La nuova Rai sovranista è pronta ad arricchire il miliardario Grillo

Oltre 30mila euro per un programma fatto con materiale di repertorio a costo zero

Sulla Rai torna «uno dei grandi personaggi della tv italiana». Il giudizio - incontestabile seppur incompleto - è contenuto nella stessa presentazione del programma che andrà in onda questa sera alle 21,20 su Rai Due. Il personaggio in questione è Beppe Grillo che nel 2009, dopo qualche anno di preparazione fondò il Movimento Cinquestelle, primo partito italiano alle ultime elezioni. Naturalmente la coincidenza di questa monografia televisiva - la prima era stata dedicata ad Adriano Celentano - con le nomine dei nuovi dirigenti Rai ha fatto scattare polemiche infuocate.

Il programma essendo realizzato da Marco Giusti, Stefano Raffaele, Luca Rea e Roberto Torelli con materiale di repertorio sembrava essere a costo zero. «Non c'è nessun tipo di contratto né compenso per Grillo, né per gli altri protagonisti del nuovo format», precisava una nota di Viale Mazzini. Secondo quanto rivelato dall'Adnkronos, lo spettacolo C'è Grillo costerebbe alla Rai oltre 30mila euro. Si tratta dei diritti che viale Mazzini dovrebbe corrispondere alla «Marangoni spettacoli», ovvero all'agente storico di Beppe Grillo per l'uso di vecchi filmati del comico genovese.

Una cifra di per sé non significativa per una prima serata - tutti i programmi realizzati con immagini di repertorio, a meno che la Rai non detenga i diritti esclusivi, prevedono un pagamento di questo tipo e lo stesso è accaduto anche per il programma dedicato a Celentano - ma dal momento che questi soldi finirebbero a un attore che è anche leader politico e a pagarli sarebbe il servizio pubblico la polemica è scontata. Sui social network è già partito da giorni una sorta di derby tra i sostenitori dei Cinquestelle che invitano «a tenere il televisore acceso su Rai Due anche se non siete in casa» e quelli che chiedono di boicottare la trasmissione.

La grana dei diritti da pagare per la messa in onda ha naturalmente provocato qualche imbarazzo nei piani alti di Viale Mazzini. Per evitare nuove polemiche e per opportunità politica, l'unica strada sembrerebbe quella di modificare il contratto con una cessione gratuita dei diritti da parte dell'agente di Grillo. Si attende quindi un segnale in tal senso. La vicenda non è stata ancora chiusa e oggi si deciderà il da farsi in una riunione.

L'offensiva politica sulla vicenda continua a essere portata avanti con decisione dal Pd. «Grillo è il capo del partito di maggioranza relativa che esprime la presidenza Rai e il ministro dell'Economia, principale azionista dell'azienda. Sono cose che non accadevano nemmeno nella Prima Repubblica», dice Roberto Morassut. «Sono cose da Repubblica delle banane. Ricordo a Grillo che 30mila euro è lo stipendio annuo di un impiegato comunale. Lui lo prende in una botta sola perché è un capo politico. Tria deve spiegare». E Davide Faraone si dice pronto a presentare una interrogazione parlamentare e a fare una verifica attraverso l'accesso agli atti. Con una postilla: «Non escludo che tutto possa essere stato pensato per poter consentire a Grillo di fare il bel gesto, con una bella dichiarazione in cui rinuncia al compenso».

Commenti
Ritratto di magicmirror

magicmirror

Lun, 28/01/2019 - 09:12

.... ma per favore ...... mai sentito di tale Fazio?

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 28/01/2019 - 09:21

Non so se ridere o piangere. Di certo non guarderò in TV lo spettacolo 'buffonata'.

rino biricchino

Lun, 28/01/2019 - 09:44

Come al solito ecco l'ennesima fake news: non c'è nessun compenso a Grillo perché non c'è nessun spettacolo di Grillo. Ci sono solo immagini di repertorio riproposte per rendere un omaggio monografico ad alcuni importanti personaggi della storia della televisione italiana, tra cui Celentano, Benigni, Tortora eccetera. Ovviamente, quando si diffondono pubblicamente contenuti artistici di cui non si detengono i diritti, questo bisogna pagarli a chi li possiede. Già quelli del pd stanno facendo inutile fuffa politica, poverini, non mettetevi pur voi a farla!

buri

Lun, 28/01/2019 - 09:45

forse sarebbe necessaria una seria indagine della guardia di finanza

Michele Calò

Lun, 28/01/2019 - 10:00

Grillo non mi ha mai fatto ridere prima, figuriamoci ora! Peraltro i diritti sono dovuti per legge. Quanto all'ineffabile Roberto Morassut, manutengolo di Veltroni e di Rutelli, dovrebbe spiegare perchè il cialtrone Renzi, pure senatore, debba essere pagato mentre il "laico" Grillo no oppure, come d'uso, per le zecche cattocomuniste è l'ideologia a determinare la liceita' del compenso?

faman

Lun, 28/01/2019 - 10:01

sarebbe questa la rivoluzione in RAI promessa dai 5 Stelle? fuori i partiti (gli altri) e dentro noi. Niente di nuovo sotto il sole.

paolinopierino

Lun, 28/01/2019 - 10:02

Arrivato il ringraziamento del direttore di Rete RAI 2 Rai tale Freccero nominato in RAI dal M5*ed oggi per ringraziare il capo di questo partito detto dei grullini farà trasmettere su RAI 2 un revival del Sig.Grillo politico.In realtà il revival di un pluriomicida,ha ammazzato tre persone,condannato per omicidio plurimo e pure grande evasore fiscale conclamato. Lo schifo di premiare con la RAI la feccia umana che dirige il nostro paese continua pure con le raccomandazioni dei grullini ai forzatamente teleabbonati RAI,lasciate accesa la TV anche se siete fuori casa cosi l'audience aumenterà i numeri Guarderò altri programmi sulle reti commerciali almeno non correrò il rischio,guardando Grillo, di vomitare.

buri

Lun, 28/01/2019 - 10:12

una cosa è certa, farò con Grillo quello che già faccio per Di Maio, ossia selo vede cambio canale

rossono

Lun, 28/01/2019 - 10:38

Ecco il cambiamento!!! Ma solo di poltronari. Ma saranno sempre una brutta copia. Il prossimo voto all'originale

cir

Lun, 28/01/2019 - 10:48

soldi ben spesi !!!!!

Giovanmario

Lun, 28/01/2019 - 12:28

un giorno in prima serata ultimo tango ecc.., un altro giorno in prima serata freddie mercury, poi ancora in prima serata una lezione sui transgender.. che cosa ci vorrà mai far capire.. il nuovo direttore???