Obama, presidente con il vizietto di intercettare

Rischia di passare alla storia anche per il suo iperattivismo legato alle intrusioni via web

I fratellini Occhionero non avevano trovato di meglio che battezzarlo, Occhio della Piramide. Non fosse per l'onorata fede massonica avrebbe potuto chiamarsi XKeyscore, Fairview o Dropmire, tanto per citare tre rodati programmi usati dalla Nsa (National Security Agency, l'agenzia americana responsabile dello spionaggio elettronico) per monitorare le comunicazioni dei governi stranieri. Grazie a quelli e ad altri programmi di sorveglianza e software, come rivelò nel 2013 l'ex tecnico della Cia Edward Snowden, l'America dell'integerrimo Obama ha ficcato naso ed orecchie nel telefonino di Angela Merkel, in quello del segretario delle Nazioni Unite Ban Ki Moon e di una trentina di altri leader politici stranieri. Tra questi, come raccontò Wikileaks, c'era anche Silvio Berlusconi. Tra il 2008 al 2011 il nostro presidente del Consiglio venne, infatti, accuratamente monitorato dagli spioni americani su ordine di un segretario di Stato Hillary Clinton assai preoccupata per i suoi rapporti con Vladimir Putin. E tanto per non lasciar nulla d'intentato lo «Special Collection Service», della Nsa si premurò di metter sotto controllo anche cellulari e utenze fisse dei principali collaboratori dell'allora premier, come il consigliere per le relazioni internazionali Valentino Valentini, quello per la sicurezza nazionale Bruno Archi e il rappresentante italiano presso la Nato Stefano Stefanini.

Dunque i terminali americani della coppia Occhionero sembrano indicare una strada e un'abitudine già conosciuta. Una strada e un'abitudine utilizzata in precedenza, come raccontò lo Snowden poi riparato a Mosca, non solo per raccogliere informazioni alla vigilia di importanti incontri internazionali, ma anche per sottrarre cruciali segreti a gruppi industriali come Petrobas, la compagnia petrolifera brasiliana considerata determinante, grazie alle particolari competenze nell'ambito delle trivellazioni marine, nell'ambito delle strategie energetiche. Ma la curiosità dell'America di Obama non si è fermata neppure davanti all'inviolabilità delle residenze diplomatiche visto che, sempre stando ai racconti della talpa Snowden, la Cia contribuì a piazzare i microfoni della Nsa in 80 tra ambasciate e consolati di tutto il mondo. E per capire cosa pensavano e progettavano i capi dell'Unione Europea la Cia e l'Nsa entrarono direttamente nei server e nei computer di Bruxelles monitorando sistematicamente tutte le loro comunicazioni. Ed anche la Francia ha goduto di non poche attenzioni. Non a caso quando Le Monde pubblicò le rivelazioni di Snowden sulle oltre 70 milioni di telefonate di cittadini francesi monitorate nell'arco di soli trenta giorni Obama non poté far a meno di chiamare il presidente Francois Hollande per scusarsi. Per garantire la conservazione e la disponibilità di questa massa di dati quell'America, in cui sono state convogliate anche le intercettazione messe a segno dai fratellini Occhionero, ha costruito impianti di stoccaggio di grandi dimensioni, come lo Utah Data Center, una struttura di oltre un milione di metri quadri dal costo stimato di 1,5 miliardi di dollari. E per riempire quella struttura sono attivi dal 2010 gli operatori di «Auroragold» l'operazione dell'Nsa progettata e sviluppata, secondo i pochi dati emersi, per penetrare i circuiti di oltre 700 delle circa 985 compagnie telefoniche che gestiscono il traffico dei telefonini su scala globale. Un'operazione che ha bisogno di grandi tecnologie, ma anche di un esercito di operatori reclutati tra liberi professionisti. E proprio per questo i fratellini Occhionero sono, forse, solo la punta di un iceberg assai più vasto.

Commenti

Menono Incariola

Ven, 13/01/2017 - 09:01

Obama o no, in genere gli USA hanno sempre cercato di avere le orecchie di Dumbo, Echelon insegna. E se lo sa uno stupido come me, la cosa dovrebbe essere nota a maggior ragione agli intelligentoni dei politici nostrani. Posso capire che il contrasto sul campo sia difficile, per quanto non credo che noi si sia particolarmente arretrati dal punto di vista delle contromisure informatiche. Quello che mi fa andare in bestia è che, ogni volta che PALESEMENTE uno stato qualsiasi (USA? ,-)) viola le nostre regole non si prendano immmediatamente provvedimenti di un certo rilievo, come per esempio l'espulsione del relativo ambasciatore. Altrimenti non diciamoci stato sovrano ma piuttosto protettorato.

Menono Incariola

Ven, 13/01/2017 - 09:06

Come già fatto notare in altro commento, mi permetto di osservare che, molto probabilmente, Obama altri non era che un obbediente burattino in grado di manovrare le agenzie statali. Le informazioni raccolte, pur transitando per queste ultime, erano in realtà destinate ai massimi livelli del "governo ombra" del "filantropo" e sodali. E questa, a mio avviso è la vera ragione del nome attribuito al software.

elio2

Ven, 13/01/2017 - 09:21

La spiegazione regge, il guerrafondaio americano tanto amico dei comunisti, ce l'ha tanto con le spie russe perchè ha scoperto che sono arrivate dove lui con la sua eccelsa ignoranza aveva fallito.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 13/01/2017 - 09:45

È grazie a questo premio Nobel più guerrafondaio della storia se oggi siamo invasi dai clandestini. nopecoroni.it

Marzio00

Ven, 13/01/2017 - 10:00

Per tutti quelli che piangono Obama e la Clinton: ecco lo spessore dei vostri beniamini!

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 13/01/2017 - 10:19

Il peggiore presidente americano di tutti i tempi !!! Un guerrafondaio a cui viene conferito il Nobel per la Pace !!! VERGOGNA !!!!

Vigar

Ven, 13/01/2017 - 11:09

@ bingo bongo. Proprio così! Il peggior presidente che gli USA abbiano mai avuto. Chissà, più tempo passa e più la qualità dei presidenti peggiora, guarda da noi.....

Libertà75

Ven, 13/01/2017 - 11:12

ma non era putin il super cattivo spione e impiccione? allora obamuccio è peggio?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 13/01/2017 - 11:46

Il lascito di Obama: 7 paesi bombardati: Irak, Somalia, Siria, Libia, Pakistan, Afghanistan, Yemen. 2) sostegno ad Arabia Saudita e tagliagole in Siria; colpo di stato in Ucraina; 3) aumento della povertà negli USA, oggi 45 milioni di americani vivono di sussidi sociali; ecc.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 13/01/2017 - 12:00

Chi mostra gode, ma chi vede muore. Gli spioni PDoti, Obama in testa, è logico che politicamente... muoiano.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 13/01/2017 - 12:51

Armi e intercettazioni due capisaldi della democrazia USA.

steacanessa

Ven, 13/01/2017 - 12:59

Che faccia di merenda il meticcio!

killerqueen

Ven, 13/01/2017 - 13:13

Chissa' cosa uscira'..... Obama in questo periodo e' troppo nervoso.... per fortuna gli americani si sono dimostrati migliori di lui....... nonostante i suoi tentativi (discorso strappalacrime, catering servito dalla famiglia Obama in persona ai suoi collaboratori, ecc.)

Libero1

Ven, 13/01/2017 - 13:24

Non si scopre oggi che la CIA,FBI e servizi secreti americani durante la presidenza dell'abbronzato oltre a spiare su tutto il mondo su ordine dello stesso abbronzato e dell'oca clinton non solo orchestrarono di bombardare a tappeto la Libia per uccidere Ghaddafy,ma quello ch'e' grave che dopo aver ricevuto sul tappeto rosso il presidente egiziano Mubarak alla casa bianca la Cia organizzo'su ordine dell'abbronzato la rivolta popolare in Egitto per eliminare lo stesso presidente Mubarak.L'accozzaglia democratica americana e' uguale all'accozzaglia PiDiota italaliana.

Mannik

Ven, 13/01/2017 - 13:35

Ausonio, forse è il caso che legga qualche libro prima di commentare...

Ritratto di gangelini

gangelini

Ven, 13/01/2017 - 15:34

E poi ci si chiede e ci si meraviglia per quale motivo ha vinto TRUMP. La feccia del mondo sta negli USA: Obama, Clinton, l'establishment finanziario, persone e organizzazioni che tanti danni hanno creato e che ci stanno facendo diventare progressivamente sempre più poveri, portandoci alla fame. Sveglia italioti, Renzi e compagni sono al libro paga di queste organizzazioni.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 13/01/2017 - 16:51

...il DNA maligno resta sempre! il peggiore e meschino presidente di tutti tempi da dimenticare.

Ritratto di Opera13

Opera13

Ven, 13/01/2017 - 17:28

Su CNN, Obama Legacy, Michelle Legacy, premio sorpresa a Biden in lacrime. Che goduria vederli andarsene in lacrime. Countdown -7, -6, -5,...... OUT. Con il rinvio a giudizio della Clinton assisteremo ad una jail legacy a catena. Poi nelle mani dell'IRS come Nixon. Wipe Out their wealth.