Non pago le tasse Mi autorizza la Costituzione

L'imprenditore: "Mi appello ai principi dello stato di necessità e della capacità contributiva proporzionale al reddito"

M i chiamo Giuseppe Barresi, lavoratore e prima ancora padre e nonno di famiglia, dichiaro apertamente di non riuscire più a pagare, con i miei incassi, tutte quelle tasse che lo Stato mi chiede. Mi appello ai principi dello stato di necessità e della capacità contributiva proporzionale al proprio reddito, stabiliti rispettivamente dagli articoli 54 del Codice penale e 53 della Costituzione per legittimare il mio rifiuto categorico di continuare a contribuire, attraverso le tasse, alle spese per il mantenimento dei privilegi della classe politica che ci governa, vera protagonista di questa crisi economica.

Con le loro scelte hanno mantenuto uno Stato parassitario, e scaricato le proprie responsabilità verso le categorie più deboli, in particolare piccoli commercianti e artigiani. Tassa dopo tassa ci hanno portato allo stremo e oltre, spesso inducendoci a pensare seriamente al suicidio. E questa è l'accusa maggiore che faccio ai nostri governanti: induzione al suicidio. In questi anni ho cercato di pagare le bollette, che sono quadruplicate, ho cercato di pagare le tasse comunque quadruplicate, ho cercato di mantenere in vita la mia attività portando al minimo i costi di gestione e riducendo le mie entrate, perché costretto ad abbassare i prezzi (nonostante l'Iva) per mantenere la clientela. Di conseguenza ribadisco apertamente di non poter più pagare ulteriori tasse: non sono un delinquente, non sono un ladro e non voglio essere un evasore, ma davanti a una politica che continua insensatamente a mantenere privilegi e costi sproporzionati, vergognosi e irrispettosi nei confronti di tutti i lavoratori di questo Paese, inizio questa protesta economica appellandomi ai due sopracitati principi: Articolo 54 comma 1 del Codice penale: stato di necessità. Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo. Il vertiginoso e incontrollato aumento delle tasse ha prodotto un danno grave e attuale alla mia famiglia mettendo in pericolo soprattutto il futuro dei miei figli e nipoti.

Articolo 53 comma 1 della Costituzione italiana: tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Io non incasso abbastanza per pagare tutte queste tasse e se non incasso abbastanza vuol dire che c'è qualcosa nei conti dello Stato che non funziona e quindi essendo cittadino italiano esigo che lo Stato si faccia garante della mia condizione familiare. #IOnonMIammazzo.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 21/12/2014 - 20:10

solidale con questo contribuente! è una accusa pesante su quello che sta succedendo, per colpa della sinistra e che i PSICOSINISTRONZI non vogliono neanche ammettere di essersi sbagliati...

vince50

Dom, 21/12/2014 - 20:11

Perfetto,tecnicamente ineccepibile.Ma!!!!!tutto questo non ha nessun valore,in quanto lo stato(composto dai politici e non dal popolo),non contempla nella pratica questa possibilità.Dovrà pagare in funzione di guadagni presunti(stabiliti da chi NON ha mai lavorato),oppure non verrà mai lasciato in pace.Con i mafiosi qualche possibilità di non pagare il pizzo potrebbe esserci,con lo stato no,le leggi(le loro leggi)non lo consentono.

rosa52

Dom, 21/12/2014 - 20:24

questa lettera dovrebbe essere presa come emblema da tutti gli italiani,questo governo ci toglie anche la dignita' che e' la prerogativa essenziale dell'uomo! non ignoriamo questa lettera,facciamola nostra e diffondiamola!!

GVO

Dom, 21/12/2014 - 20:25

Solidale con questo contribuente! Se lo Stato non taglia le sue spese e continua a tassare il cittadino.., sappia che il cittadino non ce la fa più a pagare....a casa la metà dei dipendenti Statali!

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 21/12/2014 - 20:25

Già come mai Economisti, avvocati e cervelloni non letta la Costituzione?

soldellavvenire

Dom, 21/12/2014 - 20:31

mi viene da piangere: coraggio, amico lo stato con tutte le tasse che non pagherai ti fornirà lo stesso un avvocato d'ufficio

paperino66

Dom, 21/12/2014 - 20:35

FINALMENTE !!!!!! Un UOMO con GLI ATTRIBUTI , speriamo che sia il primo di una LUNGA SERIE , L'UNICO MODO per CAMBIARE LE COSE . Il governo senza tasse FALLISCE , TUTTI A CASA indistintamente e si RICOMINCIA DA ZERO !!!!!!!!! POI SI VEDRÀ , ma almeno il BURATTINO e TUTTI quei SCHIFOSI PARASSITI che stanno succhiando il sangue al popolo italiano SPARIRANNO o comunque NON POTRANNO vantarsi e ricandidarsi TANTO FACILMENTE .

Ritratto di Idiris

Idiris

Dom, 21/12/2014 - 20:37

In galera!

gm139

Dom, 21/12/2014 - 20:40

ineccepibile.

xgerico

Dom, 21/12/2014 - 20:44

Mi sa dire qualcuno la le tasse quadruplicate (1-2) negli ultimi 10 anni???

Ritratto di Idiris

Idiris

Dom, 21/12/2014 - 20:45

La colpa è sopratutto dei ricchi evasori fiscal come Berlusconi e i suoi compagni. La lega di Bossi e figli anche. Tutti in galera!

fer 44

Dom, 21/12/2014 - 20:49

Però dovremmo essere non uno ma centomila a fare così! Uno solo lo ammazzano; centomila no!!!! SALVINI, dacci lo "la" che ti seguiamo!

Gianca59

Dom, 21/12/2014 - 21:05

La mia più grande solidarietà al signor Barresi. Chiedo a Renzi se non era meglio impegnrsi su altri fronti, quale quello della diminuzione delle tasse, anzichè quella stupidata del Jobs Act.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Dom, 21/12/2014 - 21:06

solidale con questo onesto italiano.

beppino55

Dom, 21/12/2014 - 21:15

premetto che sono svariati anni che sono a conoscenza di tali articoli ma non ho mai pensato di appellarmici, é giusto quello che dice il signor Barresi,ora tutti coloro che si trovano in forte difficoltà causa questo stato, prendano esempio da lui e si rifiutino di mantenere questa pletora di politici famelici,se tutti noi ci uniamo veramente e non solo sul web ma anche nella realtà dei fatti potremo riuscire a scalzarli dai loro scranni. Bisogna ricordarsi che loro sono al nostro servizio e non viceversa.

liberanosamalo

Dom, 21/12/2014 - 21:17

Solidarietà all'imprenditore. Sorpresa nel leggere nel vostro giornale qualcosa che va apertamente contro il governo. Sento puzza di inizio di campagna elettorale da parte di B ricca di slogan e promesse. Troppo tardi, hai avuto 20 anni per risolvere qualcosa, ti ho anche votato. Che delusione, assieme a l'altro B avete tradito tantissimi italiani.

forbot

Dom, 21/12/2014 - 21:21

Se uno non c'è l'ha fà, c'è poco da fare. Non si può strizzare sangue dalle rape. O si ristudiano tasse giuste e proporzionate e si controlla che siano quelle che effettivamente occorrono allo Stato per sopravvivere, o prima o poi si arriverà, che le tasse, saranno sempre più quelli che non le pagheranno.

buri

Dom, 21/12/2014 - 21:24

Per principio non tollero gli evasori che non pagano le tasse, ma nel caso dell'autore della lettera pubblicata sono solidale, anzi merita un applauso, però temo che malgrado abbia ragione si stia cacciando in un mare di guai, con pignoramenti, spese legali e chi più ne ha più ne metta, comunque gli faccio i miei auguri di vedere la sua disputa risolta a suo favore velocemente e non dopo anni, visto i tempi biblici della magistratura

claudio63

Dom, 21/12/2014 - 21:27

quale piccolo imprenditore, sono solidale con questo signore e ne capisco in pieno le motivazioni. Per inciso, il pagamento della cartella delle tasse e' un obbligo anche in US,ma subordinato alle necessita economiche del momento,ergo si puo' sempre negoziare con l'ufficio delle tasse un pagamento rateale o posticipato... proprio come in italia.vero?

Magicoilgiornale

Dom, 21/12/2014 - 21:30

Ha ha ha, i comuni come faranno a sgazzare nella imu tasi tari etc?

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 21/12/2014 - 21:39

Piena solidarietà a questo cittadino che nel dramma in cui vive e con questa dichiarazione deve far VERGOGNARE tutti quei politici che prendono compensi faraonici alle spalle dei cittadini onesti. Con che faccia possono continuare a prendere cifre spropositate e nel frattempo con le loro incapacità contribuiscono alla distruzione dello stato sociale. Un Capo del Governo che parla di lotta alle mafia quando nel suo stesso governo ci sono elementi chiaccherati e collusi con attività poco chiare. A costoro dei cittadini che soffrono in questo modo dimostrano di non dare nessuna importanza.

Ritratto di Japiro

Japiro

Dom, 21/12/2014 - 21:45

Un grande!!! Mi ci appello anch'io....

franco666

Dom, 21/12/2014 - 21:46

è il momento di condividere pienamente questo imprenditore, far si che tutti,uniti buttiamo giu questo sistema tributario anomalo, gestito da persone incapaci che vivono fuori dalla realtà,sfruttando sempre l onestà dei soliti idioti che pagano senza batter ciglio,indebitandosi con le banche , vendendosi tutti i propri beni costruiti con anni di sacrificio ed onesto lavoro..sveglia italia..tanto non cambierà nulla per i prossimi dieci anni..e finche si continua a contribuire a questo sfascio.."loro"continueranno a dissanguarci..bisognerebbe fare nome e cognome di questi politici che si inventano queste leggi, renderli ridicoli,e se il caso..mandarli subito a casa.."iononmiammazzo"m incazzo...

michelemarea

Dom, 21/12/2014 - 21:59

Cosa dire ? E' ormai chiaro che l'Italia è uno Stato Canaglia, nemico dei suoi stessi cittadini, sottomessi come al tempo dei sovrani al ruolo di sudditi. E, con riguardo, ai sudditi e ai sovrani, Montesquieu affermava che questi ultimi avevano materializzato la violenza con i loro boia. Ed, infatti, se non eri "in linea" con quanto deciso dal sovrano, venivi sottoposto alle cure del boia e così si manifestava la violenza del potere. Ma questo potere, il potere di oggi, come si manifesta ? Siamo in democrazia (???) e perciò i boia non sono più ammessi, ma, sempre Montesquieu, diceva che la democrazia è quel sistema che non ti tortura, ti lascia libero di urlare la tua rabbia, ti lascia anche i tuoi (pochi) averi, ma questa libertà è peggio della prigione, perché le tue grida non le sentirà nessuno anche se urli fino a farti scoppiare il cuore. Ritengo, perciò, legittima la protesta di un uomo Onesto come il sig. Barresi... ma temo che non la sentirà nessuno !

francesconeglia

Dom, 21/12/2014 - 22:12

Prima o poi a decisioni come questa del sig. Barresi ci arriveremo tutti. Anche se non tutti siamo commercianti, siamo tutti impoveriti alla stessa maniera da una 'classe politica e dirigenziale' troppo protetta, troppo spendacciona, troppo mafiosa e troppo pagata e, in un modo o in un altro, bisogna imporsi per ridimensionare l'assurdo dislivello del quanto paghi tu, e del quanto 'guadagnano' loro. Il "metodo Barresi" è ottimo per cominciare a fare 'scendere sulla terra tutti sti uomini d'oro', e una volta 'atterrati', ce la discutiamo. Tutti insieme ce la facciamo, ma se non opponiamo neanche la leggittima difesa alle loro e, solo le loro, leggi, ci 'legano' come salami.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 21/12/2014 - 22:14

ENCOMIABILE tentativo di far presente una situazione ormai NON piu sopportabile da tanti tanti Italiani ONESTI,che vedono i soldi delle loro tasse utilizati per mantenere CANI e PORCI!!! Domanda se lecita, Lei sig.Barresi finora per chi ha votato???? Spero tanto di aver "PENSATO MALE" Auguri!!! Buenas noches dal Leghista Monzese

Ritratto di maurofe

maurofe

Dom, 21/12/2014 - 22:19

PENSO CHE ABBIA DETTO TUTTO IN MODO PERFETTAMENTE COERENTE COME VIVIAMO NOI PICCOLI IMPRENDITORI....MI COMPLIMENTO SIA CON LO SCRIVENTE CHE HA AVUTO IL CORAGGIO DI QUESTA AZIONE....E IL GIORNALE DI PUBBLICARE E DARE RISALTO A QUESTO "PIANTO DEL CIGNO" DI UN ONESTO IMPRENDITORE!

antonioball73

Dom, 21/12/2014 - 22:22

lei ha perfettamente ragione.e le diro' di piu':oltre che dalla costituzione il fatto chr lei possa non pagare e' sancito dalla magistratura.io so di un nano che doveva 300 milioni allo stato e non gli e' successo niente,anzi qualche ixxxxxxxe lo chiama addirittura padre della patria,statista,cavaliere.quindi stia tranquillo,fino a 300 milioni si puo' non pagare

eolo121

Dom, 21/12/2014 - 22:33

CHE STRANO STESSA LETTERA MA SCRITTA DA UNA DONNA SUL MATTINODIPADOVA 18/12/2014 COSè UN COPIA ED INCOLLA? ECCONE UN PARZIALE continua insensatamente a mantenere privilegi e costi sproporzionati, vergognosi e irrispettosi nei confronti di tutti i lavoratori di questo Paese, inizio questa protesta economica appellandomi ai due sopracitati principi: il vertiginoso e incontrollato aumento delle tasse ha prodotto un danno grave e attuale alla mia famiglia mettendo in pericolo soprattutto il futuro di mia figlia».

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 21/12/2014 - 22:35

@mortimermouse: se era per il berlusca invece sono sicuro che lo stesso imprenditore ora navigherebbe nell'oro e magari cercherebbe di sfruttare una leggina furba per evadere qualcosina. Era megli con Forza Italia che noni psico pseudo radical chich sinistronzi

PETRONAX

Dom, 21/12/2014 - 23:07

IL SIG GIUSEPPE BARRESI...!!!!!! PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA.....CAMBIEREBBE QUESTI PARASSITI.....

chicolatino

Dom, 21/12/2014 - 23:10

Tutto inutile, le proteste civili e pacifiche sono inefficaci x il paese di mafia capitale...quei signori possono capire le cose solo con le cattive...adesso son troppo occupati ad eleggere il nuovo segretario generale della camera 450 mila euro annui i suoi emolumenti) le cui mansioni come si capira ' valgono in termini d salario 1.5 volte quelle di Draghi e 2 volte quelle della Yelen o Merkel.... Quindi caro imprenditore deve attendere....io nel mentre le consiglio d pensar bene alla possibilita' d evadere a go go..

palllino.

Dom, 21/12/2014 - 23:59

Chi puo venda casa e non paghi piu niente...non paghi irpef,non paghi iva,non paghi tasse e balzelli e inizi a ivere....

Esculoapio

Lun, 22/12/2014 - 01:09

succedeva anche nel medio evo, i signorotti pretendevano dai sudditi tasse che il popolo non poteva pagare, riducendo alla fame i poveri contadini e imprigionando i poveri bracconieri che andavano a caccia per procurarsi del cibo

mario massioli

Lun, 22/12/2014 - 02:07

Se avessimo sindaci che unendosi e applicando la costituzione,potrebbero far saltare questo stato schiavo della troika. Cliccate ME-MMT PER CAPIRE IN CHE INFERNO SIAMO PRECIPITATI, CON QUESTA EUROPA NON DEI POPOLI MA DELLE LOBBI FINANZIARIE.

Tino

Lun, 22/12/2014 - 07:12

Ovviamente non è il solo, quindi associamoci. Vanno stabilite delle regole e dei parametri, in modo che solo chi è al 100% in regola possa aderire. Alla mia età non ho più la forza e la capacità di metter su un'associazione o un movimento del genere, però posso aiutare. Basta inutili sfoghi, facciamo qualcosa di concreto.

odifrep

Lun, 22/12/2014 - 08:14

Dovrebbero seguire l'esempio del signor Barresi, presentandosi presso l'Agenzia delle Entrate, tutti quei Capi Famiglia che sono stati costretti a chiedere prestiti a Finanziarie pur di rimanere nell'ambito della dignità : non far mancare il necessario a tavola ai propri figli.

marcomasiero

Lun, 22/12/2014 - 08:49

partita IVA ... CONCORDO !!! siamo in tanti in questa situazione di m***a !!! si dichiara e non si riesce a pagare ... qualche cosa non va !!! ad esempio come è possibile che solo aprendo la partita IVA già si è in passivo di 4000 euro con l' INPS che vuole comunque il suo minimo ??????? !!!!! noi non siamo ladri nè gestiamo somme che piovono dal cielo sottoforma di "fondi" elargiti ! viviamo del lavoro quotidiano mentre il Paese è steso e produce poco o nulla grazie ai LADRI di palazzo esosi voraci famelici solamente di voti e potere e i furbastri o hanno sede all' estero o hanno la residenza all' estero o "decentrano" ... Paese di furbi nato dall' 8 settembre 1943 !!!

gio 42

Lun, 22/12/2014 - 08:53

Buongiorno di 33 messaggi solo uno è di segno contrario, avrà una qualche ragione? Saluti

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 22/12/2014 - 09:00

Ha AMPIAMENTE RAGIONE, ma in uno stato di mxxxa e di cialtroni come questo, ricordo che nei casi di controversie giudiziarie, quando si ricorda ai giudici gli articoli della costituzione, gli stessi fanno gli ironici..questo per dire quanto la costituzione piu' "bella" e "compagna" del mondo venga alla fine presa in "considerazione" dagli stessi "applicatori" della legge....non solo la carta europea firmata..dallo stato canaglia viene continuamente disattesa, sopratutto negli articoli riguardanti i diritti fondamentali.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 22/12/2014 - 09:31

Idiris @e tu fuori,vero????? Si ma fuori dall'Italia!!!!!!!

ex d.c.

Lun, 22/12/2014 - 09:32

E' quello che tutti dobbiamo fare, ma coordinati da un partito

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 22/12/2014 - 09:56

In parte condivisibile lo sfogo del Sig. Barresi. Però abbassare le tasse (magari con la famosa flat tax) non è detto che sia una questione esclusivamente italiana, ma una questione europea, nel senso che per me bisognerebbe arrivare ad un sistema fiscale europeo unitario, in modo da evitare le sperequazioni ora esistenti, che inducono le imprese a trasferirsi nei Paesi dove la pressione fiscale è più bassa. Poi, la difficoltà a pagare le tasse, non può trasformarsi in una giustificazione assoluta a non pagarle perché altrimenti uno non riesce a mantenere l’attività che svolge. Viviamo in una società di mercato per cui chi non riesce ad avere una attività abbastanza remunerativa, o cambia attività o cambia mercato, diversamente qualsiasi livello di tassazione, anche bassa, diventa un alibi per mantenere le attività, anche decotte.

antonioball73

Lun, 22/12/2014 - 10:55

lei ha perfettamente ragione.e non solo l'autorizza la costituzione,ma il tutto e' stato stabilito con sentenza definitiva pochi mesi fa.lei puo' non pagare fino 300 milioni,non incappera' in un solo giorno di galera,non avra' sanzioni e potra' anche riformare il fisco.quindi stia tranquillo,i suoi sono bruscolini,pero' se ambisce a diventare "padre della patria" deve evadere molto di piu'.scherzi a parte,imbocca al lupo x il futuro e tenga duro,il tempo dei disonesti sta per finire:dovranno pagare tutto quello che non hanno pagato finora e che lei ha pagato al posto loro

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 22/12/2014 - 13:28

bisognerebbe avere TUTTI il coraggio di questa persona BRAVO BRAVO BRAVO da artigiano in pensione ha tutto il mio appoggio questo governo di ladri parolaio e inefficente deve seppellirsi dalla vergogna ma purtroppo i giusti lamenti del popolo sono come i ragli degli asini che non salgono nel cielo di questo merdaio politico che ci ritroviamo

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 22/12/2014 - 13:49

ma non riesco a capire perchè tante persone si meravigliano della situazione attuale ho fatto l'artigiano per 50 anni e pri i comunisti ero di fatto un evasore,e allora coso si sono inventati?che oltre a pagare le tasse su un presunto guadagno dovuto agli studi di settore a dicembre si DOVEVA e si deve ancora versare il 98% del presunto guadagno dell'anno a venire e includere anche l'IVa sempre nella stess quota.Nella mia attività non avevo un portafolio di ordini visto che lavoravo nell'autoriparazione e quindi potevo avere tanto lavoro o poco o niente ma per il solo fattao di ESSERE le tasse dovevo anticiparle e questa politica comunista marcia CHE CI HA RIDOTTO IN MISERIA

cittadinodel66

Ven, 20/03/2015 - 01:18

Quello che più mi fa inorridire in questo forum leggendo le verità scritte e descritte da cittadini che vivono problematiche e situazioni analoghe, vere e che personalmente condivido e sottoscrivo, sono tutti quegli impiegati di AGENZIA DELLE ENTRATE, EQUITALIA, GUARDIA DI FINANZA etc. etc. che sulla loro carta di identità non hanno la dicitura cittadinanza Italiana, a me sembra che loro vengano da un altro mondo e ancor peggio, senza aver dovuto combattere ci dominano come i conquistatori di un tempo dominavano i popoli sconfitti dopo una guerra di invasione. Asserviti ai poteri dominanti, senza rendersi conto che il loro operato si ripercuote non solo su coloro a cui torcono il collo pur di recuperare TASSE e SANZIONI ma anche sul futuro dei loro figli e nipoti. Io come il sig. Barresi ho smesso di dichiarare il mio reddito di artigiano, quello che guadagno non possono tassarmelo perchè anche io ho diritto alle ferie pagate, malattie e al TFR.

colosso65

Mar, 23/06/2015 - 18:32

Ho visto oggi il commento del sig. Barresi vorrei sapere se ce la possibilita' di contattarlo, sono uno che si trova nelle stesse condizioni.