Ora la Boldrini vuole fare anche lo sceriffo del web

La presidente della Camera s'intesta la crociata contro i falsi. Ma non vigila: ci si iscrive pure coi profili finti

Bufale, fake news e post verità. Quella che Laura Boldrini ha giurato al web si tratta di una battaglia senza esclusione di colpi. Un'autentica crociata. Tanto da spingerla nei giorni scorsi a lanciare una raccolta firme in pompa magna dal titolo #Bastabufale. Peccato si sia dimostrata essere anch'essa un po' farlocca.

Andiamo con ordine. Il testo dell'appello è una raccolta di belle parole contro la Rete “luogo di operazioni spregiudicate” in cui si annidano loschi personaggi capaci di creare vere e proprie “fabbriche di bufale a scopo commerciale” o per “propaganda politica”. Il nemico numero uno della Boldrini sono, ovviamente, i cosiddetti “troll”, ovvero profili falsi spesso fonti inesauribili di notizie inventate. È lecito aspettarsi, dunque, che nel lanciare il sito per la raccolta di adesioni al suo appello (bastabufale.it), la presidente abbia fatto di tutto affinché fosse a prova di impostori. E invece no. Insieme a testimonial d'eccezione come Francesco Totti e Fiorello, spunta pure Sandro Il Bufalaro. Chi è? Nessuno, è un troll. Un finto firmatario inventato da noi. Così quando la presidente presenterà le sue firme ai rappresentanti del mondo della scuola, dell'informazione e dei social network, si ritroverà all'interno pure la sigla de Il Bufalaro. Credibile come campagna contro i fake, no?

Al momento non ci sono arrivate mail di cancellazione dell'adesione. Tutto tace. Per aderire all'appello, in fondo, ci è bastato scrivere nome, cognome, indicare una mail e risolvere un'operazione matematica da prima elementare. Subito è arrivata una mail di conferma: “Carissimo Sandro Il Bufalaro – si legge - La tua firma è un atto di responsabilità”. Firmato: Laura Boldrini.

Fa sorridere. Ma bastabufale.it è solo l'ultimo dei round giocati dalla presidente contro il web. Ieri sulle pagine di Repubblica ha inviato una lettera al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, chiedendogli senza mezzi termini di prendere posizione e farsi carico della "responsabilità" di bloccare "l'odio" sui social network, la diffusione delle fake news e via dicendo. Un elenco infinito.

Boldrini ha imbracciato un mitra con troppi caricatori: spara pallottole contro la notizie false; proiettili contro i commenti d'odio; bombe addosso ai gruppi Facebook che inneggiano a Mussolini; e stilettate contro i “contenuti discriminatori o razzisti”. Un minestrone che rende potenzialmente pericolosa la crociata presidenziale. Nessuno mette in dubbio, infatti, che diffondere il video intimo di una ragazza al solo scopo di umiliarla sia una pratica da ostacolare con tutte le forze. La tragedia di Tiziana Cantone, suicidatasi per la vergogna, lo dimostra ampiamente. Ma quando si entra nel capitolo delle fake news, il discorso si complica. Il pianeta della Rete somiglia più ad un prisma che ad una linea retta. E non è sempre facile dividere il bianco dal nero.

L'altra faccia della post verità è infatti un pensiero dominante digitale capace di trasformare in bufala tutto quello che non coincide con le brillanti idee di pochi illuminati. Olimpo su cui, ovviamente, si è ritagliata un posticino pure Laura Boldrini. Viene da chiedersi, però, sulla base di quale legge vengono scelti i giudici autorizzati a distinguere una balla dalla realtà. Nessuno lo sa. L'importante è che appartengano al Pantheon dei radical chic.

Commenti

Duka

Mar, 14/02/2017 - 13:01

NO NO .. si aggiudichi con MERITO la SEGRETERIA del PD. E' il suo ruolo più appropriato. A FUROR DI POPOLO VOGLIAMO LA BOLDRINI SEGRETARIA DEL PD.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Mar, 14/02/2017 - 22:46

Ancora due mesi e la vedremo in orbita con ago e filo, per ricucire il buco nello strato di ozono, la Fedeli si spaccia per laureata, ma questa potrebbe tenere la cattedra di "Idrologia della pozzanghera"... ma noi italiani cosa abbiamo fatto di male per meritarci questa ? Era la patria dei Dante, Leonardo e Michelangelo, da terra di artisti a nazione di politici inutili.

elpaso21

Mer, 15/02/2017 - 00:08

NON POSSIAMO STARE ANCORA APPRESSO A FACEBOOK, quindi smettete di tenerlo in considerazione.

elpaso21

Mer, 15/02/2017 - 00:14

TUTTO QUELLO CHE SI SCRIVE SU FACEBOOK E' SPAZZATURA, quindi inutile che vi ammazzate per fare cancellare i post.

Alessio2012

Mer, 15/02/2017 - 00:50

Il fatto stesso che se ne parli vuol dire che è sudditanza nei suoi confronti.

manfredog

Mer, 15/02/2017 - 01:06

..mi chiamo Bold, Laures Bold..!! mg.

stefano.colussi

Mer, 15/02/2017 - 01:55

..capisco la on.le Boldrini: in un Paese come il nostro dove NON c'è Disoccupazione Nè Sottoccupazione Né Droga Nè Malavita Nè Corruzzione Nè Inflazione Nè Fallimenti .. e dove il Grande Euro garantisce a tutti Pace & Serenità .. abbiamo 2 soli Grandi Problemi : la Boldrina & i Social(s) .. colussi, cervignano del friuli, udine, italy ( Fronte del No )

Klotz1960

Mer, 15/02/2017 - 02:47

Voi del Giornale di fatto la sostenete, perche' continuate a darle prime pagine. Vergognatevi.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 15/02/2017 - 07:34

Invece di queste balle perchè non si dedica ad un lavoro "socialmente utile": legge sulle non risposte; se un funzionario dello stato (in primis Boldrini con magistrati e giudici) non risponde ad una domanda o petizione di cittadini, viene licenziato in tronco.

lambi65

Mer, 15/02/2017 - 09:02

può cancellare il suo profilo dov'è il problema? nessuno ne risentirà. il suo comportamento nel provocare continuamente il popolo "potrebbe" essere passibile dei seguenti reati,istigazione alla rivolta sociale,disordine pubblico e odio.

Ritratto di adl

adl

Mer, 15/02/2017 - 11:45

Bisogna operare una ulteriore distinzione tra FAKE NEWS e FUCK NEWS le prime sono equamente distribuite in regime di libero mercato tra erogatori pubblici quali teleleopoldine a canone garantito e stampa asservita ai potenti e web le seconde sono invece in regime di MONOPOLIO erogate dallo STATO FARLOCCO. AD esempio gli aumenti dei vitalizi e delle retribuzioni di parlamentari e dattilografe ed elettricisti di Monte Citorio e Palazzo Madama pagati come Obama nell'era TRUMP mentre intorno il massacro fisco contributivo fa strage sui comuni mortali sudditi, è una tipica FUCK NEWS istituzionale. Si potrebbe anche parlare ricorrendo alla economia agraria di NOTIZIA CETRIOLO, destinata al povero PANTALONE.

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 15/02/2017 - 12:30

...Queste esternazioni della B., ora anche rifondatrice e sostenitrice di una nova sinistra forte, ci servono a ricordare che esiste, sempre e comunque, anche il fascismo rosso, che è parte imprescindibile del DNA comunista, che prepotentemente pervade il ns. Stato, nonostante renzismi e travestimenti vari....

agosvac

Mer, 15/02/2017 - 12:33

Chi entra in un social network , se non è completamente deficiente, sa benissimo i rischi che corre dando in pasto a milioni di persone le sue vicende personali. Per quanto mi riguarda non è cosa che mi è mai interessata, perché mai cincischiare o cinguettare quando si può leggere un buon libro??? Per quanto riguarda le letterine scritte dalla signora boldrini, quando chi le ha ricevute avrà smesso di ridere, se ne avrà ancora la forza, le farà rispondere da qualche segretaria che sarà ancora più ignorante!!!

silvano45

Mer, 15/02/2017 - 14:13

in tutti i regimi si inizia con voler uniformare il linguaggio i comportamenti e le verità, visto che i cittadini sembrerebbero ignoranti e non sanno distinguere sarà la signora Boldrini ha stabilire il vero o il falso? Ma molte dei suoi pensieri e proclami per me non sono ne accettabili ne verità quindi arriverà una nuova "Rivoluzione culturale"stile Mao?

routier

Mer, 15/02/2017 - 16:29

Che lei "voglia" fare tante cose, è un conto. Che lei abbia anche una tale credibilità per cui la gente la segua pedissequamente, beh....allora è un altro paio di maniche!

nova

Mer, 15/02/2017 - 17:40

La Boldrini, nipote del successore di Enrico Mattei ucciso dal conglomerato petroliero yankee, possiede la verità. Come quando nel 2009, in qualità di portavoce dell'Alto Commissariato ONU per i rifugiati, ci faceva pervenire quelle foto sfocate di africani morti nel deserto, asseritamente in fuga dai campi di concentramento di Ghedaffi. Il leader libico, trucidato sotto le telecamere internazionali nel 2011 per tali colpe, allora ospitava in Libia per lavoro quasi tre milioni di sub-sahariani cui ora manca un futuro. Dei ghanesi mi hanno detto che guadagnavano 600 euro al mese, pur garantendo il governo libico prezzi politici irrisori per ogni necessità di vita (cibo, alloggio, sanità, elettricità gratis, benzina a euro 0.08/litro).

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Mer, 15/02/2017 - 19:55

inauguro una campagna #bastaboldrini

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 15/02/2017 - 21:06

...la Bufala...lol

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 15/02/2017 - 21:06

...La Bufalini...lol

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 16/02/2017 - 09:47

Cominciamo col bloccare le affermazioni deliranti con cui viene fuori lei tutto il tempo, allora ...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 16/02/2017 - 11:08

Da sopportare ancora per qualche mese, poi entrerà nel dimenticatoio.

i-taglianibravagente

Gio, 16/02/2017 - 13:06

si dice sceriffA

dagoleo

Gio, 16/02/2017 - 13:41

Ma non è la Boldrina che a domenica in in una intervista con Giletti, inneggiava, fottendosene altamente della volontà del popolo italiano, alla società meticcia ed al fatto che l'Italia dovesse trasformarsi in una nazione meticcia. Questa è la nostra Presidenta della Camera. E questa non è una fake news, è la pura verità. Siamo governati da folli che vogliono distruggere il nostro paese. Reagiamo con la massima decisione.

billyserrano

Gio, 16/02/2017 - 16:07

E pensare che questa tipa quì la paghiamo pure. Viva l'Itaglia