Nozze gay, i vescovi litigano Galantino sconfessa Bagnasco

Polemica sul voto segreto al ddl Cirinnà, il segretario Cei si smarca: "Non intervengo". Renzi duro: "Decide il Parlamento". Ma i catto-dem lo attaccano: "Usa metodi stalinisti"

«Il voto segreto lo decide il Parlamento non la Cei». Matteo Renzi «con tutto il rispetto» respinge quella che ritiene una inaccettabile ingerenza da parte del presidente della Conferenza Episcopale (Cei), Angelo Bagnasco, che ieri aveva esortato il Senato a promuovere «la libertà di coscienza con una votazione a scrutinio segreto» per il disegno di legge sulle unioni civili.Ma anche dentro la Cei quello di Bagnasco viene considerato uno strappo da ricucire anche attraverso prese di posizioni assai diverse come quella del segretario della Cei, Nunzio Galantino, che, interpellato sulla questione del voto segreto, preferisce non parlare «per rispetto del Parlamento», marcando così le distanze dalle dichiarazioni di Bagnasco. Affermazioni che vengono ulteriormente chiarite anche dal portavoce della Cei, don Ivan Maffeis. «Bagnasco non intendeva entrare in un discorso tecnico che appartiene alla sovranità delle Camere - puntualizza Maffeis - il suo è stato un appello alla libertà di coscienza». Un appello morale dunque che però provoca l'alzata di scudi di tutti i rappresentanti delle istituzioni repubblicane come i presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso.

«Rispetto tutte le opinioni - dice Grasso - ma sulle procedure spetta alle istituzioni repubblicane decidere».È certo che la scesa in campo di Bagnasco getta ulteriore benzina su un confronto già infuocato, attizzando anche lo scontro interno al Pd. Non ci sono soltanto i cattolici di Area Popolare di Ncd e di centrodestra a difendere il diritto di parlare del cardinale infatti ma anche una dem cattolica come la senatrice Rosa Maria Di Giorgi che ritiene «legittimo che la Chiesa e Bagnasco parlino di politica». La stessa senatrice che nei corridoi di Palazzo Madama aveva definito i metodi di Renzi «stalinisti» perché non era stata data possibilità di un reale confronto sulla Cirinnà. E mentre ieri 8 senatori Pd di area cattolica sono tornati a chiedere lo stralcio della stepchild adoption il Pd ha ribadito quanto già annunciato dal capogruppo Luigi Zanda: niente voto segreto. La votazione del provvedimento inizierà martedì ma per il momento il Pd naviga ancora a vista. Il premier Renzi, auspicando che tutti i voti avvengano in modo palese, ha ribadito che non ci sarà lo stralcio delle adozioni e sarà il voto del Parlamento a sciogliere i nodi. I grillini hanno confermato la volontà di votare comunque la legge Cirinnà anche senza il capitolo delle adozioni. Intanto però in Senato si continua a litigare. Per il momento l'unica strada percorribile sembra quella dell'approvazione del maxi emendamento Marcucci, il cosiddetto canguro perché permette di saltare tutte le altre richieste di modifica. Ma già ieri il vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli della Lega, rimproverava a Grasso di aver posto come primo emendamento in votazione proprio il canguro che di fatto impedisce qualsiasi possibilità di confronto.

Annunci

Commenti

vince50_19

Sab, 13/02/2016 - 09:01

A parte questa querelle che trovo del tutto inutile, vorrei dire al duro dei duri Zanda che faccia una proposta di legge per togliere definitivamente il voto segreto, così tagliamo la testa al toro e ciascun parlamentare dovrà dire la sua in chiaro. Avrà le palle per farlo? Vorrò proprio vedere.

m.nanni

Sab, 13/02/2016 - 09:02

il clima è di quelli da far pensare che si vuole chiudere la bocca anche alla chiesa su questioni di forte turbamento delle coscienze. e se si litiga pure tra vescovi vuol dire che la mala erba dell'ideologia prevaricatrice s'è infilata dentro la chiesa. li ricordiamo entrambi, i super vescovi, Galantino e Bagnasco anche a dolersi dell'assoluzione di Berlusconi e a crocifiggerlo "politicamente". adesso la chiesa paga lo scotto di essersi schierata politicamente, ed ora si trova intrappolata nella palude dell'orrore di temere di difendere il suo credo religioso. ci ha lasciato soli a difendere presepi e crocefissi, recite natalizie e famiglia tradizionale. nel cuore smarrito sugli orizzonti della religione cattolica albeggia una previsione che è anche un timore; che l'Islam ci "salverà". perchè questi vescovi ed anche certe incaute aperture di Francesco ("due grandi: Napolitano e la Bonino") spingono in questa direzione(mi fermo qui).

diesonne

Sab, 13/02/2016 - 09:10

diesonne 13 febbraio 2016 il card.bagnasco non concorda con Segretario della cei? IL CONSIGLIO PERMANENTE NON DISCUTE AL RIGUARDO?LE VOCI DISCORDANTI DISORIENTANO I CATTOLICI-VIDEANT PASTORES UT UNUM SINT-

Cheyenne

Sab, 13/02/2016 - 09:29

il voto è segreto se conviene ai komunisti. In ogni caso gallantino e pretacci vari si facciano i cxxxi loro; a mia memoria non ricordo nessun intervento di questo o altro tipo su parlamenti di paesi cattolicissimi quali spagna, austria, francia ecc.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 13/02/2016 - 09:41

Non vedo proprio per quale motivo Bagnasco non possa esprimere il suo pensiero quando i trinariciuti, zanda in testa, spesso e volentieri non si fanno problemi a entrare a piedi tesi nelle cose della chiesa con prese di posizione che nulla hanno che fare con la politica. La libertà di opinione come al solito per i trinariciuti funziona a geometria variabile secondo i loro interessi!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 13/02/2016 - 09:48

Bagnasco non ha né ordinato né deciso........ha detto sarebbe meglio. E ha RAGIONE Il voto palese è sinonimo di dittatura.

Alessio2012

Sab, 13/02/2016 - 09:52

Il PD che chiede il rispetto delle regole è come Jack lo Squartatore che si scandalizza per la violenza in TV!

capitanuncino

Sab, 13/02/2016 - 10:10

Quando un sinistro cambia partito, si può cambiare idea, quando lo fa un altro è un voltagabbana. Quando un sinistro,estraneo al potere,dichiara qualcosa:esprime un parere democratico, quando lo fa qualcun altro è ingerenza. Prima con l'aborto e l'eutanasia si corteggia la morte individuale, poi col divorzio sempre più facilitato e con questa legge si corteggia la morte della famiglia e della stirpe e,fomentando l'immigrazione selvaggia, la morte della cultura e della razza. Insomma contro questa corsa al suicidio non si dovrebbe nemmeno poter parlare? Renzi è lui stesso vittima dell'edonismo imperante ed autodistruttivo...

onurb

Sab, 13/02/2016 - 10:15

Galantino, anziché dissociarsi da Bagnasco, dovrebbe riflettere sul perché le chiese si vanno svuotando. Io penso che una delle cause principali sia proprio la rinuncia del clero a difendere i valori che da sempre connotano la cristianità. Certo, il parlamento deciderà in modo autonomo, ma tu Galantino, segretario della Conferenza Episcopale Italiana, quali valori professi? Quelli che scaturiscono dal Vangelo o quelli che oggi vanno tanto di moda? E per favore, almeno voi preti, seguite l'insegnamento di Gesù: "Sia invece il vostro parlare: sì, sì, no, no; il di più viene dal Maligno. (Matteo 5, 37-47).

giovanni PERINCIOLO

Sab, 13/02/2016 - 10:20

Cheyenne. Fino a prova contraria i vescovi italiani sono ancora cittadini italiani. Cosa ne sai tu se le varie "cei" di Spagna, Austria o Francia sono o meno intervenuti?? Comunque esprimere un opinione da quando é proibito?? Solo nei paesi comunisti é proibito ed infatti zanda é intervenuto in perfetto stile comunista!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Sab, 13/02/2016 - 10:27

Certo che litigano i vescovi! Chissà quanti di loro anelano di poter sposare il loro "amichetto"!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 13/02/2016 - 10:28

Grasso afferma di rispettare tutte le opinioni, però non quella del vescovo, cittadino Bagnasco. Strano modo di pensare , ma consueto per i "compagni democratici". Non credo che Bagnasco andasse oltre il suo parere sull'argomento, consapevole di non appartenere al partito politico italiano di quelli che si credono i migliori, quelli che non sbagliano mai ( anche se dicono e fanno tante fesserie)!.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 13/02/2016 - 10:40

Figurarsi se il prete compagno galantino non sosteneva i banditi al governo. Quando c'era berlusconi lo faceva a pezzi a furia di ingerenza.

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 13/02/2016 - 10:43

m.nanni commento eccezionale.In effetti non hanno più un ruolo nella società. Non sono ne religiosi (per chi crede) ne politici (per chi non crede), il loro Capo li aveva avvisati che non si possono servire due padroni. Sono guide cieche, chi seguire?a chi fare riferimento?.Oggi regna il caos. UNA BABILONIA.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 13/02/2016 - 10:50

Chi ha fatto in modo che la discussione parlamentare sul DDL Cirinnà avvenisse in contemporanea al Festival di San Remo? I ricchi cantanti possono esporre nastrini colorati in appoggio a tale legge con grande esposizione mediatica e quindi aiutare l'approvazione del DDL. Il Cardinale Bagnasco per avere espresso un parere viene linciato. Il voto segreto permette, di non essere condizionati ed eventualmente massacrati, dai compagni di partito in caso di non approvazione della legge; figuratevi se un tal voto dovesse fare cadere il Governo ! Mettete in fila queste cose e scoprirete i furbetti del quartierino,oppure è tutto casuale, oppure c'è un pochino di paraculaggine,o forse è solamente una grande pisc***a sulla testa del pluralismo; libertà di pensiero e di coscienza ma con due pesi e due misure, bella roba, il Minculpop ha lasciato l'eredità. Saluti

paci.augusto

Sab, 13/02/2016 - 10:51

Ogni parlamentare, una volta eletto dal Popolo, ha il sacrosanto diritto di esprimere la propria opinione senza LA CENSURA INFAME DEL PARTITO che,in caso di insoddisfazione, può minacciare ritorsioni! Pertanto, SEMPRE i parlamentari TUTTI dovrebbero avere il diritto di esprimere il loro voto in segretezza!! Certo, questo non può essere accettato dagli stalinisti!!!!

Ritratto di Luponero

Luponero

Sab, 13/02/2016 - 10:59

Sapete una cosa.... ma sti ca$$i. E non se ne può più. E vogliono giocare a fare mamma e papa alle spese di un bambino. Il cagnetto non gli basta più. E famoli giocà! Sì e a farne le spese un regazzino che crescerà in un ambiente distorto con mammo checca e papà maschione. Loro gli spiegheranno che è giusto così, che l'unione perfetta e tra due birilli. Che madre natura era una vecchia bagascia con idee antiquate. Giocassero pure perche parliamo dello zero virgola qualcosa e tutto sommato, nonostante tutti i bambini cresceranno molto meglio dei bambini africabi belle miniere di cobalto all'interno di cunicoli di fango per reperire il prezioso minerale indispensabile per le batterie de nostri smartphone. Quindi tutti muti e facciamoli giocare.

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 13/02/2016 - 11:15

Chiesa allo sbando. Il Papa guida la rivoluzione rossa.

Efesto

Sab, 13/02/2016 - 11:16

Premetto la contrarietà alle nozze gay checché ne dicano i political corrects. Lo stato deve essere assolutamente laico anche da quanti percorrono la materialità della morale che poi si consolida intellettualmente come religione materialista. Le associazioni umano quando non in contrasto con l'onestà, sono sempre ben accette e la convivenza tra gay è tra di esse. Ma fornire caratteristica di genitorialità alla loro formazione è un assurdo di natura. Viene il sospetto che il gay, nella sua insufficienza ed inefficienza natura, voglia riscattarsi con il possesso di una prole che non gli compete per logica e per ormoni. Quindi una legge che assicuri il reciproco rispetto tra due contraenti con tutte le clausole al diritto della reciproca assistenza ben venga. Ma violentare l'indirizzo della natura nella formazione delle future generazione è una idiozia configurabile nei soggetti pensanti come una bestemmia.

Totonno58

Sab, 13/02/2016 - 11:17

3 cose: 1)"Nozze gay" è un'invenzione della redattrice, complimenti a lei!-2) Trovo molto positiva questa ventata nuova nella Chiesa, fatta anche di "democrazia"(termine un po' paradossale, lo riconosco, però....)-3)Forza Napoli!

steffff

Sab, 13/02/2016 - 11:20

Cara senatrice Rosa Maria Di Giorgi: sostieni che Bagnasco deve poter esprimere il suo parere in barba a tutto quello che dice la nomenklatura del PD, Renzi usa metodi stalinisti, eppure tu sei ancora nel PD. Brutta malattia la poltronite.....

steffff

Sab, 13/02/2016 - 11:21

Grasso rispetta tutte le opinioni, tranne quelle di chi la pensa diversamente da lui

milope.47

Sab, 13/02/2016 - 11:21

Io VOGLIO sentire la voce del Papa su questo tema. Perché tace su un tema così importante come quello così ABERRANTE della TRATTA DEI BAMBINI a favore degli omosessuali?.

antipifferaio

Sab, 13/02/2016 - 11:24

M'immagino gli epiteti che si lanciano in privato i vescovi..."stregaccia malvaggia...zoccola...ti strappo i capelli (la parrucca)...ti graffio tutta...ecc. ecc."...Purtroppo è questa la chiesa romana... e purtroppo l'islam fondamentalista con questi "signori" avrà vita facile...

conviene

Sab, 13/02/2016 - 11:26

BAGNASCO HA SBAGLIATO A VOLER OMPORRE I LAVORI PARLAMETARI E GALANTINO E' STATO CORRETTO NEL RICORDARGLIELO, BENE E BENE IL PAPA A RIBADIRE COME DEVE ESSERE LA FAMIGLIA A PARTE IL RICONOSCIMENTO DEI DIRITTI, LA LEGGE SI FARA' E SARANNO TUTTI FELICI A PARTE I TRINARICIUTI. IO D ACATTOLICA PRATICANTE SONO D'ACCORDO. E SUBITO LA LEGGE SUL NO ALL'UTERO I NAFIDO NON SOL OIN ITALIA

Stepas2

Sab, 13/02/2016 - 11:33

Dunque, siamo in una democrazia. Tutti possono parlare di politica, con eccezione pero' di preti e sacerdoti. Dunque siamo in una democrazia?

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 13/02/2016 - 11:49

...il cardinale bagnasco può esprimere come tutti un parere su una proposta di legge..ci mancherebbe altro... quello che non può fare però è entrare nel merito della tecnica di voto e come il medesimo voto debba essere celebrato..se non riuscite a capire questa differenza continuate pure a fare i manovali...il cardinale bagnasco poi...neppure una settimana fa ha sentenziato come capo della cei che se un alto prelato viene a conoscenza di sacerdoti pedofili non ha l'obbligo di denunciarlo alle forze dell'ordine---riuscite dunque a capire la immensa statura morale di questo cardinale che state difendendo?---prosit e figli maschi--

macchiapam

Sab, 13/02/2016 - 11:52

Mentre gran parte del mondo è in fiamme, mentre l'Europa sta disgregandosi economicamente, il mondo politico italiano è tutto impegnato a trattare di una questione tutto sommato di minore portata, come quella delle unioni civili. Si ripete la vicenda dei sapienti di Costantinopoli, che discettavano del sesso degli angeli mentre i turchi erano alle porte.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 13/02/2016 - 11:52

QUEL PRETACCIO DI GALANTINO STRAPARLA QUANDO DOVREBBE TACERE E TACE VIGLIACCAMENTE QUANDO AVREBBE DIRITTO E DOVERE DI PARLARE. CHE GENTAGLIA

Totonno58

Sab, 13/02/2016 - 11:59

3 cose: 1) "Le nozze gay" è una strepitosa licenza poetica della redattrice...complimenti a lei!-2)Viene chiamato litigio ma io trovo molto, molto positiva quest'aria nuova nella Chiesa, quasi una ventata di "democrazia"(termine un po' paradossale, però...).3) Forza Napoli!! (secondo invio)

puponzolo

Sab, 13/02/2016 - 12:15

Impossibile capire il senso di due frasi decontestualizzate. Comunque che decide il Parlamento visto che c'è una Costituzione, è sicuro. Ma Galantino è vescovo e deve parlare per la Chiesa, al resto pensano i laici. C'è sempore l'impressione che i vescovi esitino sperando in sgravi fiscali.

puponzolo

Sab, 13/02/2016 - 12:17

Concordo con STENOS...quando c'era Berlusconi alla Presidenza del Consiglio questi scrupoli non se li mettevano.

little hawks

Sab, 13/02/2016 - 12:20

Avrei preferito che la Chiesa si esprimesse più chiaramente sui temi della morale! Il voto per un cristiano deve essere sempre a viso aperto, senza finzioni pretesche. Se una cosa è sbagliata deve essere chiaramente sottolineata davanti a tutti, basta con i bisbigli del confessionale che non arrivano in ogni dove. Basta con le parole dette a mezza voce, basta con i bambini stuprati in canonica da chi dice altre cose dal pulpito, basta con i gay che pretendono di rendere accettabile il loro peccaminoso comportamento. "Sia il vostro parlare si si , no no. il di più viene dal maligno" (Mt 5,21-37)

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 13/02/2016 - 12:26

GRasso, evidentemente, si sente una istituzione, identifica le sue personali decisioni con quelle dell' Organo collegiale Parlamento. Siamo messi proprio male.

Ritratto di RinaD.B

RinaD.B

Sab, 13/02/2016 - 12:27

@onurb: Anch'io penso che il problema della Chiesa sia l'aver calato le braghe davanti alle mode del momento. E sottolineo MODE, perché appena i musulmani saranno la maggioranza in Europa, non si sentirà più parlare di gay. Ribadisco inoltre, nonostante le critiche che mi aveva fatto il signor Totonno, che il relativismo di Papa Francesco non aiuta la difesa dei valori cristiani

capitanuncino

Sab, 13/02/2016 - 12:30

Quando fin da piccolo avrà assistito alle effusioni tra papà e papà e nell'adolescenza comincerà a sentire strane,e magari inconsciamente deprecate in famiglia,pulsioni verso quelle strane cose che sono le donne, magari si sentirà in colpa e forse anche lui vorrà essere bravo come i suoi papà e trovarsi un amichetto...

Alessio2012

Sab, 13/02/2016 - 12:53

No... non li facciamo giocare proprio per niente!!! Quel bambino potresti anche essere tu...

Totonno58

Sab, 13/02/2016 - 13:04

3 cose: 1) "Le nozze gay" è una strepitosa licenza poetica della redattrice...complimenti a lei!-2)Viene chiamato litigio ma io trovo molto, molto positiva quest'aria nuova nella Chiesa, quasi una ventata di "democrazia"(termine un po' paradossale, però...).3) Forza Napoli!! (terzo invio)

rossini

Sab, 13/02/2016 - 13:09

Galantino e Bagnasco come dire il Diavolo li fa e poi li accoppia. Fra i due non saprei dire chi è il peggiore. Stanno tradendo la parola di Cristo e stanno trasformando la Chiesa in una sorta di ONLUS con finalità genericamente benefiche. A questa Chiesa Cattolica va negato l'8 × 1000. Solo il digiuno la ricondurrà alla ragione e alle origini.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 13/02/2016 - 13:50

Il chirichetto del partito del danaro (PD) in pubblico fa la voce grossa mentre in sagrestia...la veità è che dovrebbe essere permesso ciò che in natura è possibile.Obiettivamente parlando in natura 2 uomini o 2 donne di figli non possono averne. nopecoroni.it

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 13/02/2016 - 13:57

La domanda sorge spontanea. Forse il segretario della Cei Galantino avrebbe l'intenzione di utilizzare l'utero in affitto per interesse personale?

Totonno58

Sab, 13/02/2016 - 14:07

3 cose: 1) "Le nozze gay" è una strepitosa licenza poetica della redattrice...complimenti a lei!-2)Viene chiamato litigio ma io trovo molto, molto positiva quest'aria nuova nella Chiesa, quasi una ventata di "democrazia"(termine un po' paradossale, però...).3) Forza Napoli!! (quarto invio)

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 13/02/2016 - 23:31

Totonno carissimo le TUE STUPIDATE anche se le ripeti 3 volte (e te le pubblicano) sempre STUPIDATE rimangono, intanto quei Leghisti, Nordisti, fascisti della Juve hanno "suonato" il Tuo Napoli!!!lol lol Se vedemuu.

epesce098

Dom, 14/02/2016 - 18:06

Hanno paura di perdere il loro giocattolo preferito!

Borbone

Dom, 14/02/2016 - 20:36

Se il Vescovo Galantino starebbe su qualche diocesi dalle mie parti mi farei IMMEDIATAMENTE ATEO AL 100%.