Nota al Def oggi in Cdm. Sul tavolo Iva, Flat tax e cuneo fiscale

Nell'incontro di oggi verranno definite le misure che troveranno spazio nella prossima legge di bilancio

Un Consiglio dei ministri per nulla facile quella che si svolgerà oggi e che dovrà definire le note di aggiornamento al Def. Numerose le misure in cantiere da parte del nuovo governo Conte che dovrà rielaborare alcuni degli strumenti che, invece, erano presenti nel programma economico del vecchio esecutivo Lega-M5S.

Scongiurare l'aumento dell'Iva resta il problema principale a cui si accompagna il taglio del cuneo fiscale, ma occorre trovare le risorse e capire quali misura inserire e quale mettere da parte. Dopo gli attacchi da parte delle associazioni datoriali sembra tramontata l'idea di un aumento selettivo delle aliquote Iva soprattutto se queste fosse fatta per favorire il taglio del cuneo fiscale. E allora si dovrà procedere in parallelo su entrambi i fronti, magari in modo più blando. Per il cuneo fiscale resterà, nei fatti, seppur con altro nome (per chiari motivi di opportunità politica) il bonus 80 euro di Matteo Renzi ma non è ancora chiaro se si agirà sui redditi sino ai 28-36mila euro o se la misura riguarderà anche i redditi fino ai 55mila euro lordi anno.

Sull'altro versante, di certo non troverà spazio la Flat Tax, cavallo di battaglia della Lega e di Matteo Salvini, e anche misure adottare misure di tax planning a sostegno dee professionisti sembra davvero improbabile. Per le imprese, invece, possibile un ritorno all'Ace (aiuto alla crescita economica) agevolazione introdotta nel 2011 e sospesa nel 2019, che aveva lo scopo di favorire il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese e del sistema produttivo italiano. La misura si basava sulla deduzione dal reddito imponibile netto, di un importo pari al rendimento figurativo degli incrementi di capitale. Potrebbe trovare spazio, poi, il pacchetto Industria 4.0 con misure di iperammortamento già annunciate dal neo ministro del Mise Stefano Patuanelli.

Infine niente condoni fiscalirottamazioni delle cartelle esattoriali mentre potrebbero trovare spazio nuove misure di ecobonus.

Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 30/09/2019 - 11:06

E continua la politica della redistribuzione del reddito a spese della minoranza che paga le tasse.

bernardo47

Lun, 30/09/2019 - 11:28

La necessità assoluta di rivedere redditi nullafacenza a sbafo e senza fare nulla di nulla in cambio e spesso truffaldino,non li sfiora? E opportunità di finestre di prolungamento per quota cento che sta zavorrando inps e mette a rischio le pensioni in pagamento,non li sfiora?

fifaus

Lun, 30/09/2019 - 11:48

bernardo47: e l'esigenza di ridare all'INPS le sue funzioni istituzionali, che sono previdenziali, liberandolo dal peso assistenziale?

mimmo1960

Lun, 30/09/2019 - 12:20

Quanto stanzieranno per il mantenimento dei migranti nel DEF?? Speriamo bene.

bernardo47

Lun, 30/09/2019 - 12:33

fifaus...anche quello che dice lei,sicuramente! ma la spesa e' esplosa con i due provvedimenti gialloverdi demenziali suddetti! e debito ha raggiunto i 2400 miliardi, il 134"% del pil! abbiamo il record! DELINQUENTI POLITICI AL GOVERNO!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 30/09/2019 - 12:48

Il pseudo governo non vuole affogare per mancanza di "quattrini di salvataggio". Ergo hanno scelto il criterio di "fregare" il Popolo, cominciando non dai più ricchi, ma dai più poveri. Quindi l'idea di favorire i pagamenti con il bancomat, a danno dei poveracci e dei vecchietti (come me) abituati a pagare in contanti. In questo articolo, per quanto sintetico, pare chiaro il sistema: togliere i quattrini anche e preferibilmente a chi ne ha pochi, appunto come nel caso di chi non usi un "bancomat". E questo con i comunisti al governo! Ha ragione la povera ragazza svedese: il mondo sta crollando.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 30/09/2019 - 13:12

LO STATO CONTRO IL POPOLO, SOCIO DEL NUOVO ORDINE MONDIALE, AL QUALE SI INCHINA DISTRUGGENDO FAMIGLIE E GIOVANI. UNIAMOCI SMETTENDO DI COMPRARE, SOLTANTO L'ESSENZIALE, SOPRATUTTO NESSUN OGGETTO STRANIERO E PUBBLICIZZATO SU MEDIA SERVI DEI PADRONI. CERCHIAMO DI ESSER + FURBI DI LORO: + TASSE MENO ACQUISTI.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 30/09/2019 - 13:18

La Flat Tax la pagherebbero anche gli evasori, come cooperative, enti ecclesiastici, sindacati, partiti politici, Anpi e compagni cantando. Dunque "Clero & aristocrazia" ce l'hanno su a morte con Salvini eletto dal terzo stato. Però. La Rivoluzione si avvicina.