La nuova strategia del Fisco

Dopo aver tartassato i piccoli contribuenti, adesso l'Agenzia delle Entrate cambia strategia. Ecco cosa prevede il nuvoo piano

Il Fisco cambia strategia. Per il momento si tratta di un annuncio, ma se il nuovo piano dell'Agenzia delle Entrate dovesse realizzarsi nei fatti, allora sarebbe una novità positiva per contribuenti e piccole e medie imprese. Infatti, il neodirettore Rossella Orlandi ha diramato una circolare che riorganizza la macchina antii-evasione. Gli occhi del Fisco saranno puntati di più sui grandi contribuenti a rischio di grandi evasioni mentre si allenterà la morsa sui piccoli e sugli onesti.

Tra le altre linee guida c'è poi l'abbandono delle contestazioni esclusivamente formali dando centralità al contraddittorio, che consente la partecipazione del cittadino sottoposto a controllo sia in sede istruttoria sia nella fase di definizione della pretesa. Si chiede così a tutti gli uffici dell’amministrazione fiscale di orientare l’azione di controllo alla massima correttezza e proporzionalità, in un contesto di leale collaborazione e buona fede. Tutti i controlli devono basarsi su approfondite analisi del rischio "tarate" in base alle tipologie dei contribuenti. Ecco in sintesi la nuova strategia delle Entrate:

REDDITOMETRO SOLO CON SCOSTAMENTI

Far scattare l’accertamento soltanto nei confronti di coloro che presentano scostamenti significativi tra reddito dichiarato e spese sostenute. La circolare ribadisce poi come, a tutela del cittadino, durante il momento di confronto con l’Amministrazione finanziaria deve essere garantita un’attenta valutazione delle prove e dei chiarimenti forniti dai contribuenti.

GRANDI CONTRIBUENTI, SCACCO A PIANIFICAZIONI AGGRESSIVE

L’Agenzia chiede alle proprie strutture regionali di concentrare la capacità di indagine sulle situazioni che possono rappresentare una reale evasione o elusione tributaria, come, per esempio, la delocalizzazione dei redditi verso paesi a fiscalità più favorevole e i fenomeni di pianificazione fiscale aggressiva. Sempre con riguardo ai grandi contribuenti, trovano ampia conferma sia lo strumento del tutoraggio sia il progetto pilota «Regime di adempimento collaborativo» avviato a giugno 2013, in collaborazione col mondo delle imprese.

SOTTO CONTROLLO MEDI CHE MIGRANO

Occhio soprattutto alle imprese medio-grandi (con fatturato superiore ai 25 milioni), per i fenomeni di evasione o di elusione che possono coinvolgere realtà appartenenti a gruppi societari e al turn-over delle imprese di medie dimensioni nei singoli ambiti provinciali. Lente puntata sui casi di «migrazione» dalla platea dei grandi contribuenti a quella dei medi, anche attraverso specifiche operazioni societarie finalizzate a contrarre le dimensioni. - RAGIONEVOLEZZA PER PMI: Azione di controllo orientata alla massima ragionevolezza e proporzionalità anche nei confronti delle imprese di minori dimensioni e dei lavoratori autonomi. In particolare lo strumento delle indagini finanziarie deve essere utilizzato solo dopo un’attenta analisi del rischio.

SORVEGLIATI ENTI COMMERCIALI

Nell’ambito degli Enti non commerciali, restano sorvegliati speciali i soggetti che si presentano come non profit, ma che in realtà svolgono vere e proprie attività commerciali. - FRODI E FALSE COMPENSAZIONI: Sotto tiro le frodi intracomunitarie e le indebite compensazioni di crediti erariali inesistenti.

"Il nuovo piano dell’Agenzia delle Entrate sembra andare nella giusta direzione: da tempo sosteniamo che l’azione di contrasto all’evasione fiscale non va esercitata in maniera vessatoria, scandagliando la vita dei piccoli contribuenti e sottoponendoli ad un regime di terrore fiscale", ha dichiarato la responsabile comunicazione di Fi, Deborah Bergamini.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 07/08/2014 - 10:00

E con la popolazione come la mettiamo ???

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 07/08/2014 - 10:05

"Finita l´era del terrore fiscale?" ... Si, ciao !!! ... Alla faccia della vigliaccheria e della stupiditá dilaganti in questo Paese finito ... E come puó continuare ad esistere se non nella repressione un becero e intoccabile apparato "pubblico" sopra il Paese che muore? ...

WoodstockSon

Gio, 07/08/2014 - 10:14

Era ora! Ma la competenza professionale degli operatori fiscali nei confronti dei grandi evasori c'è? Si sa, per perseguire il piccolo evasore non occorre molta cultura fiscale, a volte basta fare il muso duro e il piccolo si spezza e si piega, Ma per i grandi evasori ci vuole ben altro, occorre gente molto preparata, ed è forse questo il motivo per cui riescono ad evadere. Non abbiamo a sufficienza personale preparato per metterli al guinzaglio.

vince50

Gio, 07/08/2014 - 10:21

Evasione?credo ci siano due ragioni.La prima,è innegabile realtà che in molti casi se non si evade seppur poco,non si riesce a sopravvivere vista l'usura del fisco.La seconda credo sia assoluta malafede e speculazione e di conseguenza deve essere punita.Tasse e non pizzo di stato,gestione con oculatezza e rispetto di quanto viene chiesto ai contribuenti.Purtroppo accade l'esatto opposto,sputtanare quanto schifosamente imposto ai cittadini,e di conseguenza ulteriori e ininterrotte richieste di pizzo legalizzato.

Gianni000

Gio, 07/08/2014 - 10:52

Tanto per fare un esempio in Svizzera è sempre stato così, forse tra le migliaia di aziende italiane che sono già andate lì, qualche parente ha segnalato a funzionari ministeriali strapagati queste "innovative" idee.

Ritratto di pinox

pinox

Gio, 07/08/2014 - 10:54

prima nota elettronica come allegato della dichiarazione dei redditi. se si vogliono veramente abbassare le tasse si deve informatizzare tutto,i controlli vanno fatti fare dai computer.

Mobius

Gio, 07/08/2014 - 10:55

Ci credo poco... dai comunisti con mentalità fascista non ci si salva, bisogna asfaltarli. Delenda Carthago!

mzee3

Gio, 07/08/2014 - 10:58

LA NUOVA STRATEGIA DEL FISCO: come, per esempio, la delocalizzazione dei redditi verso paesi a fiscalità più favorevole e i fenomeni di pianificazione fiscale aggressiva. Sempre con riguardo ai grandi contribuenti, ecc...ecc.. Oh perbacco, oh per dirindina! Anche Il Giornale si è accorto che è necessario affrontare il problema dei grandi evasori! E chi sarebbero questi probabili grandi evasori ed elusori? Saranno gli operai della FIAT? Saranno i cassaintegrati? Saranno gli esodati? eh noooo...saranno forse i pensionati? Improvvisamente si è capito che sono coloro che delocalizzano, che hanno magari la "barca" a Porto Cervo o in Croazia o in Gracia? Cu-cu! Il Giornale non mi pare abbia mai fatto una campagna di questo genere regnando sull'Italia degli evasori il più noto evasore fiscale! Non mi pare che Il Giornale abbia mai fatto campagna antievasione contro i grandi evasori quando "qualcuno" diceva che era giusto evadere perchè la pressione fiscale(che allora era anche minore di oggi!) era troppo invadente, anzi li giustificava e si indignava se qualcuno diceva che i soldi c'erano e bastava andarseli a prendere. Oggi si scopre che i grandi evasori ci sono e sono proprio coloro che eludono il fisco e che delocalizzano. CU-CU! CU-CU!CU-CU! CU-CU! Chissà cosa dice il futuro piccolo-"padre dell patria", ma siamo curiosi di sentire cosa ne dirà quando potrà intestarsi anche questa "rivoluzione", lui il salvatore del mondo, lui che ha evaso il fisco. Siamo ancora in attesa della sconfitta del cancro e sono passati ormai tre/quattro anni dall'annuncio.

gioch

Gio, 07/08/2014 - 10:58

"Non va esercitata in maniera vessatoria"?Quindi cercherete di risarcirci,dopo averci costretti alla chiusura di attività per eccesso di accertamenti e sanzioni?Vi si stringe il culo perchè vi siete resi,forse,conto che,arrivati alla frutta,diventiamo socialmente pericolosi.Ed i primi a rimetterci sarete voi pseudogovernanti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 07/08/2014 - 11:00

forse i PSICOSINISTRONZI esperti in economia hanno capito che le idee di Berlusconi sono ottime da applicare.e lo fanno proprio ora che hanno devastato l'italia! che coglioni.... ammettere no, mai, però mentire, negare, rubare, ingannare, truffare si... questi PSICOSINISTRONZI sono proprio dei COGLIONI! e ripeto: CO-GLI-O-NI!!!

mzee3

Gio, 07/08/2014 - 11:10

LA NUOVA STRATEGIA DEL FISCO: come, per esempio, la delocalizzazione dei redditi verso paesi a fiscalità più favorevole e i fenomeni di pianificazione fiscale aggressiva. Sempre con riguardo ai grandi contribuenti, ecc...ecc..Oh perbacco, oh per dirindina! Anche Il Giornale si è accorto che è necessario affrontare il problema dei grandi evasori! E chi sarebbero questi probabili grandi evasori ed elusori? Saranno gli operai della FIAT? Saranno i cassaintegrati? Saranno gli esodati? eh noooo...saranno forse i pensionati.Improvvisamente si è capito che sono coloro che delocalizzano, che hanno magari la "barca" a Porto Cervo o in Croazia o in Gracia?Cu-cu! Il Giornale non mi pare abbia mai fatto una campagna di questo genere regnando sull'Italia degli evasori il più noto evasore fiscale! Non mi pare che Il Giornale abbia mai fatto campagna antievasione contro i grandi evasori quando "qualcuno" diceva che era giusto evadere perchè la pressione fiscale(che allora era anche minore di oggi!) era troppo invadente, anzi li giustificava e si indignava se qualcuno diceva che i soldi c'erano e bastava andarseli a prendere.Oggi si scopre che i grandi evasori ci sono e sono proprio coloro che eludono il fisco e che delocalizzano. CU-CU! CU-CU!CU-CU! CU-CU!Chissà cosa dice il futuro piccolo-"padre dell patria", ma siamo curiosi di sentire cosa ne dirà quando potrà intestarsi anche questa "rivoluzione", lui il salvatore del mondo, lui che ha evaso il fisco. Siamo ancora in attesa della sconfitta del cancro e sono passati ormai tre/quattro anni dall'annuncio.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 07/08/2014 - 11:39

Inizino a levare l'inversione dell'onere della prova (il contribuente è colpevole salvo prova contraria), il solve et repete (prima devi pagare la multa poi puoi fare ricorso), il ricorso automatico fino in Cassazione se il giudice di primo grado da torto all'agenzia, ed introducano una qualche forma responsabilità del funzionario che in chiaro "errore", per orientamento giurisprudenziale a favore del contribuente ad esempio, lo continui ciononostante ad inquisire...poi ne riparliamo di "svolta" nel fisco italiano !

luigi.muzzi

Gio, 07/08/2014 - 12:10

mah, qui ieri sono entrati 20 finanzieri in un piccolo hotel, in piena stagione ! Forse non avevano ancora ricevuto la circolare...

Massimo Bocci

Gio, 07/08/2014 - 12:15

Far pagare le tasse a chi per 50 anni le ha eluse COSTITUZIONALMENTE CCCP e per gli altr 20 costretto dal più grade Italiano (ELUSE COOP) socialmente, questa si che sarebbe una MISSIONE SOCIALE...............IMPOSSIBILE, IN UN REGIME a costituzione CCCP...ed a elusione......COOP. Una similitudine di intenti di REGIME E LADRI.....COSTITUENTE!!!! E voi vorreste andare contro simili CIOFECHE...........COMUNISTE!!!! QUESTI PARMISAN, sono i liberatori (TAROCCHI!!!,millantati) ma LADRI COSTITUZIONALI, h24 x 70 anni o quante' che RUBANO e MALVERSANO QUESTI in ITALIA, una vera associazione....... ADELINQUERE COSTITUENTE!!!

colapesce

Gio, 07/08/2014 - 12:23

cioe il piccolo evasore che incassa 50.000 e dichiara 15.000 puo continuare a farlo e stare sereno , come dice Renzi o no!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 07/08/2014 - 13:17

Dopo queste proposte tranquillizzanti ..... per la categoria "lavoratori & pensionati" la vedo molto brutta.

electric

Gio, 07/08/2014 - 13:28

Spero proprio che non si assista più a scene aberranti, tipo il paninaro multato perché l' orario sullo scontrino era in anticipo di 45 minuti, o il pasticciere multato perche' porge un dolcino al figlioletto senza emettere lo scontrino...

Gioa

Gio, 07/08/2014 - 13:42

TUTTI EVASORI MENO CHE LA POLITICA POLTRONIFERA, DIRIGENTI PUBBLICI PAGASSERO UNA VOLTA CHE E' UNA VOLTA....ANZI TUTTO A CREDITO PER LORO E A DEBIO PER NOI. QUESTA E' L'ITALIA DELL'EVASORE. ORLANDO, UNA DOMANDA L'AGENZIA DELLE ENTRTE CONTROLLA E VERIFICA, MA ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE CHI LI GUARDA?. NULLA DA DICHIARARE?. SIAMO SULLA STRADA GIUSTA': SI' QUELLA DEL 117....

gianni59

Gio, 07/08/2014 - 19:31

Sarà, ma il meccanico sotto casa mia non ha mai fatto una fattura...

Lino.Lo.Giacco

Gio, 07/08/2014 - 23:29

con la popolazione disonesta devono cominciare a castigarla,e poi basta con ispettori e decine di agenti per controllare una ipotetica evasione di mille€ spendendone cinquantamila per i controllori

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 08/08/2014 - 11:41

dopo il Conte attilio la compagna Maxima, siamo caduti dalla padella nella brace.A parole il suo impegno contro i grandi evasori è encomiabile, ma nei fatti si risolve tutto a tarallucci e vino come con valentino rossi ed ezio greggio!!!

canaletto

Ven, 08/08/2014 - 14:32

spero che vadano a cercare tutti i miliardi delle consulenze di prodi pagati nei paradisi fiscali, quelli di monti, degli indfustrialotti rossi che hanno fabbriche all'estero dove producono a costo zero ed importano in Italia e hanno creato la disoccupazione.Rientrate coi lavori in Italia, razza di farabutti.

gianni59

Sab, 09/08/2014 - 17:15

Electric..suvvia lei sa benissimo che sono errori eccezionali e che paninari e pasticceri veri evasori ce ne sono a migliaia...una per tutte: ho preso una torta per il compleanno di mio figlio in una notissima (e quindi ben avviata) pasticceria che mi ha mandato con uno scontrino alla cassa dove mi hanno timbrato un "pagato" per ritirarla. Lì mi sono accorto che sebbene molto simile lo scontrino non era fiscale. Sono dunque tornato alla cassa dove come se niente fosse me lo hanno fatto. Capite oltre all'evasione mi avevano fatto pagare la torta ivata, quindi dopppio guadagno! La dobbiamo finire di rubare a tutti i livelli!