Ora il Parlamento Europeo vuole bandire i partiti neofascisti e neonazisti

La risoluzione non legislativa approvata dalla plenaria invita i Paesi membri a prendere provvedimenti. Nel mirino anche CasaPound

Mettere al bando i partiti neofascisti e neonazisti. È quanto chiede la risoluzione non legislativa – voluta da Popolari, Socialdemocratici, Verdi e Liberali – approvata dal Parlamento europeo (355 sì, 90 no e 39 astensioni), che invita dunque i Paesi membri a prendere provvedimento in questo senso, vietando appunto la formazione di gruppi e qualsiasi altra associazione che rievoca il nazismo e il fascismo.

Il testo approvato dalla plenaria menziona l'attacco terroristico ad opera di Anders Breivik che ha ucciso 77 persone in Norvegia nel 2011, l'assassinio della deputata britannica Jo Cox nel 2016 e il recente attacco di CasaPound contro la deputata europea Eleonora Forenza e il suo assistente lo scorso settembre a Bari.

Il testo chiede agli Stati Ue di "porre fine alla collusione con i neofascisti e vietare tutte le organizzazioni che glorificano il fascismo […] a condannare e sanzionare i crimini motivati dall'odio e i discorsi di odio da parte di politici e funzionari pubblici, in quanto normalizzano e rafforzano direttamente l'odio e la violenza. Sono inoltre necessarie misure per contrastare la diffusione del razzismo, del fascismo e della xenofobia su internet".

Commenti

Garombo

Gio, 25/10/2018 - 15:36

Stranamente qualcosa di sensato ogni tanto esce da quella cricca di burocrati.

ARGO92

Gio, 25/10/2018 - 16:16

SE ESSERE CONTRO I KOMUNISTI E LA SINISTRA SIGNIFICA ESSERE FASCISTA ALLORA SI ORGOGLIOSO DI ESSERE FASCISTA

leserin

Gio, 25/10/2018 - 16:16

Ai quali gruppi aggiungerei neo- e veterocomunisti, anarchici, no-global e centri sociali vari, islamisti integralisti perchè tutti sono accomunati dall’allergia alle regole della democrazia.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 25/10/2018 - 17:24

Non sono "fascista". Non ho nessun legame né simpatia per Casa Pound. Dai giornali che puntualmente leggo, anche se certamente non filocomunisti, non mi risulta che Casa Pound sia un'organizzazione che agisca sul territorio con modalità "fasciste" o comunque in contrasto con la legislazione penale in vigore. A dirla francamente ho più PAURA di Merkel e di Macron, o anche di Moscovici, che di Casa Pound. Il Parlamento Europeo pensi ai fatti suoi, considerando che sono più "fascisti" Merkel e Moscovici di quanto possano esserlo quattro fessacchiotti di estrema destra, di fatto inoffensivi. Il fatto é che Merkel vuole comandare in casa nostra, cosa che con Renzi ha potuto fare liberamente, anche se non lo hanno dato a vedere.

accanove

Gio, 25/10/2018 - 17:35

sono nervosiiii, sentono traballare la baracca, le elezioni sono vicine, sinistrati a picco in molti paesi ed una destra che cresce sulle loro stronz...e, bisogna trovare un nemico comune per aggregare le poche risorse rimaste o il grande ordine mondiale da loro sognato va letteralmente a "meretrici da strada"

Italiam!753a.c.

Gio, 25/10/2018 - 17:40

mettiamoci anche altri veofascisti colonialisti, neocolonialisti d'outre-mer, bellico-nuclearisti con sedia permanente al consiglio di "sicurezza" dell Onu, cioè la Francia.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 25/10/2018 - 18:11

La risoluzione non legislativa approvata dalla plenaria...e allora mentecatti sinistroidi???

routier

Gio, 25/10/2018 - 19:57

Anch'io non amo le dittature (tutte) ma mi fanno tenerezza quelli che ritengono basti una leggina per impedire che la gente pensi con la propria testa.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 25/10/2018 - 20:27

Una donna può amare l'Europa dei Popoli, dopo che ha abortito? La colpevolezza é certa per la piú che europea Bonino, ma probabile per la Merkel, visto che da giovane, quando girava col fuori il seno, era belloccia, "disinibita" e piena di vita. L'aborto é più grave dell'omicidio di un uomo adulto, che può averti fatto anche del male, e i popoli sono composti da tanti uomini adulti. Insomma la Kulonen é moralmente inaffidabile.