Ora Moody's difende le tasse: "Il taglio della Tasi è negativo"

L'agenzia di rating alza le stime del pil. Ma sconsiglia a Renzi di tagliare la Tasi: "La tassa sulla casa rappresenta è una fonte stabile di entrate"

Adesso Moody's si erge a paladina delle tasse. L’agenzia internazionale mette, infatti, in guardia Matteo Renzi dai rischi di "un impatto potenzialmente negativo" derivante dalla cancellazione della Tasi. Questo perché, spiegano gli analisti, la tassa sulla casa rappresenta una "fonte stabile di entrate" e sarebbe anche "meno distorsiva" rispetto ad altre tasse.

In una credit opinion dedicata all’Italia, Moody’s alza le stime sul pil italiano, ora visto in crescita dello 0,7% nel 2015. Un balzo in avanti di mezzo punto percentuale rispetto alle previsioni precedenti che andrà a consolidarsi nel 2016 quando la crescita sarà dell'1,2% con un miglioramento dell'1% rispetto alle stime precedenti. "Le possibilità di un rialzo del rating dell’Italia - si legge nel report di Moody's - sono legate a un effettivo rafforzamento delle prospettive di crescita innescate dalle riforme di economia e lavoro laddove un peggioramento delle prospettive di crescita, una riduzione del surplus primario, peggiori condizioni di funding e significative ricapitalizzazioni di banche potrebbero far scattare un declassamento".

Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Gio, 24/09/2015 - 17:53

La tua CASA sarà il mio BANCOMAT! Pittibimbo dixit! Ma possibile che non si possano mandare al diavolo le società di rating?

MEFEL68

Gio, 24/09/2015 - 17:59

Ogni volta che i governi di sinistra promettono qualcosa in favore dei poveri italiani, c'è sempre qualcuno che "cattivone" glielo impedisce. Una volta la Corte Costituzionale; altre volte la Corte dei Conti, l'Europa fino...a Moody's. Possibile che MAI nessuno suggerisca all'Italia di tagliare i privilegi della Casta e le spese faraoniche per mantenerli. Io, malignamente, credo che i discorsi segreti siano questi: "Allora, noi promettiamo questo e questo, ma tu, mi raccomando, mi bocci subito l'iniziativa. Intesi? D'accordo? Non facciamo scherzi."

Palladino

Gio, 24/09/2015 - 17:59

Queste luride agenzie di rating non fanno altro che alterare i mercati a loro esclusivo vantaggio.Occorre aprire inchieste giudiziarie e condannare i capi dagli stipendi stratosferici.

Libertà75

Gio, 24/09/2015 - 18:06

hahahaha questa è l'ennesima dimostrazione che queste agenzie non fanno analisi di macroeconomia e microeconomia, ma pura pubblicità dei loro interessi... Le imposte sulla prima casa riducono il valore degli immobili, infatti non ci dovrebbero essere imposte sugli immobili (tra il resto vietate dalla Costituzione). Cosa diversa è per delle tasse di scopo, ma sempre in forma contenuta perché per esempio far pagare l'illuminazione pubblica a certi importi, uno si aggancia a casa sua il lampione e spende meno.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 24/09/2015 - 18:34

La rappresenta si una fonte stabile di entrate, mortacci vostri. Anche le tasse di re Giovanni sui poveracci di Notthingam lo erano.

Zizzigo

Gio, 24/09/2015 - 18:41

Renzi aveva giusto bisogno di una spintarella... mai che gli estranei si facciano i caxxi loro! Comunque Moody's, è evidente che viva su Saturno...

Triatec

Gio, 24/09/2015 - 19:16

Ma che Paese siamo? La Germania ci da i compiti da fare a casa, le agenzie di rating ci dicono quali sono le tasse che dobbiamo tenerci, senza contare le innumerevoli insopportabili cavolate che dobbiamo sopportare perché "ce lo impone l'Europa" MA BASTA!!!!!

Ritratto di SAXO

SAXO

Gio, 24/09/2015 - 19:55

AGENZIE DI RATING= CAMORRA E MAFIA CHE LAVORANO PER LA CONFRATERNITA INTERNAZIONALE

Ritratto di SAXO

SAXO

Gio, 24/09/2015 - 19:57

TOMARI fanno parte del sistema le agenzie di rating,lavorano per la mafia plutocratica internazionale.

Nonlisopporto

Gio, 24/09/2015 - 20:58

Moody's destabilizza tutte le economie eccetto quella USA

Pigi

Gio, 24/09/2015 - 22:42

Il comune spende per gli immobili, anche se non sono abitati. Spende per mantenere le strade, per l'illuminazione pubblica, per parchi e giardini... Se queste spese non le pagano i proprietari degli immobili, li faranno pagare a qualcun altro, magari raddoppiando le tasse agli immobili commerciali e industriali, causando la chiusura di una parte di essi. Renzi sta scopiazzando uno dei peggiori colpi di testa demagogici di Berlusconi.

giorgiandr

Gio, 24/09/2015 - 23:22

MA INSOMMA, POSSIBILE CHE SI FANNO TUTTI I CA..I NOSTRI ?

rossini

Ven, 25/09/2015 - 00:21

Niente avviene per caso. Che sia un effetto del processo che si sta tenendo presso il Tribunale di Trani? Se è così, non c'è un Pm a Roccacannuccia che mette sotto processo la Merkel?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 25/09/2015 - 00:35

Quelli di Moody's se ne strafottono di noi che dobbiamo pagare le tasse. Per loro i nostri soldi non fanno parte di situazioni reali vissute da milioni di persone ma sono cifre anonime da mettere o togliere secondo le loro opinioni. MA CHI HA INVENTATO QUESTA IMMENSA PORCHERIA DELLE AGENZIE DI RATING? Solo delle menti ottenebrate dal denaro potevano arrivare a creare simili mostri di indifferenza.

DIAPASON

Ven, 25/09/2015 - 06:20

E mi pare ovvio ormai la speculazione finanziaria si indirizza soprattutto verso gli stati, quindi i burattinai orientano le agenzie verso questi nuovi asset più redditizi e sicuri.