione. Non è che sono stati quel milione di insegnanti senza una cattedra per mancanza di alunni a richiamare quei popoli che fecondono?

VESPA50

Mar, 08/12/2015 - 11:45

La musica per questi trogloditi rappresenta "ammaliamento, piacere e gioia" beh se questo è peccato allora gli auguro di piangere notte e giorno

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 08/12/2015 - 11:48

il flauto per loro assomiglia quell'organo che si tiene in bocca per fare sesso orale e quindi si sentono offesi.

buri

Mar, 08/12/2015 - 11:49

ma insomma, questi vengono qui senza essere invitati, in tanti casi vengono salvati dall'annegamento, sono accolti, ospitati meglio dei nostri poveri, ci costano l'ira di dio e non fanno altro che lamentarsi e pretendere, e per non farci mancare niente vogliono imporci le loro regole, io penso che se vieni a casa mia è buona norma dell'educazione deve adattarsi alle mie regole e, se queste non ti vanno bene sei sempre libero di andare via, e sarabbe ora di farlo capire ai vari imam che stanno spadroneggiando in giro per l'Italia ed anche agli insegnanti imbelli sempre pronti a sottomettersi distruggendo così la nostra ifemtità culturale, che ricordiamocelo è il vero collante di una nazione

roberto.morici

Mar, 08/12/2015 - 11:53

@Mannik. Non faccia il modesto. Sono sicuro che è riuscito a capire quello che il cronista voleva raccontarci...O sono troppo buono?

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 08/12/2015 - 12:07

forse tra 500 anni questa civiltà sarà pronta all'integrazione, non adesso.

Solist

Mar, 08/12/2015 - 12:09

islam vieta,islam impone, islam dice, islam ordina, islam ........c 'ha rotto i cojones

ectario

Mar, 08/12/2015 - 12:21

Nel mangiare siete integralisti! nel vestire siete integralisti! Nei rapporti umani siete integralisti! nella musica siete integralisti! nel rispetto delle altre confessioni siete integralisti! Il vostro contributo alla nostra società è pressochè inutile visto che prevalentemente fate commercio (come se ci mancavano i commercianti) ecc. ecc. Sorge spontanea una domanda: ma per quale cactus siete venuti a rompere i cosiddetti qua da noi, a consumare ed inquinare, a creare situazioni che nulla hanno a vedere con le nostre usanze tradizioni e soprattutto cultura, potevate restare insieme alle vostre pecore, capre, ai cammelli ed al vostro petrolio, che vi fottono però i vostri stessi simili e che comunque paghiamo sempre carissimo. Allora..... gatta ci cova? Per cortesia, qua solo i fessi vi danno retta, siete ospiti, ormai, come il pesce.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mar, 08/12/2015 - 12:25

Nelle scuole italiane la musica è obbligatoria quindi , si fa musica , chi non vuole farla , esca dall'aula , chi non vuole sentirla , si tappi le orecchie o meglio torni in quei paesi dove la musica non è obbligatoria e smettetela voi convertiti di rompere , e andate a professare la vostra (nuova) religione dove non esiste la musica che può farvi gioire .

emigratoinfelix

Mar, 08/12/2015 - 12:28

assurdo,almeno speriamo che i musulmani si ribellino alle lezioni sugli omosessuali per i bambini,magari loro li ascoltano

Ritratto di daybreak

daybreak

Mar, 08/12/2015 - 13:01

C'e' qualche cosa che per Allah non sia peccato?Mi domando cosa vivano a fare ste persone che rifiutano i piaceri della vita.La scuola e' laica e se a loro non sta bene possono tornare nei loro evoluti luoghi di origine,non e' che la scuola sia laica solo quando si tratta del crocefisso.Bisogna imporre a questa gente la visione che qui in occidente la vita non e' scandita da nessun libro religioso ma bensi' da leggi di civile convivenza e se a loro non aggrada beh possono sempre trasferirsi nei paesi arabi ce ne faremo una ragione.

giovanni951

Mar, 08/12/2015 - 13:04

ha ragione Trump quando tuona contro l'islam e gli islamici

marusso62

Mar, 08/12/2015 - 13:06

Ma che vada a fanc......o sto Allah del c......o A casa nostra dovremmofare cio che vogliamo non cio ch3e vogliono sti culi in Aria

scimmietta

Mar, 08/12/2015 - 13:08

X pinox: illuso! In India i musulmani sono presenti da 1000 anni e col cavolo che si sono integrati ... anzi, si ammazzano ancora adesso!

Mannik

Mar, 08/12/2015 - 13:08

@roberto.morici - Può spiegarsi meglio?

Fradi

Mar, 08/12/2015 - 13:12

d-m-p Se la musica è obbligatoria gli italiani di quella scuola devono studiarla. La legge deve essere uguale per tutti perciò non può esistere nemmeno una esenzione per islamici. Se non sono italiani e si rifiutano, bisogna rimandarli da dove sono venuti. Senza esitazioni.

Mannik

Mar, 08/12/2015 - 13:12

@amedeov - Infatti, è proprio ciò che hanno chiesto: esonerare i propri figli dalle lezioni di musica, non imporre agli altri di non frequentarle o di abolirle. La faziosità sta in questo. Per questo che il sottotitolo stride con l'articolo dove si scrive che le note e il pentagramma risciano di sparire dalle scuole. Certamente non se alcuni chiedono l'esonero dalle lezioni. Ci sono da decenni migliaia di studenti esonerati ad es. dalle lezioni di religione o educazione fisica, ma per questo le materie non sono mica sparite no?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 08/12/2015 - 13:14

MO' BASTA. A calci in culo sti musulmani islamici ed i loro amichetti nostrani. Adeso basta, che se ,e andassero nelle distese desertiche del sahara, c'é spazio per tutti. Tornassero ai loro cammelli.

Ritratto di kikina69

kikina69

Mar, 08/12/2015 - 13:32

Hanno in odio tutto cio che è piacere, gioia,ammaliamento. Ecco cos'hnno inteso uccidere a Parigi spegnendo brutalmente giovane vite innocent. Ricacciateli tutti a casa loro. Tutti. I nostri uomini devono avere il coraggio di opporsi a questo scempio. Sono malati psichiatrici. La vita di suo ha già tante sofferenza. Noi vogliamo IL PIACERE 'AMMALIAMENTO LA GIOIA. vogliamo far sesso sedurre gli uomini farci l'amore ascoltare musica ballade ANDATEVENHanno in odio tutto cio che è piacere, gioia,ammaliamento. Ecco cos'hnno inteso uccidere a Parigi spegnendo brutalmente giovane vite innocent. Ricacciateli tutti a casa loro. Tutti. I nostri uomini devono avere il coraggio di opporsi a questo scempio. Sono malati psichiatrici. La vita di suo ha già tante sofferenza. Noi vogliamo IL PIACERE 'AMMALIAMENTO LA GIOIA. vogliamo far sesso sedurre gli uomini farci l'amore ascoltare musica ballade ANDATEVENEE

Ritratto di kikina69

kikina69

Mar, 08/12/2015 - 13:33

Hanno in odio tutto cio che è piacere, gioia,ammaliamento. Ecco cos'hnno inteso uccidere a Parigi spegnendo brutalmente giovane vite innocent. Ricacciateli tutti a casa loro. Tutti. I nostri uomini devono avere il coraggio di opporsi a questo scempio. Sono malati psichiatrici. La vita di suo ha già tante sofferenza. Noi vogliamo IL PIACERE 'AMMALIAMENTO LA GIOIA. vogliamo far sesso sedurre gli uomini farci l'amore ascoltare musica ballare ANDATEVENE

l'occidentale

Mar, 08/12/2015 - 13:39

Per i simboli cristiani c'è la scusa della laicità e della uguaglianza. Per altre situazioni possono trovare altre scuse. Ma sempre scuse rimangono. Per la musica che cosa inventeranno? Questi sono solo dei fascisti troglodi. Mi piacerebbe sapere a cosa ci servono. E a cosa servono al mondo. A migliorare no di sicuro.

ninoabba

Mar, 08/12/2015 - 13:42

Lislam pouo anche andare dove dico io, questa e ITALIA, e se qualche codardo accetta o promuove quanto sopra, deve essere arrestato per alto tradimento verso la Nazione e condannato a vita I codardi sanno dove andare a nascondersi quindi facciano in fretta a trovare la fogna giusta.Ma gli Islami che vogliono vivere correta in Italia devono rispettare le nostre laggi come tutti gli Italiani. preghino il Dio che vogliono, noi continueremo a pregare il nostro, per chi ci crede

Italiano_medio

Mar, 08/12/2015 - 13:42

A volte penso che prendersela con i musulmani che vivono in Italia (quelli chiamati moderati) è inutile se poi il vero problema italiano sono questi campioni di professori e presidi che sparano ca....te di questa portata creando di fatto lor il problema .......

Ritratto di Rames

Rames

Mar, 08/12/2015 - 13:42

Che palle pero' ma non se ne puo' piu' di questi ''musulmani'' veramente.Il corano vieta la musica? Ma dove diavolo sta scritto?Ma possiamo semplicemente ignorarli?O risulta cosi difficile?Per Dio suonare il flauto è peccato?Ma dove diavolo è andato a finire il cervello?Questa è ignoranza pura.Non c'entra l'islam, non c'entra la religione, non c'entra nulla, è solo ignoranza.E se penso che gli arabi sono stati scienziati,matematici,medici,astronomi,poeti meravigliosi e geniali in passato, mi chiedo adesso cosa sia potuto accadere,uno strano e misterioso morbo su questo mondo.

l'occidentale

Mar, 08/12/2015 - 13:46

Mangia ma lei c'è o ci fa? Su comincia in quel modo, con piccole dosi di sharia e poi si cresce piano piano. Il succo è questo : ti piace stare in un paese con stato sociale decente con ricchezza e libertà e democrazia? Allora ti adegui e se non ti va e vuoi le regole dementi che hai nel tuo paese arretrato da dove vieni allora prendi il primo traghetto e arrivederci. Vediamo che succede se uno italiano va a scuola in un paese musulmano e dice che vuole la lezione di musica perché da noi funziona così. Lei crede che ci pensino e poi gli fanno sapere?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 08/12/2015 - 13:48

Sostituire musica religione e ginnastica con diritto. Imparino a memoria la legge.

Malacappa

Mar, 08/12/2015 - 13:48

Ditemi un po,' c'e' qualcosa che il corano non vieti,tutto e' peccato,andate a rompere i cxxxxxxi in medio oriente,ha ragione TRUMP fuori dalle palle,non entri piu' nessuno e espulsioni di massa,siamo in Italia e a scuola si musica e non ce ne frega niente del corano.

ninoabba

Mar, 08/12/2015 - 13:54

E chi se ne frega, sen non manderanno i bambini a scuola. loro facciano la loro vita noi faremo la nostra. importante, non creino problemi a noi, e noi non daremo fastidio a loro

Ritratto di Mickey_70

Mickey_70

Mar, 08/12/2015 - 13:59

vivo e lavoro in Saudi Arabia... ancora per poco... una cosa che mi sono sempre chiesto e' cosa ci facciano tutti I "locali" (per essere politicamente corretto) con cuffie e smartphone sempre accesi... e parlano... parlano.. .blaterano... blaterano... di cosa? non e' dato saperlo... di sicuro, non con donne... ma le facce che hanno poi esprmono la forte pulsione sessuale (si potra' scrivere? boh)... @ hardcock 11:05 - cio' che e' vietato dal Corane e' la rappresentazione di umani ed animali. del resto la loro grafia e' una vera e propria arte...

Ritratto di il navigante

il navigante

Mar, 08/12/2015 - 14:16

Uno dei più grandi mistici Sufi musulmani: Jaladuddin Rumi, di Konia (Turchia), conosciuto anche in Europa per la sua creazione dei Dervisci tornanti, cioè che girano su se stessi, che per chi va a Istambul può ancora vedere, a basato la sua Scuola spirituale sul suono nay il flauto arabo. Queste persone musulmane che vietano ai loro figli la Lezione di musica, ma che però non vietano alla Scuola di fare queste Lezioni come sembra suggerire l'Articolo, sono degli ignoranti perchè non conoscono bene la religione che dicono di praticare. Se Dio vietasse la musica non avrebbe creato gli uccelli e i loro magnifici canti. ha

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 08/12/2015 - 14:16

Ai miei tempi fortunatamente non era previsto l'insegnamento della musica. Se ci fosse stato avrei gradito esserne esentato, senza neanche avere la giustificazione di essere un musulmano. Per conto mio hanno le loro buone ragioni di chiedere l'esenzione. Il problema poi sarebbe tutto loro che dovrebbero venire a riprendersi i bambini, non potendo pretendere che sia pronta per loro un'altra aula, magari con un insegnante di dottrina islamica. Devo anche aggiungere che gradirei molto che togliessero il disturbo, tornando all'ovile: Mecca o Medina mi sembrerebbero per loro ottime destinazioni. Lì ritroverebbero la culla della loro religione, nella terra di Muhammad, di Alì e dell’amata Khadīja. Da lì il Profeta è salito in cielo, addirittura oltre il settimo.

@ollel63

Mar, 08/12/2015 - 14:17

l'islam, ovvero il regno dell'ignoranza e degli ignoranti, come il comunismo e i comunisti. Acc...! Che simbiosi catastrofica d'umanità bestiale!

Raoul Pontalti

Mar, 08/12/2015 - 14:18

Saranno islamici ma sono dei somari, la condanna del Corano per danze e musica è in quanto siano fonte di peccato e di distrazione dalla retta via, altrimenti sono lecite. La musica sufi? Le danze dei dervisci? I vari strumenti musicali dei paesi islamici, ad es. il liuto che dalla Persia passò agli arabi con il nome di al laud da cui appunto l'italiano liuto? Gli arabi musulmani agli europei hanno dato il liuto: erano forse degli eretici misconoscitori del Corano? E che dire della stupenda tradizione musicale dell'Iran, tuttora coltivata? Il fondamentalista Iran è allora blasfemo per questi somari raglianti per le italiche contrade? Ma ancora più somari sono coloro i quali danno loro retta...

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 08/12/2015 - 14:19

Rames c'e' senzaltro tanta ignoranza da parte sua. Citi un solo scenziato, poeta, musicista, scrittore, astronomo etc. Uno solo e dia ascolto si studi la storia. Lo sa che nel 648 il califfo al Bagdadi, forse avo dell'attuale distrusse la biblioteca di Alessandria, La più grande del mondo, dicendo se quello che e' scritto in quei libri e' nel corano sono inutili. Se non e' scritto nel corano sono dannosi. Sei mesi impiego' per bruciare tutti i libri. Mussulmani cancro del mondo Molice Linyi Shandong China

Tuthankamon

Mar, 08/12/2015 - 14:40

Ma gente così andrebbe rimpatriata subito. Noi parliamo di integrazione e a questi non gliene importa un piffero, pardon flauto!

Mano-gialla

Mar, 08/12/2015 - 14:58

AH AH AH AH NO ISLAM NO PARTY AH AH UH UH

Ritratto di Mickey_70

Mickey_70

Mar, 08/12/2015 - 15:05

per favore, anche se condivido molte idee esposte qui sopra, non perdiamo di vista cos'e' riportato nell'artioclo: "E la fatwa emessa dal muftì sunnita Muhammad Ibn Adam al-Kawthari non lascia dubbi: «È vietato l'uso degli strumenti musicali designati esclusivamente per l'intrattenimento e la danza e che creano ammaliamento, piacere e gioia». " E' una FATWA, cioe' un'interpretazione di UNO studioso... peraltro assai confuse: Mufti (pro musica) sunnita (contro la gioia della musica)...

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Mar, 08/12/2015 - 15:06

Ogni giorno, se mai servisse, c'è l'ennesima conferma della chiusura mentale di chi legge il corano e dei loro vari simpatizzanti (alcuni li trovo anche qui) ma soprattutto di quanto siano intransigenti non solo x le loro vite (che quali non me ne può interessare di -) ma anche delle nostre - Questa è, secondo la sinistra ed i sinistrati l'integrazione!!!!!

Raoul Pontalti

Mar, 08/12/2015 - 15:21

hardcock (nome omen...) se guardi al di là del tuo priapico fallo potrai conoscere che a) la biblioteca di Alessandria fu distrutta almeno cinque volte (Cesare, Aureliano, Teodosio nel nome della lotta al paganesimo, arabi (nel 642) e saraceni (dopo il mille) ma la distruzione da parte del arabi è messa in dubbio da autori cattolici, b) ti bastano Avicenna (persiano) e Averroè (che il gran comento feo come ci ricorda Dante) tra i filosofi islamici? ti bastano Al-Jazari fondatore della meccanica moderna e Al Tusi padre della geometria algebrica? e il persiano al Khwarizmi inventore degli algoritmi (che prendono il nome proprio da lui)? e al Farghani tra gli astronomi? Tutti islamici? c) molti termini dell'astronomia e della matematica ci vengono dagli arabi (azimut, zenit, nadir, algebra, etc.).

uccellino44

Mar, 08/12/2015 - 15:21

Questa non la sapevo...ma non mi meraviglio! L'ho detto, e lo confermo: tra meno di vent'anni il Papa dovrà traslocare, le immagini di Allah e Maometto sostituiranno i crocifissi, le nostre mogli e le nostre figlie porteranno i velo ed in pubblico non si potrà nemmeno fischiare!!

luigi.muzzi

Mar, 08/12/2015 - 15:29

"Chi fermerà la musica ?" ... adesso i Pooh avranno la risposta !

paolonardi

Mar, 08/12/2015 - 15:36

Ulteriore dimostrazione dell'assoluta volonta' di non integrazione di questi sudici cenciosi e la loro volonta' di imporci uno stile di vita succubi di una teocrazia cieca e assolutista. Non piace loro la nostra cultura; liberissimi di levarsi di torno al piu' presto possibile e recarsi in paesi piu' arretrati ma piu' vicini alle loro usanze da basso medioevo. Gli regalo volentieri i loro amici comunisti e convertiti.

bruco52

Mar, 08/12/2015 - 15:41

che stucchevoli 'sti musulmani, questo no, quello no, quell'altro pure...no al maiale, no ai crostacei, no all'alcol, no, no e no....che vita di melma che conducono, con i giorni scanditi dai divieti...non vogliono fare musica? va bene così e chi se frega...noi ce la teniamo ben stretta, d'altronde noi siamo "il paese del bel canto" e loro si sorbiscano le lamentose cantilene dei muezzin....

routier

Mar, 08/12/2015 - 15:48

Ipotesi di fantasia: la mia religione proibisce l'uso della matematica, pertanto chiedo che i miei figli siano esonerati da questo insegnamento. Ma per favore, siamo seri....! Questi sono i programmi approvati dal ministero e questi si "devono" insegnare. Se a qualche islamico non vanno bene, padronissimo di tornare da dove è venuto. Senza tema di smentita, assicuro che nessuno lo rimpiangerà.

linoalo1

Mar, 08/12/2015 - 15:52

Fregarsene e proseguire!!Questo deve essere l'Ordine!!!!

gcf48

Mar, 08/12/2015 - 15:58

Raoul Pontalti impara il latino, non l'arabo: nomeN omen

19gig50

Mar, 08/12/2015 - 16:03

Esoneriamo quelle famiglie da stare in Italia.

gcf48

Mar, 08/12/2015 - 16:10

Mannik religione è una materia facoltativa, da educazione fisica si puo' essere esonerati per ovvie ragioni di salute. L'educazione musicale è obbligatoria. Per favore si lamenta che il giornalista fa confusione e poi lei non è corretto !

tiromancino

Mar, 08/12/2015 - 16:32

I grandi musicisti italiani ringraziano questi dementi di governanti che abbiamo. E il quaquaraquà fiorentino ride.

scimmietta

Mar, 08/12/2015 - 16:46

... no ai flauti ... ma i pifferi li "suonano" molto bene ...

gcf48

Mar, 08/12/2015 - 16:50

Raoul Pontalti impara il latino, non l'arabo: nomeN omen

gcf48

Mar, 08/12/2015 - 16:51

Mannik religione è una materia facoltativa, da educazione fisica si puo' essere esonerati per ovvie ragioni di salute. L'educazione musicale è obbligatoria. Per favore si lamenta che il giornalista fa confusione e poi lei non è corretto !

Raoul Pontalti

Mar, 08/12/2015 - 17:05

gcf la enne purtroppo mi è rimasta nella tastiera e quel che è peggio ho il vizio di non rileggere ciò che scrivo...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 08/12/2015 - 17:09

Cosi poi un giorno, quei figli cresciuti senza musica,senza divertimenti ecc, saranno piu facilmente convinti a diventare FOREING FIGHTERS, che poi quando compiranno azioni terroristiche i COCOMERIOTAS definiranno ITALIANI!!!! Pax vobiscum.

clamajo

Mar, 08/12/2015 - 17:15

Raul Pontaldi...ma quante ne sa lei...

jeanlage

Mar, 08/12/2015 - 17:28

Ecco perché la Boldrini non è andata all'apertura della Scala: il suo imam glielo aveva vietato.

Mapagolio

Mar, 08/12/2015 - 17:32

Evviva i moderati mussulmani,complessati come pochi e fanno solo quello che e' scritto su un libro.Ma dietro la porta cosa fanno.E noi riempiamo l'europa di libro dipendenti.ma siamo fuori di melone.abbiamo dei governi ridotti al minimo neuronale.

routier

Mar, 08/12/2015 - 17:36

@ R.Pontalti. Per una volta voglio considerare il Suo "nome omen" un lapsus calami (errore d'inchiostro). Dovesse ripetersi, sarei costretto a consigliarLe un uso maggiormente parsimonioso della lingua dei padri.

moshe

Mar, 08/12/2015 - 17:59

IDIOTI CHE ANCORA CREDETE NELL'INTEGRAZIONE, COMMENTATE !!!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 08/12/2015 - 18:02

'A Raul, si hai ragione. E lí sino fermati. Nentre il resto del mondo é andato avanti quelli stanno ancora lí a segnare il passo. Cullarsi su quei dati e non riconoscere ed apprezzare le cose belle della vita, che Dio ci ha dato, é da buzzurri inconcludenti. Si, ci hanno insegnato gli algoritmi. Ma poi??? Noi abbiamo sviluppato quegli studi sfruttandone le potenzialitá. Altrimenti restavano algoritmi e basta, parola astratta valida solo per pochi colti.

giovaneitalia

Mar, 08/12/2015 - 18:19

Stiamo arrivando al punto che tra poco, a casa nostra, l´Islam e i vari imam, ci vieteranno di mangiare anche la famosa porchetta di Ariccia, ma sicuramente qualche cxxxxxo di Padellino, li asseconderà. Chi vivrà vedrà.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 08/12/2015 - 18:28

Nell'elenco figurano «tamburo, violino, chitarra, flauto, liuto, mandolino, pianoforte, gli archi». Allora fategli suonare le campane.

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Mar, 08/12/2015 - 18:35

Bisogna dichiarare il corano crimine contro l'ulmanita. Su tutta l'Europa. Erché e la verita. E tutti lo sanno.

duca di sciabbica

Mar, 08/12/2015 - 18:35

una volta accettato che le famiglie possono impedire ai figli di seguire corsi sulla tolleranza verso la diversità sessuale - e non, come si ostina a sostenere qualche cialtrone, sul "gender" - bisogna anche riconoscere lo stesso diritto alle famiglie mussulmane riguardo alle lezioni di musica. E' una questione di coerenza.

MgK457

Mar, 08/12/2015 - 18:44

Quando si decide Salvini e gli esponenti di Forza Nuova a darsi da fare per darci un REFERENDUM CHE VIETI L'ISLAM?????????????????????SE VERAMENTE SONO DIVERSI DALLA SINISTRA.

maurizio50

Mar, 08/12/2015 - 18:54

E' ora di dire BASTA a tutte le pretese idiote di beduini che vivono nel medioevo, ancorati ad un libro sacro che poteva andar bene peer un popolo di nomadi, abituati a pascolare capre e a rubacchiare ai malcapitati che gli capitavano tra le sgrinfie: Italiani, SVEGLIATEVI!!!

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 08/12/2015 - 18:58

Chi non frequenta la scuola con queste motivazioni sia bocciata e rimpatriata.

Ritratto di scriba

scriba

Mar, 08/12/2015 - 19:01

MA COSA E? Si parla di islam come se fosse un organismo politico legittimato a dire la sua in materia sociale in Italia. Pazzesco! Ma cosa rappresenta agli italiani veri? Nulla! Basta un calcio in c..o e se non è gradita la musica e il nostro stile di vita non ce ne può fregare di meno. Fuori dalle scatole.

sorciverdi

Mar, 08/12/2015 - 19:09

Ecco come vogliono integrarsi: eliminando tutto ciò che a loro non va. Cari Reggiani, vi conosco bene per aver abitato dalle vostre parti per svariati anni e so che siete troppo indulgenti coi peggiori perciò provate ad immaginare il vostro futuro senza il gnocco fritto cotto nello strutto, senza salame di Felino, senza l'ottimo prosciutto di Parma ed anche senza il Lambrusco. Pensate che non potrete più ripetere neppure il famoso adagio "Pan, Parsot, F..a e Lambrosc". Quindi vedete un po' voi se ha senso essere sempre troppo tolleranti con certa gentaglia che viene qui non solo a fare i cacchi propri ma soprattutto ad imporre il proprio modo di vivere.

Renee59

Mar, 08/12/2015 - 19:10

Con questi, abbiamo finito di vivere.

ghepardo50

Mar, 08/12/2015 - 19:17

e chissenefrega se la musica corrompe i munsulmani, basta che non corrompa i miei simili, se a morselli non gli va bene e se non va bene ai munsulmani si imbarchino sui barconi per un viaggio di ritorno in munsulmania

roseg

Mar, 08/12/2015 - 19:21

Il tuttologo RAOUL ahahah nome omen,CHE FIGURA DI MEXXA.

scimmietta

Mar, 08/12/2015 - 19:23

X duca di sciabbica: ... E' una questione di "piffero" ...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 08/12/2015 - 19:29

gli fa schifo la musica ? Tornatevene a casa vostar! Vi fa schifo il presepe ? Tornatevene a casa vostra! Vi fa schifo il nostro modo di vestire? Tornatevene a casa vostra! Vi fa schifo il nostro Dio? Tornatevene a casa vostra! Vi fa schifo il prosciutto? Tornatevene a casa vostra! Ma chi c...o vi trattiene? Anzi noi saremmo ben felici se non ci rompeste tanto i cog....i! Siete venuti qui a fare cosa ? A dettare legge?

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Mer, 09/12/2015 - 01:36

Vorrei fare una semplice considerazione: a forza di divieto questo e divieto di quest'altro e a forza di indietreggiare sempre, finirà che della nostra civiltà rimarrà solo la...viltà

Vincenzo65

Gio, 10/12/2015 - 00:26

La faccio corta; Voi Mussulmani o cominciate a strappare le pagine del Corano che inneggiano alla violenza, alla morte, e all’annientamento della cultura oppure tornatevene a casa Vostra dove regna “ amore , libertà e tolleranza” Vincenzo