L'ultima l'idea della sinistra: "Riconoscere la lingua rom"

È stata presentata oggi una proposta di legge per il riconoscimento della minoranza linguistica storica dei rom e dei sinti italiani

Aumento delle pensioni minime? Difesa dei diritti dei lavoratori? No, per la sinistra italiana le nuove frontiere di consenso, si sa ormai da tempo, sono diventati l’accoglienza dei migranti, i diritti lgbt e da oggi anche la tutela della minoranza linguistica romanì.

Alla Camera è stata, infatti, presentata una proposta di legge con primo firmatario il deputato di Sel Gianni Melilla per chiedere il riconoscimento formale da parte dello Stato della lingua parlata dai rom e dai sinti che vivono nel nostro Paese e, di conseguenza, anche del suo patrimonio culturale. “La lingua-cultura romanì – si legge nella proposta di legge – non può esser considerata un dialetto della lingua nazionale, né può essere assimilata alle lingue-culture dei migranti, ossia delle nuove minoranze o delle minoranze di nuovo insediamento escluse dal modello italiano ed europeo dei diritti linguistici”. In estrema sintesi, i rom che vivono ormai da decenni in Italia e che, però, non si sono ancora del tutto integrati come conferma anche Nazzareno Guarnieri dell'Associazione Romanì Italia per il quale “non dipende tutto dalla politica, molto dipende anche da noi organizzazioni rom nel saperci mettere accanto alla politica e alle istituzioni”.

Ma l’idea del popolo rom di sentirsi estraneo rispetto a quello italiano è ben evidenziata anche da Bruno Morelli, artista rom che, nel corso del suo intervento, non fa mancare i soliti accenni di “vittimismo” tipici di questa etnia. “In Italia rom e sinti si trovano in una situazione sociale non più accettabile, in un limbo tra color che son sospesi senza regole che garantiscano la dignità umana. Attendiamo – dice Morelli - un atto di civiltà da questo governo che si promuove tanto progressista. Siamo da sempre un gruppo umano misconosciuto come etnia linguistica. Come nella Spagna del XV secolo ci avete tagliato la lingua”.

E ancora: “Di noi si può fare qualunque cosa perché privati dell’anima di un popolo, cioè la lingua. In questo Paese per noi esiste solo la repressione, la condanna, il rigetto. La colpa è il vuoto legislativo e produce razzismo. Se non ci riconosce lo Stato, tanto meno lo faranno i cittadini”. Ecco perché ora è scesa in campo Sel e il gruppo parlamentare di Sinistra Italia che, per voce del suo capogruppo, Arturo Scotto, si dice certa di poter portare a casa la legge.

“Parliamo di una comunità radicata nel nostro Paese da tanti anni – dice al giornale.it il capogruppo Scotto - e noi siamo chiamati a legiferare sulle grandi questioni sociali ed economiche, ma anche sulle questioni di società in un momento in cui l’Europa erge muri e mette fili spinati alle frontiere. Non dimentichiamoci, poi, che i rom che son venuti qui a presentare la legge sono cittadini italiani”. Peccato che, per l'integrazione linguistica di cittadini che sono già italiani, Sel abbia previsto di spendere un milione di euro all'anno...

Annunci

Commenti

Giampaolo Ferrari

Gio, 11/02/2016 - 18:59

questo si è un fenomeno è sicuro un problema impellente da risolvere.Imbeci...e

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 11/02/2016 - 19:08

Ma se la sinistra annovera sostenitori e dirigenti che non conoscono la lingua italiana, a partire dall'uso del congiuntivo, come può pensare di riconoscere la lingua di una massa di ladri, scansafatiche? "democratici" non per niente appartenete al Partito Deficiente.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Gio, 11/02/2016 - 19:08

Di che meravigliarsi se a sinistra sono più zingari di quelli che vivono nelle roulotte, rubando e parassitando ovunque stazionano?

sparviero51

Gio, 11/02/2016 - 19:12

LA SINISTRA IN CRISI DI IDENTITÀ E DI CONSENSI NON SA PIÙ A CHE SANTO VOTARSI.STA RASCHIANDO I FONDI DEI CASSONETTI DELL'IMMONDIZIA PLANETARIA PER SPERARE DI NON SCOPARIRE !!!

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 11/02/2016 - 19:22

S T R O N Z I

Ritratto di .sandrinoI£Mazzulatore...

.sandrinoI£Mazz...

Gio, 11/02/2016 - 19:29

DELINQUENTI (gli uni) e BANDITI (gli altri)

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 11/02/2016 - 19:30

E' giustissimo il "riconoscimento", ma è sbagliato l'obiettivo. Ai Rom interessa soprattutto "riconoscere" le serrature, i cancelli, i lucchetti, le combinazioni delle casseforti e gli allarmi.

Happy1937

Gio, 11/02/2016 - 19:31

Dopo che il Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna ha deciso di mettere fuori legge la Benedizione Pasquale, questi sinistri sciamannati pretendono anche di farci imparare la lingua dei ROM.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 11/02/2016 - 19:31

La LINGUA LOMBARDA NO, ma quella ROM SI, eppoi ci danno del RAZZISTA!!! Pax vobiscum.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 11/02/2016 - 19:45

bruciateli tutti sti zinmgari di mxxxa!

Linucs

Gio, 11/02/2016 - 19:49

Iniziativa molto importante per far capire al popolo che chi comanda non ha affatto paura di eventuali reazioni. Comunisti, massoni, finocchi e coppoline si sentono al sicuro, anche perché lo sono.

risorgimento2015

Gio, 11/02/2016 - 19:55

La lingua dei zingari ` e` uguale ai gotturi dei ZOMBIE !Per quanto riguarda il deputato GIANNI "MxxxxxA"che vadi a viveri nei campi dei ZINGARI; poi ne riparliamo!?!?

mimmo41

Gio, 11/02/2016 - 19:56

iMMAGINO CHE QUESTI CITTADINI"ITALIANI" PARLINO CORRENTEMENTE E CORRETTAMENTE L'iTALIANO, CHE MANDINO I FIGLI A SCUOLA E CHE FACCIANO IL POSSIBILE PER SMASCHERARE I COMPATRIOTI LADRI TRUFFATORI E ALTRE LORO SPECIALITA'.

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 11/02/2016 - 20:10

NON ULTIMA IDEA ULTIMA C.......TA

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 11/02/2016 - 20:16

Vale sempre il motto latino: DIVIDE ET IMPERA. Sono padronissimi di parlare fra loro il linguaggio che vogliono, simil politichese, ma se stazionano permanentemente sul suolo italico sono obbligati a sapere la lingua italiana come lo fanno andando a scuola i cittadini stanziali dal Brennero a Capo Passero e oltre fino a Lampedusa. Come non bastassero i problemi che creano i partiti politici che non vogliono intendersi fra di loro e baruffano fregandosene dei problemi del popolo cittadino contribuente suo malgrado magnanimo "foraggiatore".

LAMBRO

Gio, 11/02/2016 - 20:19

CE LE CERCHIAMO TUTTE ... E LE TROVEREMO!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Gio, 11/02/2016 - 20:24

Caro Curridori, chi le scrive è concittadino di Generoso Melilla detto Gianni nonchè di Guarnieri e Morelli. Fatta questa doverosa premessa, vengo al punto: Melilla conosce benissimo i rom (che da noi si chiamano "li zingari" o "li pigri" (i pigri)) e quello che propone è in assoluta malafede. A Gianni ma di chi cazze di cultura sti a parlà? De li truffe? di li machine senza assicurazione? de lu spaccio de la droga? di li corsa de li cavalli a rancitelli? di l'usura? ma va a 'mbuttià lu livante a la riva de lu mare. Scusate lo sfogo in dialetto ma se l'anima lunga( è alto) mi legge sa solo che deve vergognarsi. Di che vuoi i voti degli zingari che sei più credibile. A proposito di lingua: fai una scuola di dizione che sei improponibile quando parli. Sturdillì. Dalton Russell.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 11/02/2016 - 20:35

Ormai la PAZZIA del VOTO rasenta la FOGNA!!

Ritratto di Arlecchino_86

Arlecchino_86

Gio, 11/02/2016 - 20:38

[Sospiro] Romani sono: 1) Abitanti della città di Roma; 2) Sudditi del Regnum Romanum; 3) Cittadini della Repubblica Romana; 4) Cittadini dell'Impero Romano; 5) Persone col nome proprio Romano. Romei sono: 1) Cittadini dell'Impero Romano d'Oriente; 2) Membri della 'ndrina di San Luca; 3) Persone col nome proprio Romeo. Zingari sono: rappresentanti dell'etnia zingara. L'unica domanda: perchè?

FRANCO1

Gio, 11/02/2016 - 20:39

Ma se sono rom chissenefrega .. che vadano a giro a fare gli affari loro (in altri stati) e non rompano los coiones ..

nick01011

Gio, 11/02/2016 - 20:52

..... sinceramente questa notizia non l'avevo sentita circolare.. complimenti per la tempestività ma, in ogni caso, fosse pure vero riconoscere una lingua usata nel nostro Paese ( anche se da una minoranza ) TOGLIE FORSE QUALCOSA alla nostra identità nazionale ?? Se così fosse avrebbe ragione Salvini che, usando il lombardo anche sui cartelli stradali, intende proprio MINARLA l'identità Nnazionale !!

corto lirazza

Gio, 11/02/2016 - 20:57

giusto, poi anche un corso per prenderlo nel kulo per rispetto verso i kulattoni

Una-mattina-mi-...

Gio, 11/02/2016 - 21:01

SEL RAPPRESENTA IL 2-3% DELLA POPOLAZIONE E VORREBBE DETTARE LEGGE AL RIMANENTE 97-98%. SIAMO ALLA DEMENZA

Ritratto di Lady Bird

Lady Bird

Gio, 11/02/2016 - 21:05

I soliti lerci comunisti. Di questo passo, grazie anche alle giudicesse che mandano in galera chi viene rapinato e risarciscono le famiglie dei predoni cadaveri dell'est, saremo in piena dittatura cattonazicomunista!

fergo

Gio, 11/02/2016 - 21:11

ma perché no riconosè la lingua de la vostra mare pu tana....e ve lo digo in dialetto che gavè rotto i co ioni !!!!!

al40

Gio, 11/02/2016 - 21:18

Ma siamo impazziti?!Si integrino e imparino l'italiano.....ma la loro "cultura" non prevede il nomadismo? LIBERIAMOCI da una sinistra- centro ipocrita,trasformista, pasticciona e supponente che sta portando il paese alla catastrofe.

@ollel63

Gio, 11/02/2016 - 21:20

questa sinistraccia ci ha già portato allo sfascio totale d'ogni decenza, all'nnullamento d'ogni decoro umano, morale, civile, economico ... Cosa manca? L'eliminazione della vita sulla terra, la cancellazione d'ogni traccia di esistenza animale, vegetale ... e persino minerale. Ma che razza di categoria è questa genia di malfattori microcefitici?

nunavut

Gio, 11/02/2016 - 21:35

il colmo del colmo, con tutti i problemi dei loro cittadin,un deputato o senatore che sia, ha il tempo e la stupidaggine di presentare una tale proposta di legge (Sel fra gay,cannabis e idee varie vive in un paese dove i problemi sono spostati da gente che vive a spese dei VERI lavoratori)) dovrebbe essere messo alla gogna nazionale e mi domando chi ca@@o lo ha votato.Mi girano i co@@@oni.

areolensis

Gio, 11/02/2016 - 22:01

Se si vuole continuare su questo terreno, non capisco perché non si riconoscono prima il siciliano (prima lingua letteraria d'Italia) e il veneto (con alle spalle una letteratura di prim'ordine: Goldoni, certo, ma non solo!). Ma io suggererei piuttosto di riflettere al fatto che nel mondo globalizzato persino l'italiano (lingua di un popolo di 60 milioni d'abitanti e con una letteratura a nessun'altra inferiore!) è diventato un dialetto rispetto all'inglese. Vogliamo dunque sovraccaricarci di un'altra 'lingua'? E poi, in quale territorio? Visto che gli zingari, o rom e sinti,o comunque preferiscano chiamarsi, sono sparsi su tutto il territorioi della Repubblica, dovremmo affrettarci a duplicare, per esempio, i cartelli stradali in tutta l'Italia? Ma, d'altra parte, come pretendere che possano riflettere a queste cose gli affiliati a un partito fondato da un 'poeta' che, in attesa di poter convolare a nozze con l'aspirante marito, si faceva le matte risate sui morti a causa dell'Ilva?

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 11/02/2016 - 22:07

Nel Liceo Classico sostituirei il Latino con il ROM e l'Eneide con analogo classic ROM ...certamente esiste. Poi daranno diritto di voto ed è così che la sinistra si assicura il Governo nel prossimo futuro . Mosse elementary e prevedibili che certo non servono il paese ma il Partito .Congratulation !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 11/02/2016 - 22:56

qualsiasi cagata che c'è in Italia, si prendono la briga di perdere solo tempo, solo per irritare noi. Ma pensare ai problemi concreti almeno come disoccupazione e sicurezza, non se me interessano. Ma, qualsiasi cagata!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 11/02/2016 - 22:58

L'unica "cosa" che tollero di ROM, sono i CD!!!lol lol Pax vobiscum.

aqualung56

Gio, 11/02/2016 - 23:32

Ma vi state rendendo conto che la sinistra sta cercando di lobotomizzarci il cervello? Stanno tentando in tutti i costi di far approvare leggi di secondo piano rispetto alle reali necessità dell!Italia. Chi parla più di lavoro per i giovani, di abbassare le tasse, di eliminare i privilegi dei nostri parlamentari,di fare più sicurezza a tutti? Si parla soltanto di edizioni per i gay

aqualung56

Gio, 11/02/2016 - 23:35

Co rendiamo conto che ls sinistra ci dta lobotomizzando il cervello con le unioni gay? Non si parla d'altro, anche a Sanremo. Questa ditatura strisciante è peggiore di qualunque altra. Ribelliamoci a tanto appiattimento. Basta!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 11/02/2016 - 23:46

È il vergognoso voto di scambio praticato su gruppi etnici. A Milano con i cinesi ed ora a livello nazionale con i Rom e Sinti. Gente che la sinistra DA TROPPI ANNI ORMAI ha trasformato da nomadi IN PARASSITI STANZIALI MANTENUTI CON I NOSTRI SOLDI. Gente che vive di furti e criminalità varia. Non paganono tasse, autobus, elettricità, acqua e che ci aggrediscono se osiamo protestare per la loro arroganza. GENTE PROTETTA DA UNA MAGISTRATURA ROSSA CHE ARRIVA AD INCRIMINARE LE VITTIME DI QUESTI PERICOLOSI DELINQUENTI.

dario348

Gio, 11/02/2016 - 23:47

un etnia di criminali della peggio specie.. mandiamoli a fare un corso di lingua ad Aleppo (i sinistri e i loro amichetti ZINGARI)

joecivitanova

Ven, 12/02/2016 - 02:42

Ma..scusatemi..le lingue dei Rom e dei Sinti, quali sarebbero, il Ro Manesco ed il S'Intasco..no!? .. vero?.. Vogliono ancora un milione di euro all'anno per la lingua, così saranno un po' più 'in te grati'...e ci credo!!.. G.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 12/02/2016 - 04:12

Con tutti problemi seri, i sxxxxxxxxxi perdono tempo in queste c... Altro motivo in più per dimezzare i parlamentari.

misuracolma

Ven, 12/02/2016 - 05:03

L'unico modo per riconoscerli è attraverso le schede segnaletiche. Scherzi a parte, noi non dobbiamo prendercela con gli stranieri se chiedono o pretendono. Noi dobbiamo incazzarci con quei politici e e con quella minoranza - perché a conti fatti non rappresentano che 1/4 o meno degli italiani - che ha permesso loro di governare, perché ogni giorno tradiscono il nostro paese, la nostra bandiera, i nostri valori.

lakos29

Ven, 12/02/2016 - 06:29

Si dai riconosciamo loro anche il diritto a rubare e viceré a scrocco per legge, almeno poi si risparmia sui processi a loro carico. Ma una volta riconosciuta per legge la loro "cultura" chi ne ammazza uno per difendersi da un furto a cosa andrà incontro?

swiller

Ven, 12/02/2016 - 06:56

La sinistra è solo un covo di ladri e malfattori.

vince50

Ven, 12/02/2016 - 08:14

Molto semplice una mano lava l'altra,e prima o poi con le mani anche se sporche si potrà ricambiare il favore nel seggio elettorale.Il problema è che molta gente non ha ancora capito,quando i sinistrati fanno qualcosa non è mai a caso.

paci.augusto

Ven, 12/02/2016 - 08:15

La lingua di questa razzaccia di ladri e accattoni che rifiuta il lavoro come 'pratica umiliante' insegnatela nelle sezioni di sinistra e fatevene una cultura!! In Svizzera,questa gente viene respinta alle frontiere, altro che riconoscere la lingua!! Se, come affermato dalla Boldrini, i sinistri considerano questa gente dei 'valori', si prendano una famigliola in casa e così si 'arricchiranno'!!!

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 12/02/2016 - 09:08

aa non sapevo che i sinistri ed il pd in particolare avessero una "lingua" particolare..tale da proteggerla..e' per caso la "lingua" dei LADRI? effettivamente faccio sempre fatica a riconoscere la "lingua" di un rom da quella di uno di sx..o del pd, se la suonano e se la cantano..

buri

Ven, 12/02/2016 - 10:06

se invece di fare scoperte stupide i compagni pensaessero ai problimi del paese, con proposte sensate, almeno si guadagnerebbero lo stipendio

Giunone

Ven, 12/02/2016 - 11:38

che la riconosca la loro Romania! ma di cosa alimentano il cervello questi anti-italiani parlamentari? in vece di pensare alla valanga di nuovi poveri italiani tartassati dalla crisi. agli abusi del Forteto Toscano, ai fallimenti pilotati ai danni di imprenditori italiani, le pensioni, a valorizzare le Forze dell'Ordine, ecc. ELEZIONI SUBITO!

MEFEL68

Ven, 12/02/2016 - 12:36

Se sono "cittadini italiani" devono parlare l'italiano come tutti noi. Dov'è il problema? Poi, se vogliono, fra loro possono parlare come vogliono, così come fanno gli italiani che in famiglia o tra amici, sempre se vogliono, si abbandonano al piacere del suono del loro dialetto. Ancora una volta: dov'è il problema? Cosa dobbiamo riconoscere? Possibile che per mettersi in luce, si fanno le proposte più cretine possibili?

MEFEL68

Ven, 12/02/2016 - 12:40

Dovremo arrivare al bilinguismo per far piacere i rom? Cartelli e scritte in due lingue? E perchè due e non tre,quattro, cinque,...visto che in Italia abbiamo immigrati arabi, cinesi, pakistani, cileni, peruviani, ecc. SENSO UNICO in quante lingue andrebbe scritto? Più matti di così.

Azzurro Azzurro

Ven, 12/02/2016 - 18:54

i rom vanno rispediti tutti a casuccia loro