Dal no euro Fusaro a Ovadia Chi bussa alla "Leopolda M5s"

Riconfermato De Masi, teorico del «lavorare gratis»

Ritorna il convegno commemorativo della famiglia Casaleggio, la cosiddetta Leopolda M5s a Ivrea, stavolta paragonabile a quella renziana del 2014, cioè all'apice del successo politico e con la fila di gente smaniosa di accreditarsi col partito vincente. In una delle sue solite interviste blindate, Davide Casaleggio spiega con il suo tipico linguaggio che però è sbagliato considerare il suo «SUM#02» (sabato prossimo) il corrispettivo grillino degli happening renziani, perché «è un evento apartitico e apolitico che riunisce relatori di prestigio e provenienti dai più diversi ambiti, lo scopo è offrire spunti di dibattito e idee per capire il futuro».

Su quali argomenti? Il guru junior resta sul generico: «Si parlerà del futuro della tecnologia, dell'energia, della filosofia, della democrazia, ma anche del futuro della parola e in generale dell'uomo». Più preciso invece il panel degli ospiti, che fa capire come si muove il Movimento e quali voci reputa degne di credito. Riconfermata la presenza, come l'anno scorso, del sociologo napoletano Domenico De Masi, approdato al M5s dopo una lunga serie di poltrone nell'orbita dei Ds-Pd campani, ora teorico del «lavorare gratis lavorare tutti» come soluzione alla disoccupazione (l'altra è retribuire chi non lavora, col reddito di cittadinanza promesso da Di Maio). Poi riconfermata anche la psicologa Maria Rita Parsi, mentre tra le novità c'è il filosofo sovranista anti-euro e anti-libero mercato Diego Fusaro, già frequente ospite dei talk show di Gianluigi Paragone (ora eletto deputato coi M5s). Si segnala tra le new entry anche l'attore Moni Ovadia. Già membro della costituente del Pd ma spesso schierato con la sinistra radicale, nel 2013 dichiarò di aver votato per la lista di Antonio Ingoia, mentre alle europee 2014 si è candidato per L'Altra Europa per Tsipras (eletto, ha rinunciato al seggio a favore del giornalista Curzio Maltese).

In area scientifica hanno accolto l'invito di Casaleggio Roberto Cingolani, direttore scientifico dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e Gianmauro Calafiore imprenditore nel campo dell'intelligenza artificiale. Poi Chiara Rostagno direttore del Museo del Cenacolo Vinciano. Poi tra i giornalisti (candidati ed eletti col M5s, il già citato Paragone e poi Emilio Carelli), quelli scelti per moderare il convegno, Luisella Costamagna e Veronica Gentili, Luca De Biase del Sole24Ore oltre a Gianluigi Nuzzi a cui è affidato il coordinamento editoriale.

Commenti

Stefano Matera

Sab, 31/03/2018 - 10:25

la presenza di questo sconosciuto attore è la testimonianza del fatto che anche m5s è schiavo delle lobbies finanziarie

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 31/03/2018 - 10:36

Quanti danni ha provocato la Legge Basaglia!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 31/03/2018 - 11:07

Moni Ovadia è trascurabile, mentre sono piuttosto deluso dal fatto che una mente originale e indipendente come Fusaro si sia andato a compromettere coi grillini!

Gianlo

Sab, 31/03/2018 - 11:10

X tirso, uno dei danni provocati, è che tu sei fuori e libero di scrivere fesserie

INGVDI

Sab, 31/03/2018 - 11:11

Tutti immersi nella melma marxista.

venco

Sab, 31/03/2018 - 11:20

Moni Ovadia? è un immigrato sostenitore e difensore radicale dei clandestini.

ambrogiomau

Sab, 31/03/2018 - 11:35

Chiamare La signora Luisella Costamagna tra i moderatori è da vedere. Più furba ma più insinuante la Gentili. Il convegno significa che David Casaleggio cerca conferme intellettuali al Movimento e cerca indirizzi e segnali futuristici verso cui propendere . Bel commento sui danni della Legge Basaglia .

VittorioMar

Sab, 31/03/2018 - 12:22

...CHE BRUTTA FINE FARA' IL M5S !!

Yossi0

Sab, 31/03/2018 - 12:30

fusaro chi ? De masi insopportabile sapientone presente in tutte le trasmissioni, iniziasse lui a lavorare gratis da subito però dando il buon esempio

greg

Sab, 31/03/2018 - 13:46

DAVIDE CASALEGGIO - i blablabla liberi e il dissertare sul nulla. A sinistra, a Renzi è subentrato il trio Grillo/Casaleggio/Di Pejo. Stesse promesse di grandi avanzamenti sociali, proclami tonitruanti, spaccature di capelli in 4 alla 10°.........stiamo praticamente assistendo alla riedizione del "Sol dell'Avvenire" in salsa diversa, ma resta che tutto ciò sia solo stucchevole, ghirigori sulla sabbia in riva al mare, che penserà il tempo a fare sparire, come nel 1989, quando il comunismo, che avrebbe dovuto essere la dottrina sociale salvifica per i destini degli uomini schiavizzati dal lavoro, crollò sotto la sua stessa miseria pratica, avendo creato ancora più miseria e sofferenza di quella che aveva giurato di eliminare. Moni Ovadia??? Che Dio ce ne scampi e liberi!!

steacanessa

Sab, 31/03/2018 - 13:54

Russo e ovadia? Vera coppia dell’orrore. Attenti m5s questi sono sbalestrati!

steacanessa

Sab, 31/03/2018 - 13:55

Scusate. Fusco non russo.

DIAPASON

Sab, 31/03/2018 - 14:40

Soltanto un branco di anarchici

Tenedotante

Sab, 31/03/2018 - 16:38

Non ci può non essere qualcuno dietro M5s, mi chiedo chi sia.

steacanessa

Sab, 31/03/2018 - 17:48

Non ne imbrocco una. FUSARO, non Fusco nè russo.

8

Sab, 31/03/2018 - 19:27

Ovadia è un fesso di nicchia utilizzato come mezzo di contrasto

sparviero51

Sab, 31/03/2018 - 19:33

PIÙ CHE UN CONVEGNO SEMBRA UN BEL SERRAGLIO !!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 01/04/2018 - 08:11

Gli italiani votano per un movimento formato da gente simile? Ma non sono meglio quelli che si limitano a rubare?

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Dom, 01/04/2018 - 09:04

@venco - 11:20 Concordo assolutamente. Uno straniero maleducato, odiatore degli Italiani, finto esponente della finta cultura della (finta) sinistra. Ovvero Dio in terra, per taluni esseri superiori per 'cultura' e moralità. Senza berretto e barbetta, sarebbe un fantastico ciaparatt.