Via libera al ddl Anticorruzione. Renzi: "Pronti a mettere la fiducia"

Massime e minime più alte, tempi più lunghi per la prescrizione. Eredi corresponsabili in senso patrimoniale. Il premier: "Dal governo nessuna tregua"

"Abbiamo mantenuto l'impegno che avevamo preso". Ha esordito così il presidente del Consiglio, presentando al termine del consiglio dei ministri le novità in tema di corruzione, che consistono in norme più severe, per combattere quella che Matteo Renzi ha definito "una grande, grande sfida per il nostro Paese".

Norme più severe, ma non soltanto. Il premier ha voluto parlare anche di "una questione educativa, culturale", per spiegare che non bastano le leggi a combattere la corruzione. Ad ogni modo arriva il passaggio da quattro a sei anni per la pena minima, e un aumento da otto a dieci per la massima, con "la restituzione del maltolto".

In pratica, chi verrà condannato dovrà "pagare tutto, fino all'ultimo giorno, fino all'ultimo centesimo". E le confisca riguarderanno "anche gli eredi, che saranno corresponsabili nel senso patrimoniale del termine".

Più lunghi anche i tempi di prescrizione, di due anni dopo la condanna di primo grado e uno dopo quella di secondo grado. Il patteggiamento, lo ha specificato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, "rimane una via possibile. Non potrà escludere la possibilità della pena detentiva".

"Il testo diventerà legge, mi auguro nel tempo più breve", ha detto Renzi, auspicando un lavoro parlamentare veloce per il disegno di legge e chiarendo di non voler procedere per decreto su materia penale, cosa che "non si fa per principio". Ma pronto invece a "mettere la fiducia se sarà necessario".

Il premier ha parlato di una piena condivisione da parte di tutti i ministri, anche perché l'incontro era stato preceduto da "una discussione ad agosto" e ha assicurato: "Chi sta da questa parte del tavolo è determinato ad andare casa per casa, con tutti gli strumenti, per combattere la corruzione. Chi sta qui non dà tregua".

Commenti
Ritratto di ohm

ohm

Ven, 12/12/2014 - 21:22

Andate pure avanti con la fiducia....vedrete che bello scivolone appena qualcuno avrà il coraggio di esprimere veramente le proprie intenzioni...è solo questione di rispetto nei confronti del popolo italiano!

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 12/12/2014 - 21:23

Perchè fino adesso il maltolto si poteva tenere ? ma che vergogna!

Ritratto di AyatollahKhomeyni

AyatollahKhomeyni

Ven, 12/12/2014 - 22:23

Ai ladri si tagliano le mani. Il miglior deterrente possibile!

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 12/12/2014 - 23:10

Ma sì, dai! Facciamo una cosa nuova: mettiamo la fiducia! C'è sempre una prima volta...

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 12/12/2014 - 23:23

Ancora una fiducia!? Renzi mi ricorda lo stambecco, che vive su impervie pareti rocciose, saltando da un sasso all'altro proprio nel momento in cui sta per franare. Ogni tanto allo stambecco il gioco non riesce e precipita. Quanto ancora riuscirà Renzi a saltare di fiducia in fiducia, prima di sfracellarsi? Sekhmet.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 12/12/2014 - 23:41

Si tratta di una operazione assolutamente inutile. Si illude che gli assassini ed i delinquenti che hanno infangato il mondo politico di Roma si fermino per le sue dichiarazioni da smargiasso. QUANTO ALLA CONFISCA DEI BENI VIENE GIÀ AMPIAMENTE APPLICATA AI MAFIOSI. NON SE NE ERA ACCORTO? Che cavolo ci racconta?

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 12/12/2014 - 23:59

queste sono le intenzioni ma poi alla fine vedremo cosa passa. in ogni caso, solo per il fatto che se si restituisce tutto il bottino si puo' patteggiare, significa che hanno ancora intenzione di far rubare....e si perchè quando ci sono di mezzo tanti soldi conviene: se mi va bene tengo tutto se mi beccano rendo tutto e patteggio. ma gli italiani vogliono e si meritano che questi delinquenti non abbiano scampo. chi è gia' onorato di un lauto stipendio pagato dai cittadini, se tocca un solo euro deve andare in carcere senza poter patteggiare un bel niente, e invece in questo modo sui grandi appalti ci proveranno ancora.

acam

Sab, 13/12/2014 - 00:10

cara la mia Misura di resistenza, parlare di rispetto a chi non lo conosche é come parlare del Diavolo e dell'acqusanta sono compatibili? io penso che tu vali qualche tera Cosa difficilmente mantenibile. il popolo italino dovrebbe capire che coloro, che immersi in tutta questa schifezza ancora si ritengono superiori sono diventati non solo impresentabili ma anche improponibili non é vero cara nunziata?

Esculoapio

Sab, 13/12/2014 - 01:38

la corruzione e' figlia del sistema, fatto apposta per generarle, se non si cambia le pene severe saranno inutili, i politici corrotti diventeranno sempre piu' furbi e costosi

Agostinob

Sab, 13/12/2014 - 06:50

Come è bravo Renzi a voler farsi vedere dal popolo che lui è integerrimo e non perdona gli errori. Ma da dove inizia la correttezza e la legalità per lui? Probabilmente appena prima (dico a caso) di una falsa assunzione come dirigente per poi farsi pagare i contributi, a vita, dagli italiani per un lavoro mai svolto. Ecco si, dev'essere così. La legalità e l'onestà inizia appena prima e qualcuno quindi può definirsi onesto.

Agostinob

Sab, 13/12/2014 - 06:52

Ma poiché i media non ne hanno più parlato, la cosa è passata nel dimenticatoio: La gente è affascinata dalle cose che vede al momento e dalle azioni "di pancia". Invece i media dovrebbero continuare a ricordare le cose passate e forse ci si farebbe meglio un'idea degli onesti o meno.

Agostinob

Sab, 13/12/2014 - 06:55

Va notato che Renzi continua a mantenere le promesse che, di fatto non gli costano nulla ma che gli fanno fare bella figura. In realtà, anche se queste cose sono importanti, ma ci sono già leggi per il momento, vi sono ben più grossi e gravi problemi di economia, consumi e mercato che andrebbero affrontati con maggior forza. Ma poiché questi sono difficili, meglio accantonarli e che si risolvano da soli. Tanto prima o poi....

Duka

Sab, 13/12/2014 - 07:32

Un metodo da FURBO per tirarsi fuori. " Io non so, Io non c'ero, Io non lo conoscevo , ecc. ecc" La solita manfrina di CHI è stato sorpreso con le mani nella marmellata. CHI è disposto a credere che il min. Poletti, UOMO COOP, sorpreso al tavolo con una banda di delinquenti fosse li per caso e CHI è disposto a credere che alla cena del bullo fiorentino i capi della mafia romana erano di passaggio o invitati per caso?

Agostinob

Sab, 13/12/2014 - 07:34

Mi meraviglio di chi si indigna per la corruzione. Quanto facile moralismo! La corruzione è sempre esistita da quando esiste l'uomo. E la politica è la sua massima espressione. Indignarsi per mostrarsi retti è un non senso. I partiti, quelli della prima repubblica ed oggi il PD, hanno vissuto sulla corruzione. Le società a loro aggregate si basano sulla corruzione e non la toglierà Renzi per decreto; verranno cambiate le forme. La corruzione, come tanti altri mali, si toglie riducendo il ladrocinio di uno Stato che obbliga chi deve far qualcosa, a trovare la via meno costosa. La riduzione delle tasse è il primo passo perché è sempre dall'esosità di uno Stato che nascono i tentativi di fregarlo e di guadagnar qualcosa senza farlo sapere. La criminalità poi, non si elimina per legge e non la fermerà nemmeno questo DDL. Però Renzi davanti al popolo bue apparirà come colui che la fa pagare ai delinquenti, pensando che con questo si risolveranno i problemi italiani.

vince50_19

Sab, 13/12/2014 - 08:02

Certo che questo presidente del consiglio è veramente suggestivo: bisogna sempre agire DOPO che si sono verificati fatti così gravi? Sono gli unici questi e in questo genere di reato/i? La solita italietta governata dalla più ributtante ipocrisia.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 13/12/2014 - 08:30

Caro Matteo, la prescrizione per reati di corruzione, concussione, aggiotaggio, particolarmente se commessi da pubblici ufficiali e politici non dovrebbe affatto esistere. È una delle tante anomalie giudiziarie tutta italiana e che nessun paese al mondo ci invidia. Eliminare del tutto la odiosa prescrizione, troppo spesso usata e abusata da certi giudici per salvaguardare certe losche personalità in politica.

Duka

Sab, 13/12/2014 - 08:41

BASTA, BASTA E POI BASTAaaaaaa!!!!! PCI,PDS,DS,PD sono da sempre una banda di LADRI. TUTTI IN GALERA E BENI CONFISCATI - questo occorre fare e subito.

blackbird

Sab, 13/12/2014 - 08:45

Renzi restituisci le somme avute dal tuo Partito, tanto per cominciare. E non venirtene fuori con il fatto che la responsabilità penale è personale, anche la ricettazione e il riciclaggio sono reati. Questi sì attribuibili al Partito!

linoalo1

Sab, 13/12/2014 - 08:50

Poveri noi!Il Marinaio Renzi ha fatto il suo Annuncio Quotidiano!Come minimo,con i collaboratori che si ritrova,sarà sicuramente una Castroneria e,appunto per questo,forse non resterà solo una Promessa!Lino.

Gianca59

Sab, 13/12/2014 - 09:01

Bene, aumentate le pene avremo la coda davanti alle galere di quelli pronti a scontare la pena. Sul NYT un articolo dice che la corruzione in Italia si trova solo in galera, torna la fiducia e da BBB- passeremo a AAA in un sol colpo.....

Gianca59

Sab, 13/12/2014 - 09:02

Bene, aumentate le pene avremo la coda davanti alle galere di quelli pronti a scontare la pena. Sul NYT un articolo dirà che la corruzione in Italia si trova solo in galera, torna la fiducia e da BBB- passeremo a AAA in un sol colpo.....

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 13/12/2014 - 09:16

fino a dieci anni per un primo atto di corruzione possono ancora andare bene ma per il secondo atto commesso dalla stessa persona gia giudicata si dovrebbe passare a 20 e per il terzo atto a trenta: evidentemente dovremo costruire inizialmente prigioni per almeno cinquantamila persone a poi, a poco a poco, il fenomeno si ridurrebbe: ed i costi?? tutti a carico degli interessati!

aaantonio5555

Sab, 13/12/2014 - 09:35

Questo non sa cos'è la procedura penale .Alla prossime elezioni che brutta fine che fate il PD e NCD gli italiani non sono stupidi.Il maltolto oggi e ieri non si poteva tenere, veniva confiscato.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 13/12/2014 - 09:52

Quanti giorni dovranno passare prima che Il Giornale prenda posizione contro la legge sulla corruzione?

Ritratto di MAFIAcapitale..

MAFIAcapitale..

Sab, 13/12/2014 - 09:57

se il frottoliere del consiglio avesse davvero voluto fare qualcosa per combattere la corruzione avrebbe fatto un decreto legge, invece ha fatto un polverone mediatico annunciando un ddl che non vedrà mai la luce

canaletto

Sab, 13/12/2014 - 10:09

MATTEO SIETE TUTI CORROTTI NON FARE IL PURITANO SENZA PECCATI. RICORDATI CHE A FIRENZE AL TUO POSTO HAI MESSO IL TUO AMICO NARDELLA ALTRO INCAPACE. BASTA COL PRENDERCI PER IL SEDERE SIAMO STUFI DELLE TUE CHIACCHIERE

Anonimo (non verificato)

Agostinob

Sab, 13/12/2014 - 13:15

Prima o poi Il Giornale prenderà posizione contro la legge anticorruzione altrimenti, se fosse decisa, sparirebbe tutta la sinistra e non potrebbe più prendersela con nessuno.